Palit GTX 570 Sonic Platinum: Overclock e prestazioni al top

Tags: nvidiamicrosoftoverclockIntelreviewrecensionepci-express* blu-rayi7sliconsumibenchmark3d markhdmiGTX 570crysisPalitSamsungSonic Platinumgtx 570 sonic platinum. geforcegamerumoreGF110physx3d visioncudapurevideohdfull-hddvi

palit-geforce-gtx-570-sonic-platinum-1280-m-gddr5-pci-express.jpeg

Nella recensione di oggi andremo a provare una nuova scheda video dedicata agli Hard Gamers, si tratta della Palit GeForce GTX 570 Sonic Platinum. Una scheda dalle caratteristiche particolari come frequenze elevate di funzionamento rispetto alle altre versioni e sistema di dissipazione chiamato Mercury.

 

 

 

 

 

Palit Microsystem Ltd è un'azienda cinese fondata nel 1988 e con sede centrale ad Hong Kong, specializzata nella progettazione, produzione e distribuzione di acceleratori grafici con lo scopo di garantire affidabilità è innovazione in ogni suo prodotto. Grazie ai principi cardine che caratterizzano l'operato, l'azienda, è riuscita ad espandersi in tutto il mondo aprendo anche sedi a Taipei ed in Germania. Attraverso anche un intenso rapporto collaborativo con i clienti Palit è riuscita ad entrare tra i grandi produttori di schede video e a mantenere tale prestigio a livello mondiale.

L'azienda principale in Cina, fondata nel 1992, garantisce l'affidabilità dei componenti attraverso rigidi controlli, da parte di ingegneri specializzati, al fine di garantire un alto livello qualitativo dei prodotti, uno dei punti forti di Palit è inoltre la ricerca, attraverso team all'avanguardia, di soluzioni tecniche adatte per ogni segmento di mercato.

 

logo_palit

 

Con il passare degli anni l'azienda si è espansa notevolmente acquistando anche il marchio Gainward e Gainward Europe per quanto riguarda il settore schede video che, pur essendo sul mercato da più anni rispetto alla Palit, è stato venduto per 1 milione di dollari. Questo avvenimento portò ad un notevole aumento nelle vendite soprattutto nel mercato europeo dove le schede Gainward erano già molto apprezzate.

La qualità dell'operato Palit è anche riconoscibile dal fatto che tutte le strutture mondiali dell'azienda hanno la certificazione ISO 9001 e quindi soddisfano tutti i requisiti di qualità per tale certificazione. Tutti gli acceleratori grafici inoltre hanno la certificazione WHQL (Windows Hardware Quality Labs) concessa da Microsoft a tutti i prodotti informatici che hanno superato i test di compatibilità con i sistemi operativi Windows.

Potrete trovare maggiori informazioni sul sito ufficiale: Palit Microsystem Ltd


 

Architettura FERMI e GF110

Il chip grafico Nvidia GF110 rappresenta l'evoluzione del chip GF100, a livello di architettura i due chip non discostano molto ma uno studio più accurato dell'utilizzo di oltre 3 miliardi di transistor che compongono entrambe le tecnologie ha permesso di ottimizzare i flussi di elaborazione del processo produttivo a 40nm aumentando quindi la velocità della scheda e diminuendone i consumi, per effettuare queste modifiche  è stato necessario cambiare anche la disposizione di altri componenti.

Grazie a queste modifiche Nvidia è riuscita a produrre quello che doveva essere il vero chip Fermi in origine, al momento dell'introduzione delle nuove schede nel mercato avvenuta poi con il chip GF100.

gf_110

Le analogie con l'architettura precedente risiedono nel fatto che entrambe possiedono quattro GPC (Graphics Processing Cluster) ognuno dei quali composto da quattro SM (Streaming Multiprocessor) con 32 Cuda Cores Ciascuno suddivisi a loro volta in gruppi di quattro, l'attivazione di tutte le unità SM rispetto al chip GF110 ha portato quindi ad un aumento dei Cuda Cores totali a 512 per la GTX580 (contro i 448 della GTX 480).

architettura_fermi

GF110_sm

La GPU della GTX570 presenta uno Shader Multiprocessor disattivato quindi 480 Cuda Cores, 32 in meno rispetto alla GTX580 e quindi anche 60 Unità teaxture, quattro in meno rispetto alla sorella maggiore. La GTX570 ha cinque partizioni RopS (Raster Operation) che si occupano delle operazioni di color alpha blending e della gestione del MSAA (Multisampling) ognuna delle quali composta da 8 unità RopS per un totale quindi di 40 unità RopS, a differenza della GTX580 una partizione RopS è disabilitata, infatti la GTX580 gestisce un totale di 48 unità RopS suddivise in sei partizioni.

architettura_fermi_570

Stesso discorso vale per l'interfaccia di memoria, di tutte e sei le interfacce da 64 bit ciascuna presenti, solo cinque sono utilizzate, per un totale quindi di 320 bit del bus di memoria (contro i 384 bit della GTX 580 che sfrutta tutte e sei le interfacce).  La GTX 570 è inoltre equipaggiata con 1,25 GB di memoria GDDR5.

Un'altra particolarità del chip GF110 sta nel fatto che è in grado di eseguire il Teaxture Filtering FP16 attraverso un solo ciclo di clock (come avveniva solo per il chip GF104 della GTX 460) contro i due cicli del predecessore. Altre migliorie sono state apportate nell'efficienza della tecnologia Z-culling che si occupa di eliminare i pixel che non necessitano di renderizzazione in quanto nella scena sono coperti da altri oggetti.

Nvidia ha dichiarato che le migliorie apportate possano portare ad un incremento prestazionale che potrebbe essere anche del 15% in qualche titolo o programma di benchmark rispetto al GF100.

Potrete trovare tutte le informazioni riguardanti le schede video equipaggiate con chip Nvidia GF110 nella seguente tabella:


 

Palit GTX570 Sonic Platinum: overview

Come tutte le schede video GTX570 anche la Palit GTX570 Sonic Platinum è predisposta per le ultime tecnologie presenti sul mercato, le features permettono di indirizzare la scheda nei più svariati ambiti applicativi.

