AOC I2481FXH

Tags: reviewrecensioneMonitortestdisplayah-ipsprofilo coloreaoc i2481fxhaoc i2481fxh reviewLM238WF2

AOC I2481FXH 20Lo metti lì sulla scrivania, con magari un arredamento in stile moderno, e quasi ti spiace accenderlo perché già così va bene, ma noi lo abbiamo ricevuto per recensirlo mica per usarlo come soprammobile! Allora via, lo colleghiamo al computer e possiamo dire che anche da acceso non è poi affatto male. AOC, per il monitor I2481FXH, ha puntato principalmente al design, ma grazie all’adozione di un buon pannello AH-IPS, si destreggia bene un po’ ovunque.

 

 

 

 

 

Nella linea di prodotti Style line, AOC ha aggiunto da pochissimo al proprio catalogo i monitor I2481FXH e I2781FH. Questi si differenziano tra di loro solo nelle dimensioni fisiche, uno con diagonale da 23,8” e l’altro da 27”, e condividono tutto il resto, compresa la struttura frame-less, spessore sottile e base di appoggio asimmetrica in metallo. Il modello I2481FXH sta arrivando in questo periodo nei negozi, mentre la versione da 27” arriverà sul mercato nel prossimo mese. Nel connubio dimensioni-risoluzione, l’AOC I2481FXH restituisce una definizione maggiore e al giorno d’oggi una risoluzione Full HD su un pannello da 27” non appare affatto ideale, se non per determinati usi ed eccezioni.

Con questo breve video potrete farvi un’idea rapida del prodotto, ma nel corso della recensione troverete maggiori informazioni e test.

 


Specifiche tecniche

Specifiche

Il pannello integrato nell’AOC I2481FXH è l’LM238WF2-SSC di produzione LG Display. È praticamente lo stesso modello che viene adottato anche dall’EIZO EV2450 (qui la recensione dell’EIZO EV2750), ma che ha un’orientazione maggiormente produttiva, proprio come il modello testato alcuni giorni fa. Potremmo dunque aspettarci dei risultati cromatici niente male.

Per quanto riguarda le misure, rileviamo le stesse dimensioni riportate in tabella.

Menù service

 


Unboxing e bundle

Il design non è una cosa che deve passare in secondo piano per AOC e la scatola riporta subito i punti cardine del monitor I2481FXH. L’apertura avviene dall’alto, dove è anche presente una comoda maniglia per il trasporto.

AOC I2481FXH 01AOC I2481FXH 02

Il display, con base già installata dato che non è possibile rimuoverla, è ben alloggiato tra i due blocchi di polistirolo, mentre il bundle trova spazio tra le fessure presenti. In totale all’interno troviamo:

  • un cavo HDMI
  • un cavo D-Sub
  • un cavo di alimentazione con alimentatore esterno
  • CD per la guida e i software AOC

AOC I2481FXH 03

AOC I2481FXH 05

AOC I2481FXH 04 AOC I2481FXH 06

La base è già fissata al display e sotto la particolare forma troviamo cinque gommini antiscivolo. Questi fanno una buona adesione sulla scrivania, anche se non sarà difficile trascinare il monitor visto anche il peso ridotto.

AOC I2481FXH 07

 


Uno sguardo da vicino e analisi ergonomiche

Gusti soggettivi a parte (o forse no?), la sua figura la fa, eccome: cornici sottili, spessore ridotto e finitura metallica, c’è tutto quello che serve per dare un bel tocco di eleganza e raffinatezza. Uno dei maggiori dubbi che potrebbe venirvi in mente alla prima occhiata riguarda la stabilità; ebbene, durante la scrittura un po’ energica, gaming o con qualche colpetto alla scrivania, il display non tende ad oscillare come ci si potrebbe attendere. La stabilità non è granitica come soluzioni più massicce, ma se non avete intenzione di piazzarlo sopra un sacco da boxe, non ci saranno davvero problemi.

AOC I2481FXH 08

AOC I2481FXH 11

AOC I2481FXH 10 AOC I2481FXH 13

AOC I2481FXH 09 AOC I2481FXH 12

Il pannello è di tipo opaco leggero e per questo non si notano granulosità su sfondi bianchi. Le cornici più sottili misurano in totale appena 7 mm, quella inferiore arriva a 18 mm e lo spessore, senza considerare le zone più voluminose, misura circa 8 mm. Il bordo inferiore del pannello dista circa 8 cm dalla scrivania.

I cinque comandi del menù OSD sono di tipo fisico, incluso il tasto di alimentazione. Vicino a quest’ultimo è presente il LED di stato che si colora di bianco in condizioni operative e rimane fisso in colorazione arancio quando il monitor è in stand-by. La luce è piuttosto fioca e non dà mai fastidio, ma la posizione quasi centrale non è poi la migliore possibile. Qualora lo voleste, purtroppo non vi è possibilità di disabilitare il LED all’interno del menù OSD.

