Point Of View GTX 660 Ultra Charged, l'aggressività è di serie

Tags: overclockreviewpovtgtpoint of viewgtx 660Ultra Chargeduc

POV 660 UC 41Dopo aver recensito la POV 670 Ultra Charged e la POV 680 Beast vi presentiamo la piccola nata dall'esperienza in overclock del gruppo POV TGT. La GTX 660 Ultra Charged è una scheda video che, nelle sue ridotte dimensioni, è in grado di garantire ottime prestazioni e divertimento anche per gli overclockers. Testeremo in maniera molto approfondita questa"dual fan" scoprendo anche se è in grado o no di poter gestire configurazioni multimonitor, una feature che è di solito appannaggio dei modelli di fascia alta.

 

 

 

Point Of View TGT 660 Ultra Charged: Introduzione

 

POV (Point of View) è una compagnia produttrice di schede video molto popolare in Europa. Nata nel 2000, non vanta molti anni nel settore, ma è riuscita fin da subito a farsi apprezzare attraverso prodotti di qualità e sistemi di raffreddamento innovativi ad aria e non solo: contrariamente ad altre case produttrici, infatti, la POV produce schede video dotate già di waterblock full cover per sistemi di raffreddamento a liquido. Con sede principale ad Hannover, in Olanda, la Point of View si è espansa molto rapidamente in tutto il mondo grazie soprattutto ad un team multilingue addetto alle vendite, attualmente POV è presente anche a Taipei sotto il nome di Point Of View Asia.

 

logo

 

 

Con il proseguire degli anni, la casa produttrice olandese, ha intrapreso anche altre strade, producendo, oltre alle schede video, notebook, tablet e altri componenti hardware; tuttavia, i prodotti principali e più apprezzati appartengono al mercato del gaming e sono appunto le schede video. In particolare, l'azienda olandese ha stretto una partnership con Nvidia, per questo motivo tutte le schede video marchiate POV sono basate su PCB Nvidia.

Avvalendosi dell'aiuto di TGT l'azienda riesce a sfornare alcune tra le più interessanti proposte gaming sul mercato. TGT fu fondata agli inizi del 2010 da Wolfram Tismer e Peter Tersluisen con il compito di dare nuova vita alle schede video, la compagnia è infatti specializzata nel "tuning". Mai come in questo caso è giusto utilizzare tale termine, tipicoin ambito automobilistico: contrariamente a quanto si possa credere i tecnici della TGT non provvedono solo ad aumentare le frequenze di funzionamento delle schede video POV tramite un generoso overclock, ma svolgono anche un vero e proprio lavoro di restyling, atto, tramite l'utilizzo di particolari componenti e sistemi di raffreddamento, a garantire il corretto funzionamento dei prori prodotti alle frequenze desiderate Le schede video potenziate da TGT sono rigorosamente sottoposte a test di resistenza, solo le migliori riescono ad arrivare sul mercato. Grazie all'esperienza maturata sul campo, TGT produce per POV anche schede video dotate di waterblock, ovviamente tale opzione è disponibile solo per le schede video top di gamma, al momento solo GTX 680 e GTX 670 per quanto riguarda la serie 600 di Nvidia.

 

UC logo

 

 

Essendo schede video particolari e comunque già spinte al limite, le proposte POV TGT sono abbastanza rare negli shop oltre che costose, per maggiori informazioni e per acquistarle direttamente dalla casa produttrice vi rimandiamo al sito ufficiale TGT:

https://shop.tgt-team.com/en/current-products/geforce-gtx-660-series/index.html

 

Point Of View GTX 660 Ultra Charged Prodotto recensito da Giovanni Abbinante in data . Voto: 4


Point Of View GTX 660 UC: le specifiche tecniche

 

La GeForce GTX 660 è una delle due schede video della famiglia Kepler che sono basate sul chip grafico NVIDIA GK106 nonchè una delle ultime nate in attesa del Chip GK110 che probabilmente verranno utilizzate principalmente in ambito supercomputer. Il chip utilizzato in tale scheda video vanta l'adozione della più moderna tecnologia a 28nm già vista negli altri modelli ed adottata anche da AMD per produrre i suoi chip grafici.

La superficie complessiva è di 221 mm2 con un numero di transistors pari a 2.54 Miliardi; queste due caratteristiche rendono il chip molto più piccolo e complesso rispetto al modello GK 104 che è adottato in altre schede di fascia superiore ma, come andremo a constatare, tale compattezza non causerà affatto problemi di temperatura.

