Jump to content

Vi può interessare?  

31 members have voted

  1. 1. Vi può interessare?

    • Si
    • No
      0
    • Non lo so
      0


Recommended Posts

Supporto BIOS chip EEPROM


Principali package & loghi

 

20151227145124502969708.GIF

 

 

 


INTRODUZIONE

 

Con l'avvento dei nuovi bios UEFI i vari brand utilizzano una nuova Serial Flash detta anche SPI-Flash più performante e capiente.

Ora non entriamo troppo nel dettaglio di chi e cosa utilizza. però vi sarà capitato di leggere le specifiche relative alle mobo e vedere una sezione come questa:

i120958_cattura2.jpg

 

Bene, quel 64Mb fa riferimento a questo: 64M-bit Serial Flash Memory with uniform 4KB sectors and Dual/Quad SPI e non a 64 Mb di capienza. La capienza di queste SPI-Flash è di 8Mb e i file che carichiamo per aggiornare i bios variano da 3Mb a 4Mb

 

Ad oggi una delle SPI-Flash più utilizzate è la Winbond "W25Q64BVAIG" (AIG = identifica la tipologia, in questo caso si riferisce alla PDIP EPROM 8 Poli)

Per i più appassionati di elettronica segnalo il link con le caratteristiche tecniche: Clicca quì...

 

Questa versione è utilizzata sulle ultime ASRock e Asus perchè sembra essere una delle più affidabili, addirittura sulla Rampage IV Extreme ce ne sono 2 per il "Bios Flashback" ovvero in caso di guasto della prima entra in funzione la seconda di riserva permettendo così il corretto funzionamento della scheda madre, questo sistema è molto adottato anche da Gigabyte.

 

 

i120961_cattura.jpg

20151227145124631130960.jpg

20151227145124651131929.jpg

 


Differenza di Boot tra Bios Legacy & Bios UEFI

 

i121249_uefi-2.jpg

 

 

 

 

Video dimostrativo di funzionamento

 

Edited by Labview

Share this post


Link to post
Share on other sites


RECOVERY BIOS LEGACY (NO UEFI)

 

 

 

Procedure di BIOS Recovery

 

 

UTILITY

HP Tool:

http://rapidshare.com/files/113917960/HP_USB_Disk_Storage_Format_Tool.rar

MiniDOS:

http://rapidshare.com/files/113919628/MiniDOS.rar

 

Phoenix BIOS Recovery

 

i123766_phoenix-tech-logo.jpg

 

 

Update: Boot-Block Jumper

http://rapidshare.com/files/149466379/Boot_Block_Jumper.pdf

 

 

This is the latest PHLASH16 I could find:

http://rapidshare.com/files/156744719/phlash16_1.6.5.4.rar.html

 

 

A seguire il link con tutto il pacchetto per creare il Phoenix BIOS Recovery.

 

Metodo 1.

Phoenix Recovery.rar - File Shared from Box - Free Online File Storage

 

 

 

Procedimento

 

1-Usa il programma HP USB Disk Storage Format Tool con il file MiniDOS per creare un unità bootabile come:Floppy,USB Floppy,Pen Drive USB( le Pen Drive funzionano con le porte posteriori della scheda madre).

 

i123756_hp-tool-a-minidos.jpg

 

Quando avremo creato il nostro Floppy abbiabile,andiamo in Opzioni Cartella, poi spostiamoci in Visualizzazione e selezioniamo la voce Visualizza cartelle,file e unità nascosti. Premiamo il tasto Applica poi OK e usciamo.

 

i123758_cartelle-nascoste.jpg

Cancelliamo il file config.sys se presente.

 

 

Questa operazione ci serve per visualizzare e avere nel Floppy solamente i file DOS necessari a lavorare con le Utility di Recovery.

