GIGABYTE Z170-Gaming K3

Tags: gigabyteamdreviewrecensioneskylakez170lga1151Z170-Gaming K3ALC1150

GIGABYTE Z170 Gaming K3 7

Quando non si ha un budget troppo elevato per assemblare un nuovo PC è sempre difficile scegliere i diversi componenti, in particolar modo la scheda madre. GIGABYTE sembra saperlo bene ed ecco perché ha di recente introdotto un ulteriore scheda madre Skylake Ready con chipset Z170. Oggi andremo ad analizzare la Entry Level GIGABYTE Z170-Gaming K3 che appartiene sempre alla serie G1 Gaming. Il nome potrebbe suggerire una scheda madre davvero cheap ma come vedremo nel corso della recensione la Gaming K3 ha restituito interessante prestazioni, caratteristiche e un davvero valido Overclock.

gigabyte logo

GIGABYTE, fondata nel 1986, è considerata sin da sempre uno dei maggiori punti di riferimento nel mondo dei computer; attraverso un team di ricerca all'avanguardia, è in grado di offrire sempre soluzioni innovative e, molte volte, di guidare il processo evolutivo del settore attraverso prodotti tecnologicamente avanzati. Inizialmente dedita esclusivamente al mercato delle schede video e delle schede madri, con il passare degli anni si è fatta strada anche nella produzione di notebook e desktop ed ha ampliato il suo portfolio di clienti anche attraverso la produzione di case, dissipatori, alimentatori e componentistica varia.

L'azienda è molto attiva nel settore dell'overclock e si è spesso distinta con l'ausilio di prodotti dedicati esclusivamente a tale specialità; tra i prodotti più particolari, si ricorda la scheda madre X99-SOC Force o le più recenti Z10X-SOC Force dedicate all’overclock estremo.


In questo paragrafo come di consueto analizzeremo velocemente le caratteristiche di cui si compongono le diverse schede madri. Oggi è il turno della GIGABYTE Z170-Gaming K3; vediamo quali sono le principali caratteristiche che la compongono.

Slot M.2 fino a 32 Gb/s

La GIGABYTE Z170-Gaming K3 supporta inoltre SSD in formato M.2 negli standard e dimensioni 22110/2280/2260/2242 con una velocità massima teorica di 32 Gb/s.

M.2

Sistema 2-Way CrossFire

La GIGABYTE Z170-Gaming K3 è stata appositamente studiata per garantire agli utenti di schede video AMD di creare e beneficiare di un sistema Multi-GPU Crossfire.

Crossfire

Killer E2200

Nella GIGABYTE Z170-Gaming K3 troveremo nuovamente un chip di rete Gigabit Killer, modello E2200, al posto del più diffuso e a volte apprezzato Intel Gigabit I219-V. Con tale chip potremo sempre e comunque gestire il traffico dei pacchetti dati grazie alla relativa applicazione/software, ottimizzando sessioni online piuttosto che classica navigazione.

Killer NIC

Ambient Surround LED

La GIGABYTE Z170-Gaming K3 seppur una scheda madre, di fascia Entry Level tra le Z170 di GIGABYTE, ha anche una vocazione estetica tanto che è stata dotata oltre alla classica Trace Path LED zona audio di un set LED sul lato destro del PCB.

Ambient

Realtek ALC1150 115dB

Proprio come la serie di modelli Z170 G1 Gaming anche la Z170-Gaming K3 è stata dotata di un chip audio Realtek ALC1150 con un SNR di 115 dB e interessanti caratteristiche atte a migliorare l’audio 7.1 e sopprimere eventuali fruscii, rumori e molto altro ancora.

ALC1150

GIGABYTE DualBIOS

Come nei modelli di fascia superiore e con maggiori caratteristiche anche la piccola Z170-Gaming K3 è stata dotato di un doppio chip BIOS in grado di prevenire eventuali Flash BIOS andati a male o eventuali danni Hardware causati da eccessivo Overclock, malfunzionamenti e così via.

