Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'guida'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • XtremeHardware
    • Concorsi
    • Notizie dal Web
    • Recensioni e Articoli
  • Annunci del forum
    • Annunci dallo staff
    • Presentazione nuovi utenti
  • Hardware
    • CPU & Overclock
    • GPU & Overclock
    • Schede Madri & RAM
    • Alimentatori
    • Reti e Modem
    • Case
    • Retrocomputing
  • Periferiche Hardware
    • Audio e HiFi
    • Gaming e non solo
    • Monitor
    • Periferiche di memorizzazione
    • Periferiche varie
  • SOS veloce
    • Problemi Software o Driver
    • Problemi Hardware
    • Consigli per gli acquisti
  • Xtreme Overclock
    • XtremeHardware-OC-Team
    • Xtreme Overclocking Help
  • Small Form Factor (SFF Mini-itx, HTPC, NAS, Nettop)
    • SFF: Guide, Consigli e Configurazioni
    • SFF: CPU, Mainborad, VGA, Accessori
    • SFF: Chassis, PSU, Cooler, Nettop
  • Cooling
    • Air Cooling
    • Water Cooling
    • Extreme cooling...
  • Modding e galleria
    • Modding
    • Bitspower - Supporto Ufficiale
    • Galleria PC Utenti
  • Mondo Mobile
    • Navigatori Satellitari
    • Notebook
    • Tablet
    • Smartphones
    • Lettori mp3/mp4 e Navigatori Satellitari
  • Elettronica e Programmazione
    • Programmazione
    • Elettronica e sistemi embedded
    • Nuove tecnologie
    • Bitcoin e altre criptovalute
  • Software
    • Software per Windows
    • Linux & MAC
  • Multimedia
    • Fotografia, Fotoritocco e grafica
    • Video, Videocamere e Video-editing
    • TV e lettori multimediali
  • Giochi & Console
    • PC Games
    • Console
  • Mercatino
    • Vendita Hardware
    • Vendita Cooling
    • Vendita Varie
    • Acquisto Hardware
    • Acquisto Cooling
    • Acquisto Varie
  • 4 chiacchiere...
    • Piazzetta
    • Musica, cinema e sport

