MSI N680GTX Lightning in SLI: due GTX 680 da doppio colpo di fulmine…

Tags: nvidiaoverclockgeforcereviewrecensionegpuMSislitestgtx 6802560x1440lightningtemperaturan680gtx lightning5760x1080

N680L 12L'overclock è diventata una pratica molto diffusa anche tra gli utenti non enthusiast, per tale motivo MSI si è impegnata molto in quest'ambito ed ha sfornato una delle migliori schede video attualmente in commercio. Appartenente alla rinomata serie top di gamma MSI, la N680 Lightning è entrata subito nei cuori degli overclockers non solo grazie alla sua bellezza ma soprattutto grazie alla sua elevata propensione all'overclock. Non ci resta quindi che indossare il bavaglino e ammirare questo gioiellino attraverso un elevatissimo quantitativo di test. Oltre ai test effettuati con risoluzione standard, infatti, troverete anche quelli in WQHD e in configurazione a triplo monitor.

 

 

 

 

 

MSI, con sede principale a Taiwan, è di diritto nell'olimpo dell'hardware grazie ai suoi prodotti di qualità e alle innovazioni apportate con il passare degli anni. Sin dagli albori infatti è stata in grado di proporre soluzioni all'avanguardia e che guardassero oltre gli standard del mercato. Grazie a tale visione innovativa, potremmo considerarla come un'ingranaggio fondamentale all'interno della grande macchina della tecnologia.

logo

Nata nel 1986 a Taipei, MSI può essere considerata la principale fondatrice dell'overclock grazie alla prima scheda madre al mondo, prodotta solo un anno dopo la nascita dell'azienda, che permetteva tale pratica. Con il passare degli anni, Micro-Star International ha continuato a riscuotere successo in questo settore attraverso l'utilizzo di componenti di alta qualità e di particolari sistemi di alimentazione e di raffreddamento come la tecnologia DrMOS delle schede madri (alla quale si deve l'attuale sistema di alimentazione adottato dalla maggior parte delle case produttrici) e i più recenti componenti della serie Military Class presenti sia sulle mainboard che sulle schede grafiche.

Oltre al mercato delle schede video e delle schede madri, MSI  si è poi introdotta con successo anche nel mercato dei PC All-in-One, notebook, Barebone e Desktop, diventando inoltre la principale ditta fornitrice dell’hardware dei PC DELL Alienware e di molti altri preassemblati.

Negli ultimi anni MSI ha introdotto una nuova serie do prodotti nel mercato delle schede video, le Power Edition, come lascia intuire il nome, sono delle schede video con features migliori rispetto alle versioni standard che ne permettono non solo una maggior tendenza all'overclock ma anche una durabilità e una affidabilità superiore ma è con la serie Lightning che il marchio vede la sua apoteosi in ambito ingegneristico.

MSI Series

Le schede video della serie Lightning sono dedicate espressamente all'overclock e racchiudono, sotto un eccellente dissipatore dual slot della serie Twin Frozr, un PCB completamente custom e componenti di altissima qualità in grado di far venire la pelle d'oca anche agli overclockers più incalliti, non a caso, tra R7970 e N680 Lightning, l'albo d'oro di MSI è notevolmente cresciuto e i record mondiali conquistati, soprattutto prima dell'uscita delle GTX Titan, è davvero impressionante.

 

 

SLI MSI N680GTX Lightning  Prodotto recensito da Giovanni Abbinante in data . Voto: 5. Prezzo medio in Italia 580€.

Il design della serie Lightning nel corso degli anni

 

La serie Lightning non ha fatto la sua prima apparizione con le AMD serie 7000 o le Nvidia serie 600, le prime proposte, anche se molto performanti, non si differenziavano molto dalle altre schede video per quanto riguarda il design, se vogliamo dirla tutta la N260GTX Lightning era abbastanza bruttina, l'unica differenza a livello stilistico del dissipatore Twin Frozr I risiedeva nell'utilizzo di un frame più scuro utilizzato però esclusivamente per la Black Edition, più dedita all'overclock e accessoriata con il pannello AirForce che purtroppo non riscosse molto successo.

n260

La MSI N275GTX Lightning, equipaggiata con il dissipatore Twin Frozr II, pur essendo una scheda video da overclock, non si differenziava, sempre stilisticamente parlando, dalle versioni reference, così come la R5870, la prima di casa AMD a far parte della serie.

n275 r5870

Con la N480 Lightning si hanno i primi segni di distaccamento della serie da overclock rispetto alle schede video classiche, la scheda video presenta un prototipo di dissipatore più vicino al Twin Frozr III ma contraddistinto da un design ai tempi poco gradito, forse a causa di ciò la R6970 fu commercializzata con l'attuale dissipatore Twin Frozr III.

n480 r6970

Anche la N580 Lightning fu commercializzata con un dissipatore Twin Frozr III ma, nella sua versione Xtreme, si vestì di nuovi colori e di nuove interessantissime features come la tecnologia Propeller Blade e le ventole in grado di cambiare colore a seconda della temperatura d'esercizio della scheda video. Purtroppo con tale scheda video abbiamo avuto l'apoteosi del design, dopo questo introvabile gioiellino le MSI Lightning si sono sempre più contraddistinte per le features.

n580

Arriviamo così alla R7970 e alla N680 Lightning, la prima fu la promotrice del sistema di dissipazione Twin Frozr IV utilizzato successivamente in versione ridotta anche per la serie Hawk e la serie Power Edition e, tra pochissimo, anche sulla serie Gaming. A livello di design a far la differenza c'è la colorazione nera e gialla, il bracket dorato, la presenza di molti led on board e il GPU Power Reactor (utilizzato anche per la serie Hawk).

 


Twin Frozr: Sistema di dissipazione - Cenni storici

 

Nel corso di una recente recensione di un prodotto MSI, abbiamo realizzato un piccolo approfondimento riguardante il sistema di dissipazione MSI Twin Frozr, considerato uno tra i migliori in circolazione in quanto in grado di garantire ottime performance, soluzioni innovative e contenere tutto ciò in due soli slot; visto l'interesse vi riproponiamo lo stesso approfondimento in versione aggiornata.

