Jump to content

nongio

Moderatore
  • Content count

    1724
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

nongio last won the day on November 23 2019

nongio had the most liked content!

Community Reputation

12 Good

About nongio

  • Rank
    Redazione XH
  • Birthday 01/31/1986

Computer Desktop

  • Scheda Madre
    Gigabyte EP45-DS4
  • Processore
    Intel Core 2 Duo E8400 @ 4.00 Ghz
  • Ram
    4Gb DDRII 1066 Corsair Dominator D.C. Kit
  • Scheda Video
    Inno3d HD 4850 512Mb DDR3 + Shappire HD4770 512 gDDR5

Notebook

  • Notebook
    MSI S271 + UMPC Samsung Q1
  1. Quest'oggi la redazione torna a proporvi l'approfondimento di un NAS rivolto, questa volta, a quelle piccole e medie imprese che vanno alla ricerca di affidbiltà di sistema, velocità di trasmissione e sicurezza dei dati: parliamo del Buffalo TS6200DN.
  2. Quest'oggi la redazione vi propone un articolo inerente ad una categoria di prodotti che non vengono trattati molto spesso (anzi direi mai) da questo portale ma che man mano che passa il tempo vediamo sempre più spesso indossati o, in questo caso, "polsati" dalle persone; parliamo dei wearables ed in particolare della punta di diamante tra gli smartwatch di casa Samsung, il Galaxy Watch Active2 che, insieme all'Apple Watch si posiziona al top della sua categoria.
  3. Quest'oggi parliamo di memorie adatte al gaming e rivolte a quegli utenti che tengono in particolar modo all'estetica del proprio PC senza però disdegnare il risparmio di qualche Euro; oggi parliamo dunque delle memorie HyperX Fury DDR4 RGB, kit da 16GB 3200MHz.
  4. AMD lancia sul mercato la Radeon RX 5500XT proprio a ridosso delle feste, con l'intento di regalare ai videogiocatori la scheda perfetta per giocare in FullHD senza alleggerire troppo il portafogli.
  5.   Come praticamente ogni anno AMD ha rilasciato il Radeon Software Adrenalin, giungendo dunque alla versione 2020 ed aggiungendo nuove features come il Game Boost ed un nuovo Game Center.
  6. Quest'oggi torniano a parlare di MSI e lo facciamo analizzando nel dettaglio una schedavideo rivolta a quei videogiocatori che non vogliono spendere più di 550/600€ per un prodotto di questa categoria ma che al contempo vogliono godere appieno degli ultimi titoli anche a risoluzioni elevate e con dettagli al massimo: parliamo della MSI RTX 2070 Super Gaming X.
  7. Quest'oggi parliamo di un prodotto rivolto a chi vuole espandere la capacità di storage del proprio NAS QNAP o di chi è alla ricerca di una soluzione di storage esterno USB in grado di supportare volumi come RAID 0 o TAID 1; parliamo del QNAP TR-002.
  8. Se dovessimo scegliere una azienda che dovrebbe portarsi a casa un ipotetico premio come "azienda del 2019" nel settore hardware per PC, questa sarebbe sicuramente AMD. L'introduzione delle nuove soluzioni  Ryzen 3xxx ha dato uno scossone al mercato CPU e imposto nuovi standard per quanto riguarda le performance in ambito multithread7content creation e general purpose. Non solo, l'arrivo del nuovo chipset X570 ha di fatto portato sul mercato nuove tecnologie, come ad esempio il PCIe 4.0 in grado di raddoppiare la banda a disposizione sul canale, passando da 32GB/s (PCIe 3.0) a 64GB/s. Tali benefici al momento sono osservabili su alcuni SSD di tipo M.2 NVMe e non a caso i produttori di schede madri stanno iniziando ad inserire numerosi slot di questo tipo nelle loro soluzioni di punta. Oggi parleremo proprio di uno di questi prodotti, una scheda madre top di gamma sviluppata e commercializzata da MSI, la MSI MEG X570 ACE, prodotto rivolto a chi vuole il massimo senza compromessi. La scheda viene venduta all'interno di una confezione ben realizzata dove possiamo trovare informazioni dettagliate sulle features più importanti. All'interno della confezione troviamo, oltre la MSI MEG X570 ACE, un manuale utente, una bellissima busta in tessuto con all'interno i cavi di collegamento sata e l'antenna per il WiFi6, un manuale illustrato con le avventure del draghetto che ci da due dritte su come installare il prodotti, ed alcuni gadget come ad esempio 2 sottobicchieri.        