Microsoft® DirectX® 11

La scheda video offre pieno supporto alle ultime librerie grafiche di casa Microsoft® che grazie alle DirectX® versione 11 ed allo Shader Moel 5.0 supporta le ultra performance delle attuali schede video grafiche, in più accelerazione tramite GPU.

Grazie alle DirectX 11 potremo usufruire della tecnologia Tassellation per una qualità grafica sempre più ricca di dettagli, tale tecnologia infatti sfrutta un "tassellatore" che, in base alla distanza tra un oggetto e la telecamera, suddivide maggiormente i poligoni che compongono l'oggetto, in tal modo a distanze ravvicinate un oggetto risulterà molto più complesso di quando visto da lontano. Tale operazione non solo giova sulla resa grafica di un videogames ma fa anche in modo che le risorse della GPU vengano gestite meglio garantendo quindi un minor dispendio prestazionale quando un'oggetto si trova lontano dalla telecamera.

DirectX_11_Nvidia


Con l'avvento delle DirectX 11 il supporto alle CPU multi-core è stato migliorato al fine di avere prestazioni superiori sia nelle sessioni di gioco che in quelle di rendering di video o oggetti 3D.


multi_core_dx11

 

multi_core_dx10


Attraverso l'utilizzo della tecnologia Direct2D le librerie DirectX11 offrono anche maggiori prestazioni durante l'uso di software per la navigazione in rete come Internet Explorer 9 e Mozzilla Firefox 4.0.

NVIDIA® PhysX®

Con la Tecnologia NVIDIA ® PhysX ® si raggiunge un elemento di realismo mai visto prima nei  giochi. Utilizzando le GPU NVIDIA ® GeForce ® nel PC, si può godere di un'esperienza dinamica PhysX ® con effetti come esplosioni fiammeggianti, detriti reattivi, acqua realistica e personaggi dalle sembianze verosimili.

In origine tale tecnologie era utilizzata solo da schede video dedicate prodotte dalla  Ageia che è stata, nel febbraio 2008, acquistata da Nvidia ed integrata nelle sue GPU a partire dalle GeForce serie 8. Attraverso l'implementazione delle librerie APEX la tecnologia PhysX ha raggiunto livelli di realismo molto elevati, il primo titolo a sfruttare le librerie APEX è stato Mafia 2 prodotto nell'agosto 2010. Le librerie APEX comprendono le seguenti features: APEX Destruction, APEX Clothing, APEX Vegetation e APEX Turbulence.

 

Physx

apex

 

NVIDIA® SLI®

La tecnologia Scalable Link Interface (SLI) è stata sviluppata da Nvidia per poter collegare due o più schede video per produrre un solo segnale video in uscita. Tale tecnologia fu utilizzata per la prima volta nel 1998 nelle schede video Voodoo 2 ma non riscosse molto successo a causa dei scarsi guadagni sotto il piano prestazionale. Dopo l'acquisizione di 3DFX da parte di Nvidia la tecnologia è stata reintrodotta nel 2004 con gli stessi fini ma con prestazioni decisamente superiori.

Nelle schede video di ultima generazione è possibile selezionare due differenti criteri di ripartizione del carico di lavoro tra le schede video operanti in parallelo:

Alternate Frame Rendering (AFR): il rendering viene eseguito in modalità sequenziale in modo che una scheda video renderizza i frames dispari mentre l'altra i frames pari.

Split Frame Rendering (SFR): il rendering viene suddiviso tra le schede in percentuale variabile.

3_way_sli

 

NVIDIA® 3D Vision™

Combinando una scheda video Nvidia di ultima generazione ad un kit NVIDIA® 3D Vision™ è possibile godere di un'esperienza 3D molto più coinvolgente sul vostro pc o sulla vostra workstation. Tale tecnologia sfrutta l'utilizzo di un monitor a 120Hz e di un paio di occhialini attivi che occludono alternativamente le lenti in modo che le immagini per l'occhio sinistro e per l'occhio destro vengano presentate su frame alternati. In questo modo ogni occhio percepirà un segnale di 60Hz equivalente alla frequenza degli attuali monitor.


3D_Vision_Glasses

 

NVIDIA® 3D Vision™ Surround

La tecnologia 3D Vision di Nvidia può essere a sua volta applicata a tre monitor contemporaneamente utilizzando due schede video Nvidia GF110, le due schede lavoreranno in modalità AFR (Alternate Frame Rendering) dividendosi la gestione dei frame e quindi il lavoro.

Ovviamente le GTX590 sono in grado di gestire tale tecnologia attraverso l'utilizzo di una sola scheda in quanto sono schede video multi-gpu.

 

3dvision_surround

 

NVIDIA® CUDA

Compute Unified Device Architecture (CUDA) è un'architettura hardware per l'elaborazione dei calcoli prestazionali prodotta da Nvidia. Tale tecnologia permette di aumentare i calcoli prestazionali nelle applicazioni più impegnative soprattutto nei software utilizzati dai programmatori e dagli sviluppatori.

I linguaggi di programmazione disponibili per Cuda sono estensioni dei linguaggi più diffusi di programmazione, il più diffuso è CUDA-C (C on estensione Nvidia)

 

cuda

NVIDIA PureVideo® HD

NVIDIA ® PureVideo ® porta i film nella vita quotidiana. PureVideo si avvale di tecniche avanzate che si trovano solitamente su sistemi di fascia alta nel mercato dei player consumer. TV atta alla riproduzione Blu-ray, HD DVD e  normali DVD, PC e contenuti per dispositivi mobili ch offrono immagini nitide, chiare e definite. Indipendentemente dal fatto che stai guardando su un monitor LCD o un TV al plasma, con PureVideo l'immagine sarà sempre precisa e realistici. Alcuni formati supportati sono  H.264, WMV e MPEG-2 HD e SD.

