Jump to content

EletroLaix

Members
  • Content Count

    25
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

10 Good

About EletroLaix

  • Rank
    Moderatore
  • Birthday 12/02/1995

Computer Desktop

  • Scheda Madre
    Array
  • Processore
    Array
  • Ram
    Array
  • Scheda Video
    Array

Social

  • Homepage
    Array

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. OK ti ringrazio ho avuto pure conferma dalla pagine supporto di intel http://www.intel.it/content/www/it/it/support/boards-and-kits/000005501.html
  2. Non l'ho specificato perché volevo rimanere sul teorico .... Comunque l'SSD da 60 GB è un OCZ Agility 3 invece gli HDD sono dei WD da 500GB serie blu classici. Vorrei aggiungere che ieri cercando conferma alla mia teoria mi è parso di capire che con Intel Rapid Storage è possibile inserire la cache anche su singoli raid ovvero inserire la cache solo tra il raid0 e la ram e non facendo intervenire la cache nel caso il sistema deve accedere al 850 EVO questo sarebbe perfetto. Confermate ?
  3. Salve ragazzi volevo capire una cosa: io ho un RAID 0 su due HDD da 500GB [Tot 1TB] e un SSD da 60 GB su cui adesso gira Windows a distanza di anni 60GB sono davvero pochi quindi volevo acquistare un Samsung 850EVO da 500GB, ora la domanda è questa: Siccome io ho il 90% dei file sul RAID e solo qualche programma installo in genere sul SSD mi conviene comunque rimanere l'SSD da 60GB come cache?? Effettivamente quando il sistema farà richiesta di file che si troveranno sul nuovo SSD di sistema sara parecchio inutile ma nel caso in cui il sistema richiede file dai due HDD (cosa che comunque avviene molto spesso) dovrei notare effettivi miglioramenti il che vuol dire che tutti i giochi e file di Adobe che ho nei HDD dovrebbero andare molto più veloci. Il mio ragionamento è giusto ? Consigli ? PS Ho un chipset Z77 quindi dovrebbe sopportare la tecnologia giusto ?
  4. Oggi vi proponiamo la recensione dell’iTek Iron Soldier, un case mid-tower che sa il fatto suo, grazie a diverse features che lo rendono molto appetibile ai gamers. Scopriamolo in questa recensione come mai prima d’ora!
  5. La realtà virtuale è un concetto abbastanza chiaro ormai, se ne è iniziato a parlare addirittura negli anni 60 e ormai giunti al 2014 tutti sappiamo cosa vuol dire, pensiamo ai film come “Tron: Legacy” basati interamente su questo concetto. Ma la vera domanda è: "si può effettivamente realizzare una realtà che illuda il nostro cervello a tal punto da farla sembrare realtà?" Una risposta affermativa sembrava molto lontana, ma dal 2009 è ormai molto più vicina di quanto si potesse immaginare prima. Infatti, proprio quell’anno, sono stati presentati gli Oculus Rift, i visori che promettono di regalare la realtà virtuale almeno a uno dei nostro 5 sensi (senza dubbio il più influente): la vista. Prima di continuare con l'articolo vi ricordo che potete trovare in "formato video" tutto quello che ho scritto ">qui.
  6. Allora ragazzi mi sono presentato quindi non c'è bisogno che lo rifaccia, comunque sono in XtremeHardware già da diverse settimane e ne sono davvero felice ma sinceramente ho solo conosciuto Leonardo e mi sta dando davvero tanto fastidio XD XD XD (ovviamente scherzo) comunque scherzi apparte vorrei conoscere tutti voi e vorrei proporre (anche a nome di Leonardo) di stampare delle magliette per lo staff di XtremeHardware ma questa volta seriamente (dato che Leonardo mi ha già detto che ci avete provato ma è sempre andato tutto nel dimenticatorio) questo perché ho intenzione di frequentare qualche fiera ( relativa al mondo Maker) e mi piacerebbe fare dei piccoli video stile report ovviamente è solo un proposta ma ne vorrei parlare con tutti!!! CI VEDIAMO SU HANGOUT DOMENICA (12/10/2014) ALLE 19:30 IN QUESTI GIORNI AGGIUNGETEMI SU GOOGLE+ :https://plus.google.com/u/0/115352935574001205231 SPARGETE LA VOCE
  7. Ciao a tutti ragazzi ben ritrovati con il nostro solito appuntamento settimanale dedicato al mondo maker. Lo so la parola “solito” non è molto appropriata dato la buca della scorsa settimana ma, per questo mi scuso (piccoli impegni lavorativi) e adesso preparate le vostre corde vocali che si inizia! Oggi inizieremo finalmente a programmare l’Arduino.
  8. Salve ragazzi, eccoci qui con la terza parte del tutorial “Piccoli passi per una casa domotica con Arduino”. In questa puntata vedremo come caricare file audio sul EasyVR per rendere viva la nostra casa e farla parlare quando sarà necessario, ma ovviamente vedremo prima come crearli. Quindi ragazzi accendete i vostri computer e preparate l’Arduino, si inizia!!!
  9. Ciao a tutti ragazzi e ragazze, in questo articolo scopriremo insieme il fantastico mondo della domotica, e lo faremo implementando un sistema di controllo vocale per la casa, costruito con un Arduino e con lo shield EasyVR 2.0.
×
×
  • Create New...