DualBIOS

A seguire trovate le specifiche tecniche della GIGABYTE Z170-Gaming K3:

Specifiche-1  Specifiche-2  Specifiche-3  Specifiche-4  Specifiche-5  Specifiche-6

Per ulteriori informazioni a caratteristiche o dettagli vi rimandiamo al sito GIGABYTE:

http://www.gigabyte.com/products/product-page.aspx?pid=5720#ov


In questo paragrafo andremo ad analizzare il nuovo Chipset Z170 di Intel che va ad equipaggiare la nuova generazione di schede madri atte ad ospitare i processori di sesta generazione Intel Skylake a 14nm, stesso processo produttivo impiegato per Broadwell.

Intel Skylake XH

Iniziamo con esporre che la nuova architettura Intel Skylake è il cosiddetto ‘’Tock’’. Come molti sapranno Intel ha adottato negli anni le fasi produttive ‘’Tick-Tock’’; queste prevedono nella prima fase un rinnovo del processo produttivo (tick) e successivamente un'altra fase dell’architettura (tock) ogni due anni circa. Dunque come detto con Skylake siamo passati alla fase ‘’Tock’’ mentre passeremo alla fase ‘’Tick’’ con i futuri processori a 10nm chiamati, salvo ulteriori cambiamenti, Ice Lake.

Con l’architettura Skylake è stato fatto un ulteriore passo in avanti anche sul versante DRAM, infatti tutte le schede madri dotate di chipset Z170 offrono il supporto a moduli DDR4 presenti fino a poco tempo fa solo su schede madri dotate di chipset X99.

Le nuove DDR4 sono state implementate grazie al controller integrato delle CPU Skylake, il cosiddetto IMC ovvero Integrated Memory Controller, che permette di controllare direttamente memorie DDR4 con frequenza massima certificata di 2133MHz. Novità rispetto alle precedenti piattaforme è la la possibilità di utilizzare anche moduli RAM DDR3L grazie al controller DDR3 integrato di tipo Dual Channel. Ovviamente la possibilità di utilizzare moduli DDR3L o DDR4 è affidata al produttore di schede madri che dovrà implementare tale possibilità. Ad oggi esistono già schede madri in grado di gestire moduli DDR3L e DDR4 e lo vedremo nelle prossime recensioni.

Non dimentichiamo però che se il supporto per le DDR4 è di 2.133MHz quello per le DDR3L, dove L indica Low Voltage, sarà fermo a 1600MHz.

Prima di procedere ad analizzare meglio il PCH Z170, riportiamo il diagramma a blocchi fornito da Intel che ci farà comprendere meglio il tutto.

z170 chipset block diagram rwd

Possiamo osservare già come man mano che si progredisce nello sviluppo dei microprocessori questi riescono a svolgere sempre più compiti via via più complessi. Osserviamo come con Skylake si utilizzi il cosiddetto PCH ovvero Platform Controller Hub, collegato a suo volta alla CPU tramite il DMI (Direct Media Interface) di terza generazione con banda passante di ben 8 GT/s (raddoppiata rispetto alle precedenti generazione di chipset). Il PCH Z170 mette a disposizione ulteriori 4 linee PCI-Express 3.0 per gestire periferiche di storage o una ulteriore scheda video. Con le CPu Skylake ed il chipset Z170 avremo a disposizione un massimo di 20 linee PCI-Express, di cui 16 linee PCI-Express 3.0 gestite direttamente dal processore e configurabili in 1x16, 2x8, 1x8+2x4. Sistemi Multi GPU non saranno un problema anche con i nuovi processori Skylake. Con 20 linee PCI Express 3.0 potremo facilmente creare un sistema Multi GPU 2-way SLI o Crossfire in abbinamento ad uno dei nuovi SSD NVMe, senza ridurre la banda passante e quindi le prestazioni. Per un numero maggiore di GPU e/o periferiche di storage è sempre consigliato puntare alle piattaforme di fascia superiore con chipset X99, benché potrete trovare alcune schede madri con supporto al 4-way Crossfire o al 4-way SLI (tramite switch PLX) anche su piattaforme Z170.

Intel Serie 100 SKU

 

PCH Z170

Proseguendo troviamo il controller Serial ATA integrato, in grado di gestire un massimo di 6 porte di terza generazione a 6Gb/s. Considerevole anche il quantitativo massimo di connessioni USB 3.0, ora esteso a ben 10 porte, su un totale complessivo di 14 porte (USB 2.0 + USB 3.0). Non manca infine il comparto HD audio con funzione DMIC, Digital Microphone Direct Attach, ed una scheda di rete Intel Gigabit I219 nome in codice Jacksonville.