L'MSI MEG X570 ACE è dunque la scheda madre per il giocatore "che non deve chiedere mai!" (i più anziani si ricorderanno la pubblicità del DENIM) dotata di caratteristiche tecniche che la pongono al vertice della sua categoria. Partiamo ovviamente da un pieno supporto a tutti i processori Ryzen 3000 (anche il nuovo Ryzen 9 3950x in uscita) ed Athlon dotati di VGA Vega integrata, 4 Slot RAM DDR4 fino a 4600+ MHz(OC) per un totale di ben 128GB. installabili, 3 porte PCIe x16 4.0, 2 porte PCIe x1 e 1 porta PCIe x4 anch'esse 4.0. L'aspetto storage è ben curato, infatti l'azienda mette a disposizione con questa scheda madre oltre a 4 SATA 6Gbps ben 3 slot PCie SSD NVMe 4.0 in grado di assicurarci performance velocistiche di prim'ordine.   La MSI MEG X570 ACE è ovviamente anche dotata di LED di status che in fase di boot consentono di fare un "check" del sistema; questi led si trovano accanto agli alloggiamenti della memoria RAM, mentre subito sotto i 4 SATA troviamo lo schemo atto ad indicare i messaggi di "POST" in fase di boot. Se vi è qualche errore, il sistema ce lo segnalerà. Come le altre soluzioni in commercio in questa fascia di mercato anche la X570 ACE ha due porte LAN RJ-45, una avente una banda da 2.5GBit, l'altra da 1GBit classico; queste sono affiancate dalla scheda di rete WiFi 6 dotata di tecnologia MUMIMO e BSS in grado di portare la banda a ben 2400Mbps. Il comparto audio è gestito dall'ottima MSI Audio Boos HD con processore dedicato per riprodurre suoni ed ambientazioni mozzafiato. Non mancano ovviamente porte USB, infatti sul retro della scheda è presente la mascherina I/O preinstallata ove troviamo le seguenti uscite: L'azienda ovviamente non ha tralasciato aspetti di importanza rilevante in prodotti di questa fascia, aspetti che possono spingere i consumatori a propendere per una soluzione piuttosto che per unìaltra, come ad esempio il comparto di alimentazione della CPU o di raffreddamento, aspetti che si rivelano fondamentali per la stabilità del sistema e, soprattutto, in ambito overclock. L'MSI MEG X570 ACE è dunque dotata di 15 fasi di alimentazione CPU (12+2+1) che traggono energia dai due connettori Core Boost da 8+4 Pin garantendo stabilità e potenza in fase di overclock della CPU (anche se, come ben sappiamo le soluzioni Ryzen 3xxx non son famose per i margini di overclock). L'elevata qualità costruttiva di VRM, capacitori ed il PCB Server grade consentono una perfetta gestione del carico di sistema e garantisce una longevità anche con la componentistica sotto stress.   Il raffreddamento del sistema è ben curato, le fasi di alimentazione sono raffreddate da un sistema composto da 2 Heatsink riportanti il modello del prodotto collegati tra loro dall'Extended Heatpipe che, correndo accanto agli slot RAM, raggiunge la ventola adibita al raffreddamento del chipset X570. Quest'ultima è dotata di tecnologia "Frozr" (che troviamo sulla maggior parte dei prodotti da gaming della casa taiwanese) e grazie ai doppi cuscinetti consente un raffreddamento efficace e silenzioso. La dissipazione passiva è presente anche nella zona SSD M.2, infatti questi ultimi vengono ricoperti da dissipatori in metallo rimovibili per faciliare l'installazione delle memorie di storage.   