Il primo sistema di dissipazione appartenente alla famiglia Twin Frozr fu utilizzato su di una N285GTX Superpipe nel lontano 2009, probabilmente, il suo design spartano e le poche innovazioni, non fecero in modo che tale sistema di dissipazione diventasse particolarmente apprezzato. Come già visto nella pagina precedente venne anche presentata una versione con colorazione nera utilizzata per la N260 Lightning Black Edition.

TF1

 

260 lightning twin frozr i

 

La seconda versione del Twin Frozr, chiamata appunto Twin Frozr II, segnò la svolta; introdotta con la serie 5000 di AMD Radeon (a quei tempi ancora ATI Radeon) si fece notare per un design molto più accattivante che ricordava una pistola, design che per MSI voleva probabilmente richiamare l’adozione della componentistica Military Class. La vera innovazione però risiedeva nelle nuove e particolari ventole utilizzate che grazie alla presenza di un maggior numero di pale e alla forma più affusolata delle stesse, garantivano non solo uno spostamento d'aria maggiore ma anche un sostanzioso abbattimento della rumorosità. Furono utilizzate inoltre le SuperPipes, delle Heat Pipes con diametro più grande (8mm) in grado di permettere una migliore distribuzione del calore al fine di un miglior smaltimento. Non mancarono inoltre le versioni particolari come le Golden Edition caratterizzata da una colorazione ramata anche se purtroppo queste edizioni speciali risultavano molto difficili da reperire.

TF2

 

5850 gold

 

twin frozr ii

La terza versione fu proposta in diverse varianti: la prima, rossa e nera, utilizzata per la GTX 480 Lightning, non riscosse molto successo, pertanto passò poco tempo prima di vedere sul mercato una variante che ricalcasse le linee del Twin Frozr II. Con la terza versione furono introdotte le ventole con tecnologia Propeller Blade che, simili a quelle della precedente generazione, sfruttavano una differente granulosità lungo le pale per diminuire l'attrito con l'aria e aumentare quindi lo spostamento d'aria prodotto, ma allo stesso tempo ridurne ulteriormente il rumore. Come visto in precedenza, con la GTX 580 Lightning Xtreme il Twin Frozr III subì un leggero restilyng, inizialmente si pensò che tale proposta fosse adibita solo per questa particolarissima versione, in realtà tale cambiamento sancì l'inizio di una ulteriore evoluzione che nel giro di pochi anni avrebbe portato all'attuale sistema di dissipazione Twin Frozr IV. In questa particolarissima e rara versione, abbandonata la colorazione grigia la cover assunse una colorazione nera con particolari blu, le ventole erano in grado di cambiare colorazione dal bianco al blu a seconda della temperatura ma ciò rappresentava solo la punta dell'iceberg. Con la tecnologia Dust Removal MSI pose l'ennesima pietra miliare nell'innovazione tecnologica dei sistemi di dissipazione: sfruttando la rotazione inversa delle ventole, per pochi secondi successivi all'accensione del PC, nella fase di boot strap, il sistema di dissipazione divenne in grado di rimuovere la polvere che si andava a depositare sul corpo lamellare.

480gtx

 

TF3

twin frozr iii 1 rev twin frozr iii 2 rev twin frozr iii 3 rev

Eccoci finalmente giungere al sistema di dissipazione Twin Frozr IV; presentato ufficialmente con la R7970 Lightning si propone, nelle versioni appunto Lightning, in una colorazione nera e gialla e nelle versioni Hawk e Power Edition in una colorazione nera e blu simile a quella utilizzata nella Lightning Xtreme ma con ventole che non cambiano colore in base alla temperatura. In questi ultimi mesi abbiamo inoltre visto alcune anteprima riguardanti le schede video della serie Gaming contraddistinte da un Twin Frozr IV con una striscia rossa su sfondo nero. Le Lightning e le Hawk sono state le prime schede video ad essere equipaggiate con il GPU Reactor, un PCB aggiuntivo, dal design accattivante, installabile nel backplate in grado di aumentare ulteriormente la propensione all'overclock.

7970ltwin frozr iv

 


MSI N680 Lightning: Confezione e bundle parte 1

 

La MSI N680 Lightning viene commercializzata all'interno di una confezione in cartone dalle esagerate dimensioni di 438x90x270mm, basti pensare che la mainboard MSI Z77 MPower viene commercializzata all'interno di una confezione grande "solo" 330x85x275.

La confezione ritrae un jet in volo su sfondo verde, a destra è presente il logo della tecnologia "unlocked digital power" che tornerà molto utile durante l'overclock; nella parte bassa è riportato il nome della scheda video seguito da alcune caratteristiche tecniche come l'interfaccia PCI-E 3.0, 2GB di memoria GDDR5 on board e il supporto alle librerie DX11, in alto a sinistra infine è presente il logo MSI.

N680L confezione e bundle 1 N680L confezione e bundle 2N680L confezione e bundle 3 N680L confezione e bundle 6

La facciata anteriore è apribile come per la maggior parte delle schede video prodotte da MSI: non appena sollevata la facciata esterna potremo scorgere la scheda video attraverso una finestrella, quest'ultima è contornata da informazioni riguardanti le features per l'overclock e il sistema di dissipazione utilizzato.

La parte posteriore della confezione è contraddistinta da un dettagliato elenco delle features e dai requisiti di sistema, sono inoltre riportate informazioni inerenti alla casa produttrice e il quickmark che se visualizzato con dispositivi multimediali mobili porterà il browser alla pagina inerente alle schede video prodotte da MSI.