AOC I2481FXH 14

AOC I2481FXH 15 AOC I2481FXH 16

Nelle zone laterali non è stato posizionato alcun ingresso / uscita, visto anche lo spessore estremamente ridotto. Posteriormente, nella zona dove la plastica è di tipo lucido, troviamo le due porte HDMI, una porta D-Sub, un’uscita jack audio per le cuffie e lo spinotto per l’alimentatore esterno. Il bel sostegno metallico però non nasconde la limitata ergonomia. Il pannello può solamente essere inclinato da -3° a +20° e non sono presenti i fori VESA per collegarlo a un sostegno a muro.

 AOC I2481FXH 17 AOC I2481FXH 18 AOC I2481FXH 19

 


Prima accensione

L’AOC I2481FXH è stato collegato per il test a una scheda video GeForce tramite il collegamento HDMI ed è stato ovviamente impostato nel pannello di controllo NVIDIA l’intervallo dinamico 0-255. Alla prima accensione abbiamo provveduto a resettare i parametri a quelli di fabbrica ed è stato facile apprezzare sin da subito la buona calibrazione, a meno della luminosità un po’ troppo elevata visto il valore di 90/100.

Con le impostazioni di default registriamo una luminosità di 230 cd/mq, luminosità del nero di 0,34 cd/mq, contrasto di 670:1, temperatura del bianco di 6200K e gamma del 2,1. Soddisfacente è il range di luminosità che va da un minimo di 49 cd/mq a un massimo di 276 cd/mq. La copertura dello standard sRGB è del 97% e per quello Adobe RGB è del 75%.

Gamut default Gamma default

Temp default

Per interpretare e comprendere i grafici qui riportati, se necessario, potete trovare informazioni al seguente link.

La fedeltà cromatica nelle condizioni out-of-box risulta buona, con un Delta-E medio di 1,54.

Potremmo riassumere una scala di giudizio secondo quanto segue:

  • Delta-E < 1 il risultato è eccellente;
  • Delta-E < 2 il risultato è buono;
  • Delta-E < 3 il risultato è sufficiente;
  • Delta-E > 3 la riproduzione è inaccurata 

Fedeltà default

 


Funzioni del menù OSD

I comandi per navigare all’interno del menù sono di tipo fisico e non risulta difficoltoso l’utilizzo. Non vi è un sistema di retroilluminazione e non vi sono indicatori a schermo, ma essendo riconoscibili al tatto si riesce a utilizzare il menù anche in condizioni di scarsa luminosità. Da sinistra verso destra si ha dapprima il comando per la selezione della sorgente video, poi il comando per attivare la funzione Clear Vision (regola la nitidezza), segue il bilanciere del volume (anche se non ci sono degli speaker integrati), il pulsante per accedere al menù completo e infine si ha il tasto di alimentazione.

AOC I2481FXH 22

OSD 01

Il menù OSD è il classico di AOC; ormai vecchio da vedere e anche un poco lento nel passare da un menù all’altro, ma perlomeno è intuitivo e ben raggruppato, magari anche perché ci sono poche funzioni sulle quali si può agire. Nella prima voce “Luminosità” si potranno selezionare le modalità di visione che andranno semplicemente a variare la luminosità. I valori di gamma selezionabili sono tre e l’overdrive può essere impostato su Disattiva, Debole, Medio (di default) e Forte.

OSD 02 OSD 03OSD 04 OSD 05

Il successivo menù, Imp Immagine, viene disattivato quando si utilizza il monitor con un collegamento digitale. In Configurazione Colore si possono scegliere diverse tonalità; Caldo (50/50/50), Normale (35/44/50), Freddo (21/34/50), sRGB (50/50/50) e Utente (ancora 50/50/50, ma l’unico a permettere un setting manuale). Le restanti funzioni sono abbastanza esplicative e l’abbiamo già incontrate nelle altre recensioni dei monitor AOC.

Nel CD fornito in dotazione, oltre alla guida, sono presenti i software i-Menù (per la regolazione del menù OSD con il mouse), e-Saver (per gestire il risparmio energetico) e Screen+ (che permette la suddivisione dello schermo per ottimizzare l’area di lavoro in multitasking).

AOC i menù

AOC e Saver

 


Creazione del profilo colore

Prima di procedere alla calibrazione dell’AOC I2481FXH tramite la sonda colorimetrica Datacolor Spyder 4, abbiamo analizzato il risultato degli altri setting disponibili per quanto riguarda il gamma e la temperatura del bianco. Le modalità sRGB ed Utente hanno la stessa terna RGB di Caldo (50/50/50), quindi ottengono tutte lo stesso valore. La modalità Utente è l’unica a permettere un bilanciamento anche manuale.