 

Purevideo_HD_Nvidia

 

Blu-Ray 3D Support

E' possibile visualizzare un 3D di altissima qualità a casa vostra con il supporto per 1080p Blu-ray 3D, attraverso questa tipologia di dischi è possibile visualizzare contenuti in 3D compatibili tramite la porta HDMI 1.4a, usando occhiali attivi-shutter oppure passivi di tipo polarizzati su schermi adatti.

 

3DTV

 

Hardware Video Decode Acceleration

La combinazione di accelerazione video e decodifica ad alta definizione e di post-processing offre una nitidezza delle immagini senza precedenti, video perfetto, colori accurati e una scalatura delle immagini precisa per film e video.

 

Altre caratteristiche sono:

  • PCI Express 2.0
  • DVI Dual Link
  • TrueHD and DTS-HD Audio Bitstreaming Support
  • HDMI Output

 


Palit GTX 570 Sonic Platinum: confezione e bundle

La scheda video presentata da Palit viene venduta in all'interno di una confezione di cartone molto curata esteticamente e molto compatta e solida al fine di prevenire danneggiamenti dovuti agli urti durante il trasporto. La grafica utilizzata è molto simile a quelle precedenti in particolar modo a quella usata per la Palit GTX 470.

570_sonic_platinum_1

Frontalmente, nella parte centrale, vi è il logo Palit 3D Graphics Engine mentre in alto a destra vi è il nome del produttore Palit e il sito ufficiale.

570_sonic_platinum_18

Nell'angolo in basso a destra della confezione un bollino stampato attesta che la scheda contenuta appartiene alla famiglia Sonic Platinum mentre nell'angolo sinistro vi è una piccola immagine in miniatura della scheda video in questione.

570_sonic_platinum_20  570_sonic_platinum_19

Nella parte bassa trovano spazio anche le principali informazioni riguardanti la scheda ovvero il modello, il quantitativo di memoria GDDR5 e le tecnologie supportate: DirectX11, Nvidia 3D Vision Sorround, Nvidia SLI, Nvidia PhysX e Nvidia CUDA.

Sul retro della scatola sono elencate tutte le caratteristiche relative alla scheda video.

570_sonic_platinum_2

Una volta aperta la confezione troviamo subito la scheda video avvolta in una busta antistatica e protetta dalla spugna che la avvolge completamente in maniera molto accurata.

In altri spazi posizionati ai bordi della scatola sono presenti il cavo 2x6pin to 8pin e l'adattatore VGA to DVI, rimuovendo la scheda invece, troviamo il manuale d'installazione e il cd contenente i driver.  Per essere una scheda video di fascia enthusiast la dotazione contiene tutto il minimo necessario per il corretto funzionamento. Ecco quindi elencato il bundle:

570_sonic_platinum_3

 

  • CD contenente i driver della scheda
  • Manuale
  • Adattatore VGA to DVI
  • Adattatore 2x6pin to 8pin

 

 


Palit GTX 570 Sonic Platinum: la scheda

Tralasciando momentaneamente il dissipatore, di cui tratteremo approfonditamente nella prossima pagina, il PCB nero della Palit Sonic Platinum non differisce da quello reference, si presenta molto ordinato ed è molto semplice individuare i vari componenti che lo compongono racchiusi in 26,7cm di lunghezza.

 

570_sonic_platinum_4  570_sonic_platinum_7

Al primo contatto salta subito all'occhio l'imponente chip GF110 che nella seguente foto si trova leggermente spostato a sinistra.

 

570_sonic_platinum_10

Sul chip vi è la sigla GF110-275-A1, la dicitura A1 sta ad indicare che il chip appartiene alla prima (e per ora unica) versione prodotta.

570_sonic_platinum_21

 

 

La GPU è circondata dai chip di memoria prodotti da Samsung, i quali riportano la sigla K4G10325FE HC04 (http://www.samsung.com/global/business/semiconductor/productInfo.do?fmly_id=759&partnum=K4G10325FE), è facile notare che la GTX 570 è una GTX580 depotenziata anche dal fatto che nel layout vi è la predisposizione per altri due chip di memoria usati per la GTX 580.

 

570_sonic_platinum_11

La circuiteria di alimentazione è situata a destra della zona GPU, sono facilmente distinguibili due fasi adibite alle memorie leggermente distaccate rispetto alle sei fasi per l'alimentazione della sola GPU.

Il regolatore di tensione invece si trova sulla facciata opposta del pcb e prevede una tensione di 1.025v che tramite software può essere portata fino a 1.150v.

 

570_sonic_platinum_12


Poco più a destra della circuiteria d'alimentazione vi sono i due connettori per le ventole PWM e i due connettori d'alimentazione 6pin + 8pin, questi ultimi sono posizionati lateralmente in quanto se posizionati nella parte posteriore della scheda potrebbero rendere più difficoltoso il montaggio della scheda in case piccoli. E' importante notare che, rispetto alla versione base, non sono stati utilizzati due connettori 6pin per l’alimentazione, ma visto che questa scheda è dotata di frequenze operative più spinte rispetto alla versione reference, si è optato per fornire una migliore alimentazione a supporto dell'overclock di fabbrica. della scheda.

 

Nei pressi della zona GPU sono presenti i connettori per lo SLI, la scheda infatti permette il collegamento ad altre due schede video uguali in parallelo per ottenere quindi un 3 way SLI.

Anche gli outputs disponibili differiscono leggermente rispetto alla versione base a causa della presenza, oltre di due porte DVI, di una Display port e di una HDMI, quest'ultima nella versione reference è presente in versione Mini HDMI.

 

570_sonic_platinum_9


Palit GTX 570 Sonic Platinum: Il sistema di dissipazione

Essendo una scheda video con overclock di fabbrica e predisposta ad un ulteriore overclock da parte dell’utente, Palit ha deciso di utilizzare un dissipatore non reference il cui design prende il nome di Mercury.

570_sonic_platinum_3

 

Il dissipatore in questione è molto massiccio ed è composto fondamentalmente da tre parti. Rimuovendo le varie viti che lo fissano al PCB, è possibile rimuoverlo dalla sua sede.