N680L confezione e bundle 4 N680L confezione e bundle 7N680L confezione e bundle 8 N680L confezione e bundle 9N680L confezione e bundle 10

Lateralmente non sono presenti particolari degni di nota tranne per quanto riguarda l'adesivo riportante la denominazione completa del prodotto acquistato e il relativo Serial Number, indispensabile per la procedura di RMA, nel sample ricevuto ovviamente tale adesivo non è presente... come facciamo dunque a sapere che è presente?  Abbiamo acquistato un secondo esemplare, in modo da testare anche lo SLI di GTX 680 Lightning!

N680L confezione e bundle 5

Rimossa la confezione, non ci ritroveremo dinanzi al solito contenitore in cartone chiuso da un blister trasparente, bensì saremo alle prese con una scatola nera che racchiude al suo interno un frame spugnoso con la scheda video incastonata centralmente. La confezione interna è molto ben curata e assicura perfettamente la scheda video da urti o cadute accidentali, la scheda video è inoltre avvolta all'interno di una busta antistatica.

 


MSI N680 Lightning: Confezione e bundle parte 2

 

Il bundle è purtroppo, anche per questa versione top di gamma, molto limitato. Troviamo una coppia di inutili adattatori 2 x molex to 8pin : se comprate una scheda video di ultima generazione e avete ancora bisogno di tale adattatore probabilmente state sbagliando qualcosa. Sotto al frame in spugna è presente un coperchio in cartone che separa la scheda video dal resto del bundle che comprende, oltre al già citato adattatore per l'alimentazione:

  • Disco contenente i Driver (consigliamo vivamente il download dei driver aggiornati dal sito principale Nvidia)
  • Guida all'utilizzo
  • Guida all'installazione
  • Adattatore DVI to VGA (inutile)
  • Certificato riguardante la qualità dei componenti
  • Prolunghe per i V-Ceck Point
  • Cavo SLI

N680 Lightning Bundle

Come si può notare, quindi, non c'è niente di eccezionale, ci saremmo aspettati qualcosa in grado di rendere questa scheda video unica, anche qualcosa di semplice come un poster o un piccolo adesivo. La presenza nel bundle di un gioco o di una licenza per il 3D Mark sarebbe stata ancor più gradita, ed in effetti in alcuni casi è possibile trovare un coupon per il download del gioco Assassin’s Creed III.

 


MSI N680 Lightning: Un primo sguardo

 

Fuori dalla confezione la scheda video MSI risulta molto imponente ed esteticamente fantastica.

Come già accennato, la scheda è overvloccata di fabbrica: la frequenza del core, infatti, è stata aumentata di ben 105MHz rispetto alla versione reference raggiungendo quindi 1111MHz, la frequenza delle RAM resta invece invariata a 1502MHz.

gpuz default

Ovviamente la GPU supporta nativamente il bus PCI-E 3.0 che ne aumenta la versatilità principalmente nel GPU Computing.

N680L 3

Sono inoltre supportate le librerie DirectX 11.1, implementate con il nuovo sistema operativo Microsoft Windows 8.

N680L 1 N680L 5

Per quanto riguarda il comparto connessioni, le uscite disponibili sulla MSI Lightning sono le stesse della versione reference, pertanto sarà possibile collegare uno o più monitor a due porte DVI, una DP e una HDMI.

N680L 9 N680L 10

Seppur in dotazione sia disponibile un solo bridge SLI, sarà possibile montare, scheda madre permettendo, fino a quattro GPU in Quad SLI utilizzando tre bridge.

Vicino al connettore SLI è presente un piccolo switch che permette di selezionare due possibili BIOS: il primo, con i settaggi descritti sopra, rappresenta quello standard, mentre il secondo è il cosidetto "BIOS LN2" che porterà la scheda madre alle frequenze reference ma sbloccherà completamente la modifica di tutti i voltaggi permettendo appunto l'overclock estremo come quello che si effettua utilizzando l'azoto liquido (LN2).

N680L smontaggio 25

L'alimentazione non avviene tramite due cavi PCI a 6pin come per il modello reference ma attraverso due 8pin, i connettori sono posti come di consueto sul lato superiore in modo da non creare problemi nel caso in cui la scheda video fosse installata all'interno di un case con profondità ridotta.

Nella parte posteriore sono inoltre presenti tre punti di misurazione delle tensioni, utilizzabili con i cavetti v-check in dotazione, nello specifico sarà possibile leggere attraverso un voltmetro il voltaggio della GPU, delle memorie e del VCCD.

N680L smontaggio 11

 


MSI N680 Lightning: Il sistema di dissipazione

 

Il sistema di dissipazione utilizzato è il rinomato Twin Frozr IV, introdotto proprio con una Lightning, nello specifico la R7970 Lightning; per quanto riguarda questa serie, si presenta in una colorazione nera con linee gialle, si accosta quindi perfettamente alle schede madri della serie MPower; probabilmente tra qualche mese vedremo anche una nuova scheda madre Z87 XPower III con questo stile. Le due ventole PWM utilizzate sono da ben 10 cm, più grandi quindi rispetto a quelle utilizzate sulla maggior parte delle schede video MSI. Come ormai d'abitudine, sono entrambe delle Propeller Blade, ovvero contraddistinte da un alto numero di pale dalla linea affusolata e dalla diversa granulosità; questa caratteristica, stando a quanto affermato da MSI e stando a quanto constatato dalle nostre molteplici recensioni di prodotti MSI, abbatte il rumore provocato dallo spostamento d'aria ma allo stesso tempo garantisce una eccellente efficenza.

N680L 2

Analizziamo quindi nel dettaglio il sistema di dissipazione smontando prima di tutto il GPU Reactor, quest'ultimo è composta da una cover esteticamente molto accattivante che però principalmente protegge il PCB aggiuntivo (appunto il GPU Reactor vero e proprio). Il GPU Reactor non è altro che un piccolo PCB composto da una serie di condensatori al tantalio in grado di garantire un flussso di energia più costante e maggiore alla GPU. E’ presente anche una serie di LED in grado di indicarci il carico della GPU 

N680L smontaggio 1 N680L smontaggio 2N680L smontaggio 3 N680L smontaggio 4N680L smontaggio 5

La parte posteriore del PCB è inoltre protetta da un backplate, è capitato molto raramente che il backplate fosse a diretto contatto con la componentistica che emana calore attraverso un pad termico, per la Lightning non è realizzato solo per "vestire" il PCB ma ha effettivamente lo scopo di raffreddare.