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Scheda Madre


Processore


Ram


Scheda Video


Case


Notebook


Occupazione


Interessi


Città


Biografia


Homepage


Icq


Aim


Yahoo


Msn


Skype


Facebook username

Found 63 results

  1. In questa Guida vi spiegherò come sbloccare e rendere la Vodafone Station un modem router a tutti gli effetti con in più la possibilità di sfruttare le potenzialità della Vodafone Station ed ovvero poter navigare anche tramite e solo chiavetta internet. Ricordo che la Vodafone Station non è altro che un modem router prodotto da Huawei per Vodafone Procediamo con lo sblocco 1- Come primo passo scarichiamo il file per lo sblocco della vodafone station da qui prelevare i firmware a piè di post 2- Premiamo il tasto reset sul retro e accendiamo la Vodafone Station tenendo premuto per una trentina di secondi il tasto reset, in questo modo è in modalità aggiornamento. 3- Colleghiamola al pc con il cavo ethernet e cambiamo la configurazione del protocollo tcp/ip per l'accesso mettendo: indirizzo ip 192.168.1.2 subnet mask 255.255.255.0 gateway predefinito 192.168.1.1 4- Apriamo Firefox con Internet Explorer non funziona , con Chrome ed altri browser non l'ho provato 5- Digitiamo http://192.168.1.1 o semplicemente solo 192.168.1.1 nella barra degli indirizzi 6- Diamo Invio e ci vedremo comparire la seguente finestra nel browser con il tasto Sfoglia 7- Ora clicchiamo su Sfoglia e indirizziamoci al file precedentemente scaricato e scompattato 8- Fatto ciò clicchiamo il tasto Update Software e attendiamo la fine della procedura di aggiornamento 9- Aspettiamo che la nostra Vodafone Station si riavvii 10- Una volta riavviata la Vodafone Station togliamo le impostazioni prima messe per il tcp/ip e mettiamo in automatico 11- Apriamo Firefox e digitiamo il nuovo indirizzo http://192.168.0.1 12- A questo punto ci verrano richiesti username e password inseriamo: username: admin password: VF-EShg553 13- Ora abbiamo la nostra Vodafone Station sbloccata e dovremo solo settare le impostazioni di connessioni etc. Configurazione parametri Interni 1- Andando su Advanced Setup - WAN possiamo configurare i parametri della connessione in base al nostro provide, ricordiamo di cancellare quelle esistenti se non servono 2- Andando su NAT - Virtual Server possiamo aprire le porte tcp e udp per configurare programmi di P2P come Emule Utorrent ed altri se necessario 3- Andando su Wireless possiamo settare l' SSID della nostra rete e ricordiamo di mettere in Country Italia 4- Andando su Security - Network Authentication settiamo WPA2-PSK e inseriamo la chiave per proteggere la nostra rete Wifi 5- Andando su WPA Encryption selezioniamo la protezione TKIP+AES 6- Ora andando su Management - SNMP Agent selezioniamo Disable 7- Ora portiamoci su Access Control - Services e selezioniamo solo le spunte su HTTP e FTP 8- Infine andiamo su IP Address ed anche qui selezioniamo Disable 9- Fatto tutto clicchiamo su Save/Reboot Aggiornamento Nuovo Firmware Con questo nuovo firmware che basterà caricare dal pannello di gestione della Station (quindi non è necessario tenere premuto reset come inizialmente fatto) permette di: - supporto a dischi esterni Ntfs - funzione DLNA server - autoconnessione in modalità 3G (ovvero basterà inserire la chiavetta e potremmo navigare a pc spento in quanto la connessione parte in automatico) - Aggiunti nuovi comandi nella busybox per formattare dischi in fat Firmware Firmware aggiornato.rar Firmware Originale b18 http://www.sendspace.com/file/qv4no9 b28 http://www.sendspace.com/file/ja3fnp Elenco Firmware prima release b21 firm.spagnolo image_b21_es.bin.rar - download now for free. File sharing. Software file sharing. Free file hosting. File upload. FileFactory.com seconda release kisumu su base b21 HG553kisumu260111.rar - download now for free. File sharing. Software file sharing. Free file hosting. File upload. FileFactory.com terza release kisumu v 0.2 su base b38 HG553-kisumucustom.v0.2.rar - download now for free. File sharing. Software file sharing. Free file hosting. File upload. FileFactory.com Unlock E172 http://www.filefactory.com/file/1393vpbmze5r/n/Mobile_Partner_11_302_09_01_539_Voice_USSD_zip upload by tom1 Avvertimento Lo Staff di XtremeHardware non si assume nessun resposabilità per danni o altro. Si ricorda inoltre che tale guida è stata postata a fine di studio.
  2. Il mercato delle tastiere da pochi anni ha e sta subendo delle forti trasformazioni a favore delle tastiere meccaniche. Se prima non si conoscevano questo tipo di tastiere o di tipologia in Italia, oggi giorno abbiamo una più che buona scelta offertaci dai maggiori brand di periferiche per PC. Le tastiere così come il mouse per molti di noi non è mai stato un problema su quale scegliere ma ultimamente sempre più persone e videogiocatori si stanno affidando alla tecnologia meccanica ed all'utilizzo di switch meccanici che rispetto alle comuni tastiere a membrana o con tecnologia scissor classica dei notebook hanno una vita media di molto superiore oltre che una forza di attuazione ed una risposta per molti aspetti inferiore alle classiche tastiere in commercio. "La seguente guida è una rielaborazione di informazioni prese dalla rete in particolare da quella del thread di oc.net" Quindi perchè scegliere una tastiera meccanica piuttosto che una classica? I motivi possono essere 3: Pressione: Con un classico tasto di una tastiera a membrana per far si che il comando venga registrato correttamente abbiamo bisogno che il tasto venga premuto a fondo con un conseguente sforzo delle dita specialmente per lunghe sessioni di battitura o di gioco. Con una Meccanica questo problema non sussiste in quanto ci basterà premere leggermente il tasto quindi non portarlo a fondo e avremo modo quindi di risparmiare uno sforzo durante la battitura registrando comunque il comando impartito alla tastiera. Switch/Scelta: Le tastiere meccaniche sono costituite da differenti tipi di switch. Ad oggi esistono circa 9 tipi di switch. I più conosciuti al giorno d'oggi sono i Cherry MX disponibili in vari colori. Ogni colore ovviamente non è solo