Partendo dall'esterno, troviamo la cover con le due ventole da 80mm. La cover non presenta prese d'aria degne di nota e inoltre è realizzata completamente in plastica, una scelta discutibile per una scheda video enthusiast. Le ventole utilizzate sono a doppio cuscinetto, tuttavia durante i test risulteranno un pochino rumorose.

 

570_sonic_platinum_15

La seconda e la terza parte che compongono il dissipatore sono unite tra di loro e sono il dissipatore della GPU e quello adibito alle memorie e alla circuiteria d'alimentazione. Il dissipatore della GPU presenta 4 grosse heatpipes che si diramano dalla base fino all'imponente radiatore, sia la base che le heatpipes sono completamente in rame. Il dissipatore dei chip di memorie e della circuiteria d'alimentazione si discosta dal resto per la sua colorazione nera e per l'utilizzo di pad termici invece della pasta termica, questa scelta ovviamente è dovuta all'irregolarità della superficie da dissipare.

 

570_sonic_platinum_14  570_sonic_platinum_16

570_sonic_platinum_17  570_sonic_platinum_22

 

Nella parte posteriore la fessura adibita alla fuoriuscita dell'aria calda è stata ridotta a causa dell'utilizzo di output diversi rispetto alla versione reference.

 

In generale la qualità del dissipatore è di buon livello, probabilmente però i flussi d'aria ne risentono dalle minor fessure presenti nella parte posteriore delle scheda e l'aria calda fa un pochino di fatica a fuoriuscire dal case.

 


Palit GTX 570 Sonic Platinum: Caratteristiche tecniche

La Palit GTX 570 Sonic Platinum presente frequenze operative maggiori rispetto alla versione reference.

La frequenza della GPU è stata portata da 732MHz a 800MHz mentre gli shaders e le memorie sono state overcloccate rispettivamente a 1600MHz e 4000MHz contro i 1464MHz e i 3800MHz della versione base.

Tale overclock ha portato quindi ad un aumento del Teaxture Fillrate, del Pixel Fillrate e della banda di memoria e di conseguenza ad un aumento prestazionale.

Tali caratteristiche sono state riscontrate utilizzando il software GPU-Z.

 

gpu-z_default

 

Il sistema di dissipazione utilizzato riesce a gestire abbastanza bene tali frequenze e le temperature in idle sono di 42°, in full le temperature salgono molto e dopo qualche minuto di FurMark raggiungono gli 80°. Pur essendo alte sono in linea con quelle di altre schede basate su chip GF 110.

 

gpu-z_default_2  gpu-z_default_3

 


Sistema di prova e metodologia di testing:


Abbiamo testato la scheda video prodotta da Palit sul seguente sistema di prova:

 

sistema

 

 

Queste le applicazioni interessate, suddivise in due tipologie differenti:

 

Benchmark Sintetici:

  • 3D Mark Vantage - DX10
  • 3D Mark 2011 - DX11
  • Unigine Heaven Benchmark V 2.1 - DX11
  • Stone Giant Benchmark – Dx11.
  • ComputeMark - DX11.

 

Giochi:

  • Crysis Warhead - DX10
  • FarCry2 - DX10
  • Mafia 2 – DX10
  • Resident Evil 5 - DX10
  • Final Fantasy XIV – DX10
  • Colin McRae DiRT 2 - DX11
  • Aliens vs Predator - DX11
  • Metro 2033 - DX11
  • Stalker Call of Pripyat,- DX11
  • Lost Planet 2 – DX11
  • Tom Clancy's H.A.W.X. 2 - DX11
  • Formula 1 2010 - DX11

 

I test sono stati eseguiti usando il sistema descritto nello schema sopra, utilizzando come Sistema Operativo Microsoft Windows 7 x64, il processore inoltre è stato portato a 4GHz.

 

cpu-z

 


 

3D Mark Vantage

Benchmark sintetico sviluppato da Futuremark, richiede obbligatoriamente la presenza nel sistema di una scheda video con supporto alle API DirectX 10 e di un sistema operativo Windows Vista e 7. Il benchmark si compone di 6 distinti test: 4 incentrati sulla GPU e 2 sulla CPU. I test si eseguono scegliendo tra 4 preset configurati da Futuremark, caratterizzati da un livello di carico di lavoro differente, così da meglio riprodurre lo scenario tipico di utilizzo del proprio sistema a seconda del tipo di configurazione Hardware in uso. Il software consente di impostare la configurazione Entry, Performance, High e Extreme. I test sono stati fatti solo nella modalità Entry, Performance e High.

 

3d_mark_v

 

La 570 Sonic Platinum si piazza al di sopra della versione reference Nvidia e si avvicina di molto agli score raggiunti dalla GeForce GTX 580, ciò è ovviamente dovuto all'overclock di fabbrica molto spinto presente su questa scheda.

 


3D Mark 2011

Ultimo benchmark prodotto da Futuremark, che richiede la presenza nel sistema di una scheda video con supporto alle API DirectX 11. La software house sviluppatrice afferma che i test sulla tessellation, l'illuminazione volumetrica e altri effetti usati nei giochi moderni rendono il benchmark moderno e indicativo sulle prestazioni “reali” delle schede video. 3DMark 11 Advanced Edition permette di impostare tre modalità di benchmark in DX11, Performance, High e Extreme. Il primo test, basato sullo scenario Deep Sea, non applica la tessellation ma fa uso di un sistema d'illuminazione e ombre marcato. Il secondo test, nuovamente fondato su Deep Sea, applica un livello di tessellation medio e riduce, anche in questo caso a livello intermedio, l'illuminazione. Il terzo test grafico, basato sullo scenario High Temple, ha un livello di tessellation medio e illuminazione ridotta. Il benchmark non sfrutta la tecnologia PhysX di Nvidia.

 

3d_mark_11

 

In questo caso, la proposta Palit, al contrario della versione reference, si posiziona al di sopra della AMD HD 6970 da 2GB e molto vicina alla GeForce GTX 580.