Il GK106 nella versione completa dispone di 5 unità SMX contenenti 960 CUDA cores (192 Cuda Core x 5 SMX), 80 unità di texture e 24 ROPs, mentre nel modello adottato dalla GeForce GTX 650 Ti sono state apportate alcune modifiche per adattarlo meglio alla sua fascia di prezzo.

Nella versione completa, NVIDIA ha deciso di dotare il chip di un controller di memoria da 192bit grazie alla presenza di tre controller di memoria a 64bit presenti nel chip grafico. Il numero di ROPs invece è pari a 24 per la GTX 660.

 

kepler block

 

A differenza del modello GeForce GTX 650 Ti, il GK106 nella versione completa dispone della tecnologia Turbo Boost per il core grafico, tale particolarità, introdotta con le schede video AMD, consiste in un aumento temporaneo, se necessario, della frequenza operativa del clock della GPU al fine di garantire un boost prestazionale nelle situazioni che richiedono una potenza di calcolo superiore. La frequenza del Base Clock è generalmente pari a 980 MHz, mentre il Boost Clock raggiunge i 1.033 MHz... ma ovviamente il team TGT, come ci ha già dimostrato in passato, è in grado di spremere una scheda video fino all'ultimo MHz. La GTX 660 Ultra Charged non è da meno ed ecco che la frequenza di base raggiunge i 1085 MHz mentre in modalità Boost la frequenza si aggira sui 1163MHz, un'aumento davvero elevato che permetterà alla scheda video di distinguersi nella sua categoria.

 

tabella kepler

 

Non cambiano invece i settaggi per quanto riguarda le memorie di tipo GDDR5 in un quantitavo pari a 2GB che lavoreranno quindi con una frequenza pari a 6.008 MHz (1553MHz), vale a dire la stessa frequenza operativa dei modelli superiori, ma rallentata dal bus da 192bit che diminuisce labanda passante totale a 149.1 Gbps.

Il consumo dichiarato per questa scheda è poco sotto al modello GeForce GTX 660 Ti, infatti il TDP passa da 150W a 140W per via della modifiche apportate al chip grafico GK 106 rispetto al chip GK 104 adottato dalla scheda suddetta. A prima vista i 10Watt in meno di TDP potrebberofar pensareche ci sia uno scarto minimo, ma in effetti se guardiamo attentamente l’assenza di 2 SMX rispetto alla GTX 660 Ti incide in misura minore rispetto all'incremento delle frequenze rispetto al modello direttamente superiore. Ad ogni modo questo risparmio di ben 10 Watt si traduce nell'adozione di un solo connettore ausiliare PCI-Express a 6pin, anzichè dei due presenti nella GTX 660 Ti. Il connettore PCI-Express x16 presenti nelle schede madri sono in grado di erogare soltanto 75W, mentre il connettore ausiliare permette di ottenerne altri 75W. Appare evidente che però i margini di overclock sono abbastanza ridotti proprio a causa della ridotta potenza in ingresso.Ricordiamo infine che il termine TDP non è da intendersi come consumo complessivo della VGA, ma ci restituisce un'idea su quello che può essere la differenza di consumo tra un modello ed un altro e sul tipo di dissipatore necessario per raffreddare in maniera corretta l'intera GPU. Pertanto ci potremmo aspettare anche un buon margine di overclock rispetto a quello teorico di soli 10W.

 


 

Point Of View GTX 660 UC: Confezione e bundle

 

La confezione della POV TGT 660 Ultra Charged non si discosta molto da quelle viste per le sorelle maggiori e, come le altre, è graficamente accattivantema ormai vista e rivista. Nella parte frontale spicca il grande logo della casa produttricein vernice glossy, in questo caso argentata e non dorata; in alto a sinistra è presente il logo con la colorazione originale mentre a destra viene indicato il modello della scheda. La particolarità della scatola risiede nel fatto che tutto lo sfondo è caraterizzato da una trama nera opaca con disegni neri lucidi in rilievo.

 

POV 660_UC_1  POV 660_UC_2  POV 660_UC_3  POV 660_UC_4  POV 660_UC_5

 

Non manca il logo TGT Ultra Charged già visto per la 670 UC che si discosta principalmente da quello riservato alle versioni Beast grazie ad un trama "fiammeggiante" e non appunto "bestiale" caratterizzata dagli occhi mostruosi.