Sulla parte bassa della scheda è inoltre presente, oltre ai vari connettori Fan ed RGB per ventole ed eventuali strisce led, un "trimmer" chiamato Game Boost che ci consente di impostare manualmente un valore da 0 a 11 realtivo all'overclock della CPU; accanto ad esso trovano posto due comodi pulsanti, uno per l'accensione del sistema e uno per il reset dello stesso. Il design della scheda è aggressivo con colorazioni nere aventi inserti "gold" nelle scritte e nel classico logo di MSI; ovviamente non mancano led, concentrati nella parte adiacente l'/O Shield e l'heatsink, personalizzabili tramite ilò Mystic Light 2 presente all'interno del Dragon Center. CONFIGURAZIONE E TEST Abbiamo testato la MSI MEG X570 ACE con una CPU AMD Ryzen 7 3700x e memorie RAM Kington HyperX RGB impostate a 3200MHz come da specifiche AMD. Di seguito la configurazione di sistema. Di seguito la lista software utilizzati per i test: Cinebench R20 Cinebench R15 7Zip 19 Blender 2.79 Winrar 5,71 AS SSD HDTune Pro 5.70 Shadow of Tomb Raider DX12 Forza Horizon 4 Tom Clancy's The Division 2 F1 2019     BIOS & OVECLOCK Diamo ora uno sguardo più ravvicinato all'UEFI BIOS della MSI MEG X570 ACE. Come ormai d'abitudine anche il Click BIOS 5 di MSI è consultabile secondo due modalità, quella "EZ-Mode" e quella "Advanced" (premendo F7). In modalità "EZ-Mode" la schermata del BIOS è divisa in varie finestre, nella parte alta troviamo le caratteristiche tecniche del processore e della scheda madre, affiancate dalla frequenza di funzionamento di RAM e CPU insieme alle temperature, subito sotto trovano posto perfiferiche di boot. Sulla destra, sempre nella parte alta, troviamo il classico "switch" A-XMP che consente l'overclock automatico della RAM ed il GAME BOOST che non è altri che la versione software del trimmer presente sulla parte bassa della scheda madre e che quindi ci permette di impostare il liello di overclock automatico della CPU, andando da  0 fino ad 11. Nella parte centrale troviamo sulla detra il menù inerente alcune caratteristiche di sistema come CPU, Memoria, Ventole e Storage, mentre nella parte centrale possiamo ricevere le informazioni relative a questi menù. Sulla parte bassa possiamo andare ad impostare alcuni settaggi come ad esempio l'abilitazione/disabilitazione delle luci RGB onboard.   Menzione speciale per il menù "Hardware Monitor"/"Fan Info" che ci consente di monitorare la temperatura di sistema ed il funzionamento delle ventole colelgate alla mainboard; come visto anche su altre schede concorrenti precedentemente recensite, possiamo fare in modo che il sistema stabilisca in maniera del tuto automatica la velocità di rotqazione delle ventole in base al carico di lavoro sulla CPU ed alla temperatura che va a svilupparsi; possiamo ovviamente impostare anche una curva manuale andando a personalizzare nel dettaglio questo parametro.   Se vogliamo praticare dell'overclock sul processore e sulla RAM in maniera dettagliata, andando anche a modificare paramentri come Timings delle RAM, voltaggi o impostazioni avanzate come il Precision Boost Overdrive dobbiamo passare alla modalità avanzata, premendo il tasto F7 . in questa modalità possiamo dunque accedere a tutti i sottomenù presenti nel BIOS e viene "sbloccata" la sezione "Overclock" che è quella che ci interessa maggiormente. Tramite questo pannello possiamo gestire tutti i settaggi relativi a Processore, RAM, voltaggi e moltiplicatori vari. La funzione "Game Boost Function Control", ad esempio, permette all'utente di decidre se abilitare i settaggi del trimmer presenti sulla scheda madre o bypassarlo tramite BIOS mentre nella sottosezione "DRAM Setting" l'utente può decidere se abilitare la funzione A-XMP andando ad overclockare automaticamente la RAM secondo profili già preimpostati o scegliere se impostare manualmente tali parametri; sempre in questa sezione troviamo anche il settaggio relativo all'FCLK ovvero l'Infinity Fabric che in questo caso può essere impostato con un divisore pare a 1:1 o 1:2 rispetto all'UCLK; più si sale di frequenza (per quanto riguarda la RAM) e più sarà difficile mantenere un rapporto vantaggioso di 1:1.         