 


Stonegiant

Benchmark compatibile con le API DirectX 11 dello sviluppatore svedese di motori grafici BitSquid e quello di giochi Fatshark, che mette particolarmente sotto stress la scheda video con tecniche di Tessellation. E’ una tech demo DirectX 11 con benchmark integrato nata per svelare gli strumenti e la tecnologia di BitSquid. Gli utenti che hanno una GPU DX10 possono far girare la tech demo con tessellation disabilitata. Queste le note fornite a corredo dallo sviluppatore:

  • Highly parallel, data oriented design
  • Support for all new DX11 GPUs, including the NVIDIA GeForce GTX 400 Series and AMD Radeon 5000 series
  • Compute Shader 5 based depth of field effects
  • Dynamic level of detail through displacement map tessellation
  • Stereoscopic 3D support for NVIDIA 3dVision

 

stone_giant

 

La GTX 570 Sonic Platinum si posiziona perfettamente tra la GTX 580 e la GTX 570 Reference. Una situazione che abbiamo già visto negli altri benchmark sintetici.

 


 

Unigine Heaven 2.1

Unigine ha presentato l’ultima versione del suo benchmark DirectX 11, che permette agli utenti di provare la propria scheda video con le nuove librerie grafiche. Basato su motore Unigine, Heaven supporta schede video DirectX 11, DX 10, 9, OpenGL e il 3D Vision Surround di Nvidia. Il benchmark è stato testato in DX11 e con tessellation su Extreme.

 

unigine

unigine_aa4x

 

Così come per Stone Giant, anche per Unigine Heaven la Sonic Platinum si posiziona perfettamente a metà tra la versione reference e la Nvidia GeForce GTX 580.

 


 

ComputerMark

E' il primo benchmark che misura la capacità computazionale degli shaders in ambiente windows in DX 11 delle nuove vga. E' il primo benchmark only DX11.

 

computemark

 

Ancora una volta, l'overclock di fabbrica, permette prestazioni superiori rispetto alla GTX 570 ma non abbastanza per superare la sorella maggiore GTX 580.


 

Crysis Warhead

Crysis Warhead è un videogioco sparatutto in prima persona di fantascienza, rilasciato nell'autunno 2008 in Italia. È l'espansione stand-alone di Crysis, sviluppato dalla Crytek di Budapest e pubblicato dalla Electronic Arts. Il gioco è ambientato in una storia parallela del primo episodio, e vedrà il giocatore vestire i panni del sergente Michael 'Psycho' Sykes, ex membro delle SAS inglesi, anche se la trama sarà quasi completamente diversa, dato che nel primo episodio Nomad lo incontra raramente. Come è intuibile dal nome, Psycho è un tipo completamente diverso da Nomad; mentre quest'ultimo è infatti dedito al sotterfugio, Psycho è un tipo d'azione, e avrà quindi un arsenale maggiore, oltre a veicoli personalizzati . Va infine detto che Crysis Warhead non fa parte della trilogia della serie, dato che il secondo episodio verrà sviluppato più avanti.

 

Crysis

Crysis_aa4x


Disabilitando l'Antialiasing la GTX 570 Sonic Platinum riesce a superare leggermente la GTX 580, con l'Antialiasing attivato invece le prestazioni sono quasi identiche, questo dovuto alle frequenze più spinte di fabbrica.


FarCry2

Far Cry 2 è il secondo episodio del videogioco sparatutto in prima persona Far Cry. Il gioco è stato sviluppato da parte di Ubisoft, che il 30 marzo 2006 ha comunicato di aver acquisito tutti i diritti di proprietà intellettuale relativi al brand di Far Cry dagli ideatori dello stesso, i Crytek. Ubisoft, secondo una nota ufficiale, continuerà a sviluppare nuovi videogiochi della serie grazie alla licenza permanente per l’utilizzo del motore di gioco, il CryEngine di Crytek. Il giocatore vestirà i panni dell'ex membro delle forze speciali dell'esercito statunitense Jack Carver. Far Cry è passato però alla storia soprattutto grazie al suo motore grafico, il CryENGINE sviluppato da CryTek. All'epoca della sua uscita, infatti, la grafica di Far Cry era quanto di meglio si fosse mai visto, capace di riprodurre la vegetazione e, soprattutto, l'acqua, con una qualità al limite del fotorealismo. Le isole su cui ogni livello era ambientato erano gigantesche, ed il giocatore godeva di una libertà quasi assoluta, potendole esplorare come preferiva. Anche i nemici erano, all'epoca, i più intelligenti mai visti in uno sparatutto: per la prima volta gli avversari controllati dal computer non partivano alla carica come dei pazzi suicidi, e per la prima volta si vedevano nemici che tentavano di aggirare il giocatore e prenderlo alle spalle, e spesso ci riuscivano.

 

far_cry

far_cry_aa4x

far_cry_aa8x


In Far Cry 2 la Sonic Platinum si scontra con la AMD 5970 riuscendo in alcuni casi a superarla ma in generale, con Far Cry 2, le prestazioni riscontrate sono molto simili.


Mafia 2

Mafia II è un videogioco, seguito di Mafia, sviluppato da 2K Czech e pubblicato da 2K Games per PlayStation 3, Xbox 360 e Microsoft Windows.  Il gioco si svolge dal 1943 al 1951 nella città di Empire Bay (il nome si riferisce al soprannome dello stato di New York: "The Empire State"), una città immaginaria con ambienti ispirati a Los Angeles e New York City, con influenze di Chicago e Detroit. Il gioco è caratterizzato da una mappa completamente esplorabile di 26 km², non ci sono limitazioni sin dall'inizio del gioco. Ci saranno, inoltre, circa 50 veicoli e musiche originali del periodo. Molte armi da fuoco del primo gioco verranno riproposte e faranno il loro debutto, invece, armi della seconda guerra mondiale.

 

mafia_2

 

Essendo un gioco ottimizzato per schede video Nvidia, la GTX 570 Sonic Platinum riesce a superare addirittura la proposta bi-processore AMD 6990 raggiungendo la GTX 580, essendo la proposta di AMD non pienamente sfruttata dalla tecnologia CrossFire.