una questione estetica ma anche di prestazioni. Con le tastiere meccaniche abbiamo quindi un'ampia scelta che varierà in base al nostro utilizzo che sia il gaming o la scrittura di lunghi testi. Durabilità: Le tastiere meccaniche a differenze di quelle più comuni hanno una vita di molto maggiore basti pensare che attualmente una tastiera che adotta switch Cherry MX è data per oltre 1 milione di pressioni. Solo pensare all'adozione di un meccanismo simile ad un pistone di una macchina ci lascia pensare subito la netta differenza. Detto questo andiamo ad analizzare alcuni aspetti che caratterizzano le tastiere meccaniche e non. Il ghosting altro non è quell'evento in cui inizialmente due tasti sono premuti ed un terzo tasto non premuto viene attivato. Di solito sulle tastiere economiche questo evento non si compie mai in quanto i produttori sono soliti limitare il rollover in modo che i "tasti fantasma" vengano bloccati sempre. Il key Blocking è l' evento in cui quando vengono inviati al computer il massimo dei comandi inviabili e oltre tale soglia il computer non registra ulteriori tasti che vengono premuti. Ciò avviene per dei blocchi che vengono impostati nella matrice della tastiera. Molti tastiere infatti sono bloccate su combinazioni di tasti e per cui se vengono attivati date combinazioni un ulteriore tasto non viene registrato dal computer. Per molti videogiocatori potrebbe essere un problema questo blocco in quanto in molti giochi si richiede di premere più tasti contemporaneamente. Per ovviare a questo problema molti produttori hanno studiato matrici senza alcun blocco atto dunque alla possibilità di premere svariate combinazioni di tasti senza nessuna limitazione in modo che ogni singolo tasto venga registrato. NKRO è il rollover o combinazione ideale per una tastiera , non sono presenti ghosting o problemi di key blocking e qualsiasi numero di combinazioni di tasti possono essere utilizzati allo stesso tempo . Questa struttura è simile a quello che alcuni produttori di periferiche commercializzare in modo errato come "antighosting ", anche se Logitech e Razer utilizzano tale combinazione solo con il gruppo di tasti WASD. Si noti che ci sono due versioni diverse di NKRO, il vero NKRO è quello su PS/2 mentre quello "falso2 o comunque non completo a tutti gli effetti è l'NKRO su USB. Quindi come regola generale se siete alla ricerca del vero NKRO dovete usare l'interfaccia quindi PS/2. Detto questo l'interfaccia da preferire per un ottimale NKRO è il PS/2 in quanto l'USB simula l'NKRO tramite artifizzi quali la registrazione di più unità USB. Ultimamente i produttori hanno aumentato l'NKRO in modo tale da garantire ai maggiori giocatori di FPS o MMPORG la piena libertà nella pressione dei tasti. Per molte tastiere economiche non si parla di NKRO ma di #KRO (dove # = a qualsiasi numero intero ),dove è possibile premere # tasti prima di manifestare il key blocking. Molte tastiere meccaniche USB sono etichettati come 6KRO, che in genere è sufficiente per la maggior parte degli utenti. Tastiere USB con 6KRO consentono anche un massimo di 4 tasti modificatori per essere utilizzati con i 6 tasti normali. Questi modificatori includono CTRL , ALT , Shift, e Super (Windows, Command o Meta Key). A volte questo include anche il tasto FN presente su alcuni tastiere. Quindi come abbiamo visto per la maggior parte delle persone e per alcuni gamer il #KRO è la scelta ottimale, infatti non credo riusciremmo a premere più di 10KRO ( ovvero 10 dita ). Tuttavia alcune persone potrebbero preferire l'NKRO per una completezza maggiore. Tutti i tipi di interruttori, tra cui anche quelli in gomma, sono in grado di fare questo. Quando si preme un tasto, l'interruttore "rimbalza" on e off molto rapidamente per tornare in posizione. Questo fa sì che i tasti vengano registrati più volte per ogni pressione. A causa di questo, le tastiere hanno bisogno di una sorta di ritardo antirimbalzo, in modo che una volta che si preme un tasto, il controller attende una certa quantità di tempo prima di registrare la successiva pressione di un tasto. Ad esempio, gli interruttori Cherry MX hanno bisogno di 5ms di delay, mentre quelli in gomma (Rubber Domes) hanno un delay maggiore a seconda della qualità. Mentre è molto utile per i mouse, si tratta solo di una cosa insignificante per le tastiere. Supponiamo per un attimo che tutti gli interruttori hanno 5ms di delay come gli switch Cherry MX. Anche se una persona avesse la super velocità o riflessi felini, ogni singolo tasto verrebbe ritardato di almeno un tanto. Quindi, in realtà, ogni frequenza di polling over i 200Hz (nella migliore delle ipotesi) è assolutamente inutile, e quindi solo il classico marketing. Può anche essere un po' dannoso, perché sprecherebbe tempo alla CPU per interrogare ogni comando. Inoltre a differenza delle tastiere USB, quelle PS/2 non hanno il minimo ritardo. Queste inviano il segnale al PC solo quando sono pronti, con un interruzione HW,costringendo la CPU a registrare quella battitura. Vediamo quindi nel dettaglio le differenze con i PRO ed i CONTRO delle interfacce USB e PS/2: PS / 2 Vantaggi Supporta a pieno l'NKRO. Le Tastiere PS/2 non vengono interrogate, ma si basano completamente su delle interruzioni. Impossibile da essere ritardata dal bus USB utilizzata da altri dispositivi. Svantaggi L'interfaccia PS/2 non è nativamente progettata per essere hot-swap, in alcune situazioni a collegare e scollegare un dispositivo PS/2 al computer si renderà inutilizzabile fino a quando il sistema non verà riavviato. Questo non è sempre se ad esempio vengono correttamente caricati i driver I connettori PS/2 non sono durevoli quanto alcuni connettori più moderni, in quanto tali, possono essere danneggiati da ripetuti scollegare / ricollegare e soffrono di piedini piegati o rotti. USB Vantaggi Facilmente hot-swappable grazie al design di USB. Molto più diffuso dell' interfaccia PS/2 Svantaggi Non compatibile con NKRO A volte ci sono problemi con BIOS o modalità Sleep