 

2-Copiamo tutti i file presenti nel pacchetto rar precedentemente scaricato nella nostra unità: Floppy,Pen Drive o Floppy USB

 

3-Rinominiamo il file del BIOS in bios.wph e copiamolo sempre sulla nostrà unità:Floppy, Pen Drive o Floppy USB

i123759_bios-rename.jpg

4-Ora stacchiamo la batteria dal portatile o togliamo la spina se un Computer Fisso

 

5-Teniamo premuti i tasti Fn+B o i tasti WinKey+B ( Su alcuni notebook Acer è necessario premere i tasti Fn+ESC, mentre sui nuovi notebook Fujitsu Siemens i tasti Fn+F) e mantenendoli premuti avviamo il notebook o il pc (non inserire la batteria nei notebook) quindi premere il tasto di avvio.

i123760_combinazione-tasti.jpg

6-Se il comando è stato recepito sentiremo o vedremo il led della nostra unità lampeggiare segno che stiamo ripristinando il BIOS, rilasciamo i tasti fin ora premuti

 

7-Lasciamo il computer o il notebook lavorare , l'operazione può impiegare anche 10 minuti per completarsi. Se il computer o il notebook non si riavvia , premiamo il tasto accensione di nuovo se un notebook o il tasto reset se un computer fisso.

 

8-Inseriamo nuovamente a questo punto la batteria se un notebook o avviamo se un un computer fisso e se l'operazione è andata a buon fine vedremo il nostro pc partire normalmente

 

ATTENZIONE!!!!

i123762_attenzione1.jpg

 

Questa procedura è solo per i Bios Phoenix e in molti casi la procedura non funziona tramite Pen Drive

 

Metodo 2.

http://rapidshare.com/files/105952250/Metod_2.rar

Procedimento

 

1-Avviamo il file Phoenix_Crisis_Recovery.exe e clicchiamo su Write on Floppy confermato da Ok per creare un unità bootabile:Floppy o USB Floppy

 

 

i123761_phoenix-crisis-recovery.jpg

 

Quando avremo creato il nostro Floppy abbiabile,andiamo in Opzioni Cartella, poi spostiamoci in Visualizzazione e selezioniamo la voce Visualizza cartelle,file e unità nascosti. Premiamo il tasto Applica poi OK e usciamo.

 

 

i123758_cartelle-nascoste.jpg

Cancelliamo il file config.sys se presente.

Questa operazione ci serve per visualizzare e avere nel Floppy solamente i file DOS necessari a lavorare con le Utility di Recovery.

 

2-Copiamo tutti i file presenti nel pacchetto rar precedentemente scaricato nella nostra unità: Floppy,Pen Drive o Floppy USB

 

3-Rinominiamo il file del BIOS in bios.wph e copiamolo sempre sulla nostrà unità:Floppy, Pen Drive o Floppy USB

 

i123759_bios-rename.jpg

4-Ora stacchiamo la batteria dal portatile o togliamo la spina se un Computer Fisso

 

5-Teniamo premuti i tasti Fn+B o i tasti WinKey+B ( Su alcuni notebook Acer è necessario premere i tasti Fn+ESC, mentre sui nuovi notebook Fujitsu Siemens i tasti Fn+F) e mantenendoli premuti avviamo il notebook o il pc (non inserire la batteria nei notebook) quindi premere il tasto di avvio.

 

i123760_combinazione-tasti.jpg

6-Se il comando è stato recepito sentiremo o vedremo il led della nostra unità lampeggiare segno che stiamo ripristinando il BIOS, rilasciamo i tasti fin ora premuti

 

7-Lasciamo il computer o il notebook lavorare , l'operazione può impiegare anche 10 minuti per completarsi. Se il computer o il notebook non si riavvia , premiamo il tasto accensione di nuovo se un notebook o il tasto reset se un computer fisso.

 

8-Inseriamo nuovamente a questo punto la batteria se un notebook o avviamo se un un computer fisso e se l'operazione è andata a buon fine vedremo il nostro pc partire normalmente

 

ATTENZIONE!!!!

 

i123762_attenzione1.jpg

Questa procedura è solo per i Bios Phoenix e in molti casi la procedura non funziona tramite Pen Drive

 

 

 

 

AMI BIOS Recovery

 

 

i123765_ami-logo-rgb.gif

 

 

 

I BIOS AMI hanno una determinata applicazione denominata "Boot Block" atta al recupero del BIOS in caso di corruzione dello stesso. Nell'eventualità in cui il BIOS si corrompa, il Boot Block ci viene in soccorso per ripristinare il BIOS in modo corretto. Nello specifico questa tecnica è chiamata "System Block" in cui il BIOS sia vuoto o corrotto. La tecnica di recupero o ripristino consiste nell'uso di un Floppy Disk con all'interno un file chiamato AMIBOOT.rom che altro non è il nostro bios da ripristinare, rinominato per accedere alla funzione di recupero del BIOS stesso.