N680L smontaggio 6 N680L smontaggio 7N680L smontaggio 8

Una volta rimosse le quattro viti principali che circondano la GPU, potremo togliere anche la cover fermata al corpo dissipante attraverso altre 4 viti.

Il corpo dissipante principale è molto ampio e si estende per tutta la lunghezza della scheda. La zona lamellare si unisce con la parte a diretto contatto con la GPU attraverso 5 heatpipes di cui due superpipes da 8mm; il dissipatore è realizzato in rame nickelato.

N680L smontaggio 9 N680L smontaggio 10N680L smontaggio 12 N680L smontaggio 13N680L smontaggio 14 N680L smontaggio 15N680L smontaggio 16 N680L smontaggio 17

Le memorie RAM e parte del sistema di alimentazione sono raffreddate da un ulteriore dissipatore a basso profilo, quest'ultimo contrariamente a quello per la GPU non utilizza la pasta termica per il trasferimento del calore bensì un pad termico.

N680L smontaggio 18 N680L smontaggio 19N680L smontaggio 20 N680L smontaggio 21N680L smontaggio 22 N680L smontaggio 23

Rimosso anche questo dissipatore è possibile ammirare il PCB in tutto il suo splendore, impreziosito dai componenti military Class III tra cui spiccano le fasi d'alimentazione dorate, il rinomato controller della tensione Chil CHL8318 PWM ad 8 canali e le memorie prodotte da Samsung riportanti il numero di serie K4G20325FG-FC03, gli stessi moduli che troviamo anche su altre importanti schede video da overclock.

N680L smontaggio 24 N680L smontaggio 26

Analizzando nel dettaglio le fasi di alimentazione troviamo un design di tipo 8+3+1 (core/memorie/PLL) per un totale di 12 fasi. Possiamo distinguere chiaramente le fasi dedicate alla GPU e alle memorie, posizionate alla destra del chip Kepler, la fase dedicata al PLL è invece posizionata in basso a sinstra e presenta un design leggermente diverso. Le fasi dedicate a GPU e memorie sfoggiano un design davvero avanzato. Spiccano gli induttori SFC con rivestimento in oro, ma ad uno sguardo più attento scorgiamo i copperMOS, dei MOSFET protetti da package in rame per garantire una migliore conducibilità termica e operatività in overclock estremo. Troviamo sul lato frontale 1 High Side e 1 Low Side per ogni fase, mentre nella parte posteriore troviamo  il secondo Low side. Abbiamo inoltre condensatori al tantalio su entrambi i lati del PCB e un LED per indicare l’operatività della rispettiva fase. E’ uno dei design più avanzati visti finora su una scheda video e come vedremo questa qualità sarà ripagata dai risultati che è in grado di ottenere la scheda in overclock.

Proseguiamo quindi con la sessione di test ma prima vi regaliamo qualche foto "hot".

N680L smontaggio 27 N680L smontaggio 28N680L smontaggio 29 N680L smontaggio 30N680L smontaggio 31 N680L smontaggio 32

 


MSI N680 Lightning: Sistema e metodologia dei test

 

Abbiamo testato le due MSI N680 Lightning sul seguente sistema di prova:

 Sistema di prova

Queste le applicazioni interessate:


Benchmark Sintetici:
3d mark vantage
3d mark 2011
3D Mark 2013
Unigine Heaven 3.0
Unigine Heaven 4.0
Unigine Valey 1.0
Specviewperf
Computemark
PLA

 

Giochi dx11:
Aliens vs Predator
Batman Arkham City  
Crysis 2  
Crysis 3
Tomb Raider
Battlefield 3  
Shogun 2 Total War
Sniper V2


I test sono stati eseguiti sulla piattaforma descritta nella precedente tabella, utilizzando come Sistema Operativo Microsoft Windows 7 x64, il processore inoltre è stato portato a 4 GHz per garantire una comparativa più precisa con le altre schede video testate in precedenza dalla redazione, per evitare colli di bottiglia derivanti dalla CPU e variazioni di frequenza dovute a una diversa gestione del Turbo Boost.

gpuz default

I test sono stati eseguiti utilizzando i driver ForceWare 314.07 disponibili sul sito ufficiale Nvidia.

Sono stati effettuati inoltre i test in modalità multimonitor con risoluzione 5760x1080p, i test con risoluzione WQHD (2560x1440) e i test in modalità SLI utilizzando una scheda video identica. Per problemi di spazio dovuti al GPU Reactor con quest'ultima configurazione abbiamo dovuto rimuovere la cover della scheda audio Creative Fatal1ty Platinum Pro, ovviamente la situazione potrebbe cambiare in base alla scheda madre utilizzata.

 N680L 11 N680L 13

Eccovi qualche foto del sistema utilizzato per i test:

N680L postazione 1 N680L postazione 2 N680L postazione 3N680L postazione 4 N680L postazione 5

 

 


 

3D Mark Vantage

Benchmark sintetico sviluppato da Futuremark, richiede obbligatoriamente la presenza nel sistema di una scheda video con supporto alle API DirectX 10 e di un sistema operativo Windows Vista e 7. Il benchmark si compone di 6 distinti test: 4 incentrati sulla GPU e 2 sulla CPU. I test si eseguono scegliendo tra 4 preset configurati da Futuremark, caratterizzati da un livello di carico di lavoro differente, così da meglio riprodurre lo scenario tipico di utilizzo del proprio sistema a seconda del tipo di configurazione Hardware in uso. Il software consente di impostare la configurazione Entry, Performance, High e Extreme. I test sono stati fatti solo nella modalità Entry, Performance e High.

3D Mark Vantage

Al vertice della classifica non possiamo far altro che trovare le nostre due MSI N680 Lightning che staccano di qualche punto percentuale le versioni reference. Anche la singola MSI Lightining riesce a distaccare di qualche punto percentuale la GeForce GTX 680 reference.