 

POV 660_UC_6  POV 660_UC_7 

 

Nella parte posteriore è riportata, in diverse lingue tra cui anche l'italiano, una breve descrizione del prodotto, lateralmente è indicato il modello della scheda video acquistata. La traduzione è fatta a regola d'arte... o quasi...

 

POV 660_UC_8

 

La confezione è protetta dal classico sigillo argentato, una volta rotto sarà possibile aprirla. Ci teniamo particolarmente a ringraziare sin da ora TGT in quanto i prodotti oggetto delle recensioni sono sempre nuovi, ancora incelofanati, ciò ci garantisce di presentarvi sempre prodotti confezioni in ottimo stato.

Una volta aperta la confezione, troviamo sin da subito la scheda, protetta dagli urti da un frame in spugna e da scosse elettrostatiche attraverso una busta antistatica, il PCB è a sua volta protetto da un ulteriore foglio in spugna.

 

POV 660_UC_9  POV 660_UC_10

 

Anche in questo caso purtroppo segnaliamo la totale assenza del bundle, una scelta non apprezzata in quanto, anche un piccolo adesivo TGT o una semplice lettera di ringraziamento all'acquisto con relativa spiegazione della scheda, avrebbe dato più soddisfazione.

 

POV 660_UC_11  POV 660_UC_12

 

Sono presenti solo il manuale di installazione e il CDcontenente i driver, inutile in quanto al momento dell'installazione si potranno scaricare i driver più aggiornati attraverso il sito Nvidia.

 


 

Point Of View GTX 660 UC: Vista da vicino

 

La Serie GTX 660 di POV TGT sfrutta un sistema di dissipazione proprietario munito di due ventole da92mm che spingono l'aria attraverso un corpo dissipante in alluminio con base in rame. Il sistema di dissipazione occupa, insieme al PCB, 2 slot PCI-E  ma una delle due ventole si estende oltre il bordo del PCB e del corpo lamellare, questa caratteristica purtroppo salta subito all'occhio in quanto poco sensata e alquanto brutta da vedere, il frame e le ventole stesse sporgono di circa 2cm in più rispetto al resto della scheda senza un ovvia ragione ma, se proprio vogliamo trovare una nota positiva in tale scelta, potremmo pensare ad un raffreddamento aggiuntivo per le nostre RAM e la nostra CPU...

Esteticamente quindi la scelta è molto soggettivae,seppur priva di funzionalità, la forma del frame che sorregge le ventole èalquanto particolare e aggressiva.

 

POV 660_UC_13  POV 660_UC_14  POV 660_UC_15  POV 660_UC_16  POV 660_UC_22  POV 660_UC_23

 

Le dimensioni sono molto ridotte e garantiscono un perfetto montaggio anche all'interno dei case HTPC più compatti: considerando anche il frame, la lunghezza complessiva è di soli 20cm. La qualità dei materiali utilizzati inoltre è molto buona, basti pensare che difficilmente, su una scheda video di questa fascia, i produttori utilizzano l'alluminio spazzolato per il frame delle ventole, di gran lunga preferibile alla plastica.

 

POV 660_UC_17  POV 660_UC_18

 

Il connettore d'alimentazione è posizionato lateralmente in un angolo del PCB e, data la sua angolazione, aumenterà la possibilità di installare la POV TGT 660 UC anche nei case più piccoli.

 

POV 660_UC_24

 

I connettori per lo SLI sono invece situati nella classica zona in prossimità delle uscite video, quest'ultime sono composte da due connettori DVI, una porta DisplayPort e un connettore HDMI 1.4a, parte del bracket è utilizzato anche per lo smaltimento del calore prodotto attraverso delle feritoie.

 

POV 660_UC_26  POV 660_UC_25

 

La POV TGT 660 UC dispone di 4 fasi d'alimentazione raffreddate da un piccolo corpo dissipante lamellare distinto da quello riservato alla GPU, tale dissipatore, di colore nero, è facilmente identificabile guardando la scheda video dalla parte posteriore.