 

In questa operazione ci viene in aiuto il fido lettore di Floppy Disk il quale dovrà fungere da riprogrammatore per il BIOS. Se il il file (AMIBOOT.rom) viene trovato sul floppy , inizia la procedura di recupero del "System Block" quindi verrà ripristinato anche il BIOS.

 

Per ripristinare il BIOS dovremo copiare l'ultimo BIOS della nostra scheda madre su un floppy disk e rinominarlo in AMIBOOT.rom. Il dischetto a differenza dei BIOS Phoenix non dovrà essere bootabile in quanto su di esso andremo ad inserire sia il BIOS rinominato , sia l'utility di flash. La procedura può durare dai 2 ai 5 minuti e a conclusione del ripristino sentiremo il computer emettere 4 beep. Rimuoviamo il dischetto e riavviamo il computer.Se quanto accendiamo il computer non dovesse accedere al floppy forziamolo premendo la combinazione di tasti Ctrl e Home .

Procedimento

 

 

Metodo 1.

 

1-Rinomiano il BIOS in AMIBOOT.rom e salviamo su un floppy vuoto

 

i123768_bios-rename-2.jpg

2-Inseriamo il floppy nel lettore di floppy e avviamo il sistema

 

3-Se notiamo che non ci sia un accesso al floppy disk , quindi non vediamo il led verde accendersi, forziamo la procedura premendo la combinazione Ctrl e Home. In questo modo forzeremo il sistema ad andare a leggere sul floppy.

 

4-Quando sentiremo 4 beep potremo togliere il floppy

 

5-Attendiamo un attimo e dovrebbe riavviarsi il computer se cosi non fosse procediamo noi manualmente.

Se non dovesse funzionare questo metodo proviamo

 

Metodo 2. Solo ASUS

 

1-Creiamo un Floppy bootabile con il programma HP Tool e il file MiniDOS

 

Quando avremo creato il nostro Floppy abbiabile,andiamo in Opzioni Cartella, poi spostiamoci in Visualizzazione e selezioniamo la voce Visualizza cartelle,file e unità nascosti. Premiamo il tasto Applica poi OK e usciamo.

 

i123758_cartelle-nascoste.jpg

Cancelliamo il file config.sys se presente.

Questa operazione ci serve per visualizzare e avere nel Floppy solamente i file DOS necessari a lavorare con le Utility di Recovery.

 

2-Creiamo un nuovo file di testo e digitiamo all'interno

 

Afudos.exe /iamiboot.rom /pbnc /n

 

Per il file Autoexec.bat possiamo scaricarlo dal seguente link

 

http://rapidshare.com/files/123981086/autoexec.rar

 

3-Rinominiamo il BIOS in amiboot.rom e copiamolo nel floppy reso precedentemente bootabile

 

4-Se il floppy non dovesse avere segni di avvio , forziamolo con la combinazione Ctrl+Home

 

5-Attendiamo un attimo e dovrebbe riavviarsi il computer se cosi non fosse procediamo noi manualmente.

 

Ultima versione di Afudos:

 

http://rapidshare.com/files/123979630/AFUDOS.rar

 

Metodo 3.

 

1-Creiamo un Floppy bootabile con il programma HP Tool e il file MiniDOS

 

Quando avremo creato il nostro Floppy abbiabile,andiamo in Opzioni Cartella, poi spostiamoci in Visualizzazione e selezioniamo la voce Visualizza cartelle,file e unità nascosti. Premiamo il tasto Applica poi OK e usciamo.

 

i123758_cartelle-nascoste.jpg

Cancelliamo il file config.sys se presente.

Questa operazione ci serve per visualizzare e avere nel Floppy solamente i file DOS necessari a lavorare con le Utility di Recovery.

