Jump to content

DarkStigma

Members
  • Posts

    17
  • Joined

  • Last visited

About DarkStigma

  • Birthday 07/23/1996

DarkStigma's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

10

Reputation

  1. Non avrei voluto farlo, ma alla fine mi son deciso, così da soddisfare il tuo dubbio. Ebbene, ho brickato il PC esattamente come la prima volta, il che per lo meno ha dimostrato che è tutta colpa di ASRock. Infatti, una volta avviato il programma di aggiornamento del BIOS, inizia a scrivere l'NVRAM, scrive il Boot Block, poi quando inizia con il Main BIOS, arriva a circa 7 blocchi e crasha Windows, lasciandoti senza alcuna speranza. Questa volta (ben la quarta) il pit stop smonta/rimonta è stato ancora più traumatico, in quanto ho quasi rischiato di rompere un pin del chip, e una volta rimontato tutto, clicco il bottone di accensione e non parte nulla, nemmeno un led. Inizio a sudare veramente freddo, ma con calma stacco il cavo di alimentazione, lascio passare 1 minuto e riattacco, e per fortuna il PC è ripartito. Inutile dire che non ci saranno altri tentativi da parte mia. Spero per lo meno che la mia esperienza possa essere utile ad evitare a qualche altro utente di passare attraverso lo stesso calvario. In ogni caso, l'aggiornamento del BIOS da Windows comporta la modifica solamente di 4MB/8MB di memoria del chip, ovvero i blocchi relativi a NVRAM, Boot Block e Main BIOS. Non ho dunque dubbi a riguardo del fatto che la logica contente il limite del moltiplicatore della CPU e della frequenza massima delle RAM risieda nei restanti 4MB non modificabili normalmente, nei quali sono contenuti l'Intel ME e il Flash Descriptor.
  2. Alla fine ho flashato la versione 1.30 con il programmatore, e ora ho di nuovo il moltiplicatore aumentabile di 4 step e la RAM impostabile fino a 2133MHz. Alla fine preferivo di gran lunga questa interfaccia del BIOS, e infatti non intendo aggiornare alla 2.x, anche perché tutto ciò che fa è aggiungere la compatibilità con i processori Ivy Bridge. Non riesco però a capacitarmi che ASRock abbia volutamente creato una ROM sotto-specifiche della scheda madre, quindi mi auguro che sia un bug visto che non è nemmeno presente sul loro sito.
  3. A titolo puramente informativo, ho provato flashrom, riscontrando però due problemi: 1) Flash Descriptor region is read-only. 2) Management Engine region is locked. Nulla di nuovo insomma.
  4. Quando ho scritto avevo già aggiornato. Purtroppo ho constatato che gli AMI Flasher di Windows forniti da ASRock programmano solo i blocchi del Main Bios e, in alcuni casi, il Boot Block e l'NVRAM, lasciando il resto inalterato. Sicuramente è per questo che ho perso molte funzionalità. Con l'utility di AFUWIN non mi permette di riscrivere l'intero chip, ma forse con AFUDOS durante la fase di boot potrebbe? Trovo vergognoso comunque limitare le funzionalità del sistema castrando il BIOS. Inizio a pensare che anche i limiti dei processori non-K siano solo software e che ogni produttore di schede madri implementi tali limitazioni in accordo con Intel.
  5. Ho fatto una scoperta incredibile: nella ROM del BIOS 2.10 mancano totalmente le opzioni per i profili XMP delle RAM, e il moltiplicatore è completamente bloccato. In pratica posso impostare le RAM ad una frequenza massima di 1333MHz (laddove prima potevo fino a 2133MHz), mentre per la CPU sono limitato a 3.4GHz su tutti i core, invece dei soliti 3.8GHz a scalare con il Turbo Boost. Onestamente so già che spiegazione darmi di questo fatto, ovvero che la ROM della versione 1.0 e quella della versione 2.10 hanno delle porzioni di memoria differenti. Quindi, se si flasha il BIOS 1.0 e si esegue l'aggiornamento da Windows al 2.10, si avrà in definitiva un BIOS diverso dal flashare direttamente la ROM del 2.10, che è stata ulteriormente castrata nelle specifiche (sarà per questo che sul sito della ASRock non compare il link a quest'ultima sebbene essa sia presente sul loro server FTP?). Appurato che ogni limitazione è puramente software, non è che per caso qualcuno conosce qualche insider all'azienda in grado di moddare il BIOS? P.S. Esiste un programma in grado di flashare completamente la ROM di un BIOS? Vorrei evitare di smontare tutto di nuovo per riscrivere il chip con il programmatore. Con AFUWIN purtroppo se provo a selezionare le opzioni "All Blocks" ed "Entire", rispettivamente per il BIOS e l'Intel ME mi dice che non è possibile. Forse con AFUDOS durante la fase di boot me li accetta come parametri?
  6. Mi sa che mi hai confuso con l'altro utente, io ho una ASRock.
  7. Per evitare di smontare e rimontare tutto una terza volta, ho effettuato ogni operazione possibile; in particolare, andando con ordine: erase, check blank, program, verify, read e comparazione checksum dei file. Inutile dire che ora funziona tutto alla perfezione.
  8. A quale scopo? In ogni caso il chip viene sovrascritto completamente.
  9. Finalmente mi è arrivato il programmatore. Scrivo il chip, lo monto e... Dr. Debug mi mostra sul display un errore 06 (microcode loading). Cosa può essere che non vada ancora?
  10. Ma la guida in prima pagina credo sia di oltre un decennio fa, difatti ho trovato un post del 2004 in inglese della stessa guida riportante anche la seguente frase da un TSD ASRock: "The AMIBOOT.ROM method is disabled in ASRock BIOS. Due to the space limitation of EEPROM , we do not support this function. So far, there is no way to recover a bad flash on our mainboards". Ora, non so se la cosa sia cambiata, anche perché mi sembrano abbastanza 64Mb di spazio su un chip. Io avevo provato semplicemente con pendrive non bootabile con all'interno il file del BIOS non rinominato. Tu invece mi sembra che consigli di scaricare l'aggiornamento in versione DOS e tentare di eseguire un batch. Ciò che posso dire con certezza è che non ho visto il led della mia pendrive illuminarsi, nonostante le porte USB siano alimentate. Per caso, dei metodi presenti in prima pagina, hai avuto modo di testare se qualcuno funziona sulla P67 Professional o su schede madri ASRock più recenti?
  11. Ma la pendrive deve essere bootable affinché il computer riesca a leggere il file binario del BIOS per la procedura di recupero? Non mi sembra di aver letto nulla a riguardo di questo dettaglio nei manuali. Se mi confermi ciò però magari un altro tentativo lo faccio.
  12. Potreste consigliarmi un buon programma per estrarre la ROM da un file .exe? Ho già provato con la funzione "Open Inside" di 7-Zip, ma senza risultati. Inoltre, il programmatore CH341A è valido per scrivere anche le ROM dell'Intel ME?
  13. Ok, grazie per il supporto intanto. Provvederò a pubblicare eventuali ulteriori richieste nel thread da te menzionato, a scheda madre riesumata.
  14. In realtà sono certo di aver visto in passato anche chip realizzati da AMI, sebbene ora si dedichi quasi esclusivamente alla vendita del suo AMIBIOS. Comunque, ho dato un'occhiata al tuo sito e ho visto che hai già trattato il corrispondente modello di fascia alta della scheda madre in mio possesso, ovvero la P67 Professional. Ne deduco quindi che tu sappia già per certo che non avrò problemi con il modello del chip montato sulla mia, mi sbaglio forse?
×
×
  • Create New...