HyperX QuadCast - Recensione

Tags: hyperX

HyperX QuadCast 22

HyperX nello scorso hanno ha proposto diversi e interessanti prodotti spaziando da tastiere a mouse passando per il suo principale campo ovvero le cuffie con diversi aggiornamenti. Tra le fila delle periferiche commercializzate è balzato fuori anche un nuovo prodotto del settore audio. Precisamente un microfono a condensatore USB rivolto a streamers e gamers intenti ad avere un prodotto esclusivo e qualitativamente valido. Stiamo parlando dell’HyperX QuadCast. Un microfono che fino a diversi mesi prima della reale commercializzazione si ‘’spottava’’ qua e la solo in qualche stream di streamer famosi. Oggi (da diversi mesi) l’HyperX QuadCast è ufficiale e non potevamo non recensirlo. Eccoci dunque a provarlo per voi. Microfono a condensatore USB con un perfetto design in stile HyperX. Dotato di un intuitivo sensore "Tap-to-Mute" con indicatore LED, un supporto shock mount e filtro antipop integrato oltre che della possibilità di scegliere tra 4 pattern e di poter regolare il Gain. Passiamo dunque alla recensione vera e propria.

HyperX Logo Full Color

HyperX è la divisione specializzata in prodotti ad alte performance di Kingston Technology, la più grande azienda indipendente nel campo della produzione di memorie. Fondata nel 2002, HyperX ha iniziato la sua produzione con un’unica linea di memorie ad alte performance ed è cresciuta negli anni, arrivando oggi ad offrire diverse linee di prodotto di moduli di memoria, drive a stato solido, drive Flash USB, cuffie e mouse pad. Grazie all’impiego di componenti di primissima qualità, capaci di assicurare prestazioni impareggiabili, e al design, da oltre un decennio i prodotti HyperX sono scelti da gamer pluripremiati, dai appassionati di tecnologia e gli oveclocker di tutto il mondo. Che si tratti di riuscire a conquistare un record mondiale inarrivabile o la certificazione di prodotto più esigente, HyperX è impegnata nella produzione di prodotti affidabili con gli standard prestazionali più elevati.

In più, HyperX è orgogliosa di sponsorizzare più di 20 team di gaming nel mondo oltre ad essere lo sponsor principale dell’Intel Extreme Masters e degli eventi Dreamhack. I prodotti HyperX sono progettati per soddisfare le esigenze più rigorose dei gamer professionisti, per dare loro quella spinta competitiva in più che li aiuti a restare sula vetta delle classifiche.

A seguire elenchiamo le caratteristiche tecniche del microfono HyperX QuadCast:

specifiche tecniche

Passiamo ora a dare uno sguardo alla confezione in cui giunge il microfono HyperX QuadCast. Realizzata in cartone presenta la medesima grafica a sfondo bianco con qualche tocco di rosso vista con precedenti periferiche. Non mancano tutte le principali informazioni, in diverse lingue, e diverse immagini illustrative del prodotto.

HyperX QuadCast 1 HyperX QuadCast 2 HyperX QuadCast 3 HyperX QuadCast 4

Sono presenti due sigilli in plastica posti nel lato superiore e inferiore a garantire come sempre l’integrità del prodotto.

HyperX QuadCast 5

Sfilando la cover in cartone accediamo alla confezione vera e propria di colore nero.

HyperX QuadCast 6

Una volta aperta troviamo due sagome di polistirolo di colore nero che celano e proteggono al loro interno il microfono e relativo bundle.

HyperX QuadCast 7

Estraendo il contenuto avremo dunque:

  • Microfono HyperX QuadCast
  • Adattatore/Supporto da 5/8’’
  • Cavo USB
  • Manualistica

HyperX QuadCast 8

Bundle essenziale che per una immediata installazione.


L’HyperX QuadCast giunge già ‘’montato’’ e pronto all’uso. Dovremo solo collegare il cavo, scegliere il pattern più adatto alle nostre esigenze ed eventualmente regolare il Gain tramite la comoda manopola integrata nel lato inferiore del microfono. L’HyperX QuadCast presente un favoloso design sigariforme a mio avviso molto aggressivo ma allo stesso tempo elegante in perfetto stile HyperX. La colorazione infatti riprende la base di colori Nero/Rosso. Possiamo osservare un microfono a condensatore (3 da 14 mm) a elettrete già comprensivo di base di supporto in metallo e shock mount azzerare eventuali vibrazioni. L’HyperX QuadCast ha un peso complessivo di circa 700 g mentre il solo microfono ha un peso di 254 g per salire a circa 364 g con lo shock mount integrato.