 

2-Creiamo un nuovo file di testo e digitiamo all'interno

 

amif895.exe /iamiboot.rom /pbnc /n

 

Per il file Autoexec.bat possiamo scaricarlo dal seguente link

 

http://rapidshare.com/files/115841024/Autoexec.rar

 

 

3-Rinominiamo il BIOS in amiboot.rom e copiamolo nel floppy reso precedentemente bootabile

 

i123768_bios-rename-2.jpg

4-Se il floppy non dovesse avere segni di avvio , forziamolo con la combinazione Ctrl+Home

 

5-Attendiamo un attimo e dovrebbe riavviarsi il computer se cosi non fosse procediamo noi manualmente.

 

Ultima versione di AMIFLASH - amiflash 8.95:

 

http://rapidshare.com/files/113925838/amf895.zip

 

 

AWARD BIOS Recovery

 

 

 

i123767_award-bios-logo.gif

 

I BIOS AWARD hanno una procedura di ripristino simile agli AMI. Per ripristinare un BIOS AWARD dovremo creare un floppy bootabile ed aggiungere il BIOS. Di solito i BIOS AWARD sono in formato .bin, mentre gli AMI sono in formato . rom. Noi comunque possiamo usare l'AWARD FLASH UTILITY ( di solito il classico awdflash.exe) e il file AUTOEXEC.bat. I BIOS AWARD cosi come gli AMI non ripristinano in automatico il BIOS. Quindi dovremo procedere con vari comandi per flashare il BIOS tramite il file AUTOEXEC.bat. Il sistema eseguirà poi l'AUOTOEXEC.bat con i vari comandi per il flash.

 

 

Procedimento

1-Creiamo un Floppy bootabile con il programma HP Tool e il file MiniDOS

 

Quando avremo creato il nostro Floppy abbiabile,andiamo in Opzioni Cartella, poi spostiamoci in Visualizzazione e selezioniamo la voce Visualizza cartelle,file e unità nascosti. Premiamo il tasto Applica poi OK e usciamo.

 

i123758_cartelle-nascoste.jpg

Cancelliamo il file config.sys se presente.

Questa operazione ci serve per visualizzare e avere nel Floppy solamente i file DOS necessari a lavorare con le Utility di Recovery.

 

2-Rinominiamo il nostro BIOS in bios.bin

 

i123769_bios-rename-3.jpg

3-Copiamo sul floppy bootabile sia il bios sia l'utility di flash

 

4-Creiamo a questo punto un file di testo e all'interno digitiamo i seguenti comandi:

 

@ECHO OFF

awdflash893.exe bios.bin /py/sn/f/cc/r

 

5-Salviamo il tutto come autoexec.bat

 

 

Autoexec.bat scaricabile da

http://rapidshare.com/files/156801980/Autoexec.rar

 

7-Avviamo il sistema e se notiamo che non ci sia un accesso al floppy disk , quindi non vediamo il led verde accendersi, forziamo la procedura premendo la combinazione Ctrl e Home. In questo modo forzeremo il sistema ad andare a leggere sul floppy.

 

8-Attendiamo un attimo e dovrebbe riavviarsi il computer se cosi non fosse procediamo noi manualmente.

 

Sintassi comandi

 

py = program yes

sn = save no

f = flash

cc = clear cmos

r = reboot

Ultima versione di awdflash-awdflash v8.93

 

http://rapidshare.com/files/156742308/awdflash893.rar.html

 

 

 

 

 

 

DISCLAIMER!!!!

 

Non do il permesso nella copia delle seguenti guide su altri forum o blog(Tom1)

 

Ringrazio Lab per i file linkati O0

Edited by Labview

Share this post


Link to post
Share on other sites

Utility AMI Bios

 

