Jump to content

Leaderboard


Popular Content

Showing most liked content since 05/17/19 in Posts

  1. 1 point
    Ecco una pagina sul socket7, di una rivista di quel periodo, si trova a pag.30, qui il link: https://archive.org/stream/ComputerValley22#page/n29/mode/2up Se volete potete (se vi interessa) dare un'occhiata alle altre pagine. In quella articolo sui Socket7 trovate brevi descrizioni di alcune MB, sia AT che ATX, alcune già allora più o meno famose. Da notare il riquadro "Intel non sta a guardare" praticamente si parla dell'imminente uscita del Celeron senza cache, un processore che dicono "potrebbe rilevarsi un bel buco nell'acqua". Sappiamo già che fine fece, anche se devo dire che quello fece la felicità degli overclockers, le versioni 266 e 300 andavano senza troppi problemi a 400 e 450, alcuni andavano persino a velocità maggiori.
  2. 1 point
    Benvenuto e buona permanenza sul forum
  3. 1 point
  4. 1 point
    Si è vero era il periodo in cui l'ATX era venuto fuori da poco tempo, fortunatamente alcune delle funzioni introdotte con l'ATX vennero introdotte anche nei tradizionali AT (vedi connettore alimentatore 20PIN), l'unico difetto che ha l'ATX è il numero di slot massimi installabili non più di "7", a differenza dell'AT (Baby incluso) che è di "8", mentre le versioni MicroATX e FlexATX sono ancora più limitate si va al massimo da "4" e "2". Dal tuo primo link, hai una recensione completa di bench con CPU 233MMX e K6-200 testata a varie frequenze, il massimo per quelle CPU sono 291.5MHz e 225MHz, è evidente che allora non fossero disponibili versioni più veloci di quelle CPU, ma è comunque da notare che la Tyan ha una sezione di alimentazione switching e quindi non dovrebbe aver alcun problema installando CPU più potenti. Si tranquillo se riesci ad abbassare il VCore alle tensioni richieste ad es. 2.0V o 2.2V il funzionamento dei K6 è garantito, se le impostazioni dei jumper sono corrette avrai la tensione al VCore che hai selezionato, ma volendo in caso di dubbi si può usare il tester e misurare il voltaggio nel Mosfet, oppure c'è il metodo con 3 resistenze da 100Ohm . Conosco bene il secondo link, è da li che ho scaricato il BIOS della QDI Titanium IB+, a differenza del BIOS ufficiale (ricordo che è una jumperless) che è limitato al multi 5,5X, il Bios modificato consente l'uso del multi 6X e se non erro anche di quelli del VCore inferiore al 2.2V e quindi fino al 2.0V che sarebbe il minimo. Anni fa ho contattato il sig. Steunebrink per alcune info sull'aggiornamento di quel BIOS, mi dava un messaggio che non era il BIOS corretto, ma in realtà era quello ed è andato tutto OK, dopo l'aggiornamento riuscii a fare andare un K6-2 400 che usai per un pò, dopo riuscii a trovare un K6-III 450 (anche se cercavo un 400) e ultimamente ho messo un K6-III 400 perché il 450 l'ho spostato su una MB Super7. Magari dovrei contattarlo per chiedergli se si può fare un mod per il BIOS della Siemens (Phoenix), certo non è un problema leggere AMD k6-300 all'avvio (invece di K6-2-400), ma magari potrebbe esserci il supporto a qualche istruzione non presente nel K6 normale (vedi ad es. quelle del CXT o altre...), e magari se sa dell'esistenza di una mod.VCore usabile in quella MB. Le CPU K6 in tutte le varianti sono da sempre tra le mie CPU preferite, anche se riconosco che l'MMX è stato ingiustamente stroncato nello sviluppo poiché si è deciso di abbandonare il SKT7, resta un mistero però perché non si sia trasferita la CPU in un'altro SKT, cosa che invece fecero inizialmente quelli di Via-Cyrix con l'MII SKT7 diventato Via-C3 SKT370. Nella mia collezione ho vari K6, alcuni pezzi non sono proprio comuni, ad esempio ho un K6-2 433 2.1V (di un portatile), poi ho un semplice K6-300 con I/O da 3.3V invece dei 3.45V che hanno normalmente, un K6-2 550 2.3V, poi ho 2 k6-III 400 e un K6-III 450 su una Olidata OLI-A5 (=ASUS P5A), infine ho anch'io un K6-2+ 550 2.0V è su una ATX Soyo 5EMA+ Super 7 (se non erro con cache L2 da 1MB, che diventa L3 usando il k6+). Certo le CPU che hai a disposizione sono perfette per MB Super7, mentre per una TX andrebbe bene come dicevo prima un K6-2 400 o anche un qualsiasi 350 o 380 (che puoi anche overclockare), oppure un 366 o al limite un 300 o un 333 andrebbero bene, volendone reperire uno usato costerebbe relativamente poco, ma in ogni caso puoi usarle in attesa magri di trovare una MB d'occasione o eventualmente se si potesse riparare la tua SOYO Sskt7 guasta. Cambiando Socket, cercando varie immagini del SKT7 ho trovato questo link per fare una mod all'Athlon XP: https://digilander.libero.it/deathrider/cpu/sbloccare_xp_palomino/sbloccare.htm se interessa a qualcuno in pratica è spiegato come sbloccare il multi, purtroppo io non vedo l'immagine per processori PCB marrone, a volte non le visualizza e magari dopo si??? (Booo).