  3. Nella tarda serata di ieri l’utente monki-magic su Xda ha rilasciato una nuova versione del tool GingerBreak per abilitare i permessi di root all’interno del nuovo Acer Iconia A500. Il tool, ancora una volta, tramite un exploit riesce ad abilitare i permessi in maniera semplice e veloce su un dispositivo Honeycomb. Questa la procedura: Scaricate dal market Oi File Manager (o applicazione simile: ASTRO) e Busybox Abilitate dalle impostazioni di sistema le sorgenti sconosciute, per installare i files APK, e il Debug USB Copiate all’interno di una MicroSD GingerBreak (in allegato) Montare la MicroSD all’interno del Tablet Ruotate lo schermo dell’Acer in modalità in portrait (necessario) (e bloccate la rotazione per sicurezza) Avviare il file manager e quindi l’installazione di Gingerbreak Dal menu delle applicazioni avviate Gingerbreak Date un tap su “root device” Aspettate qualche minuto affinchè il tablet si riavvii Per verificare, aprite un terminale e digitate "su" seguito da Invio... dovrebbe apparire l'applicazione "Superuser" che vi chiede conferma sul concedere i permessi di superutente... confermate e siete ROOT!!! Buon divertimento Stay tuned! Ecco come effettuare il procedimento inverso e riavere la garanzia del prodotto: Girate il tablet in Portrait Mode (cioè in verticale) Per sicurezza bloccate lo schermo con l'apposito tasto fisico Avviate gingerbreak Infine selezionate Unroot Il device si riavvia e l'unroot è eseguito correttamente.... il forum di xda è una miniera di info!!!!
  4. In questa Guida vi spiegherò come sbloccare l'Alice Gate 2 Plus Wifi e renderlo un modem router a tutti gli effetti Premessa Il metodo che vi illustrerò funziona solamente aprendo il modem e ponticellando dei punti precisi sulla scheda logica del modem. Procediamo con lo sblocco 1- Come prima cosa dobbiamo svitare le viti poste sotto al nostro modem 2- Rimosso il coperchio dopo ci ritroveremo di fronte alla scheda logica del modem 3- Come in figura dobbiamo ponticellare i due punti in rosso con un filo elettrico oppure delle forbicine 4- Prima di procedere dobbiamo settare le impostazione di rete Ip Address 192.168.1.2 Subnet 255.255.255.0 Gateway 192.168.0.1 5- A questo punto procediamo con il ponticellamento dei due punti 6- Mantendo ponticellato accendiamo il modem e accertiamoci che il led power rimanga rosso 7- Ora colleghiamo il cavo ethernet al pc e al 1° ingresso ethernet 8- Apriamo il nostro browser e digitiamo http://192.168.0.1 9- Carichiamo il psi clear per azzerare ogni configurazione 9a- Psi Clear AGW2-PLUS_psi_clear.zip 10- Ora possiamo selezionare due firmware cliccando su Sfoglia e carichiamolo aspettando il riavvio del modem 11- Firmware Telecom con pannello avanzato Discus da caricare AGA_324_samba_1.6.tar.gz 12- Firmware UsRobotics completamente personalizzato e personalizzabile USRAGW2-PLUS_fs_kernel_3.04L.01.-110222_2100.zip 13- Godiamoci il nostro Modem Router sbloccato in tutte le sue funzioni Avvertimento Lo Staff di XtremeHardware non si assume nessun resposabilità per danni o altro. Si ricorda inoltre che tale guida è stata postata a fine di studio.
  5. Ciao a tutti gli amici di Xtremehardware.com, oggi andremo ad analizzare un altro Add-On di casa Thrustmaster che va a completare la serie di accessori disponibili per i volanti della casa americana. L’accessorio che sarà oggetto della nostra analisi è la corona in alcantara 599XX EVO 30, introdotta sul mercato poco dopo la versione in pelle per venire incontro a coloro che volevano una corona con un diametro maggiorato. Infatti una delle novità maggiori di questa periferica, come facilmente intuibile dal nome, è il diametro di 30 cm oltre ad essere rivestita interamente in alcantara e leggermente imbottita. Tutte queste novità e particolarità della corona dovrebbero garantire migliori prestazioni, soprattutto nei giochi di Rally dove viene sfruttata maggiormente l’aumento del diametro, e anche un comfort maggiore grazie al rivestimento di ottima qualità e all’imbottitura. Andiamo a vedere come è costruito e come si comporta questo prodotto nella nostra prova.
  6. Unlock R9 290 to 290X Premessa Lo sblocco degli Shaders della 290 da 2560 ai 2816 della versione 290X non e` possibile eseguirla su tutti i modelli in commercio ma solo su alcuni e di alcuni brand. Ci teniamo quindi a precisare di chiedere in questo thread prima di procedere all'acquisto e di seguire meticolosamente i passaggi in modo da evitare di compromettere la funzionalita` della scheda. A seguire verranno postati i brand da cui e` possibile trasformare la propria R9 290 nella tanto attesa R9 290X risparmiamo circa 150€ sul presso finale d'acquisto. Detto questo procediamo con i passaggi per lo sblocco della GPU. Schede Video Predisposte allo Sblocco Brand Sapphire molti modelli unlockabili, minoranza di quelli bloccati Gigabyte alcuni modelli unlockabili PowerColor molti modelli unlockabili, minoranza di quelli bloccati MSI nessun modello unlockabile XFX molti modelli unlockabili, minoranza di quelli bloccati ASUS nessun modello unlockabile VT3DX pochi modelli unlockabili Club3D pochi modelli unlockabili Come possiamo notare i brand da preferire per lo sblocco completo della scheda sono PowerColor,XFX e se si vuole tentare con Sapphire Occorrente 1-Prima di procedere si consiglia il backup completo del BIOS della VGA in caso qualcosa vada storto 2- Procedere con il prelievo del seguente pacchetto di files https://www.sendspace.com/file/mjqqid 3- Avviamo il programma Hawaii Info contenuto nel pacchetto ed avviamolo. Per far si che la scheda sia sbloccabile i codici restituitoci dal programma dovranno essere 4- Procediamo a creare una chiavetta bootabile sempre con il programma e files presenti nel pacchetto precedentemente scaricato 5- Copiamo nella chiavetta appena resa bootabile il file ATIFlash.exe nella root ed insieme copiamo il bios .rom di nostro interesse. Ora siamo pronti al flash della scheda 6- Ora procediamo a switchare la levetta (UBER Mode anche se la 290 non la possiede) verso i connettori di alimentazione in modo da prepare la scheda al flash. Vi suggeriamo di scollegare ogni scheda dagli slot pci express. 