 

 3D Mark 2011

Ultimo benchmark prodotto da Futuremark, che richiede la presenza nel sistema di una scheda video con supporto alle API DirectX 11. La software house sviluppatrice afferma che i test sulla tessellation, l'illuminazione volumetrica e altri effetti usati nei giochi moderni rendono il benchmark moderno e indicativo sulle prestazioni “reali” delle schede video. 3DMark 11 Advanced Edition permette di impostare tre modalità di benchmark in DX11, Performance, High e Extreme. Il primo test, basato sullo scenario Deep Sea, non applica la tessellation ma fa uso di un sistema d'illuminazione e ombre marcato. Il secondo test, nuovamente fondato su Deep Sea, applica un livello di tessellation medio e riduce, anche in questo caso a livello intermedio, l'illuminazione. Il terzo test grafico, basato sullo scenario High Temple, ha un livello di tessellation medio e illuminazione ridotta. Il benchmark non sfrutta la tecnologia PhysX di Nvidia.

3D Mark 2011

Con la versione 2011 si ripresenta il quadro già visto in precedenza, dove al vertice della nostra classifica abbiamo le due GTX 680 in modalità SLi. Anche in modalità singola assistiamo ad una situazione già vista in precedenza con un lieve miglioramento rispetto alla versione singola.

 


 

3D Mark 2013

Ultimisso Benchmark di casa Futuremark deve la sua particolarità al fatto di essere multipiattaforma, anche se al momento è ancora in fase di programmazione in futuro sarà possibile mettere a confronto anche le prestazioni degli Smartphone. La suite è composta principalmente da 3 test inerenti alle fascie basse, medie e alte di pc, nel nostro caso abbiamo eseguito il Benchmark Cloud Gate (fascia media) e Fire Strike (fascia alta) creato in collaborazione con MSI.

3D Mark 2013

Con l'ultima versione del noto 3D Mark, vediamo sempre che in cima alla nostra classifca troviamo le nostre MSI Lightning che ovviamente distaccano tutte le altre VGA.

 


 

Unigine Heaven 3.0 e 4.0

Unigine ha presentato l’ultima versione del suo benchmark DirectX 11 nei giorni scorsi, che permette agli utenti di provare la propria scheda video con le nuove librerie grafiche. Basato su motore Unigine, Heaven supporta schede video DirectX 11, DX 10, 9, OpenGL e il 3D Vision Surround di Nvidia. Il benchmark è stato testato in DX11 e con tessellation su Extreme.

unigine 3.0

 

 

unigine 4.0

Ancora una vola assistiamo ad un quadro generale già visto nei precedenti bencmark dove le schede di MSI primeggiano in maniera assoluta verso le altre schede grafiche. Stesso discorso vale anche per la versione 4.0 di questo noto benchmark.


 

Unigine Valley

 

Rilasciato insieme alla versione Unigine 4.0, Valley è un nuovo benchmark dall'ambientazione suggestiva in una vallata. E' stato sviluppato per sfruttare al meglio le DirectX 11 ed è stato testato con qualità impostata su Ultra e AA 8x.

valley

Non poteva altro che ripetersi lo scenario già visto in precedenza dove abbiamo al vertice della nostra classifica le schede prodotte da MSI che distaccano leggermente le versioni reference Nvidia.


 

Specviewperf 11


Questo Applicativo Benchmark sfrutta i motori grafici di applicativi professionali come CAD e DCC. Il test fornisce un quadro generale sulle prestazioni delle attuali schede grafiche fornendo una valutazione sul reale comportamento in un dato benchmark.  La valutazione avviene tramite la visualizzazione di Demo interattive in cui si va a simulare spostamenti o interazione con i modelli tridimensionali.  Questo software ci fornirà i dati in un sistema di grafici per  singoli test e globale.

I test che vengono eseguiti sono i seguenti:

 

  • Catia - Dassault Systèmes
  • Ensight - CEI
  • Lightwave - Newtek
  • Maya - Autodesk
  • ProEngineer - Creo Parametric
  • SolidWork - Dassault Systèmes
  • TeamCenter Visualization Mockup - Siemens
  • Siemens NX

 

specviewperf1

 

specviewperf2

specviewperf3

specviewperf4

Come abbiamo avuto modo di verificare le schede Nvidia non sono particolarmente indicate per queste scenari, dove le VGA di AMD ne fanno da padrone.


Compute Mark

E' il primo benchmark che misura la capacità computazionale degli shaders in ambiente windows in DX 11 delle nuove vga. E' il primo benchmark only DX11.

computemark

 

Questo test come è possibile vedere, non ama particolarmente le VGA in modalità SLi o CrossFire. Infatti le prestazioni sono praticamente uguali alla singola VGA. Le prestazioni sono leggermente inferiori a quella di una Radeon HD 7970 Ghz. Edition ma sempre di alto livello.


PLA

 Passion Leads Army, è uno shooter in prma persona sviluppato da una software house cinese in collaborazione con Nvidia. L'engine è basato sul noto motore grafuci Unreal Engine 3.

 

pla benchmark

 

Nella nostra classifica vediamo come le VGA di MSI risultano le più veloci in assoluto, confermando ancora una volta come quest benchmark prediligie decisamente le VGA prodotte da Nvidia piuttosto che quelle prodotte da AMD.

 

 

 


Aliens vs predator

Alien vs Predator (AvP) è un videogioco sparatutto in prima persona sviluppato da parte di RebellionDevelopments, già autori di altri due titoli dedicati al franchise. Il gioco è stato pubblicato da SEGA. Il gioco propone al giocatore di interpretare una delle tre razze disponibili, ognuna con caratteristiche proprie: Marine, Predator e Alien. l'Alien ha visione grandangolare e può cadere da altezze indicibili senza il minimo danno ma, soprattutto, può camminare (e correre) sulle pareti e ciò cambia sensibilmente il modo in cui affrontare i quadri. All'inizio non è facile muoversi con scioltezza e rapidità passando da una parete verticale ad un soffitto come se nulla fosse; dopo pochi minuti iniziamo "a prenderci gusto"...Ecco un marine, un colpo di artigli in corsa ed il marine è morto. Facile. Ecco un altro marine, ci vede, gli corriamo incontro, ha il lanciafiamme. Bruciamo assieme. Ed ora il Predator.