  5. 1 point
    Se ti può interessare ho trovato questo link che parla di aggiornamento BIOS e supporto per i K6Plus e non. Si trova qui: http://www.exit109.com/~scotth/1571/ Come è spiegato la 1571 è praticamente quasi uguale alla 1573, ma i jumper possono essere differenti, per cui bisogna fare riferimento al manuale o trovarne l'equivalente in rete... Tradotto dal sito: L'S1573 è fondamentalmente la versione ATX dell'S1571, quindi ci sono pochissime differenze. Tuttavia, esistono differenze ben precise nei contrassegni dei ponticelli e nelle impostazioni sull'S1573. Si prega di utilizzare questa pagina come riferimento, quindi consultare il manuale S1573 per le corrette impostazioni dei jumper. Quindi in conclusione, se vuoi puoi mettere su una CPU più veloce del P166MMX, ma considerato che hai il chipset TX potresti mettere un K6-2 400 (multi 6X) con FSB66, oppure se vuoi un K6-450 con FSB75, quest'ultimi si possono reperire facilmente, certo se trovassi un 350 potresti comunque overclockarlo a 400 oppure a 375 (multi 5.5X). Io ho fatto un paio di PC con il TX e il K6-CXT: Uno è il Siemens con su il K6-2 500@400 underclockato a 400 (visto che il FSB a 75 non va) e overvoltato a 2.8V (in attesa di una mod. per i 2.2V), oltretutto ha un BIOS che lo riconosce come un semplice K6-300, e credo di essere il solo ad avere quella MB con un K6-2@400. L'altro è un QDI Titanium IB+ con su un K6-III 400, che preferisco ai K6-2 per la cache L2 integrata, qui invece va tutto bene per il VCore (2.4V), mentre per il FSB vale lo stesso discorso cioè il massimo sarebbe 500 con FSB 83, ma alla fine non penso convenga spingere costantemente il PCI ad oltre 41MHz, occasionalmente per fare qualche test magari si. Di questi due PC ne abbiamo parlato tempo fa, credo qui (nelle pagine precedenti) o forse magari qui: Bench Retro componenti(vga,cpu...etcc) Comunque metto un paio di immagini trovate in rete per far vedere queste 2 MB:
  6. 1 point
    Ho notato che molte delle immagini che avevo postato tempo fa sono sparite, cioè non vengono più visualizzate, perché probabilmente il sito dove le avevo messe le avrà rimosse. Comunque ne riposto alcune dei PC che ho in collezione:
  7. 1 point
    Ciao con 64k*8, indico l'organizzazione interna della memoria del chip, quando dici 512K X8, è la stessa cosa, in bit anziché in bytes in totale la capacità è 4mbit (milion bit), mentre la capacità in bytes, è 512kb. in privato mi darai il tuo indirizzo, così che settimana prossima te lo spedisco. spero per te di risolvere il problema
  8. 1 point
    Ci funziona sopra, il chipset perquanto scarso supporta i 771 il pt890 è gia stato moddato per il supporto e ci sono gia molti esempi funzionanti. anche una mobo biostar con pm890 come la nostra poi ha il tdp da 40w.
  9. 1 point
    Ecco il file del bios. L'ho gia aperto mmtool e lo apre correttamente. Vediamo se riesco a farci girare questo : Piccolo mostriciattolo BIOSOLD.ROM
  10. 1 point
    Si scusami nella fretta sono andato a memoria, ma in effetti per l'Opteron 285 il 2 davanti all'85 sta per 2 Core. Quindi praticamente sarebbe simile ad un Quad-Core, con 2x processori Dual-Core. Ho trovato un link della ASUS, sarebbe questo: https://www.asus.com/me-en/Commercial-Servers-Workstations/K8NDL/ sempre in quel link puoi trovare il manuale pdf https://dlcdnets.asus.com/pub/ASUS/mb/socket940/k8n-dl/e1905_K8N-DL.pdf?_ga=2.35370659.385508051.1558043554-1858445039.1543921566 , dandogli un'occhiata riporta per la memoria massima installabile 24GB, ma è stata testata solo per 12GB essendo i moduli da 4GB allora indisponibili (non so se adesso magari lo sono???). Nella foto però hai i 2 banchi azzurri liberi, sempre dal manuale è spiegato che i 4 banchi neri e azzurri sono per il processore 1, mentre i 2 neri sono per il processore 2.
  11. 1 point
    Durante il Computex 2018 ASUS ha dato ampio spazio a tanti e nuovissimi prodotti spaziando dalle schede madri agli ultimi dissipatori AIO serie ROG RYUO e RYUJIN passando per due nuovi modelli di alimentatori con certificazione 80 Plus Platinum. Questi due e nuovi modelli appartengono alla serie ROG Thor e sono disponibili con Wattaggio di 850 Watt e 1200 Watt per venire incontro agli Enthusiast Gamers che spesso richiedono ingenti risorse energetiche. Oggi daremo uno sguardo al modello più ‘’piccolo’’ ovvero il ROG Thor 850W. Vogliamo fare una dovuta precisazione e scusarci con i nostri lettori più tecnici prima di continuare con questa recensione. Siamo al corrente di non essere in possesso della strumentazione necessaria, come i nostri altri colleghi specializzati esclusivamente in analisi di alimentatori, a testare nei minimi dettagli un alimentatore ma questa recensione vuole essere comunque un’analisi vista dal punto di vista di un utente finale e appassionato/i del settore.
×