Resident Evil 5

Resident Evil 5, conosciuto in Giappone come BIOHAZARD 5, è un videogioco del genere survival horror, ed è l'ottavo capitolo della serie principale di videogiochi Resident Evil, è uscito per PlayStation 3 e Xbox 360. Il gioco, sviluppato e pubblicato da Capcom è ambientato undici anni dopo il disastro di Raccoon City, avvenuto nel 1998, e cinque dopo l'avventura di Leon Scott Kennedy in Spagna, che ha avuto luogo nel 2004. Nel 2009 Chris Redfield, ex membro della squadra speciale S.T.A.R.S., si è unito ad una compagnia che combatte il bioterrorismo, chiamata B.S.A.A. Viene inviato nel cuore dell'Africa, precisamente nella regione di Kijuju, ad indagare su una misteriosa minaccia bioterroristica. Li fa la conoscenza di una ragazza, Sheva Alomar, membro del ramo africano della B.S.A.A. I due scoprono presto gli orrori del luogo: i nativi di Kijuju sono stati infettati da un misterioso parassita, che li ha condannati a rimanere in uno stato permanente di furia omicida. I due agenti della B.S.A.A. affrontano quindi le orde di nemici, chiamati Majini, cercando allo stesso tempo di impedire la diffusione del parassita. Contemporaneamente Albert Wesker, ex capitano della S.T.A.R.S. e nemesi di Chris, si reca in Africa per collaborare con Excella Gionne, la proprietaria della compagnia farmaceutica Tricell. Wesker, aiutato da una misteriosa donna incappucciata che fa il lavoro sporco per lui, cerca di contrastare i piani della B.S.A.A., intento a dominare il mondo.

 

re5

re5_aa8x

 

I risultati evidenziano ancora una volta come le frequenze di funzionamento superiori comportino un aumento dei frame per secondo rispetto alla versione reference di Nvidia.


Final Fantasy XIV

Final Fantasy XIV  è il secondo MMORPG della serie di Final Fantasy, pubblicato da Square Enix e rilasciato il 30 settembre 2010 per Microsoft Windows, mentre per la versione per PlayStation 3 verrà rilasciato nel 2011. L'universo di Final Fantasy XIV è rappresentato dagli elementi caratteristici del genere Fantasy nonché gli elementi tipici della serie Final Fantasy. Il mondo su cui è ambientato il gioco si chiama Hydaelyn, mentre tutte le nostre avventure si svolgono principalmente nella regione di Eorzea, che comprende il contintente di Aldenard e tutte le isole circostanti. In tutto il regno si possono trovare dai climi più duri ed inospitali fino ai più dolci e temperati, tanto vari e vasti quanto i suoi paesaggi. Grandi foreste e distese desertiche si estendono fino all'orizzonte nascondendo al suo interno creature tanto varie quanto feroci. Varie Città-Stato si contendono e dividono il territorio. All'inizio del gioco il giocatore potrà creare un personaggio appartenente ad una delle 5 razze giocabili. Ogni razza poi è a sua volta organizzata in 2 clan.

 

ffxiv

 

Il Benchmark Final Fantasy XIV valuta le prestazioni della nostra scheda video in base ai frame per secondo dando come risultato finale uno score che si inserisce in questo caso tra GTX 580 e GTX 570 Reference.


Dirt2

Il gioco è basato sulla tecnologia Ego, che vedremo anche nel prossimo capitolo di Operation Flashpoint.In DiRT 2 è presente una modalità World Tour che consente di gareggiare in varie location sparse per il mondo: Utah, Giappone, Malaysia, Cina, Croazia, Bassa California, Marocco e Londra. Sono presenti modalità di gara molto diverse tra loro, come Rally, Corsa a Tempo, Distruggi le Porte, Raid, Eliminazione e Dominazione, oltre alla semplice "gara classica". l rally diventa uno sport estremo e ancora più adrenalinico con Colin McRae DiRT 2: nuove corse con appassionanti testa a testa, tracciati dal realismo impressionante ed eventi speciali in stadi e circuiti spettacolari. Da Londra alla Malesia, dal Marocco a Los Angeles, conquista il mondo delle corse fuoristrada!…..Il gioco supporta le DirectX11.

 

Dirt_2

Dirt_2_aa4x

Dirt_2_aa8x

 

La 570 Sonic Platinum si piazza tra GTX 580 e GTX 570 tranne nel caso in cui si disattiva l'Antialiasing, infatti in questo caso si piazza tra la dual GPU AMD 6990 in modalità normale e la modalità OC.


Aliens vs predator

Alien vs Predator (AvP) è un videogioco sparatutto in prima persona sviluppato da parte di Rebellion Developments, già autori di altri due titoli dedicati al franchise. Il gioco è stato pubblicato da SEGA. Il gioco propone al giocatore di interpretare una delle tre razze disponibili, ognuna con caratteristiche proprie: Marine, Predator e Alien. l'Alien ha visione grandangolare e può cadere da altezze indicibili senza il minimo danno ma, soprattutto, può camminare (e correre) sulle pareti e ciò cambia sensibilmente il modo in cui affrontare i quadri. All'inizio non è facile muoversi con scioltezza e rapidità passando da una parete verticale ad un soffitto come se nulla fosse; dopo pochi minuti iniziamo "a prenderci gusto"...Ecco un marine, un colpo di artigli in corsa ed il marine è morto. Facile. Ecco un altro marine, ci vede, gli corriamo incontro, ha il lanciafiamme. Bruciamo assieme. Ed ora il Predator.

 

avp

avp_aa4x

 

La scheda Palit si scontra con la AMD 6970 2GB riscontrando un minor numero di fps quando si attiva l'Antialiasing.