 

POV 660_UC_19  POV 660_UC_20  POV 660_UC_21

 

Come accennato in precedenza, tale scheda video dispone di 2GB di memoria RAM GDDR5, i moduli sono suddivisi su entrambi i lati del PCB, ne troveremo quattro per lato, ogni modulo è da 256MB, è prodotto da SAMSUNG e riporta il numero di serie K4G20325F0-FC03

 

POV 660_UC_27  POV 660_UC_28  POV 660_UC_36  POV 660_UC_37  POV 660_UC_38  POV 660_UC_39  POV 660_UC_40  POV 660_UC_41  POV 660_UC_42  POV 660_UC_43

 


 

Point Of View GTX 660 UC: Sistema e metodologia dei test

 

 

sistema di prova

 

Queste le applicazioni interessate, suddivise in due tipologie differenti:

 

Benchmark Sintetici

  • 3D Mark Vantage - DX10
  • 3D Mark 2011 - DX11
  • Unigine Heaven Benchmark V 2.1 - DX11
  • Stone Giant Benchmark – Dx11
  • ComputeMark - DX11 

 

Giochi

  • Crysis Warhead - DX10
  • Mafia 2 – DX10
  • Hard Reset - DX9
  • Batman Arkham City - DX11
  • Stalker COP - DX11
  • Battlefield 3 -DX11
  • Crysis 2 - DX11
  • DirT3 - DX11
  • Aliens vs Predator - DX11
  • Metro 2033 - DX11
  • Shogun 2 - DX11
  • Formula 1 2011 - DX11
  • NVIDIA PLA
  • Sniper Elite V2

 


I test sono stati eseguiti sulla piattaforma descritta nella precedente tabella, utilizzando come Sistema Operativo Microsoft Windows 7 x64, il processore inoltre è stato portato a 4 GHz per garantire una comparativa più precisa con le altre schede video testate in precedenza dalla redazione, per evitare colli di bottiglia derivanti dalla CPU e variazioni di frequenza dovute a una diversa gestione del Turbo Boost.

 

gpuz

 

I test sono stati eseguiti utilizzando i driver ForceWare 310,90, i più aggiornati di casa Nvidia scaricabili direttamente dal sito.

 


 

3D Mark Vantage

 

Benchmark sintetico sviluppato da Futuremark, richiede obbligatoriamente la presenza nel sistema di una scheda video con supporto alle API DirectX 10 e di un sistema operativo Windows Vista e 7. Il benchmark si compone di 6 distinti test: 4 incentrati sulla GPU e 2 sulla CPU. I test si eseguono scegliendo tra 4 preset configurati da Futuremark, caratterizzati da un livello di carico di lavoro differente, così da meglio riprodurre lo scenario tipico di utilizzo del proprio sistema a seconda del tipo di configurazione Hardware in uso. Il software consente di impostare la configurazione Entry, Performance, High e Extreme. I test sono stati fatti solo nella modalità Entry, Performance e High.

 

3d mark vantage

 

L'incremento prestazionale rispetto alla versione reference è ottimo e permette alla proposta POV TGT di salire di ben due posizioni scavalcando anche la AMD HD 7870.


 

3D Mark 2011

 

Ultimo benchmark prodotto da Futuremark, che richiede la presenza nel sistema di una scheda video con supporto alle API DirectX 11. La software house sviluppatrice afferma che i test sulla tessellation, l'illuminazione volumetrica e altri effetti usati nei giochi moderni rendono il benchmark moderno e indicativo sulle prestazioni “reali” delle schede video. 3DMark 11 Advanced Edition permette di impostare tre modalità di benchmark in DX11, Performance, High e Extreme. Il primo test, basato sullo scenario Deep Sea, non applica la tessellation ma fa uso di un sistema d'illuminazione e ombre marcato. Il secondo test, nuovamente fondato su Deep Sea, applica un livello di tessellation medio e riduce, anche in questo caso a livello intermedio, l'illuminazione. Il terzo test grafico, basato sullo scenario High Temple, ha un livello di tessellation medio e illuminazione ridotta. Il benchmark non sfrutta la tecnologia PhysX di Nvidia.

 

3d mark 2011

 

Contrariamente alla versione reference, la POV TGT si piazza immediatamente sotto la GTX 660 in versione Ti scavalcando quindi ben due schede video di casa AMD.

 


 

UnigineHeaven3.0

 

Unigine ha presentato l’ultima versione del suo benchmark DirectX 11 nei giorni scorsi, che permette agli utenti di provare la propria scheda video con le nuove librerie grafiche. Basato su motore Unigine, Heaven supporta schede video DirectX 11, DX 10, 9, OpenGL e il 3D Vision Surround di Nvidia.Il benchmark è stato testato in DX11 e con tessellation su Extreme.

 

unigine 3.0

 

Ottima prestazione da parte della piccola di casa POV TGT che guadagna molte posizioni in classifica, ci teniamo a far notare però come il distacco in tale zona della classifica sia misero se non inesistente.