AvP

AvP ULTRA HD

AvP aa4x af16x

AvP aa4x af16x ULTRA HD

 

Se in modalità singola la scheda di MSI risulta una delle più veloci, non possiamo affermare la stessa cosa in modalità SLi dove lo scaling non è allo stesso livello delle VGA prodotte da AMD.

 


Metro 2033

Metro 2033 è un videogioco d'azione che combina elementi dei survival horror e degli sparatutto in prima persona. il gioco è basato sul romanzo Metro 2033 dello scrittore russo DmitryGlukhovsky. È stato sviluppato da 4A Games in Ucraina e pubblicato nel marzo 2010 per Xbox 360 e Microsoft Windows. Si è nella città di Mosca nell'anno 2033. In seguito ad una catastrofe nucleare, i sopravvissuti sono costretti a vivere nelle metropolitane della capitale russa, organizzati in stazioni simili a città stato. In quest'ultime si respira un'atmosfera opprimente e angosciante. Il buio cela molte insidie, tra le quali la frequente possibilità di imbattersi in mostruose creature che popolano le stazioni. La minaccia principale è rappresentata dai Tetri, definiti come i nuovi homines, "vincitori della battaglia per la sopravvivenza", e destinati ad ereditare la Terra.

metro 2033

metro 2033 ULTRA HD

metro 2033 aa4x

metro 2033 aa4x ULTRA HD

 

Eccellenti prestazioni con questo titolo dove si può vedere allo tempo un ottimo scaling in modalità SLi. Per chi volesse però godersi questo titolo in modalità multimonitor consigliamo vivamente di usare due VGA anzichè la singola dove le prestazioni non sono elevatissime.

 


Batman Arkham City

Batman: Arkham City è un videogioco sviluppato da RocksteadyStudios basato sul personaggio dei fumetti di Batman, la cui uscita è avvenuta nel mese ottobre 2011. Il gioco è un mix di vari generi come azione, platform, picchiaduro, investigazione, avventura e stealth, ed è di fatto il sequel di Batman: ArkhamAsylum, uscito nel 2009 e diventato un enorme successo.

batman

 

batman ULTRA HD

 

batman aa4x

batman aa4x ULTRA HD

batman aa8x

batman aa8x ULTRA HD

 

Batman è un titolo dove le schede Nvidia riescono a restituire prestazioni decisamente elevate anche in modalità multimonitor dove la risoluzione arriva fino a 5760x1080 e dove una singola VGA MSI riesce perfino a restituire un frame rate poco sopra i 30 fps quando siamo in presenza di un AntiAliasing con sovracampionamento di 8 X.

 


Crysis 2

Crysis 2 è uno sparatutto in prima persona sviluppato da Crytek e pubblicato da Electronic Arts per console PlayStation 3, Xbox 360 e PC Microsoft Windows. È il sequel di Crysis e della sua espansione CrysisWarhead, entrambi usciti soltanto per la piattaforma PC. Il rilascio di questo nuovo capitolo è stato nelmarzo 2011.Crysis 2 è ambientato nell'Agosto 2023, 3 anni dopo le vicende del precedente capitolo. Il protagonista è Alcatraz, un marine Statunitense il cui compito è trovare il Dottor Nathan Gould, che ha importanti informazioni sull'epidemia aliena che sta colpendo New York City.Il gioco, pur offrendo un'elevata qualità dell'immagine, è stato sottoposto a critiche nella sua versione per PC per non aver sfruttato le librerie DirectX 11 fin dalla sua uscita (limitandosi alla versione 9). Il 27 giugno sono usciti anche i due aggiornamenti gratuiti per abilitare le DirectX 11 e le texture in alta definizione.

crysis2 central park

crysis2 central pARK ULTRA HD

crysis2 times square

crysis2 times square ULTRA HD

 

Il titolo sviluppato da Crytek è di sicuro tra i più apprezzati di sempre, dove si può osservare la bontà delle VGA Nvidia che riescono a restituire prestazioni di ottimo livello anche in modalità 2560x1440. Per chi invece volesse cimentarsi nella modalità multimonitor consigliamo l'adozione di due VGA per non avere compromessi durante il gaming e godere appieno il titolo.

 


Crysis 3

Il team Crytek torna con un altro capolavoro, dopo il successo della serie Crysis, con il terzo capitolo della serie. Uno dei più amati giochi da parte della comunità ludica. La trama si svolge in una New York ambientata nell'anno 2042. Dopo i fatti accaduti nel 2023, la città è stata messa in quarantena sotto una grossa cupola (Liberty Dome) per contenere i Cef e Prophet il quale, in stato di criogenizzazione, fa un sogno sul futuro del pianeta e della razza umana. Al termine del sogno viene liberato da Psycho, il quale lo aiuta a fuggire e gli spiega che in quegli anni di assenza la C.E.L.L. ha ottenuto il potere sugli Stati Uniti grazie al colpo di stato di Washington e che New York oramai non è altro che una giungla post-apocalittica; infatti la città è stata rinominata New York 2.0. Il compito di Prophet sarà quello di aiutare Psycho ad eliminare la C.E.L.L., la quale senza saperlo ha involontariamente riportato in vita i Cef e il Cef Alfa.

crysis 3

crysis 3 ULTRA HD

L'ultimo capitolo di Crysis si dimostra davvero esigente in termini di risorse e fino alla risoluzione Full-HD una singola VGA di fascia alta può bastare, ma per chi vuole avere una risoluzione maggiore non c'è dubbio che una singola VGA non basti a garantire un frame rate eccellente.

