• SSD
  • Posted
  • Hits: 878

Kingston KC1000 960GB - Primo drive NVMe di Kingston

Kingston KC1000 6

La tecnologia non è un mistero che faccia passi da gigante ogni giorno ne tantomeno lo è l'ampia e veloce diffusione dell'interfaccia di connessione M.2 sulle schede madri odierne. Oggigiorno una scheda madre di fascia media come minimo adotta due slot M.2 proprio per permettere l'utilizzo in singolo o in configurazioni RAID dei sempre più veloci e diffusi SSD NVMe. Protocollo di connessione che silenziosamente ma rapidamente ha surclassato quello AHCI, così come quest'ultimo fece con l'IDE. Di recente il brand statunitense Kingston ha presentato la sua prima proposta NVMe M.2 con il modello KC1000 dotato, dell'annunciato al Computex 2017, controller a 8 canali Phison PS5007-E7. Insieme al controller Phison per il nuovo Kingston KC1000 sono state abbinate Toggle NAND Flash MLC a 15nm di Toshiba per offrire un giusto ''equilibrio prestazionale''. Il Kingston KC1000 come altri modelli ma fra tutti l'HyperX Predator (QUI recensito) è disponibile in versione stand-alone o con relativo adattatore PCI-E HHHL. Le capacità disponibili sono 240GB, 480GB e 960GB. Noi andremo ad analizzare il modello da 960GB in versione stand-alone. Vediamo dunque come si è comportato in questa recensione.

Kingston Technology

Kingston Technology, fondata nel 1987, è una delle principali aziende produttrici di memorie al mondo e, grazie ad un range di prodotti molto vasto, composto da oltre 2.000 prodotti, è in grado di soddisfare qualsiasi esigenza per diversi settori e diversi mercati. Nel 2007 il fatturato dell'azienda ha raggiunto i 4,5 miliardi di dollari ed è stata inoltre considerata, dalla rivista Fortune, una delle 100 migliori aziende per cui lavorare in America soprattutto grazie al rapporto che vi è tra i vari operatori ed il clima dell'azienda.