 


 

Specviewperf 11


Questo Applicativo Benchmark sfrutta i motori grafici di applicativi professionali come CAD e DCC. Il test fornisce un quadro generale sulle prestazioni delle attuali schede grafiche fornendo una valutazione sul reale comportamento in un dato benchmark.  La valutazione avviene tramite la visualizzazione di Demo interattive in cui si va a simulare spostamenti o interazione con i modelli tridimensionali.  Questo software ci fornirà i dati in un sistema di grafici per  singoli test e globale.

I test che vengono eseguiti sono i seguenti.

  • Catia - Dassault Systèmes
  • Ensight - CEI
  • Lightwave - Newtek
  • Maya - Autodesk
  • ProEngineer - Creo Parametric
  • SolidWork - Dassault Systèmes
  • TeamCenter Visualization Mockup - Siemens
  • Siemens NX

 

 specviewperf 1

 

specviewperf 2

 

specviewperf 3

 

specviewperf 4

 

 

 


 

Compute Mark

 

E' il primo benchmark che misura la capacità computazionale degli shaders in ambiente windows in DX 11 delle nuove vga. E' il primo benchmark only DX11.

 

computemark

 

In questo test la POV TGT 660 Ultra Charged fa registrare uno score rispetto alla versione reference ma non abbastanza alto per poter salire in classifica.

 


 

TessMark

 

TessMark è un benchmark che sfrutta l’hardware tessellation implementato con le API OpenGL 4 e presente nelle recenti schede video sia Nvidia sia AMD. L’applicazione permette di selezionare quattro livelli di tessellation: moderate, normal, extreme, insane. I nostri test sono stati eseguiti impostando il livello di tessellation su Insane (X64),applicando i filtri MSAA 4x ed infine impostando il Map set su 3.

 

tessmark

 

Contrariamente alla versione reference la POV TGT Ultra Charged riesce a superare la top di gamma di casa AMD, la HD 7970, indipendentemente dai driver che quest'ultima utilizza.

 


 

PLA

 

Abbiamo ancora pochi dati relativi a questo benchmark, tuttavia il frame rate riscontrato con la POV 670 Ultra Charged è molto elevato

 

pla benchmark

 

Il divario con la versione reference non è accentuato come in altri test e non permette alla POV GTX 660 UC di scavalcare la top di gamma AMD in versione "non GHz".



CrysisWarhead

 

CrysisWarhead è un videogioco sparatutto in prima persona di fantascienza, rilasciato nell'autunno 2008 in Italia. È l'espansione stand-alone di Crysis, sviluppato dalla Crytek di Budapest e pubblicato dalla Electronic Arts. Il gioco è ambientato in una storia parallela del primo episodio, e vedrà il giocatore vestire i panni del sergente Michael 'Psycho' Sykes, ex membro delle SAS inglesi, anche se la trama sarà quasi completamente diversa, dato che nel primo episodio Nomad lo incontra raramente. Come è intuibile dal nome, Psycho è un tipo completamente diverso da Nomad; mentre quest'ultimo è infatti dedito al sotterfugio, Psycho è un tipo d'azione, e avrà quindi un arsenale maggiore, oltre a veicoli personalizzati . Va infine detto che CrysisWarhead non fa parte della trilogia della serie, dato che il secondo episodio verrà sviluppato più avanti.

 

crysis warhead

 

crysis warhead aa4x


L'overclock di fabbrica permette alla versione POV TGT di scavalcare la diretta rivale AMD HD 7870.

 


 

Hard Reset

 

Hard Reset è uno sparatutto in prima persona esclusivo per piattaforma PC, sviluppato da The Flying Wild Hog e pubblicato da Valve Corporation e 1C company nel settembre 2011. Hard reset si presenta come un FPS vecchia scuolasome Quake ed Unreal, con una campagna single player e caratterizzato per l'assenza del multiplayer. Il gioco è stato lanciato sul mercato con uno dei tratti caratteristici dei giochi indipendenti: il costo ridotto. Il titolo è la prima produzione della compagnia The Flying Wild Hog.

 

hard reset

 

Il divario non è accentuato come nei bench sintetici ma la proposta POV TGT è in grado di far registrare un frame rate leggermente superiore rispetto alla versione reference.

 


 

Dirt3

 

Dirt 3è un gioco di rally della serie Colin McRae Rally, sviluppato e pubblicato da Codemasters. Il marchio "Colin McRae"è stato rimosso da tutte le versioni di questo capitolo. Il gameplayimpegna il giocatore in una serie di gare che gli faranno guadagnare punti reputazione per attirare l'interesse degli sponsor, che lo ricompenseranno con nuovi veicoli messi a disposizione.