7- Avviamo il computere bootandolo da Pen Drive ed assicuriamoci con il comando DIR di aver i file giusti e presenti nella Pen Drive. Bene ora con il semplice comando atiflash.exe -f -p 0 romname.rom Procediamo al flash della scheda che durera` circa 12 secondi 8- Spegniamo il computer e se abbiamo altre VGA da sbloccare rifacciamo la procedura. 9- Al successivo avvio avremo il desktop con una risoluzione bassa ma non preoccupiamoci reisntalliamo i driver della VGA e controlliamo con GPU-Z che tutto sia andato correttamente 10- Se notiamo che la procedura di flash e' andata a male non preoccupiamoci e rifacciamo tutti i passaggi dal numero 1 ricordandoci di switchare sempre la levetta verso i connettori d'alimentazione. 11- Carichiamo nella Pen Drive i file con il backup originale della VGA 12- Digitiamo il comando atiflash.exe -f -p 0 romname.rom 13- Attendiamo la fine della procedura di re-flash e dopo spegniamo il pc 14- Riavviamo il PC e reinstalliamo i driver video. IN CASO DI BRICK DELLA VGA Procedura di UNBRICK 1- Se qualcosa e` andato definitivamente storto possiamo provare a ripristinare la VGA del tutto. 2- Mettiamo una qualsiasi scheda PCI-Express nel primo slot della nostra scheda madre e inseriamo la 290 nel secondo slot VGA con lo switch nella posizione del BIOS corrotto 3- Inseriamo il cavo video nella scheda video presente nel primo slot VGA 4- Avviamo il PC bootando sempre dalla pen drive bootabile 5- Digitiamo atiflash.exe -i 6- Questo comando fara` un interrogazione delle vga in modo che potremmo decidere di effettuare il boot dalla VGA danneggiata e riflashare il bios 7- Ricordiamo il numero inerente alla vga danneggiata 8- Avviamo il comando Atiflash.exe -f -p x stockrom.rom 9- Ricordiamo che la variabile x equivale al numero dell'adattatore video ovvero la VGA 10- Attendiamo il re-flash della VGA 11- Riavviamo il PC assicurandoci ovviamente come anche prima nella procedura di flash di aver reimpostato lo switch in posizione 1 o comunque originale. FIX DEL NO POST Se dopo la procedura di flash non dovessimo vedere nulla a schermo non preoccupiamoci ed eseguiamo i seguenti passaggi. 1- Portiamo lo switch in posizione originale 2- Avviamo di nuovo il PC con la penna Bootabile 3- Switchiamo on the fly la levetta al secondo BIOS 4- Digitiamo il comando atiflash.exe -ai 5- Assicuriamoci delle informazioni presenti nel secondo BIOS 6- Con lo stesso comando del flash del BIOS aggiuntivo procediamo a flashare un ulteriore BIOS Stock 7- Spegniamo, riavviamo e reinstalliamo i driver Lo Staff di XtremeHardware.it non è responsabile in nessuna parte e in nessun modo delle modifiche che si apportano alla propria VGA, quindi la modifica è destinata solo a persone competenti o che hanno le conoscesce in materia per eseguire la modifica Uomo avvisato.......
  7. Delid Intel 3570K/3770K - 4670K/4770K - Ivy Bridge/Haswell Guida allo scoperchiamento coming soon... foto personali Occorrente: Morsa Nastro Carta Martello In gomma o normale Ciocco di Legno abbastanza uniforme e grande Manualità Pazienza Video Esplicativi
  8. MOD AMD HD 6950 @ HD 6970 Poche settimane fa AMD ha rilasciato la Radeon HD 6970 e la Radeon HD 6950. Entrambe le schede si basano sul nuovo core di AMD Cayman, che è il loro primo processore grafico ad usare una configurazione shader VLIW4. Proprio come su tutti gli altri prodotti simili, AMD ha due varianti Cayman, chiamate Cayman e Cayman XT Pro, che sono basate sulla stessa GPU di silicio. La variante del modello di GPU si decide dopo che il die è stato prodotto, prima che sia messo sul PCB. La creazione di nuove SKU dal silicio stesso in base alle caratteristiche prestabilite è stata una pratica comune nell'industria sin dall' uscita della Radeon 9500 nel 2002. Questa guida è stata pubblicata al fine di sbloccare i core dormienti nella Radeon HD6950.La Radeon HD6970 non ha nulla che possa essere sbloccato. L'immagine seguente mostra in rosso gli shader disabilitati nella HD6950.Quando sarà sbloccata, queste unità disattivate diventeranno attive, con un conseguente notevole aumento delle prestazioni. Prima Dopo AMD ha due metodi di bloccare il conteggio shader in tutte le loro recenti GPU. Il primo si basa sui fusibili all'interno della GPU, o sul substrato - un meccanismo simile a quello del moltiplicatore di Intel. E non è reversibile, per quanto ne sappiamo. Il secondo meccanismo è quello che ci interessa, AMD ha la possiblità di configurare il BIOS della VGA in modo che può disabilitare gli shader extra, in aggiunta a quelli disabilitati attraverso i fusibili on-die. Questo metodo è usato soprattutto per creare sample di ingegneria o sample destinati al recensore che corrispondono alle caratteristiche di fabbrica. Di solito queste schede arrivano sul mercato con il conteggio degli shader configurato nei fusibili on-die, in modo che non possa essere modificato. A quanto pare attualmente sono in vendita Radeon HD6950 di tutti i produttori - che in realtà sono tutte la stessa scheda con adesivi diversi - che hanno bloccato i loro shaders attraverso il metodo del BIOS, in modo che possano essere modificate facilmente. Sblocco degli Shaders Liberare il shaders aggiuntivi è facile , basta flashare il BIOS di una RADEON HD6970. È possibile utilizzare il BIOS di una RADEON HD6970 ASUS che presenta maggior frequenza di clock e limiti Overdrive e consente di regolare la tensione tramite SmartDoctor, se si ha paura si puà flashare con un BIOS di una RADEON HD6970 Reeference. TEST dopo la MOD Dopo aver effettuato la modifica, portando la RADEON HD 6950 a RADEON HD 6970 avremo come già detto un incremento degli shader che prima "dormivano" quindi anche un incremento di prestazioni, ma come sappiamo un aumento di potenza porta anche un aumento di consumi e lo possiamo notare negli screen qui sotto Prestazioni Consumi Aspetto da non sottovalutare dopo la modifica LIMITE FISICO DELLE SCHEDE Molti potrebbero pensare che dopo avere effettuato questa modifica si abbia un vga NUOVA quindi una HD 6970 in tutto e pertutto, ma cosi non è, in quanto si deve sempre ricordare che le fasi di alimentazioni presenti sul pcb delle due schede sono completamente differenti. Difatti la AMD RADEON HD6950 è dotata di alimentazione 6 + 6 pin mentre la sorella maggiore di alimentazione 6 + 8 pin AMD RADEON HD 6950 AMD RADEON HD 6970