Passando invece ad un aspetto prettamente più tecnico e votato ad un eventuale overclock della CPU con le nuove CPU Skylake assistiamo ad un ulteriore passo in avanti. Questo schema seguente ci aiuta a comprendere meglio di cosa andremo a parlare:

Skylake gestione alimentazione

Come possiamo osservare, con le nuove CPU Skylake, a differenza delle precedenti Haswell/Broadwell, viene rimosso dalla CPU il cosiddetto FIVR (Fully Integrated Voltage Regulator) e la gestione dei voltaggi è di nuovo affidata pienamente alle schede madri. Intel sembra quindi tornare sui propri passi, sacrificando un po’ di efficienza (poco interessante in fin dei conti per piattaforme desktop) in favore di temperature del processore più contenute e, presumibilmente, migliori possibilità di overclock.


La GIGABYTE Z170-Gaming K3 ci giungerà nella classica confezione di cartone sulla quale saranno riportate le maggiori caratteristiche, alcune immagini illustrative del prodotto e le varie informazioni circa il modello. Confezione dai colori classici quali nero e rosso. Design valido.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-1  GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-2

Nella parte frontale troviamo a differenza del solito adesivo con Part Number, Serial Number ulteriori riferimenti al modello, serie e supporto ai processori Intel e Chipset Z170.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-3

Aperta la confezione troveremo la scheda madre ospitata in una sagoma di cartone e avvolta nella classica busta antistatica. Al di sotto di questa base di cartone che sorregge la scheda madre troveremo il bundle.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-4

Quello che troveremo nella confezione sarà:

  • Scheda Madre GIGABYTE Z170-Gaming K3
  • 4x Cavi SATA III Trasparenti
  • I/O Shield con Sistema LED
  • Q-Connector
  • 1x CD-ROM con Driver/Software/Utility
  • 1x Badge da apporre alla maniglia della porta
  • Manuale Utente
  • Starter Kit Access per World of Warships

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-5

Bundle valido per una scheda madre di questa fascia.


Dalla GIGABYTE Z170X-Ultra Gaming (QUI) passiamo al nuovo modello Z170-Gaming K3. Modello sicuramente più Entry Level ma con una buona dotazione di caratteristiche. Anche il design è più classico e si basa su una colorazione principale Nero/Rosso. Naturalmente non troveremo alcuna tipologia di Shield o eccesso estetico. Il PCB invece è un Mix tra il classico Nero e alcune zone di color Marrone. Riferimenti sicuramente dal modello Z170MX-Gaming 5.

Il formato della GIGABYTE Z170-Gaming K3 inoltre è il classico ATX con una disposizione abbastanza classica di porte e slot di diverso genere.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-6  GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-7  GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-8

Iniziamo dalla zona socket. La GIGABYTE Z170-Gaming K3 si caratterizza per la presenza di classici dissipatori in alluminio di medie dimensioni di colore Nero Opaco con un ulteriore disegno di colore Bianco e Rosso e relativa scritta GIGABYTE che segue in parte anche il design del ‘’PCB’’. Questi presentano un design già visto.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-9  GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-10

Rimossi i dissipatori tramite due viti, per dissipatore, in plastica potremo finalmente scorgere cosa ci cela sotto di essi.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-31

Il design delle fasi di alimentazione (7 per l’esattezza) richiama il classico schema 4+3 del controller ibrido PWM Intersil ISL95856 con design Doubler. Infatti l’intera zona di alimentazione è caratterizzata anche per una consueta dotazione di Condensatori allo stato solido Giapponesi, questa volta non i classici Durable Black, TrenchFET Vishay SiRA18DP e SiRA12DP a bassa resistenza e nuclei in ferrite. Insomma una zona di alimentazione più sobria ma con una buona dotazione di componenti.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-32  GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-33  GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-34  GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-35

Dettaglio controller PWM Intersil ISL95856.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-36

Il comparto RAM invece è sempre affidato a un VRM single phase Richtek RT8120D con relativi mosfet SiRA12 poco più vicini.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-30

Proseguendo troviamo al solito l’immancabile connettore 8 Pin EPS in alto a sinistra in posizione verticale.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-11