 

dirt 3

 

dirt 3 aa4x

 

dirt 3 aa8x

 

Con tutti e tre i settaggi la POV TGT GTX 660 Ultra Charged non si distacca di molto rispetto alla versione reference.

 


 

Aliens vs predator

 

Alien vs Predator (AvP) è un videogioco sparatutto in prima persona sviluppato da parte di RebellionDevelopments, già autori di altri due titoli dedicati al franchise. Il gioco è stato pubblicato da SEGA. Il gioco propone al giocatore di interpretare una delle tre razze disponibili, ognuna con caratteristiche proprie: Marine, Predator e Alien. l'Alien ha visione grandangolare e può cadere da altezze indicibili senza il minimo danno ma, soprattutto, può camminare (e correre) sulle pareti e ciò cambia sensibilmente il modo in cui affrontare i quadri. All'inizio non è facile muoversi con scioltezza e rapidità passando da una parete verticale ad un soffitto come se nulla fosse; dopo pochi minuti iniziamo "a prenderci gusto"...Ecco un marine, un colpo di artigli in corsa ed il marine è morto. Facile. Ecco un altro marine, ci vede, gli corriamo incontro, ha il lanciafiamme. Bruciamo assieme. Ed ora il Predator.

 

AvP

 

AvP aa4x

 

Le prestazioni riscontrate, rispetto alla versione reference, sono buone ma non entusiasmanti.

 


 

Metro 2033

 

Metro 2033 è un videogioco d'azione che combina elementi dei survival horror e degli sparatutto in prima persona. il gioco è basato sul romanzo Metro 2033 dello scrittore russo DmitryGlukhovsky. È stato sviluppato da 4A Games in Ucraina e pubblicato nel marzo 2010 per Xbox 360 e Microsoft Windows. Si è nella città di Mosca nell'anno 2033. In seguito ad una catastrofe nucleare, i sopravvissuti sono costretti a vivere nelle metropolitane della capitale russa, organizzati in stazioni simili a città stato. In quest'ultime si respira un'atmosfera opprimente e angosciante. Il buio cela molte insidie, tra le quali la frequente possibilità di imbattersi in mostruose creature che popolano le stazioni. La minaccia principale è rappresentata dai Tetri, definiti come i nuovi homines, "vincitori della battaglia per la sopravvivenza", e destinati ad ereditare la Terra.

 

metro 2033

 

metro 2033 aa4x

 

A settaggi più alti corrisponde un distacco maggiore rispetto alla versione reference, nel secondo grafico i risultati ottenuti sono quasi identici a quelli di una GTX 660 Ti.

 


 

Batman Arkham City

 

Batman: Arkham City è un videogioco sviluppato da RocksteadyStudios basato sul personaggio dei fumetti di Batman, la cui uscita è avvenuta nel mese ottobre 2011. Il gioco è un mix di vari generi come azione, platform, picchiaduro, investigazione, avventura e stealth, ed è di fatto il sequel di Batman: ArkhamAsylum, uscito nel 2009 e diventato un enorme successo.

 

batman arkham city

 

batman arkham city aa4x

 

batman arkham city aa8x

 

Anche se il distacco rispetto alla versione reference è elevato non permette alla proposta TGT di scavalcare altre schede video in classifica, il framerate resta comunque molto alto.

 


 

Crysis 2

 

Crysis 2 è uno sparatutto in prima persona sviluppato da Crytek e pubblicato da Electronic Arts per console PlayStation 3, Xbox 360 e PC Microsoft Windows. È il sequel di Crysis e della sua espansione CrysisWarhead, entrambi usciti soltanto per la piattaforma PC. Il rilascio di questo nuovo capitolo è stato nelmarzo 2011.Crysis 2 è ambientato nell'Agosto 2023, 3 anni dopo le vicende del precedente capitolo. Il protagonista è Alcatraz, un marine Statunitense il cui compito è trovare il Dottor Nathan Gould, che ha importanti informazioni sull'epidemia aliena che sta colpendo New York City.Il gioco, pur offrendo un'elevata qualità dell'immagine, è stato sottoposto a critiche nella sua versione per PC per non aver sfruttato le librerie DirectX 11 fin dalla sua uscita (limitandosi alla versione 9). Il 27 giugno sono usciti anche i due aggiornamenti gratuiti per abilitare le DirectX 11 e le texture in alta definizione.