 

 


Tomb Raider

Questo gioco è stato sviluppato da Crystal Dynamics, la nota software house statunitense e pubblicato da Square Enix. Questo nuovo episodio non è in alcuna maniera collegato ai capitoli precedenti della saga, è un nuovo inizio per la serie stessa, che narra delle origini di Lara Croft, presentando una protagonista di ventuno anni non ancora forgiata ed esperta.

Il gioco è uscito il 5 marzo 2013 per PlayStation 3, Xbox 360 e Microsoft Windows. Ancor prima della sua uscita, Tomb Raider è stato accolto in maniera positiva dalla critica specializzata internazionale. Questo Tomb Raider è il primo gioco della serie ad aver ricevuto il rating M (Mature: vietato ai minori) dall'Entertainment Software Rating Board, vista la presenza di svariati contenuti violenti, quali sangue, violenza e linguaggio forte.

TOMB RAIDER

TOMB RAIDER ULTRA HD

 Con questo titolo assistiamo chiaramente ad una situazione dove le VGA Nvidia non sono certamente favorite e dove sopratutto sembra che le prestazioni cin modalità SLi non scalano affatto bene.

 


Battlefield 3

Battlefield 3 è uno sparatutto in prima persona sviluppato da DICE e pubblicato da Electronic Arts e da SEGA per il Giappone. È stato pubblicato nel mese di ottobre 2011 per PlayStation 3, Xbox 360, Microsoft Windows e iOS, invece nel 2013 verrà pubblicato per Wii U. È l'undicesimo capitolo della serie Battlefield e un sequel diretto di Battlefield 2, pubblicato nel 2005.Battlefield 3 è stato vincitore di più di 60 premi, tra cui "Miglior gioco d'azione" e "Miglior multigiocatore online". Gli appassionati del genere conoscono molto bene questo gioco e lo hanno decretato come uno dei migliori sparatutto dle 2011.

battlefield 3

battlefield 3 ULTRA HD

Titolo molto conosciuto tra gli appassionati del settore che grazie alle eccellenti prestazioni delle VGA Nvidia ci permette di godere appieno di questo splendido gioco. 

 


Shogun 2

Total War: Shogun 2 è l'ultimo gioco della serie di videogiochi strategici Total War della britannica The Creative Assembly, pubblicato da SEGA. Ambientato nel XVI secolo in Giappone, è il rifacimento del primo capitolo della saga, Shogun: Total War ed è uscito in Italia a marzo 2011. Il gioco è ambientato nell'epoca Sengoku, caratterizzata delle lotte tra i vari clan per il dominio sul Giappone. Il giocatore sceglierà uno fra gli otto clan presenti come fazioni giocabili, ognuno con una posizione e un potere politico e militare differente dall'altro. Come è tipico della serie Total War, anche Shogun 2 è un misto di strategia a turni e battaglie in tempo reale. Il gioco è integrato nella piattaforma Steam, sia per la versione in vendita in scatola che per quella acquistabile online.

shogun 2

shogun 2 ULTRA HD

 

 Ottime le prestazioni con questo titolo dove si vede la vera potenza delle VGA di fascia alta. Le due MSI in modalità SLi indubbiamente regalano prestazioni di alto livello.


 

Sniper Elite v2

Sniper Elite V2 è un videogioco  di tipo Tattico/Sparatutto con visuale in terza persona sviluppato da Rebellion Developments e pubblicato nel maggio del 2012 da 505 games su multipiattaforma: Xbox 360, PlayStation 3 e PC. Il gioco è un remake del primo Sniper Elite risalente al 2005.

Una novità molto particolare introdotta nel gioco è la X-Ray Kill Cam che si attiva quando il giocatore mette a segno un colpo particolarmente spettacolare. La telecamera segue il proiettile nel corso di un bullet time  mostrando la penetrazione durante il raggiungimento del colpo sul bersaglio nel momento in cui entra nelle carni del nemico, perforando eventualmente ossa e organi interni

 

sniper elite 2

 

sniper elite 2 ULTRA HD

Gioco davvero decisamente pesante che vede le VGA, anche di fascia alta spremersi fino all'ultimo MHz. Il gioco rimane godibile fino alla risoluzione Full-HD con una singola VGA, ma per chi vuole osare oltre deve necessariamente acquistare almeno due VGA; diciamo almeno in quanto alla risoluzione 5760x1080 anche due VGA arrancano un pò a far girare fluido questo titolo.


 

MSI N680 Lightning: Overclock

La N680 Lightning viene commercializzata già con una frequenza operativa della GPU superiore al GHz, per la precisione 1111MHz, le memorie invece, come spesso accade, non sono state overcloccate.

Per poter spingere al massimo tale soluzione abbiamo utilizzato uno dei software più comune tra gli overclockers, probabilmente il vero successore di Riva Tuner, MSI Afterburner, il quale dal 2012 permette anche l'overclock tramite smartphone previo interfacciamento attraverso una app molto comoda ma ancora poco usata.

Maggiori informazioni riguardanti l'applicazione MSI Afterburner per dispositivi mobili e il suo interfacciamento sono disponibili al seguente link: http://event.msi.com/vga/afterburner/app03.htm

Purtroppo MSI Afterburner, in questi ultimi mesi, ha subito molte limitazioni soprattutto a causa di una controversia proprio con Nvidia e quindi le ultime versioni risultano meno permissive delle precedenti. Per far fronte a questo problema abbiamo utilizzato MSI Afterburner 2.2.3.

La N680 Lightning è dotata di due BIOS, uno dedicato a chi non vuole rischiare e l'altro, denominato LN2, dedicato agli overclockers estremi che utilizzano sistemi di dissipazione particolari. Per ovvie ragioni ci siamo sbizzarriti con il primo BIOS ma abbiamo anche studiato il secondo.

Siamo subito partiti ad alto regime impostando al massimo il voltaggio della GPU (+98mV), portando il power Limit al 133%, il voltaggio delle memorie a +50mV e aumentando leggermente il voltaggio ausiliario.