+---------------------------------------------------------------------------+
|                 AMI Firmware Update Utility  v3.02.00                     |
|      Copyright (C)2012 American Megatrends Inc. All Rights Reserved.      |
+---------------------------------------------------------------------------+
| Usage: AFUDOS.EXE  [Option 1] [Option 2]...                |
|           or                                                              |
|        AFUDOS.EXE                    |
|           or                                                              |
|        AFUDOS.EXE                                                |
| ------------------------------------------------------------------------- |
| Commands:                                                                 |
|         /O - Save current ROM image to file                               |
|         /U - Display ROM File's ROMID                                     |
|         /S - Refer to Options: /S                                         |
|         /D - Verification test of given ROM File without flashing BIOS.   |
|         /A - Refer to Options: /A                                         |
|       /OAD - Refer to Options: /OAD                                       |
| /CLNEVNLOG - Refer to Options: /CLNEVNLOG                                 |
| Options:                                                                  |
|         /Q - Silent execution                                             |
|         /X - Don't Check ROM ID                                           |
|       /CAF - Compare ROM file's data with Systems is different or         |
|              not, if not then cancel related update.                      |
|         /S - Display current system's ROMID                               |
|  /HOLEOUT: - Save specific ROM Hole according to RomHole GUID.            |
|              NewRomHole1.BIN /HOLEOUT:GUID                                |
|        /SP - Preserve Setup setting.                                      |
|         /R - Preserve ALL SMBIOS structure during programming             |
|        /Rn - Preserve SMBIOS type N during programming(n=0-255)           |
|         /B - Program Boot Block                                           |
|         /P - Program Main BIOS                                            |
|         /N - Program NVRAM                                                |
|         /K - Program all non-critical blocks.                             |
|        /Kn - Program n'th non-critical block(n=0-15).                     |
|     /HOLE: - Update specific ROM Hole according to RomHole GUID.          |
|              NewRomHole1.BIN /HOLE:GUID                                   |
|         /L - Program all ROM Holes.                                       |
|        /Ln - Program n'th ROM Hole only(n=0-15).                          |
|      /ECUF - Update EC BIOS when newer version is detected.               |
|         /E - Program Embedded Controller Block                            |
|        /ME - Program ME Entire Firmware Block.                            |
|      /MEUF - Program ME Ignition Firmware Block.                          |
|         /A - Oem Activation file                                          |
|       /OAD - Delete Oem Activation key                                    |
| /CLNEVNLOG - Clear Event Log.                                             |
|   /CAPSULE - Override Secure Flash policy to Capsule                      |
|  /RECOVERY - Override Secure Flash policy to Recovery                     |
|        /EC - Program Embedded Controller Block. (Flash Type)              |
|    /REBOOT - Reboot after programming.                                    |
|  /SHUTDOWN - Shutdown after programming.                                  |
+---------------------------------------------------------------------------+

 

Release Notes:

================================================== ============================

3.02

01.Support get smi port number from ACPI table.

02.Support new secure ROM file image Get capsule header when exist inside in ROM file.

03.Support new secure Rom file image Update /ME use the same file.

04.Support OFBD default configure for /capsule, /recovery /OA /OAD.

05.Support AFUWINGUI.

06.Support /A the same and not the same error message.

07.Fix Error message. When secure mode not support use /capsule or /recovery will show "unknow command".

08.Fix Error message. When secure mode not support use command will show 0x15 error message.

09.Fix DMI Data Preserve fail. When DMI Data report size not match.

10.Fix DMI Data Preserve fail. When rom block size is 4k.

11.Fix DMI Data Preserve fail. When DMI data in NVRAM and use command /b /n /r .

12.Fix EC update fail. When Secure mode support and use command /e and /capsule or /recovery.

13.Fix EC update fail. When Secure mode support and use only /e command.

14.Fix MER update fail.

15.Fix open fail file error.

 

http://www.ami.com/support/downloads/amiflash.zip

Edited by Labview

Share this post


Link to post
Share on other sites

DIAGNOSTICA

 

INTRODUZIONE

 

Le schede madri odierne utilizzano un display a 2 cifre on-board per visualizzare dei codici.

Questi codici alfanumerici corrispondono ai relativi problemi che il bios riscontra in caso di malfunzonamento durante la fase di inizializzazione (boot) oppure durante il normale utilizzo del PC.

In caso di problemi potete risalire all'errore leggendo il libretto in dotazione della vostra scheda madre oppure lo potete trovare online nella sezione download del vostro brand.

Questi codici si differenziano per i tre principali produttori di bios, ovvero:

i121257_bm.jpg

 

I codici sono uguali per tette le schede madri che utilizzano il chip dello stesso brand e li potete trovare quì: http://www.xtremehardware.com/forum/f15/codici_ami_bios_e_award_bios-25831/

Capita spesso che i produttodi di schede madri apportino delle modifiche al bios e quindi introducano dei codici supplementari, quindi è sempre bene fare una comparazione con ambedue le lista.