  9. ATTENZIONE: In caso di problemi non ci riteniamo responsabili per eventuali danni. Ottenere i permessi di root è un operazione avanzata che farà decadere la garanzia e la farete a vostro rischio e pericolo. Scaricate dal link seguente il ROOTPACKe rinominatelo in EP101_SDUPDATE.zip: https://rapidshare.com/files/459931457/EP101_SDUPDATE_rootpack.zip Guida: Copiate il file scaricato nella microSD Spegnete il dispositivo Accendetelo tenendo premuto il tasto Volume Giù L'aggiornamento si installerà e si riavvierà Avrete i permessi di root Guida originale qui: 14 Apr: How to root your Asus Eee Pad Transformer - Android @ MoDaCo
  10. In questa Guida vi spiegherò come sbloccare l'Alice Gate VoIP 2 Plus Wifi e renderlo un modem router a tutti gli effetti Premessa Il metodo che vi illustrerò funziona solamente con modem router Alice Gate VoIP 2 Plus Wi-Fi con firmware interno AGPF_4.3.5,per tutti gli altri non funzionerà questo metodo Procediamo con lo sblocco 1- Apriamo il nostro Browser e digitiamo nella barra degli indirizzi http://192.168.1.1/admin.cgi?active_page=730&user_name=admin&password=admin 2- Precisiamo che user_name=admin e password=admin sono rispettivamente le credenziali di accesso al modem router quindi nel caso le avete cambiate dovete inserire al posto di admin admin rispettivamente i nuovi dati di accesso 3- A seguire un immagine di come si presenterà il menù nascosto del pannello di gestione avanzata del modem 4- Ora andiamo in Voice Over Ip presente nel menù a lato poi in Advanced ed infine su codecs, qui spuntiamo solo il codec G.729 5- Premiamo prima su Apply e dopo Ok per confermare le modifche 6- Per sfruttare il modem router con qualsiasi operatore andiamo in http://192.168.1.1/admin.cgi?active%5fpage=9167&user_name=admin&password=admin'>http://192.168.1.1/admin.cgi?active%5fpage=9167&user_name=admin&password=admin 7- Salviamo la configurazione per precauzione in caso di necessità potremmo ricaricare le impostazioni originali 8- Abilitiamo la Telnet semplicemente trovando la voce (telnets (disabled(1)) 9- Ora cancelliamo la stringa (disabled(1)) rimanendo solamente (telnets 10- Ora salviamo e ricarichiamo 10a- Per salvare il tutto premiamo Save Configuration File 10b- Per ricaricare invece dobbiamo tornare in Configuration File o cliccando a sinistra nel menu oppure ricaricare il link http://192.168.1.1/admin.cgi?active%5fpage=9167&user_name=admin&password=admin 11- Ora clicchiamo su Load Configuration File e carichiamo il file precendentemente modificato discus.config 12- Ci verrà richiesto se procedere con L'update o meno noi accettiamo 13- Ora andiamo in start e digitiamo cmd premiamo Invio 14 -Ora nella finstra DOS digitiamo telnet 192.168.1.1 Username: admin Password: admin 15- Ora per abilitare la pagina http://192.168.1.1/admin.htmldigitiamo Discus> conf set /wbm/admin_on 1 Discus> conf reconf 1 Discus> system reboot 16- Ogni comando deve essere seguito da Invio 17- Mentre per disabilitare la Telegestione da parte di Telecom digitiamo Discus> conf set /dev/ppp0/enabled 0 Discus> conf set /cwmp/enabled 0 Discus> conf reconf 1 18- Altro modo per disabilitare la Telegestione è andare in Remote Administration e togliete il segno di spunta sul TR-069 alla voce Enabled. 19- Per aggiungere una linea VoIP digitamo Discus> conf set /voip/line/0/enabled 1 Discus> conf set /voip/line/1/enabled 1 Discus> conf reconf 1 20- Per abilitare invece il menù avanzato digitiamo Discus> conf set /wbm/X_TELECOMITALIA_IT_lan_option biz-rt-napt Discus> conf set /wbm/X_TELECOMITALIA_IT_conn_mode Bridged+Routed Discus> conf reconf 1 21- Attiviamo anche la modalità Bridge + Router conf set /wbm/X_TELECOMITALIA_IT_lan_option biz-rt-napt conf set /wbm/X_TELECOMITALIA_IT_conn_mode Bridged+Routed conf reconf 1 22- Precisazione ogni volta che accederemo in telnet i dati per autenticarci saranno username: root password: root Avvertimento Lo Staff di XtremeHardware non si assume nessun resposabilità per danni o altro. Si ricorda inoltre che tale guida è stata postata a fine di studio.
  11. Ciao a tutti ragazzi e ragazze, in questo articolo scopriremo insieme il fantastico mondo della domotica, e lo faremo implementando un sistema di controllo vocale per la casa, costruito con un Arduino e con lo shield EasyVR 2.0.
  12. La serie di videogames GRID di Codemasters arriva al terzo titolo con l'ultimo GRID Autosport. Dopo il successo riscontrato con Race Driver GRID, il secondo capitolo (GRID 2) non è riuscito ad attirare lo stesso entusiasmo, dato il gameplay decisamente più arcade, ma con l'ultimo Autosport si è cercato di ritornare più verso la simulazione di guida. http://www.xtremehardware.com/images/stories/Codemaster/News/Codemasters_GRID_Autosport_04.jpg" target="_blank">
  13. Codemasters rinnova la serie di videogames GRID con il prossimo debutto di GRID Autosport. Gli sviluppatori hanno indicato che il nuovo titolo sarà un simulatore di guida più di quanto visto nel primo Race Driver: GRID, uscito nel 2008. http://www.xtremehardware.com/images/stories/Codemaster/News/Codemasters_GRID_Autosport_01.jpg" target="_blank">
  14. Dopo quanto riportato nei giorni scorsi e in notizie precedenti, tutti sanno più o meno cos'è il modulo G-Sync di NVIDIA. Questo può anche essere aggiunto al monitor in possesso, che attualmente è compatibile con il solo ASUS VG248QE. http://www.xtremehardware.com/images/stories/Nvidia/News/NVIDIA_G-Sync_02.jpg" target="_blank">
  15. Questa guida vuole essere d'aiuto qualora doveste acquistare un nuovo monitor LCD. Si forniranno indicazioni che aiuteranno ad orientarsi in questo campo, ed a capire quali caratteristiche dovrà avere il futuro monitor, secondo le proprie esigenze. Esistono infatti diversi criteri di valutazione e qui di seguito elencheremo i principali. 1- Dimensione; ergonomia e wall mount; 2- Risoluzione; dot pitch; aspect ratio e mapping; 3- Contrasto e luminosità; 4- Tempo di risposta ed input lag; 5- Connessioni (VGA, DVI, HDMI e DispayPort) e protocollo HDCP; 6- Schermo opaco e lucido; angolo di visuale; 7- Tipi di pannelli; 8- Profondità colore; 9- LED vs CCFL; 10- Comprendere i risultati delle recensioni;