Il connettore 24 Pin ATX nel lato destro insieme ad un ulteriore connettore per ventole di Sistema e all’immancabile Header USB 3.0.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-13

Dettaglio dei quattro slot per RAM DDR4 (a scherma Nero/Rosso alternato) con supporto fino a 3466 MHz in Overclock.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-12

Ruotando la scheda madre possiamo osservare anche il Trace Path con LED Rossi che caratterizzerà l’Ambient LED anche del modello Z170-Gaming K3.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-14

Dettaglio Illuminazione.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-LED-1

Proseguendo lungo lato destro arriviamo alle porte SATA. Per l’esattezza la Z1770-Gaming K3 si caratterizza di un totale di 6 porte SATA-III di cui due convertibili, in questo lato, a SATA Express. Le altre due classiche porte sono poste poco più sotto in posizione verticale.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-15

Infatti arrivando nell’angolo del PCB e da una visione dall’alto possiamo individuare le porte SATA oltre al generoso Heatsink con logo G1 Gaming, cui poco più sotto i due chip BIOS, e a diversi Headers per ingressi pannello frontale del case.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-16

Dettaglio angolo destro.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-17

Proseguendo nel lato inferiore della scheda madre troviamo anche ulteriori Header per porte USB, TPM e così via. Notiamo anche l’adesivo EU ad identificare la versione per il mercato Europeo.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-18

Arriviamo nel lato di sinistra ove sono presenti Headers per porte COM e Audio AC97/HD Audio del case. Intravediamo già anche il classico circuito dedicato alla sezione Audio.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-19

Circuito caratterizzato sempre da un EMI-Shield per il chip Audio, Trace Path a LED Rossi e design a righe. La GIGABYTE Z170-Gaming K3 è stata dotato di un chip Realtek ALC1150 7.1 High Definition con relativi condensatori Nippon Chemi-con.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-20

Arriviamo così nella zona posteriore della scheda madre dove troviamo le diverse connessioni e porte e più precisamente:

  • 1x PS/2 per Mouse/Tastiera
  • 2x USB 3.0
  • 1x DVI-D
  • 2x USB 3.1 Type-A
  • 1x HDMI
  • 2 x USB 3.0
  • 1x LAN (RJ45) Killer NIC
  • 6x Jack 3,5mm HD Audio 7.1

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-23

Dotazione di porte rapportata alla fascia in cui la Z170-Gaming K3 viene e si colloca.

Non essendo presente alcuna Shield torniamo velocemente al centro del PCB. Qui troviamo poco più sotto la zona socket, forse in posizione troppo ravvicinata, il classico connettore M.2 per SSD in tale formato. La GIGABYTE Z170-Gaming K3 supporta SSD M.2 nei classici formati 22110/2280/2260/2242. Ampia compatibilità dunque.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-21

A seguire il connettore M.2 troviamo i classici slot PCI-E. Si parte da un semplice slot PCI-E x1 per passare al primo PCI-E x16 con Armor Shield e si prosegue con ulteriori tre slot PCI-E x1 separati dal secondo slot PCI-E x16 (x4) privo questa volta dell’Armor Shield.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-22

Naturalmente il secondo slot PCI-E x16 come in molti altri casi condivide banda con altri slot o connettori. Quindi eventualmente venga/no utilizzati questi ultimi la banda di trasferimento verrà scalata.

Ora prima di passare ad alcuni dettagli dei principali chip presenti sulla scheda madre vi mostriamo il consueto retro del PCB e la relativa Trace Path con LED SMD.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-24

Dettaglio controller ITE 8628E Super I/O incaricato della gestione dei sensori della scheda madre oltre a connettore USB PS/2 e connettori Ventole.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-25

Chip Killer NIC E2200 Gigabit.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-27

Dettaglio chip PTN3360DBS NXP per la gestione di porte digitali quali HDMI.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-28

Dettaglio chip ASMedia ASM1142 per la gestione delle porte USB 3.1 (rosse) della Z170-Gaming K3.

GIGABYTE-Z170-Gaming-K3-29

Passiamo ora a dare uno sguardo al BIOS della GIGABYTE Z170-Gaming K3.


Passiamo dunque ad analizzare il BIOS della GIGABYTE Z170-Gaming K3. Se con il precedente modello, Z170-Ultra Gaming, avevamo avuto un restyle ad hoc per la scheda madre con la Gaming K3 torneremo ad avere un più classico ma sempre valido design.