 Gamma settingTemp setting

Con i valori di riferimento impostati come al solito, luminosità di 120 cd/mq, gamma di 2,2 e temperatura di 6500K, abbiamo ottenuto il seguente risultato abbassando la luminosità fino a 33, lasciando le impostazioni di default.

È possibile installare il profilo colore scaricando il file dal seguente link

Calibraz

Migliorano leggermente la copertura gamut (che cresce di un punto percentuale) e la temperatura del bianco. Il valore medio del Delta-E passa da 1,54 a 1,18. 

Gamut calib Gamma calib

Temp calib

Fedeltà calib


Confronto tra i monitor testati

Raccogliamo nelle successive tabelle i risultati dei monitor fin qui recensiti, sia nelle condizioni out-of-box e sia dopo l’avvenuta calibrazione.

Nero 01 defNero 02 calibContrasto 01 defContrasto 02 calib

Fedeltà 01 defFedeltà 02 calib


AOC I2481FXH in test

Colour banding

Come primo test abbiamo verificato la presenza del classico fenomeno del colour banding, ovvero delle bande di colore sulle sfumature, con diverse tonalità. Il monitor ha un color depht da 6-bit + FRC (riproducendo fino a 16,7 milioni di colori), ma non si apprezzano evidenti fenomeni di banding.

Colour banding 01 Colour banding 02Colour banding 03 Colour banding 04

Uniformità

Suddividendo lo schermo in nove rettangoli, abbiamo misurato con il colorimetro l’uniformità della luminosità e dei colori. La differenza massima registrata è risultata pari al 17%, con una media dell’8,7%, per quanto riguarda la luminosità, mentre per il colore, il Delta-E maggiore è stato di 4,1, con una media dell’1,8. Non si tratta di un risultato brillante, ma è accettabile per un monitor di questo tipo.

Uniformità 01 lumin Uniformità 02 colore

Abbiamo inoltre catturato due immagini con una schermata nera al buio con diverso tempo di esposizione della fotocamera. L’immagine di sinistra riporta la situazione più simile riscontrabile a occhio nudo, mentre quella di destra ha una sensibilità maggiore alla luminosità.

 Backlight 01 Backlight 02

Quando si ha a che fare con una riproduzione uniforme e molto scura, si riescono a vedere chiaramente delle imperfezioni dal punto di vista della retroilluminazione. Abbiamo recentemente visto che anche il monitor EIZO EV2750, con cornici sottili, soffriva di simili problematiche, anche se questa volta l’effetto è meno evidente. Una struttura così sottile probabilmente accentua un problema mai in realtà risolto nei display LCD.

Angoli di visione

In questo test andiamo a valutare la deviazione colorimetrica all’aumentare dell’angolo di visione per i quattro lati. In questo test prevalgono in genere i display a matrice IPS / PLS / AHVA; seguono i VA e infine i TN. I risultati sono nella media, ma soffre un poco di più le angolazioni sulla verticale.

Angoli

Nella media anche l'effetto definito IPS glow.

IPS Glow

Reattività

Per testarne la reattività abbiamo utilizzato il tool presente su TestUfo.com. Per i vari setting dell’overdrive disponibili nell’AOC I2481FXH, Disattivato, Debole, Medio e Alto, sono state catturare dieci foto con la fotocamera impostata con ISO 3200 e tempo di esposizione di 1/350 sec, e ne abbiamo riportato il risultato medio.

Overdrive 01 disattiv Overdrive 02 deboleOverdrive 03 medio Overdrive 04 forte

Il setting di default, Medio, è quello che offre le migliori prestazioni. Il valore più spinto genera un po' di overshoot di segnale e manifesta il reverse ghost. Gli altri hanno una reattività inferiore e l'effetto ghost è più pronunciato. 


Analisi sul campo

Nel corso dei nostri test andiamo a valutare anche il comportamento generale del monitor nelle classiche funzioni di utilizzo e quindi a stilare un piccolo resoconto che non può essere immune da considerazioni anche soggettive.

L’AOC I2481FXH è un monitor per utilizzo home, senza particolari orientazioni per un determinato settore. Va bene un po’ per tutto, ma non eccelle in niente. Sul lato desktop, la parte multi-tasking viene un po’ inficiata dalla risoluzione “solo” Full HD; al giorno d’oggi è proprio il minimo sindacale per un PC relativamente moderno. D’altra parte, montando un display da 23,8”, non vi è una vera necessità di avere a che fare con una risoluzione molto più elevata. Se l’utilizzo di più finestre o schede del browser operative è saltuario e non una regola, il Full HD può andare benissimo.