 

i121273_images.jpgi121274_images2.jpgi121275_images3.jpg

 

 

 

 

Per le schede madri più vecchiotte sprovviste di display on-board ci si può affidare ai "Beep" generati in caso si errore che potete trovare quì: http://www.xtremehardware.com/forum/f15/guida_riconoscere_i_beep_dei_bios-16089/

 

 

 

STRUMENTI AGGIUNTIVI

 

Per i più appassionati o riparatori "fai da te" segnalo alcune chicche che fanno la stessa funzione dei display on-board utilizzabili anche per i notebook.

Ecco un esempio di strumento per determinare il codice di errore generato dal mal funzionamento della scheda madre o bios

 

i121251_cattura.jpg

 

 

 

Queste schedine si installano sulla scheda madre tramite il connettore PCI, ISA, PCI-E

Un KIT del genere costa circa 100€ e quindi consiglio l'acquisto ai soli appassionati.

Edited by Labview

Share this post


Link to post
Share on other sites

SALDATURA

 

Immagini e video per capire meglio come saldare una PLCC

 

 

 

plcc_pre.jpg?1248413490

 

plcc_preflux.jpg?1248413490

 

plcc_tacking.jpg?1248413493

 

plcc_flux_again_on_chip.jpg?1248413487

 

plcc_starting_to_solder.jpg?1248413492

 

plcc_corner_1.jpg?1248413488

 

Edited by Labview

Share this post


Link to post
Share on other sites

PROGRAMMAZIONE

 

PREMESSA

Consiglio tale operazione a persone che hanno già un buon feeling con l'elettronica e tale strumentazione

 

STRUMENTI NECESSARI

  • [1] Pinzetta per l'estrazione del chip
  • [2] Buon saldatore a punta molto fine (nel caso in cui il chip fosse saldato sulla scheda madre)
  • [3] Pompetta aspira stagno
  • [4] Programmatore completo di accessori

 

PROGRAMMATORI

  • [1] Esistono in commercio una vasta gamma di programmatori universali a livello hobbistico ma non tutti vanno bene per il nostro scopo, ovviamente a noi serve un programmatore che ad oggi supporti più SPI FLASH possibili e che sia anche in grado di riconoscerle automaticamente.
    Perchè ciò? Semplice, molte volte i chip montati sulle schede madri sono poco leggibili e quindi difficile risalire a marca e modello.
    Creare un database sinceramente è molto impegnativo, enorme e di poca utililità. Se riscontrate problemi di questo tipo fate prima a chiedere direttamente al sottoscritto.
  • [2] Scartando i programmatori profassionali da 500€ che utilizzo per lavoro, ho fatto una ricerca che mi ha portato alla scelta di un programmatore molto diffuso e di facile reperibiltà, ovvero il "Willem Eprom Programmer".
  • [3] Questo programmatore è di libero sviluppo e potete anche assemblarlo voi, esistono in rete schemi, istruzioni, elenco componenti e layout. Ovviamente lo potete trovare già pronto proposto da vari brand e rivenditori.
  • [4]I più popolari Willem e affidabili in mio possesso sono:

 

"Willem EPROM Programmer PCB50B"

20140625140373210913653.jpg

 

"Willem PRO 4 ISP Programmer"

20140625140373226488060.jpg

 

CARATTERISTICHE

 

Analizziamo ora le caratteristiche del "Willem PRO 4 ISP Programmer" & "Willem EPROM Programmer PCB50B"

 

  • [PRO]
  • Supporta tutti i chip bios attualmente in commercio
  • Assemblaggio molto curato e di alta qualità
  • Alimentazione tramite alimantatore esterno o cavo USB
  • Software completo con aggiornamenti periodici gratuiti
  • Identificazione automatica delle SPI FLASH
  • Test hardware, verifica di programmazione, settaggi personalizzati ecc...
  • Nuovo software compatibile con SO 64bit

 

  • [CONTRO]
  • Alimentatore non presente (che potete trovare in qualsiasi negozio di elettronica)
  • Cavo USB non presente
  • Cavo LPT non presente
  • Programmazione solo tramite porta LPT (l'adattatore USB-LPT non funziona)
  • Presenti molti jumper e dip switch da settare in base al chip da programmare