Metro 2033

Metro 2033 è un videogioco d'azione che combina elementi dei survival horror e degli sparatutto in prima persona. il gioco è basato sul romanzo Metro 2033 dello scrittore russo Dmitry Glukhovsky. È stato sviluppato da 4A Games in Ucraina e pubblicato nel marzo 2010 per Xbox 360 e Microsoft Windows. Si è nella città di Mosca nell'anno 2033. In seguito ad una catastrofe nucleare, i sopravvissuti sono costretti a vivere nelle metropolitane della capitale russa, organizzati in stazioni simili a città stato. In quest'ultime si respira un'atmosfera opprimente e angosciante. Il buio cela molte insidie, tra le quali la frequente possibilità di imbattersi in mostruose creature che popolano le stazioni. La minaccia principale è rappresentata dai Tetri, definiti come i nuovi homines, "vincitori della battaglia per la sopravvivenza", e destinati ad ereditare la Terra.

 

Metro

Le prestazioni riscontrate sono molto simili a quelle della GeForce GTX 580 reference di Nvidia.


S.T.A.L.K.E.R.: Call of Pripyat

S.T.A.L.K.E.R.: Call of Pripyat è uno sparatutto in prima persona di genere fantascientifico post-apocalittico, sviluppato da GSC Game World e pubblicato il 2 ottobre 2009 (5 febbraio 2010 in Europa). Costituisce il terzo capitolo della serie e si colloca cronologicamente dopo i fatti di S.T.A.L.K.E.R.: Shadow of Chernobyl, capostipite della saga. S.T.A.L.K.E.R.: Clear Sky, il secondo capitolo, ne è invece il prequel. Come i precedenti, anche S.T.A.L.K.E.R.: Call of Pripyat è stato sviluppato con l'engine proprietario X-Ray Engine. Un gruppo di Stalker ha raggiunto per la prima volta il cuore centrale di tutta la Zona, la Stazione Nucleare di Chernobyl. La situazione già grave nella Zona si complica e c'è il rischio concreto di una vera catastrofe. Una energia immensa sta cambiando in maniera anomala le zone, ci saranno ancora delle zone da considerarsi sicure ma per la maggior parte tutta l'area sarà ora piena di strane anomalie. Molti degli Stalker e degli altri abitanti della zona sono morti in seguito a questi cambiamenti, mentre nuove zone appaiono ovunque nel territorio. La Zona ora è particolarmente instabile, cosa fare per fermare le anomalie? Il gioco supporta le DirectX 10.1

 

Stalker

Stalekr_aa4x

In questo caso abbiamo riscontrato prestazioni superiori rispetto alla GTX 580 e alla 5970 2GB attivando l'Antialiasing.


Lost Planet 2

Lost Planet 2 è un gioco prodotto e sviluppato da Capcom e distribuito da Halifax per PS3, Xbox 360 e PC. Inizialmente avrebbe dovuto essere rilasciato nei primi mesi del 2010, ma Capcom lo ha rimandato alla fine del 2010. Il gioco è ambientato 10 anni dopo l'avventura di Wayne Holden in Lost Planet, e le cose sono molto cambiate: Grazie allo sforzo di Wayne e dei suoi amici, EDN III, il pianeta dove si svolge il gioco, ha cominciato un lento processo di terraformazione, il quale ha causato un drastico mutamento climatico. Infatti se prima in Lost Planet 1, il pianeta era solo artico, ora ci sono zone desertiche, zone tropicali con fitte giungle, zone con climi più miti, ecc. Ma ciò non ha portato pace, anzi, ora che il pianeta è più popolato dagli umani, essi si sono nuovamente divisi in bande e veri e propri clan di pirati delle nevi impegnati un una continua e perenne guerra civile per il controllo del pianeta e dell'EN-T, la sostanza liquida usata sia dagli umani come combustibile per la loro tecnologia, sia dagli Akrid, le creature indigene di EDN III le quali sono un perenne problema per gli umani in quanto estremamente aggressive e difficili da uccidere.

 

Lost_planet_2

Lost_planet_2_aa4x

La 570 Sonic Platinum riesce a superare, al contrario della versione reference, la GeForce GTX 480.


HAWX 2

Tom Clancy's H.A.W.X. 2 ("High Altitude Warfare eXperimental") è la seconda versione del simulatore di volo sviluppato dall'Ubisoft Romania disponibile per PC, Xbox 360, Playstation 3 e Nintendo Wii. Durante l'azione, il pilota ha a disposizione diverse novità introdotte rispetto alla versione precedente: visione notturna per condurre attacchi in modalità stealth; pod anti-radar che distrae l'avversario e gli impedisce di attaccare, l'ERS (Enhanced Reality System), che traccia una rotta virtuale per attraversare in modo più sicuro tratti pericolosi. E' inoltre possibile effettuare nuove procedure di volo quali: decolli e atterraggi da piattaforme marine e portaerei, rifornimento in volo, utilizzo di bombe e missili di precisione e teleguidati. Diverse missioni prevedono inoltre il supporto di unità alleate, di terra, di mare e di cielo. Il gioco ha a disposizione diverse visuali: in prima e terza persona, visuale abitacolo (con strumentazione realistica), modalità di scontro aereo (in terza persona con visuale sul campo di battaglia). I dati del pilota vengono mantenuti durante tutte le fasi del gioco, con statistiche, prestazioni, grado ed esperienza attuale, nonché potenziamenti e aerei sbloccati (ricompense P.E.C. -- Persistent Elite Creation). Le informazioni satellitari, aeree e geospaziali presenti nel gioco sono fornite da GeoEye.

 

HAWX

HAWX_aa4x

HAWX_aa8x

Le prestazioni della Sonic Platinum sono superiori rispetto versione reference ma non abbastanza per superare la GTX 580.


F1 2010

F1 2010 (o anche Formula 1 2010) è un videogioco di guida prodotto da Codemasters, basato sul Campionato Mondiale di Formula 1 2010. È stata rinnovata la grafica, con l'introduzione di spettacolari elicotteri che sorvolano la pista nel bel mezzo della gara; inoltre gli autori del gioco hanno voluto dare più enfasi alla luce del sole, che spesso fa illuminare il parabrezza del veicolo. Con l'introduzione di questi piccoli dettagli, Codemasters si è assicurato il titolo di miglior gioco della categoria. F1 2010 include tutti i 24 piloti e le 12 squadre che hanno iniziato la stagione 2010 di Formula 1. Le sostituzioni a metà stagione di Sakon Yamamoto, Nick Heidfeld e Christian Klien non sono incluse.