  16. Assetto Corsa Trama Assetto Corsa è un gioco di guida sviluppato dagli italiani di Kunos Simulazioni che promette piste realistiche, simulazione accurata, single player e modalità multigiocatore. Il titolo sfoggia svariati veicoli con licenze ufficiali e impiega la tecnologia Laserscan per la realizzazione dei circuiti, indistinguibili da quelli reali. Anche la ricostruzione dei singoli veicoli è di altissimo livello, sia per quanto riguarda le livree, sia per gli interni, curati in ogni minimo dettaglio. Non manca veramente nulla e il confronto con le auto reali rende onore al lavoro svolto dai grafici e dal team di sviluppo tutto. Assetto Corsa si pone l'obiettivo di fare da anello di congiunzione tra gli esperti di simulazioni e giocatori di racing tradizionali. Un occhio alla simulazione pura e uno al mercato, quindi, pur non rinnegando la natura hardcore di netKar PRO, il titolo precedente della società. Trailers Requisiti Configurazione Minima Configurazione Raccomandata Video VIDEO]https://www.youtube.com/watch?v=YnPQq3G4D34[/VIDEO] Immagini
  17. Gli appassionati del genere attendono il sequel del primo GRID ormai da quasi 5 anni, quando a metà del 2008 venne rilasciato il simulatore di guida targato Codemasters. Dopo il http://www.xtremehardware.com/news/videogames/trailer-e-immagini-per-grid-2-201208087391/">trailer mostrato lo scorso agosto, negli ultimi giorni è stato pubblicato un nuovo video teaser del game.
  18. Il gruppo di hacker noto come Evad3rs ha rilasciato il tool Evasi0n per il jailbreak Untethered di tutti i dispositivi Apple, compresi iPhone 5, iPad mini e iPad 4.
  19. È uscito più di quattro anni fa il primo game della serie GRID di Codemasters; il successore, GRID 2, l'avevamo già annunciato lo scorso mese, ma ora viene reso disponibile il trailer ufficiale e alcuni screen.
  20. In questa Guida spiegherò come preparare un ssd per un successivo allineamento. L'allineamento che ovviamente riguarda la partizione deve essere fatta a O.S avviato e tramite un collegamento interno o esterno (USB) del nostro SSD Occorrente 1-Il programma Diskpar prelevabile a questo indirizzo http://www.mediafire.com/?l03rku8lruq95he Procedimento 1- Una volta scaricato Diskpar dobbiamo copiarlo o comunque averlo in C: 2- Ora andiamo in Pannello di Controllo- Sistema e sicurezza - Strumenti di Amministrazione - Gestione Computer - Gestione Disco 3- Ora dovviamo cancellare ogni partizione ed avere in nosto volume in RAW e ricordarci il numero assegnato al nostro disco 4- Ora procediamo con il programma Diskpar 5- Per avviarlo dovremo agire dal prompt dei comandi 6- Una volta avviato digitiamo C:diskpar -s 1 -> il numero dipende dall'assegnazione data da windows e digitiamo Y seguito da Invio per confermare 7- Ora abbiamo eseguito un wipe data dell ssd premiamo ancora Y e Invio per continuare 8- Ora arriva la vera parte di allineamento, a seguire potremmo settare lo spazio ( quindi usare interamente il nostro drive o solo una porzione della capacità totale) 9- Ora premiamo Invio ed abbiamo terminato l'allinemanto del nostro drive 10 - Ora per uscire ci basterà digitare exit e dare Invio
  21. Dopo l'uscita del primo GRID nel 2008, Codemasters annuncia su Xbox Magazine UK, che sta lavorando sul nuovo capitolo del simulatore di guida.
  22. Mentre attendiamo per il 23 settembre l'uscita di F1 2011... Un po di video del gameplay visto al gamescom 2011... Gameplay Trailer Dev.Diary 1. http://www.youtube.com/watch?v=kd2SAfisolE&feature=relmfu Dev. Diary 2. http://www.youtube.com/watch?v=hxPIBzq9nQ0 Qui invece un po di Gamescom: Monza: http://www.youtube.com/watch?v=oO3v_VBSVHk Silvestrone: http://www.youtube.com/watch?v=zZCp09hYBus&feature=related Spa:
  23. Ciao a tutti,molti di voi,avranno notato che spesso per test o benchmark molti clockers disattivano 1 o più cores nei loro processori,riuscendo cosi generalmente a salire di più di frequenza,a dover dissipare un minor calore ecc... Bene,è ora che tutti lo sappiano fare no? La procedura è molto semplice: Cliaccate su Start e poi su Esegui : A questo punto digitate msconfig : Ora dal menù che vi compare selezionate il menu BOOT.INI e andate direttamente a "Opzioni Avanzate" : A questo punto dal menù che vi compare spuntate la voce "/NUMPROC=" e dal menù a tendina subito a destra scegliete il numero di cores che volete far funzionare : Premete ok,fate applica e di nuovo ok,vi chiederà di riavviare il pc,fatelo. Dopo il riavvio,quando aprirete CPU-Z vi accorgerete che in fondo,alla voce Cores, il numero sarà cambiato in base alle vostre scelte. Buon divertimento a tutti! c1rcu1tburn3r
  24. In questo Thread verranno raccolti tutti i Thread Ufficiali per Case - Alimentatori e Dissipatori del Mondo Small Form Factor, che verranno postati nella sezione. CASE [Thread Ufficiale]Silverstone Sugo SG-08 [Thread Ufficiale]Streacom FC8 [Thread Ufficiale]Cubitek Mini-ICE [Thread Ufficiale]Lian-Li PC-Q15 [Thread Ufficiale]Bitfenix Prodigy ALIMENTATORI DISSIPATORI [Thread Ufficiale]Prolimatech Samuel 17 [Thread Ufficiale]Scythe Big Shuriken 2
  25. Tutte le informazioni sull'xbox e sulla modifica all'xbox potrete trovarle nelle seguenti guide aggiornate: La modifica: funzionamento, applicativi, hardware, rischi. La nuova Xbox 360 Slim Project Natal / KINECT: Gli albori http://www.xtremehardware.com/forum/f61/la_bibbia_della_360_lettori_hitachi_samsung_benq_e_liteon-18763/ http://www.xtremehardware.com/forum/f61/la_bibbia_della_360_la_tecnica-1973/ http://www.xtremehardware.com/forum/f61/la_bibbia_della_360_hack_completo_liteon_83850c_v1-18676/ Questa guida è presa dal sito: XBOX 360 TRIBE (outdated) http://forum.xbox360-tribe.org/xbox360-modchip/t-guida-alla-scelta-della-modifica-per-xbox360-69064.html Iniziamo: In tanti si domanderanno in cosa consiste e che modifica effettuare alla propria console, ebbene nelle prossime righe cercheremo di darvi un'idea chiara di cosa al momento sia disponibile nel mercato con pro e contro. Iniziamo con lo specificare