Movie

Dato il pannello AH-IPS, la riproduzione ottenuta è soddisfacente. Seppur non di riferimento, la risposta cromatica, anche già in condizioni out-of-box, può regalare una piacevole esperienza d’uso anche per applicativi grafici a un livello amatoriale. Anche se parliamo di differenze non rilevanti, l’AOC I2481FXH ha fatto registrare una luminosità del nero piuttosto buona, rimanendo dietro (nella nostra classifica) solo all’ASUS MX279H (AH-IPS) e ai monitor con panello di natura VA, che vantano proprio un elevato contrasto tra i loro punti di forza.

Game 01 Game 02

La discreta uniformità si può notare quando si visualizzano i film, per via delle bande nere, ma non si tratta di un problema molto evidente. Per quanto riguarda i game, il monitor si comporta piuttosto bene, considerando anche che non ha particolari tecnologie indirizzate a questo campo e come abbiamo visto nel capitolo precedente il setting Medio dell’overdrive è quello che restituisce la migliore esperienza d’uso. Da non trascurare il fatto che se nel vostro PC avete una scheda video di fascia media, questa riuscirà a farvi giocare dignitosamente a qualunque titolo, vista la risoluzione non elevata.

Nessuna nota per gli speaker audio dato che non sono presenti.

Il funzionamento della retroilluminazione è di tipo DC per qualunque valore della luminosità, quindi non si verificano fenomeni di flickering (flicker-free).

 


Conclusioni

Oro-HD new design

 

Prestazioni 4,5 stelle Non è paragonabile a soluzioni dotate di alto refresh e/o con sincronia variabile, ma è un buon compagno per il gaming. Buoni anche i salti dati dall’overdrive interno.
Qualità 4,5 stelle Il pannello è di buona qualità e restituisce una soddisfacente esperienza d’uso, grazie anche alla calibrazione di fabbrica e ai classici vantaggi dei display IPS. L’uniformità però potrebbe essere migliore, anche se non problematica nella maggior parte degli usi. Buona anche la struttura del monitor.
Ergonomia 3,5 stelle Se non avete bisogno di orientare il pannello in diverse configurazioni, utilizzare tre connessioni digitali (mancano anche le funzioni PiP o PbP), sfruttare gli speaker integrati e avere delle porte USB a portata di mano, allora non avrete rilevanti limitazioni.
Prezzo 4 stelle Il prezzo ufficiale è di 179 euro. È un costo ragionevole, ma non appare aggressivo viste le specifiche tecniche. Bisogna però ricordare che il design curato fa parte del costo.
Complessivo 4,5 stelle  

 

Ad essere sinceri non avevamo grandi aspettative per l’AOC I2481FXH dato che anche lo stesso produttore sembrava aver investito più sull’estetica che ad altro, andando così a limitare le varie fruizioni di un monitor. In piccola parte in realtà è stato così, ma meno di quanto ci saremmo immaginati. Il design è convincente grazie a una buona costruzione con cornici ultra-sottili e spessore limitato; la base e il sostegno in metallo danno quel tocco in più vincente. La struttura, benché a una rapida occhiata appaia poco stabile, in realtà evita al pannello quelle piccole e odiose oscillazioni, ma come abbiamo visto le regolazioni sono limitate alla sola inclinazione. L’ergonomia è proprio il suo punto debole visto che non offre delle porte USB, speaker audio (collegando una console o lettore DVD dovrete utilizzare l’uscita jack audio per le cuffie o diffursori esterni) e funzioni PiP e PbP nonostante i tre ingressi video (comunque non di fondamentale importanza per un simile prodotto).

AOC I2481FXH 20

Il display di tipo AH-IPS è di buona qualità e come abbiamo già mostrato e detto nel corso della recensione, riesce a cavarsela un po’ ovunque. Lo spazio di lavoro è quello di un qualsiasi Full HD, ma su un display con diagonale da 23,8 pollici può ancora andare bene. Forse la struttura frame-less non aiuta, ma l’uniformità, almeno per l’esemplare che abbiamo ricevuto, potrebbe essere migliore. In realtà i fasci luminosi si notano solamente in particolari condizioni, ma una di queste capita durante la visione di film. Nei videogames la reattività è soddisfacente e non si avvertono ritardi di lag o una particolare lentezza nella transizione dei pixel. Non è un monitor gaming, ma non deluderà le aspettative di chi non ricerca le migliori performance.

L’AOC I2481FXH è disponibile attualmente su Amazon al seguente link http://amzn.to/1W6zl0c ad un prezzo di 205€. Se reputate importante il design e la limitata ergonomia non è un problema per il vostro uso tipico, il monitor è una valida scelta tra i Full HD da 23-24”.

 

Pro

  • design
  • buon all-around

 

Contro

  • ergonomia
  • uniformità un po’ sottotono

Si ringrazia AOC per il sample fornito.

Andrea Fanfani

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.