BIOS sempre di tipo UEFI, grafica in colorazione Nero/Grigio scuro e layout al solito veloce e intuitivo. Non dimentichiamo sempre la possibilità di impostare la lingua delle voci in Italiano. Dettaglio che ad oggi solo GIGABYTE continua attivamente a supportare. Quindi sempre tanto di cappello a GIGABYTE per la nostra bella lingua Italiano.

Procedendo troveremo sempre 7 Menù, nei quali avremo modo di poter modificare ogni singolo parametro e/o impostazione.

Partiamo dal Menù ‘’M.I.T’’ dove troveremo tutti i parametri che ci permetteranno di eseguire un Tuning/Overclock della CPU, delle RAM e di altri parametri essenziali per raggiungere una frequenza non standard.

Con la Z170-Gaming K3 torneremo ad avere anche alcuni Profili di Overclock preimpostati che ci garantiranno un Boot immediata alla frequenza desiderata. La massima frequenza preimpostata e valida al Boot disponibile sarà di 4.6 GHz. Frequenza di tutto rispetto.

Tutte le voci che troveremo saranno corredate da submenù per affinare un eventuale overclock.

A differenza di altri BIOS non avremo voci in un Menù a tendina ma dovremo digitare eventualmente noi il valore o utilizzare i classici tasti ‘’+’’ e ‘’-‘’.

Advanced Frequency_Settings_11-33-03  Advanced Memory_Settings_11-33-12  Advanced Power_Settings_11-33-36  Advanced Voltage_Settings_11-33-32  Chipset Voltage_Control_11-33-45  CPU Core_Voltage_Control_11-33-40  CPU Upgrade  DRAM Voltage_Control_11-33-49  IMC Timing_Settings_11-33-24  Internal VR_Control_11-33-55  M.I.T. 11-32-41  M.I.T. Current_Status_11-32-53  OC Auto  PC Health_Status_11-34-01

Passando al Menù ‘’System Information’’ troveremo un riepilogo del modello e informazioni della scheda madre, della data e la possibilità di impostare una lingua diversa. GIGABYTE come sempre non dimentica la nostra cara lingua e dunque troveremo una localizzazione ‘’Italiano’’.

Language  Main 11-34-13

Il Menù ‘’BIOS Features’’ ci mostrerà voci relative alla sequenza di Boot, possibilità di abilitare il Fast Boot o meno e altre voci tra cui la possibilità di modificare la velocità del puntatore per utilizzare il mouse in questo bios UEFI.

BIOS Features_11-34-29  BIOS Features_11-34-37

Arriviamo a ‘’Peripherals’’ dove in primis potremo abilitare o disabilitare il Ambient Surround LED, dunque i LED presenti sul PCB e a seguire modificare le impostazioni relative alla dotazione di porte e connessioni presenti sulla Z170X-Gaming K3.

Peripherals 11-34-43  SATA Configuration_11-35-17  Super IO_Configuration_11-35-06  Trusted Computing_11-35-00  OffBoard SATA_Controller_Configuration_11-34-54

Menù ‘’Chipset’’ ci darà modo di alcune funzioni avanzate della CPU o del PCH.

Chipset 11-35-23

Menù ‘’Power Management’’ potremo agire e modificare le impostazioni di risparmio energetico e relative sospensioni energetiche.

Power Management_11-35-27

Infine il classico Menù ‘’Save and Exit’’ con cui potremo salvare o meno le modifiche apportate, caricare i valori di Default in caso di problemi o di creare e caricare Profili personalizzati.

Save _Exit_11-35-32

Non troveremo per il BIOS della GIGABYTE Z170-Gaming K3 un’interfaccia semplificata ma solo quella ‘’Avanzata’’. Nulla di tragico insomma.