che la modifica su xbox360 consiste nell’utilizzare un firmware modificato del lettore 360 in modo tale da bypassare i controlli effettuati sul disco del gioco, sia esso xbox360 o xbox originale. Le modifiche attualmente disponibili permettono il solo avvio dei giochi di backups xbox360 ed xbox (solo quelli compatibili con l’emulatore) opportunamente realizzati (vedi guida ai backups). Il blocco regionale continuerà ad esserci, quindi chi ha console Pal potrà giocare ai soli giochi di questa regione oppure a quelli region free, stesso discorso vale per le console xbox360 di altre regioni (lista compatibilità gioco-regione). Possiamo distinguere le modifiche in due categorie: 1. Software/Flash del lettore 2. Hardware Quella software consiste nell’aggiornare direttamente il firmware del lettore della console senza andare ad effettuare modifiche fisiche sullo stesso (ad eccezione di una piccola modifica sul Samsung ms28 se posti in condizioni particolari). Mentre quella hardware, lo dice la parola stessa, consiste nell’installare un chip di modifica sul lettore della console, invalidandone di fatto la garanzia. Quale di queste realmente è da tenere in considerazione? Entrambe hanno i loro pro e contro, vediamo di analizzarle una per una. 1. Software / Flash del lettore La modifica software è la più semplice da realizzare, basta collegare il lettore 360 ad un pc, provvisto di porte serial-ata compatibili con periferiche atapi (unità ottiche), e tramite applicazioni apposite modificare il firmware del lettore (vedi guide all’hack dei lettori). Pro: Facilità di esecuzione, facilità di aggiornamento, non richiede saldature o modifiche fisiche sui lettori . Possibilità per ora di andare senza problemi su Xbox Live. Possibilità di riportare il lettore al firmware di fabbrica senza lasciare traccia della modifica. Costo zero! Contro: Non può essere disattivata. Sui lettori Samsung MS28 potrebbe essere necessaria una piccola modifica hardware (solo se non si possiede un controller serial-ata della VIA Technologies). 2. Hardware Le modifiche hardware consistono nell’installazione tramite saldatura di un chip sulla piastra del lettore. Le modifiche hardware possiamo distinguerle di 3+1 tipi: A. Eprom sostitutivo B. Dual eprom C. Patch on the fly D. Ripristino bad flash(no mod) A - Eprom sostitutivo Questi chip una volta montati funzionano in modo indipendente senza appoggiarsi alla eprom originale del lettore, la maggior parte sono compatibili sia con i lettori Samsung che Hitachi (no Hitachi v78 al momento). Tra questi chip spiccano il Fractal-360 ed il Globe360, trovate una guida per il Globe qui. Pro: Possibilità di disattivare la modifica per l’accesso ad Xbox Live e possibilità di aggiornamento. Ha le stesse potenzialità del flash diretto del lettore. Contro: Difficoltà d’installazione, l’aggiornamento va fatto tramite programmatore esterno (es: Willem). Lascia segni evidenti sul lettore. Costo abbastanza alto. B - Dual eprom Tale modifica consiste nel sostituire fisicamente la eprom del lettore con una di capacità doppia che contiene 2 firmware al suo interno, quello originale e quello hacked. Tramite uno switch è possibile scegliere se utilizzare la console col firmware originale oppure con quello modificato. E’ applicabile sia ai lettori Samsung che Hitachi (compreso il v78). Pro: Possibilità di disattivare la modifica per l’accesso ad Xbox Live. Facilmente aggiornabile infatti va programmato solamente la prima volta col programmatore esterno, le volte successive è possibile aggiornarlo tramite flash diretto via pc con la stessa procedura della modifica software sopra descritta (va selezionato con lo switch il banco col firmware hacked). Ha le stesse potenzialità del flash diretto del lettore. Contro: Difficoltà d’installazione, lascia segni evidenti sul lettore (no su Hitachi se il lavoro viene fatto bene). Costo inferiore ai chip sostitutivi. C – Patch on-the-fly Questo tipo di modifica si fa apprezzare perché richiede pochi punti di saldatura rispetto alle altre soluzioni hardware. Tale scelta si appoggia al firmware originale per funzionare. In particolare spiccano l’NME, MOD360 e X78 MOD Team Xecuter (l’unico per lettori Hitachi v78, 11 fili). Bisogna stare attenti alla versione che si prende, più sarà recente più l’hack risulterà aggiornato. Per esempio dell'NME ne esistono al momento 3 versioni: - NME v1.0 - prima versione del chip non entrata in commercio, riportava parecchi bug - NME v1.1 - prima versione del chip on-the-fly, le immagini del gioco prima di venir masterizzate vanno patchate con il tool apposito rilasciato dai produttori, per la scrittura dei backups necessita di masterizzatore con bitsetting (tra i quali spiccano i Pioneer 108,109,110,111 ) e utilizzo di dvd+r dl buoni (Verbatim) - NME v1.2 - aggiunto il mediacheck v2 che estende la compatibilità a tutti (quasi) i masterizzatori double layer, sia che abbiano il bitsetting sia che non lo abbiano, esegue le copie di backup sia in formato NME che col normale formato Xtreme (quello utilizzato da tutte le altre modifiche) Pro: Se si inserisce un disco originale va in modalità originale, se si inserisce un disco di backup si attiva automaticamente la modifica. Contro: Non è aggiornabile, bisogna comunque saperci fare col saldatore sebbene le saldature non siano tante, lascia segni sul lettore. Costo inferiore ai chip sostitutivi e superiore alla dual eprom. D – Ripristino bad flash Questi non sono veri chip di modifica, permettono il ripristino dopo un bad flash dei lettori Hitachi senza dover dissaldare la eprom del lettore. In questo caso l’unico al momento disponibile è il CHILLI FIX Hitachi. Una volta installato permette di effettuare nuovamente il flash del lettore senza problemi da Windows. Dopo aver resuscitato il lettore potrete decidere se lasciarlo installato per andare sicuri con i flash di aggiornamento successivi o smontarlo. E’ compatibile con lettori Hitachi da v32 a v59 (quindi comprese tutte le versioni intermedie) e richiede l’installazione di 12 fili + 1 per il debug mode (modeB riconoscimento del lettore sotto Windows).
×
×
  • Create New...