Con tale predisposizione non abbiamo avuto problemi ad effettuare i test con la frequenza della GPU impostata a 1215MHz (+104MHz) e le memorie impostate alla spaventosa frequenza di 1802MHz (+300MHz); con tale impostazione l'incremento prestazionale è stato notevole e, anche se le ventole iniziavano a farsi sentire, la temperatura non ha mai superato i 65°C.

 

Anche in modalità SLI tali impostazioni si sono dimostrate vincenti anche se, la scheda video montata nel primo slot PCI-e, poiché leggermente coperta, ha raggiunto i 75°C.

Unendo l'overclock della scheda video a quello della CPU abbiamo ottenuto ottimi risultati ma ciò che più conta e che ci siamo divertiti molto grazie alla propensione della N680 Lightning.

3dmark 05 Aquamark

 

39437 51410

A computer spento, impostando lo switch sul secondo BIOS, potremmo accedere alla modalità LN2 che riporta la scheda video alle frequenze della versione reference ma sblocca le tensioni e permette quindi di raggiungere frequenze ben più elevate.


MSI N680 Lightning: Temperature e rumorosità

Il sistema di dissipazione Twin Frozr IV si conferma ancora una volta campione del freddo e del silenzio: nonostante l'arrivo della primavera e il tanto atteso innalzamento della temperatura ambiente a circa 20°C, la scheda video a default ha operato a circa 26°C, ha raggiunto i 50°C dopo circa 60 minuti di gaming e ha sfiorato i 60°C dopo lunghe sessioni di test.

Anche in overclock, come abbiamo visto in precedenza, le temperature non sono mai risultate allarmanti, anzi, il più delle volte invogliavano a proseguire ed alzare ulteriormente le frequenze.

tmin tavg

Con la N680 Lightning più che di rumorosità preferiremmo parlare di silenziosità, in IDLE le due ventole da 10 cm con tecnologia Propeller Blade sono quasi inudibili, addirittura potremmo dire che è maggiore il cosiddetto rumore elettronico che quello prodotto dal sistema di dissipazione attivo.  In gaming la questione non cambia, le due ventole, nella maggior parte dei casi, risulteranno più silenziose di quelle installate nel vostro case e di certo non vi disturberanno. Impostandole al 100% ovviamente la questione cambia ma comunque il rumore prodotto non è eccessivo ed è sopportabile, giusto per farvi un esempio molte schede video con sistema di dissipazione reference producono un rumore di gran lunga superiore anche a medio regime.

All'accensione del PC, grazie alla tecnologia Dust Removal, le ventole provvederanno ad espellere la polvere presente sul dissipatore attraverso una rotazione contraria della durata di circa 10 secondi, in questo breve periodo, dato appunto l'inverso regime di rotazione, le ventole risulteranno leggermente rumorose, pensateci quindi due volte prima di accendere il PC di notte se avete un coinquilino nella stessa camera...


MSI N680 Lightning: Conclusioni

 

oro overclock performance

 

 

Prestazioni          

5 stelle - copia

Le prestazioni della N680 Lightning sono tra le migliori mai viste considerando il prezzo di commercializzazione, non solo dal punto di vista della potenza di calcolo ma anche per quanto riguarda la propensione all'overclock e alla qualità del sistema di dissipazione.

Overclock

5 stelle - copia

Se siete amanti dell'overclock ma non volete esagerare, potrete usare il BIOS standard, che vi permetterà comunque di raggiungere risultati molto alti.. se siete degli overclockers professionisti basterà utilizzare il bios LN2, completamente sbloccato e pronto per distruggere i record.

Qualità

5 stelle - copia

Il design è quello di sempre ma continua a piacere, i componenti utilizzati sono di ottima qualità e, abbinati all'eccellente sistema di dissipazione, permettono di avere una scheda video perfetta sotto la maggior parte degli aspetti.

Bundle

4 stelle

Il bundle purtroppo è molto limitato, per una scheda video del genere ci saremmo aspettati qualcosina in più, c'è comunque da dire che tale soluzione viene spesso commercializzata con videogames a corredo.. non nel nostro caso.

Prezzo

4,5 stelle - copia

Purtroppo ultimamente la MSI GTX 680 Lightning risulta molto difficile da reperire negli shop sia italiani che europei. Possiamo trovarla a listino ad un prezzo di circa 580€ in Italia, 500€ in Germania e 600 CHF in Svizzera. Un prezzo sicuramente elevato, ma senza dubbio rispondente alla qualità del prodotto.

Giudizio Complessivo 

5 stelle - copia

 

 

Con una scheda video così rinomata e famosa difficilmente saremmo rimasti delusi e, in effetti, siamo più che soddisfatti del lavoro portato a termine da MSI. La GTX 680 Lightning rappresenta una scheda video al momento perfetta per ogni situazione, è in grado di garantire il divertimento sotto tutti gli aspetti sia se siete dei gamers incalliti sia se siete degli overclockers professionisti; la professionalità ingegneristica MSI vi darà non poche soddisfazioni.

N680L 12

In ambito gaming potrete non preoccuparvi dei settaggi del vostro gioco preferito, impostare tutto al massimo e partire con l'avventura essendo sempre sicuri che il numero di fps sarà in grado di assicurarvi una sessione priva di scatti e rallentamenti dovuti alla poca potenza di calcolo, anche con un sistema surround 5760x1080.

La Lightning però non è progettata prettamente per il gaming, bensì per l'overclock, potremmo definirla con un solo aggettivo: "divertente". Con il BIOS standard potremmo overcloccarla senza problemi raggiungendo anche i limiti imposti dal programma afterburner, il tutto in totale sicurezza, quando il gioco si fa duro basterà spostare lo switch e i duri inizieranno a giocare... ovviamente con cautela inquanto con il bios LN2 la scheda video è overcloccabile ben oltre i suoi limiti di sopportazione (con sistema di dissipazione ad aria).

 

Si ringrazia MSI per il prodotto oggetto di recensione

Giovanni Abbinante