Abbiamo effettuato i nostri test con una piattaforma Intel LGA 1151, con CPU dotata di architettura Skylake. Nel dettaglio:

sistema

Abbiamo testato le prestazioni GIGABYTE Z170-Gaming K3 con due diverse impostazioni:

  • CPU a default e RAM ad una frequenza di poco superiore alle specifiche Intel (2133 MHz)
  • CPU in overclock @ 4,6 GHz ottenuto tramite overclock automatico e RAM @ 3466 tramite profilo XMP

A seguire la lista di software utilizzati:

  • 3D Mark 13 Fire Strike
  • Aida64
  • WinRAR
  • Cinebench R15
  • wPrime

3Dmark 13

Versione più recente (2013) nonché il punto di riferimento dei test grafici in ambito DirectX 11 è prodotto dalla Futuremark per misurare le prestazioni del comparto hardware grafico. Include 3 diversi benchmark (IceStorm, CloudGate e FireStrike) progettati per una tipologia specifica di hardware, dagli smartphone alle potenti schede grafiche di ultima generazione. La versione utilizzata FireStrike, compatibile solo con il sistema operativo Windows, fa un uso non intensivo delle librerie grafiche Microsoft DirectX 11.1 ed effettua calcoli sia di tipo grafico che della fisica degli oggetti e misto. Al termine restituisce una media dei valori ottenuti sui singoli test che andranno a contribuire sul valore finale. Più alto è questo valore più performante è il sistema utilizzato.

3DMark 13

Aida64

Aida64 è un software prodotto dalla FinalWire che consente di monitorare il sistema fornendoci informazioni dettagliate sulla componentistica hardware. Il software comprende al suo interno un utility di bench in grado di testare la memoria e i vari stadi di cache presenti all’interno del processore. I valori restituiti da entrambe le versioni si sono dimostrati abbastanza reali e veritieri e rispecchiano la tendenza crescente proporzionale alla frequenza di lavoro del kit, per cui il tool beneficia della maggiore frequenza di lavoro delle RAM.

Aida64 1

 

Aida64 2


WinRAR

WinRAR, famoso software di compressione e decompressione di archivi di dati. Al suo interno è presente una utility di benchmark che comprime un file standard atto a tale scopo; il software provvede a restituire il valore di compressione espresso in KB/s. Il grafico rispecchia la tendenza del software a beneficiare maggiormente della frequenza di lavoro delle memorie.

Winrar

Cinebench R15

Software prodotto dalla Maxon nell’ultima versione, permette tramite l’elaborazione di immagini e di contenuti tridimensionali di testare le performance della CPU. Il test della CPU è stato eseguito utilizzando tutti i core presenti all’interno del processore. Quest’ultima release utilizza il motore di rendering Cinema 4D. Come si evince dal grafico, i valori alle varie frequenze sono pressoché identici.

Cinebench

wPrime

wPrime è un benchmark multi-threaded in versione freeware che permette di testare il sistema, ed in particolare la cpu, ad eseguire il calcolo della radice quadrata di una enorme quantità di numeri (fino a 32 miliardi) con un algoritmo basata sulla programmazione multithread. wPrime può essere eseguito in modalità 32M (performance test) o 1024M (stability test), a seconda del numero di thread configurati per l'esecuzione dei calcoli. I valori ottenuti possono essere salvati e condisivisi on line. Inoltre la compatibilità e l'identificazione alla piattaforma ed hardware sono assicurate dall'integrazione del codice del conosciuto CPU-Z. Test eseguito a 32M.

Wprime


Siamo passati alla fase di overclock della nostra CPU Intel i7-6700K installata nella GIGABYTE Z170-Gaming K3.

Da tempo le schede madri integrano tools di overclock automatico che permettono agli utenti meno smaliziati di aumentare le prestazioni del proprio PC senza preoccuparsi troppo dei vari settings a disposizione nel BIOS. Per la GIGABYTE Z170-Gaming K3, troviamo questa impostazione, e come abbiamo visto nel capitolo BIOS avremo un OC Automatico/Profilo fino a 4.6 GHz. Abbiamo voluto sfruttare tale profilo come Profilo ‘’Medio’’ nella classica comparazione e spingerci Manualmente, con successo, a qualcosa di più.