HyperX QuadCast 9 HyperX QuadCast 10 HyperX QuadCast 11

Osservandolo più da vicino possiamo notare la struttura superiore in metallo aperta con una trama a nido d’ape. Si nota grazie alla colorazione rossa il filtro antipop già integrato che andrà a ridurre/sopprimere la maggioranza di rumore e uniformare la nostra voce. Questa zona sarà illuminata, grazie ad un LED posto sempre all’interno, di colore rosso.

HyperX QuadCast 12

Nella parte superiore invece troviamo la copertura a superficie Soft-Touch che cela il sistema dotato di un sensore ‘’Tap-to-Mute’’. Un interessante feature che ci permetterà con un semplice ‘’Tap’’/Tocco di mutare immediatamente il microfono. Per confermare l’avvenuto Mute del microfono il già citato LED e colore rosso del microfono si spegnerà. Davvero un tocco di design per HyperX e il suo microfono QuadCast.

HyperX QuadCast 13

Scendendo verso la parte centrale possiamo osservare la struttura dello shock mount che farà da perfetto supporto al microfono stesso.

HyperX QuadCast 14

La struttura dello shock mount è sorretta a sua volta da una base con vite posteriore e regolabile sempre in metallo giusto per assicurare massima qualità e stabilità.

HyperX QuadCast 18

La base di contenute dimensioni ha nel suo lato inferiore anche un set di pad antiscivolo in gomma e troviamo anche un adesivo con diverse informazioni by Kingston.

HyperX QuadCast 19

Passando invece a qualche altro comando presente sul microfono possiamo dare uno sguardo alla manopola inferiore del QuadCast che ci permetterà di regolare il Gain. Purtroppo in Windows troviamo solo la barra di regolazione del volume e non quella del Gain quindi dovremo andare a tentativi per capire il ‘’vero’’ valore scelto. Il QuadCast mette a disposizione un indicatore posto centralmente, sotto il logo HyperX, oltre che da ‘’pallini’’ indicatori che dovrebbe fungere da punto di riferimento. Girando tutta la manopola verso destra azzereremo del tutto il Gain mentre verso sinistra lo andremo ad aumentare.

HyperX QuadCast 15 HyperX QuadCast 16

Dalla regolazione del Gain passiamo invece a quella del pattern. L’HyperX QuadCast mette a disposizione nel lato posteriore una piccola manopola che ci permetterà di scegliere tra 4 pattern in totale. Abbiamo a disposizione i più comuni che sono, in ordine da sinistra a destra, riportiamo la tabella per velocizzare e comprendere al meglio.

HyperX QuadCast Pattern

HyperX QuadCast 18

Ci basterà dunque scegliere quello che più si avvicina alle nostre esigenze in termini di utilizzo e voce restituita.

Il lato posteriore offre anche l’ingresso Jack 3,5 mm per l’ascolto in cuffia durante eventuali Podcast o altre sessioni oltre che dell’ingresso Mini-USB che garantirà alimentazione e connessione al PC.

HyperX QuadCast 23

A tal proposito è incluso nel bundle un cavo di 2 m di lunghezza rivestito in treccia di tessuto.

HyperX QuadCast 24

I connettori invece non sono placcati oro ma con la classica serigrafia sulla cover in plastica.

HyperX QuadCast 25

Oltre che di un adattatore da 5/8’’ per poterlo rimuovere dalla base da tavolo e installarlo ad un braccio per microfono e rendere l’utilizzo più professionale.

HyperX QuadCast 26 HyperX QuadCast 27

Prima di passare alle impressioni di utilizzo e test dello stesso vi riportiamo qualche altro scatto dell’HyperX QuadCast

HyperX QuadCast 20 HyperX QuadCast 21 HyperX QuadCast 22

Oltre che di uno scatto con LED rosso accesso e dunque microfono in funzione.

HyperX QuadCast LED 1


Partiamo con l’installazione. Quale installazione? C’è una installazione? Il bello di questo HyperX QuadCast è la totale assenza di dover fare nulla se non prendere il cavo USB in dotazione e collegarlo al PC, attendere qualche secondo per l’installazione automatica dei driver e subito poter parlare in chat vocale. Naturalmente le uniche regolazioni da fare saranno scegliere il pattern ideale e regolare eventualmente il Gain oltre che impostare o reimpostare le sorgenti da software quali Discord, Team Speak o OBS. Il resto è solo parlare.

Il microfono HyperX QuadCast si presenta di base con tutto ciò che spesso si compra separatamente dunque uno shock mount per garantire maggiore protezione e robustezza ad un eventuale microfono, un filtro antipop per ridurre al minimo rumori di fondo/ambiente e uniformare la sillabazione quando si parla. Incluso nel bundle è presente anche un adattatore da 5/8’’ che permetterà un’installazione più agevole o professionale su un’asta per microfono. Potrete in questo modo risparmiare anche del prezioso spazio sulla scrivania/postazione da gaming.