Noi abbiamo provato ad effettuare l'overclock sia utilizzando la modalità Game Boost, sia lasciando le impostazioni di default ed abilitando il PBO che effettuando un overclock manuale. Per ogni livello di Game Boos che andiamo a selezionare la frequenza della CPU sale di 50MHz, mentre tutti gli altri parametri vengono gestiti autonomamente dal sistema che @default imposta un voltaggio per la CPU AMD Ryzen 7 3700X pari a 1.468V.... decisamente elevato (come accade anche su altre piattaforme testate in precedenza). Abbiamo dunque testato il sistema con dissipatore AIO Antec Mercury 360 RGB e siamo riusciti a chiudere  Cinebench20 fino al settaggio 8 del Game Boost, che prevede una frequenza di funzionamento di 4350MHz. In questo caso però il sistema risulta piuttosto instabile e le temperature risultano davvero molto elevate, arrivando a raggiugere i 90°C sulla CPU; assolutamente troppo per i nostri gusti. Per dovere di test abbiamo provato ad impostare il Game Boost a 10 (4400MHz) ma il sistema risulta assolutamente instabile e freeza prima ancora di completare il Cinebench20. Siamo così passati ad un overclock del tutto manuale andando ad impostare moltiplicatore della CPU ed effettuando un overvolt (in questo caso un undervolt in alcune circostanze) del processore. Anche in questo caso la musica non è cambiata granché; siamo riusciti a benchare a 4350MHz ed anche in questo caso la temperatura sfiorava i 90°C, il risultato più accettabili in termini di frequenza/temperatura/votaggiolo abbiamo avuto a 4300MHz con 83°C registrati ad un voltaggio di 1.408V (decisamente più basso di quanto impostato dal sistema in default); ma, paragonando i risultati delle performance rilevate ci siamo resi conto che il gioco non valeva la candela. Questo perché, come visto anche per sistemi della concorrenza, se lasciamo il sistema con impostazioni di default (eccezion fatta per la RAM ovviamente) ed abilitiamo il Precision Boost Overdrive con impostazione Enhanced 3 (tali impostazioni consentono di mantenere a lungo il processore in frequenza di Boost risultando dunque in overclock) le prestazioni registrate sono assolutamente paragonabili a quelle con overclock manuale e, nonostante un voltaggio auto-gestito non proprio contenuto, le temperature registrate non sono andate oltre i 65°C. Dunque La scheda offre assolutamente tutte possibilità per effettuare overclock personalizzati ed anche molto spinti, a patto che abbiate un sistema di raffreddamento adeguato e una CPU fortunata. Sappiamo che AMD ha già "tirato il collo" alle proprie CPU Ryzen e la stessa azienda ha consigliato agli utenti di giocare su RAM e Infinity Fabric per quanto concerne l'aumento delle performance, lasciando l'overclock solamente a chi fa competizioni in azoto o similari. CONCLUSIONI complessivo:  L'MSI MEG X570 ACE è una scheda madre che lascia poco spazio all'immaginazione ed ai "rimpianti" di acquisto. Si perché una volta installata e capite le potenzialità, le possibilità di cui questo prodotto (come molte altre top di gamma ora in commercio) difficilmente ci troveremo a dire "certo che se avessi avuto una scheda più....." ....Noooo...  Questa "è la scheda più"...o almeno, è una delle schede migliori che un utente esigente possa volere. Esteticamente la scheda è piacevole e non esagerata nelle colororazioni che, al contrario, rimangono eleganti grazie al nero con inserti "gold"; non abbiamo molti led installati onboard eccezion fatta per la mascherina accanto ai MOSFET...ecco forse qualche led laterale o che andasse a retroilluminare la scheda sarebbe stato apprezzato... ma sono sciocchezze. Quello che realmente conta è cosa c'è "sotto al cofano". Un pieno supporto a tutti i processori di ultima generazione che AMD ha attualmente in commercio e ai futuri (esempio 3950x in uscita tra qualche giorno), fino a 128GB di RAM a 4600+ MHz, ben 3 slot SSD M.2 PCIe 4.0 e chi più ne ha più ne metta. Senza contare il sistema ben curato per quanto riguarda la possibilità di overclock che la scheda mette a disposizione. Le performance registrate sono assolutamente in linea (per non dire identiche) a quanto trovato in commercio con la concorrenza e dunque ad un prezzo di circa 388€ (acquistabile su Amazon) è una scelta da tenere in considerazione se si vuole una scheda top di gamma. La MSI MEG X570 ACE nasce per soddisfare gli utenti più esigenti che, sicuramente, rimarranno soddisfatti. Ringraziamo MSI per il sample fornitoci. Angelo Ciardiello (Gianni Marotta)