 

crysis 2

 

crysis 2 central park

 

In questo caso la differenza è notevole e permette alla proposta TGT POV di scavalcare la AMD HD 7950 e assicurarsi un buon margine di vantaggio.

 


 

Battlefield 3

 

Battlefield 3è uno sparatutto in prima persona sviluppato da DICE e pubblicato da Electronic Arts e da SEGA per il Giappone. È stato pubblicato nel mese di ottobre 2011 per PlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows e iOS, invece nel 2013 verrà pubblicato per Wii U. È l'undicesimo capitolo della serie Battlefield e un sequel diretto di Battlefield 2, pubblicato nel 2005.Battlefield 3 è stato vincitore di più di 60 premi, tra cui "Miglior gioco d'azione" e "Miglior multigiocatore online". Gli appassionati del genere conoscono molto bene questo gioco e lo hanno decretato come uno dei migliori sparatutto dle 2011.

 

battlefield

 

Il framerate è molto alto ma non abbastanza da permettere alla proposta TGT di scavalcare altre schede video.

 


 

Shogun 2

 

Total War: Shogun 2 è l'ultimo gioco della serie di videogiochi strategici Total War della britannica The Creative Assembly, pubblicato da SEGA. Ambientato nel XVI secolo in Giappone, è il rifacimento del primo capitolo della saga, Shogun: Total War ed è uscito in Italia a marzo 2011. Il gioco è ambientato nell'epoca Sengoku, caratterizzata delle lotte tra i vari clan per il dominio sul Giappone. Il giocatore sceglierà uno fra gli otto clan presenti come fazioni giocabili, ognuno con una posizione e un potere politico e militare differente dall'altro. Come è tipico della serie Total War, anche Shogun 2 è un misto di strategia a turni e battaglie in tempo reale. Il gioco è integrato nella piattaforma Steam, sia per la versione in vendita in scatola che per quella acquistabile online.

 

shogun 2

 

L'aumento delle frequenze operative non basta alla proposta Point Of View per raggiungere la AMD HD 7870 ma il distacco con la versione reference è elevato.

 


 

Sniper Elite v2

 

sniper elite

 

La situazione è analoga alla precedente ma in questo caso la AMD HD 7870 è praticamente a pari punti dalla proposta POV TGT.


 

MultiMonitor

 

Come si può notare dai seguenti grafici la GTX 660 Ultra Charged non è adibita a risoluzioni superiori al full-HD, alcuni titoli, tra cui spiccano i due sviluppati da Crytek e Sniper Elite, sono praticamente ingiocabili a 5760x1080.

 

Grafici Multimonitor

 


 

Point Of View GTX 660 UC: Overclock e temperature

 

La Point Of View TGT GTX660 Ultra Charged è una tra le GTX 660 non Ti più overcloccate presenti sul mercato, il lavoro svolto dai tecnici TGT è superbo e fa subito intendere che le schede video facenti parte della serie Ultra Charged sono selezionate in base a test rigorosi e costanti nel tempo per poter assicurare la stabilità operativa anche nelle situazioni più dispendiose dal punto di vista energetico.

Nonostante ciò siamo rimasti generalmente stupiti dalla notevole propensione ad un ulteriore overclock da parte del sample da noi recensito, con un leggerissimo overvolt abbiamo infatti aumentato la frequenza base della GPU di 55MHz, per la precisione da 1085MHz a 1140MHz, ciò ha comportato ovviamente un buon incremento della frequenza in modalità Boost che è passata da 1163MHz a 1218MHz, ci teniamo a sottolineare però che, la frequenza massima raggiunta durante l'esecuzione dei benchmark, è di ben 1225MHz. Non è finita qui, anche le memorie RAM GDDR5 hanno fatto riscontrare ottime prestazioni in overclock e in questo caso, senza overvoltarle, abbiamo aumentato la frequenza di 156MHz passando da 1553MHz a 1709MHz.

Il risultato ottenuto overcloccandoè di tutto rilievo:

 

risultato overclock

 

Per completare la sessione di test di 3D Mark Vantagein overclockabbiamo dovuto necessariamente impostare la velocità di rotazione delle ventole ai massimi regimi, seppur molto rumoroso il sistema di dissipazione ha fatto registrare delle temperature sempre inferiori ai 52°.