Per le classiche prove di overclock manuale ci siamo basati sul raggiungimento di una frequenza stabile nel rapporto tipologia di dissipazione (in questo caso un AIO da 240mm) e temperature. Per testare la stabilità della scheda madre ci siamo serviti anche qui del software Cinebench R15 utilizzato anche per i test a default al fine di trovare una buona stabilità per un eventuale Daily-Use. Teniamo a precisare che la CPU utilizzata un i7-6700K ha una frequenza base di 4.0GHz e con Turbo attivo di 4.2GHz 4c/8t quindi ci siamo limitati a salire ancora di diversi MHz per trovare il giusto equilibrio come detto poc’anzi. Le RAM utilizzate come abbiamo visto sono un kit da 8GB con frequenza di 3466MHz impostate tramite BIOS con il profilo XMP in modo tale da non creare instabilità durante la fase di overclock della sola CPU. Il software Cinebench R15 lo abbiamo eseguito anche questa volta in modalità Multithreading in modo tale che ogni singolo Core venisse impiegato nel calcolo del rendering di poligoni.

oc a 1.35

La GIGABYTE Z170-Gaming K3 si è rivelata interessante sotto il punto di vista dell’Overclock. Durante i test abbiamo potuto sfruttare non solo il profilo automatico a 4.6 GHz senza alcun tipo di problema ma salire anche ad uno step manuale in più, 4.7 GHz, che potrete vedere dall’immagine qui su. Abbiamo chiuso infine il Benchmark Cinebench ad una frequenza di 4.7 GHz con un voltaggio stabile di 1.35 V in Windows e 1.38 V nel BIOS con un VDroop molto simile a quanto visto per il modello Z170X-Ultra Gaming.


Oro HD new

Prestazioni  4,5 stelle Prestazioni complessive interessanti per la fascia di prezzo in cui viene collocata.
Overclock 4,5 stelle Overclock manuale garantito fino a 4.7 GHz. Frequenza valida per il Gaming e non. Impiegato l’ormai classico controller PWM Intersil ISL95856 e 7 Fasi di alimentazione.
Design 4 stelle Design interessante seppur un PCB Matte Black sarebbe stato decisamente migliore. Non sfigura anche grazie al sistema Ambient LED e Trace Path Audio.
Materiali  4 stelle La GIGABYTE Z170-Gaming K3 offre un assemblaggio valido e buona componentistica ma non a livello dei modelli Ultra Durable. Nulla di cui preoccuparsi comunque.
Prezzo   4 stelle Circa 120€. Assente il supporto allo SLI e Crossfire limitato.
Complessivo 4,5 stelle  

          

La GIGABYTE Z170-Gaming K3 sarà non solo una valida scheda madre per il Gaming o per un buon livello di Overlock ‘’amatoriale’’ ma anche per coloro i quali hanno/avranno un budget ristretto senza voler sacrificare troppo qualità, caratteristiche e dotazione.

Il Design della GIGABYTE Z170-Gaming K3 è sì valido ma il PCB Nero con qualche zona a riflesso Marrone potrebbe far storcere il naso a qualcuno. Ovviamente sono davvero piccolezze visto che l’immancabile Ambient LED porterà tutta l’attenzione alla zona laterale destra della Mainboard o del circuito Audio in presenza di un case con paratia finestrata.

Abbiamo inoltre notato con piacere come la GIGABYTE Z170-Gaming K3 si sia rivelata interessante in caso di Overclock. Infatti, avremo non solo a disposizione dei Profili Automatici fino a 4.6 GHz ma con un minimo sforzo e conoscenza potremo portare la nostra CPU a 4.7 GHz senza compromettere la stabilità complessiva. Tutto ciò è merito di un buon controller Ibrido PWM Intersil ISL95856 e delle 7 fasi di alimentazione già viste anche in altri modelli.

Visto il prezzo di soli e circa 120 € qualcosa a cui rinunciare doveva esserci ed ecco che la Z170-Gaming K3 offre solo un supporto a configurazioni Multi-GPU AMD (Crossfire). Supporto, in quest’ultimo caso, limitato da ulteriori limitazioni di banda. Non potremo avere insomma la classica configurazione x8/x8. Sinceramente non una grande perdita visto che schede madri di questa fascia vengono sempre accoppiate ad una singola VGA.

Disponibile anche su Amazon al seguente link: http://amzn.to/2h9K2V1.

Pro

  • Buon Design e Ambient Surround LED
  • Slot M.2 e Supporto a tutti gli Standard
  • Overclock
  • Prezzo

Contro

  • No supporto a Nvidia SLI
  • AMD Crossfire limitato

Si Ringrazia GIGABYTE per il sample fornitoci.

Tommaso Mele

 

Commenta sul forum

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.