 

f1_2010

f1_2010_aa4x

f1_2010_aa8x

Anche in F1 2010 la scheda video si posiziona sullo stesso livello della AMD HD 6970 2GB.


 

Palit GTX 570 Sonic Platinum: Overclock

Nonostante la scheda opera ad un frequenza operativa superiore alle versione reference proposta da Nvidia, abbiamo ulteriormente aumentato le frequenze spremendola fino all'ultimo MHz. Per overcloccare non abbiamo utilizzato il software VTune in dotazione alla scheda in quanto non permette l'aumento del voltaggio del core grafico  ma solo la regolazione delle frequenza della GPU, degli shaders e delle memorie oltre alla regolazione delle ventole.

L'overclock è stato quindi eseguito utilizzando il software MSI Afterburn, l'erede di Riva Tuner, che risulta molto completo e facile da utilizzare.

Abbiamo portato il voltaggio della GPU a 1.063v (1.000 a default su MSI Afterburn) e quindi abbiamo incrementato le frequenze in modo da raggiungere 900MHz sulla GPU, 1800MHz per gli shaders e 4200MHz per le memorie.

 

3dmark_2011

 

L'incremento delle frequenze ha portato ad un notevole incremento delle prestazioni ma anche ad un innalzamento delle temperature che, in alcuni casi, hanno sfiorato i 90°C.

 

3dmark_v

ffxiv

A dire il vero è possibile salire ancora di qualche decina di MHz ma le temperature diventano un pochino ingestibili dal dissipatore arrivando in certi casi anche a 100°.

 


Palit GTX 570 Sonic Platinum: Consumi, temperature e rumorosità

La GTX 570 Sonic Platinum, essendo overcloccata, ha consumi maggiori rispetto alla versione base che però durante i test sono stati più che giustificati dalle prestazioni simili alla sorella maggiore GeForce GTX 580.

Utilizzando una pinza amperometrica abbiamo misurato i consumi in idle, durante una sessione di gioco e durante l'utilizzo dello stress test FurMark. I test sono stati condotti sia con la scheda overcloccata ulteriormente sia con le sue impostazioni base.

 

consumi

 

I consumi rilevati sono superiori rispetto alla AMD 6970 da 2Gb ma inferiori rispetto alla GTX 480 tranne in overclock dove sotto stress la scheda consuma ben 523W.

 

Il sistema di dissipazione utilizzato, come già detto, riesce a gestire bene l'overclock di fabbrica ma non quello da noi impostato, le temperature infatti arrivano a sfiorare i 90° durante l'utilizzo di stress test.

 

temperature

 

Le ventole utilizzate risultano abbastanza silenziose in idle ma quando la scheda è tenuta a dare il meglio di se, si riesce a percepire la loro presenza in maniera chiara. Durante le sessioni di gioco o di benchmark la rumorosità è elevata ma non risulta eccessivamente fastidiosa. Invece se si impostano le ventole al massimo del loro regime,  la scheda diventa particolarmente rumorosa.

 


Palit GTX 570 Sonic Platinum: Conclusioni

 

oro

 

Prestazioni : 4,5 stelle
Rapporto qualità/prezzo: 4 stelle
Complessivo : 4 stelle

 

La Palit GTX 570 Sonic Platinum ci ha stupiti dal punto di vista prestazionale eguagliando in molti test la proposta top di gamma single GPU Nvidia GeForce GTX 580 e, in overclock, addirittura superandola costando comunque meno. Il pesante overclock messo in atto dalla Palit viene ben gestito dal sistema di dissipazione proprietario anche se le due ventole di quest'ultimo durante le sessioni più pesanti si fanno sentire.

 

I consumi elevati, così come le temperature, sono giustificati da prestazioni di tutto rispetto, la scheda Palit infatti si presenta come una scheda estrema sotto tutti gli aspetti e adatta a chi vuole sfruttare al massimo il chip GF110 senza però acquistare una GTX 580 ad un prezzo superiore.

Nonostante tutto infatti la Palit GTX 570 Sonic Platinum viene venduta a circa 275€, un prezzo più che giustificato dalle sue prestazioni e ben al di sotto della GTX 580.

palit-geforce-gtx-570-sonic-platinum-1280-m-gddr5-pci-express.jpeg

 

Il sistema di dissipazione è di buon livello, anche se in alcuni casi le temperature sono risultate alte. L'utilizzo di più porte di connessione e quindi di una griglia di areazione più piccola rispetto alla versione standard non permette all'aria calda di uscire facilmente, inoltre la cover in plastica non presenta particolari fori di sfogo e questo limita un pò il flusso d’aria calda che fuoriesce dal chip grafico durante il funzionamento. La cover in plastica per una scheda video enthusiast è un pò limitante, avremmo preferito un sistema più aperto e costruito con materiale di alluminio in modo da facilitare ulteriormente il raffreddamento della scheda.

Un miglioramento del sistema di dissipazione avrebbe anche ridotto il rumore prodotto che, ai massimi regimi, risulta un pochino fastidioso. C'è però da aggiungere che abbiamo testato la scheda con la stagione estiva alle porte e con una temperatura mediamente sopra la media stagionale, tutto ciò ha contribuito quindi ad aumentare la temperatura della GPU di qualche grado.

 

In definitiva la Palit GTX 570 Sonic Platinum ci ha pienamente convinto sotto il piano prestazionale, un pochino meno sotto l'aspetto della qualità dei materiali utilizzati e del sistema di dissipazione, consigliamo comunque questa scheda agli appassionati di overclock e dei videogames in quanto è in grado di offrire prestazioni top di gamma.

 

PRO:

  • Ottime prestazioni
  • Prezzo più che giustificato
  • Overclock di fabbrica ben gestito
  • Possibilità di ulteriore overclock

 

CONTRO:

  • Sistema di dissipazione migliorabile
  • Bundle  limitato

 

Si ringrazia Palit per averci fornito la scheda oggetto di questa recensione.

 

Giovanni Abbinate