Il design dell’HyperX con anche questo LED di colore rosso sempre accesso a volte vi farà spostare lo sguardo su di esso per osservarlo e osservarlo. Non a caso HyperX e precisamente il QuadCast ha vinto il premio IF Design Award 2019.

Passando invece alle prestazioni dobbiamo dire che l’HyperX riesce ad offrire una registrazione della voce davvero interessante e ottima. Suono chiaro, pulito e uniforme in ogni situazione. Durante l’utilizzo io ho personalmente utilizzato il più classico dei pattern ovvero il cardioide. Potrete comunque scegliere eventualmente tra gli altri 3 che sono Omnidirezionale, Stereo o Bidirezionale. A seconda del pattern potrete effettuare un primo Tuning della voce e registrazione tramite la comoda e immediata manopola per la regolazione del Gain. Nel caso non foste ancora soddisfatti della qualità potrete e dovrete poi agire a livello software con i più classici e conosciuti software di ‘’pulizia’’ e settaggio audio.

Non da meno è anche la chicca relativa l’attivazione/disattivazione del microfono attraverso un sensore e il ‘’Tap-To-Mute’’. Con un leggero tocco potremo immediatamente mutare o riattivare il microfono.  Il LED Rosso sempre attivo con il Mute si spegnerà e si riaccenderà facendo il contrario. Sembra una cosa banale ma un tocco rispetto una pressione fisica di un tasto è sicuramente e nettamente migliore e più agevole a meno che non bypassate alla fonte con uno shortcut/binding sulla tastiera per la gestione Mic ON/OFF.

Complessivamente e a mio avviso HyperX con il QuadCast ha svolto un ottimo lavoro sotto i principali aspetti quali design, personalizzazione iniziale, qualità e prestazioni e dettagli.

L’unico vero contro che ho notato è l’assenza di una barra in Windows per controllare il volume del Gain e se vogliamo essere pignoli l’assenza di una manopola fisica sul microfono stesso, come per le altre già presenti, per la regolazione del volume.

Vi lasciamo infine alle registrazioni effettuate con i vari Pattern (sempre in ordine da sinistra a destra).

Stereo

Omnidirezionale

Cardioide

Bidirezionale


Oro HD new

4,5 stelle

HyperX con il nuovo QuadCast ci ha sorpreso molto infatti è riuscita a proporre una sua personale soluzione audio di registrazione, dicasi microfono, con un set di caratteristiche davvero niente male. Si parte da un design unico che ha garantito la vittoria del premio IF Design Award 2019, per proseguire con la funzione ‘‘Tap-To-Mute’’ che con un immediato e semplice tocco, tramite un sensore interno, permetterà di attivare/disattivare il microfono (LED Rosso) e ancora la possibilità di gestire/impostare uno dei quattro pattern (omnidirezionale, stereo, bidirezionale, cardioide) per preferire una diversa tipologia di registrazione secondo personali esigenze. Non solo, l’HyperX Quadcat è dotato anche di manopola per la regolazione del Gain in tempo reale. Ciò permetterà un Soft Tuning a monte.

L’ HyperX QuadCast giunge pronto all’uso con una base da tavolo solida e stabile unita ad un altrettanto robusto e di qualità shock mount. Grazie anche all’adattatore da 5/8’’ potremo sfruttare il QuadCast collegato ai più comuni Mic Arm senza perdere l’uso dello shock mount visto che fungerà da supporto stesso essendo il microfono sprovvisto di una filettatura.

La connessione al PC avviene tramite un semplice cavo USB rivestito in treccia di tessuto. Non manca un ingresso jack 3,5 mm per collegare un paio di cuffie e sentire la qualità in entrata/di registrazione.

A livello prestazionale l’HyperX QuadCast restituisce una voce chiara e pulita nonché naturale come potrete ascoltare dai sample audio nel precedente capitolo. Questa è garantita da 3 condensatori elettrete da 14 mm oltre che dal filtro antipop integrato nel corpo del microfono.

L’HyperX QuadCast viene proposto ad un prezzo di circa 130 €. Il prezzo in relazione alle caratteristiche e qualità offerta è interessante. Sicuramente da considerare per un Upgrade alla vostra postazione da Gaming o Streaming.

Pro

  • Design aggressivo/elegante
  • Ready To Use
  • 4 Pattern disponibili
  • Regolazione Gain
  • Qualità complessiva
  • Shock mount, filtro antipop e adattatore 5/8’’ inclusi
  • Funzione Tap-To-Mute

Contro

  • Assenza di un indicatore visivo del Gain in Windows

Si Ringrazia HyperX per il sample fornitoci.

Tommaso Mele

 

Commenta sul forum

SSL