  9. A distanza di quattro mesi torniamo a parlare di un case prodotto e commercializzato da MSI e rivolto prettamente ai gamers. Avevamo analizzato nel dettaglio l'MSI Vampiric, sistema con componentistica a vista dalle caratteristiche tecniche molto interessanti, quest'oggi alziamo ulteriormente l'asticella parlando del fratello maggiore per dimensioni e capabilità; L'MSI MPG GUNGNIR 100. 
  10. Quest'oggi la redazione vi propone un approfondimento relativo ad un  prodotto interessante e rivolto a coloro che hanno esigenza di spazio contenuto: lo Shuttle SH370R8.
  11. A distanza di tre mesi dal lancio delle nuove schede video AMD RADEON RX 5700 (era il 7 Luglio) AMD fa il bis introducendo sul mercato la sorella minore AMD RADEON RX 5500, indicandola come la scelda ideale per quei giocatori che vogliono godere appieno dell'esperienza in FullHD.
  12. Se siete alla ricerca di una tastiera da gaming nuova e siete degli appasionmati di sparatutto allora vi conviene tenere in considerazione l'acquisto di una ASUS ROG STRIX Scope, tastiera sviluppata dalla Republic Of Gamers e rivolta ai "fraggatori" incalliti.
  13. Sono sempre di più gli utenti che condividono le loro esperienze di gioco sui social, spesso direttamente in live streaming; molti si sono addirittura arricchiti con questa pratica facendo diventare questa attività (ovvero lo streamer) un vero e proprio lavoro, molto redditizio. Ne è un esempio a dir poco eclatante quello di "Ninja" il player di "Fortnite" che ha battuto ogni record, soprattutto in quanto ad incassi grazie proprio al continuo streaming live. Nel 2018, ad esempio, Ninja dichiarava di aver fatturato ben 10milioni di dollari streammando 12ore al giorno su Twitch e Youtube, le due piattaforme regine del settore che però di recente hanno visto entrare nella "bagarre" un terzo colosso Microsoft. E' infatti notizia di quest'anno come lo stesso Ninja abbia abbandonato Twitch per passare a Mixer, piattaforma lanciata dall'azienda di Redmond, dopo che la stessa Microsoft ha bussato alla sua porta con un contratto da ben 50 milioni di dollari per passare sulla sua piattaforma....eh si avete letto bene....50 milioni di dollari. Dunque chi pratica questo "hobbie", o chi lo fa ormai per lavoro, ha sicuramente la necessità di avere copia di backup di tutte le live trasmesse, per poter fare montaggi, andare a ripescare informazioni in merito ad una precisa live o anche solo per averne una copia di archiviazione. Twitch, Youtube ed altri salvano automaticamente sul proprio canale una copia di tali trasmissioni ma averne una copia a casa, magari in alta definizione senza la compressione di questi servizi, può far comodo. Qui entra in gioco Asustor che con i suoi Nimbustor 2 e 4 ha pensato proprio a quei giocatori che hanno questa esigenza, sfornando un prodotto dalle caratteristiche tecniche di prim'ordine. 
  14. Oramai siamo nell'era del WiFi 6 (802.11zx), in commercio iniziamo a trovare molteplici mainboard e router che offrono questa funzuonalità; quest'oggi diamo uno sguardo approfondito proprio ad un router per coloro che non vogliono compromessi in quanto a servizi e performance: l'ASUS RT-AX88U (AX6000).
  15. Torniamo a parlare di schede video andando ad analizzare più da vicino l'estetica e soprattutto le performance di uan scheda destinata alla fascia media del mercato, la MSI GTX 1660Ti GAMING X 6G.
×