 

 


 

  • Programmatori dedicati ai chip bios:

 

"NANO Bios Programmer LPT"

20140626140373623939575.jpg

 

"NANO Bios Programmer USB"

20140626140373634422643.jpg

 

 

 

 


 

"TL866A Mini Programmatore Universale"

 

20150704143604397113071.jpg20150704143604499649127.jpg

 

Edited by Labview

Share this post


Link to post
Share on other sites

PROGRAMMATORI UTENTI XH

 

Oltre ai programmatori sopra testati personalmente, quì riporteremo le esperienze dirette degli utenti XH.

Ringrazio tutti per la collaborazione... :n2mu:

 

Utenti: uazzamerican, effeffe

Programmatore: CH341A USB

20151015144493429149643.jpg

20151015144493378942967.jpg

 

 


 

Utente: offshore

Programmatore: SKYPRO USB (Ex EZP2010 EQ)

attachment.php?attachmentid=5488&stc=1

 

Edited by Labview

Share this post


Link to post
Share on other sites

posso dare anche io una mano ,anche se lab ci sguazza completamente :asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites
posso dare anche io una mano ,anche se lab ci sguazza completamente :asd:

 

Si, sguazzo nei problemi... :asd:

Dammi pure 2 mani, compila le pagine che poi le mettiamo sopra. :briai:

Share this post


Link to post
Share on other sites
Si, sguazzo nei problemi... :asd:

Dammi pure 2 mani, compila le pagine che poi le mettiamo sopra. :briai:

 

 

a editare i tuoi post non posso dimmi anche tramite pm su cosa ti serve na mano che stilo tutto O0

Share this post


Link to post
Share on other sites
a editare i tuoi post non posso dimmi anche tramite pm su cosa ti serve na mano che stilo tutto O0

 

Chiedi a leo di farti passare come mod anche quì, tanto sei sempre quì.. :asd:

In alternativa posta quì in coda poi sposto io.

Come materiale... quello che vuoi e che hai a disposizione, tipo le varie procedure di recovery in italiano ( io ho tutto in inglese e devo tradurle).

1) Io stò preparando un elenco dei chip, caratteristiche e che su brand vengono utilizzati.

2) Ho ordinato un programmatore economico "per il thread :fiufiu:" e poi in seguito posterò tutte le procedure e magari anche un video. :perfido:

 

La strada è lunga, l'importante è mettersi in cammino. :)

Share this post


Link to post
Share on other sites
tanto sei sempre quì.

 

ovvio in tutto il forum :asd:

 

ok per il resto O0

Share this post


Link to post
Share on other sites
ovvio in tutto il forum :asd:

 

ok per il resto O0

 

Ho inserito un pò di materiale :fiufiu:

Edited by Labview

Share this post


Link to post
Share on other sites
dammi un indizio :asd:

 

Funziona! Ti basta? :asd:

 

 

i121711_immagine-2.jpg

i121712_immagine-3.jpg

i121713_immagine-4.jpg

 

Ho sperimentato su un paio di vecchie SPI FLASH con esito positivo, il vecchio PC funziona perfettamente... :asd:

 

Diciamo che essendo abituato ad usare un programmatore professionale questo è un po più complicato perchè devi settare un po di jumper, però basta un pò di impegno ed il gioco è fatto.

 

Ora preparo il tutto è poi compilo la prima pagina. :coolsmiley:

Share this post


Link to post
Share on other sites
:asd: nuuuuuu hai preso il "classico" :asd:

 

Si, diciamo che deve essere alla portata di tutti e che deve supportare tutti i chip di nostro interesse.

Ovviamente ci sono programmatori più economici che però sono limitati dal supporto chip.

Ho trovato anche dei fantomatici mini programmatori cinesi sul web non diffusi in europa e quindi li ho scartati.

Comunque l'ho acquistato in italia con pagamento in contrassegno, tot (€113,00), ma si trova anche su ebay a molto meno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sono in attesa del tuo contributo...

 

sto aspettando il bimbo :asd::asd: e non nego che stavo per fare la pazzia per il tuo :asd::asd:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now


×