Speranzosi nelle potenzialità del sample abbiamo tentato di overvoltare ulteriormente il vCore e aumentare leggermente le frequenze ma i test non sono andati a buon fine, ci teniamo a precisare comunque che siamo stati più che soddisfatti dei risultati raggiunti tenendo anche in considerazione che tale scheda video non è prettamente adibita all'overclock.

 

Il sistema di dissipazione biventola della POV TGT GTX660 Ultra Charged è in grado di garantire ottime performance e buona silenziosità, in idle la temperatura della GPU non supera i 32° e le ventole girano a basso regime, durante un intensa sessione di gaming le temperature salgono sfiorando i 48° e la rumorosità inizia a farsi sentire, sotto stress, a causa delle temperature che lambiscono i 55°, le ventole sono alquanto fastidiose.

Impostando la velocità delle ventole al 100% tramite software la situazione diventa scomoda, la rumorosità è elevata e il rumore prodotto risulta essere abbastanza fastidioso

 


 

Point Of View GTX 660 UC: Conclusioni

 

 argento

 

Prestazioni          

4,5 stelle - copia

Considerando la fascia del mercato in cui va a collocarsi la 660 Ultra Charged non possiamo che promuovere a pieni voti le ottime prestazioni.

Overclock

5 stelle

Da questo punto di vista la piccolinamade in TGT ci ha veramente stupiti, non ci saremmo mai aspettati una tale propensione all'overclock nonostante la scheda video sia già commercializzata con frequenze operative molto elevate

Qualità

4 stelle

Nonostante si tratti di una fascia media la qualità è molto elevata, il dissipatore, seppur probabilmente eccessivamente grande per una scheda video del genere, è di ottima qualità e contribuisce a garantire temperature sempre molto basse

Bundle

2 stelle

Nelle recensioni precedenti riguardanti le schede video POV TGT abbiamo dato mezzo voto in più... Non ci piace la recidività..

Prezzo

4,5 stelle - copia

Il prezzo in Europa si aggira intorno ai 230€, anche se non bassissimo è abbastanza adeguato date le eccellenti performance.

Giudizio Complessivo 

4 stelle

 

 

La piccola di casa Point Of View, dopo essere passata dalle palestre da TGT, ne esce più carica che mai e completamente stravolta. La mano degli esperti si sente ma soprattutto si vede, le prestazioni sono molto elevate in confronto ad una versione reference, il design è aggressivo e la qualità è eccellente.

Come si può notare dai grafici la scheda video oggetto dei test non è di certo pensata per le altissime risoluzioni ma, in full-HD, è in grado di garantire un framerate molto elevato e costante in praticamente tutte le killer application attualmente in circolazione. Seppur non adibita all'overclock la scheda video è riuscita a strapparci più di un sorriso e delle soddisfazioni grazie alle sue eccellenti potenzialità che potremmo certamente definire inaspettate per la sua categoria, il merito va anche al sistema di dissipazione utilizzato, un biventola molto performante ma allo stesso tempo non particolarmente silenzioso, dal design azzardato che può piacere e non può piacere; personalmente l'abbiamo trovato molto aggressivo ma la scelta di prolungarlo oltre ai limiti del PCBè sicuramente discutibile.

Purtroppo ancora una volta la totale assenza del bundle rovina il punteggio finale, una decisione ingiustificata considerando che, almeno alcuni adattatori, potrebbero migliorare la situazione; aprendo la scatola abbiamo avuto un déjà-vu, POV TGT non fa regali da questo punto di vista e non premia il cliente al momento dell'acquisto, neanche con un misero adesivo… peccato.

 

POV 660_UC_30  POV 660_UC_31  POV 660_UC_32  POV 660_UC_33  POV 660_UC_34  POV 660_UC_35

 

Il prezzo di commercializzazione non è eccessivamente elevato, giustificato pienamente dalle prestazioni ma non dall'assenza del bundle.Per 230€ avrete a disposizione una scheda video performante per il full HD, adatta non solo al gaming per le sue caratteristiche tecniche ma anche agli HTPC per le sue dimensioni molto compatte, vi consigliamo però un case leggermente insonorizzato nelle sessioni di stress.

 

PRO

Ottime prestazioni

Buon sistema di dissipazione

Prezzo accessibile

Buone potenzialità in overclock

 


CONTRO

  • Bundle inesistente

 


Si ringrazia Point Of View per la scheda fornitaci in test.

Giovanni Abbinante

VIDOL

€ 11,34

CreateSpace Independent Publishing Platform

€ 6,23
Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.