Nokia e Motorola, i leader del mercato della telefonia mobile a basso costo, potrebbero aver sentito un brivido alla notizia che Vodafone sta trattando per acquistare i telefonini economici della cinese Zte. Nokia ha rassicurato gli azionisti nel quarto trimestre dimostrando di essere capace di ottenere margini di profitto anche sui telefoni della gamma economica, ma gli operatori stanno arrivando a sostenere che anche un telefono da 25 dollari è troppo caro. "Anche se il telefoni costano 25 o 30 dollari, gli operatori sono convinti che ci sia un rincaro dovuto alla presenza del marchio Nokia o Motorola. Per questo si stanno rivolgendo a Zte", sostiene l'analista Ben Wood della Css Insight. I primi telefoni della Zte saranno disponibili per i clienti Vodafone quest'estate e potrebbero diminuire i margini di Nokia e Motorola nel segmento dei telefoni economici, dicono gli analisti. Il telefono più economico in circolazione attualmente è il Motorola C113a, creato espressamente per i paesi emergenti , che potrebbe essere venduto a 18,23 euro al mercato all'ingrosso, secondo i dati forniti da gsmExchange. I telefoni Zte potrebbero costare meno. Il modello 1100 di Nokia viene venduto a circa 30 euro. L'accordo con Zte non prevede solo la fornitura di telefonini economici per i paesi emergenti, ma anche la vendita nei paesi sviluppati, dove molti consumatori sono alla ricerca di offerte economiche e prepagate. L'amministratore delegato di Nokia Kai Oistamo si è detto non troppo preoccupato per l'entrata nel mercato di concorrenti piccoli che producono telefonini economici. "Penso che troveranno molte difficoltà. Oggi, per avere dei guadagni dai telefoni a basso costo devi poter usufruire delle economie di scala", ha detto Oistamo.

Fonte:Mytech.it