AOC Agon AG322QCX per giocare con un 32" curvo

Tags: aoc displaywqhdamd freesyncagon31,5"AG322QCX

La serie Agon lanciata da AOC vuole rispondere alle esigenze dei videogiocatori e fino ad oggi il produttore è riuscito a ritagliarsi una buona fetta di mercato tra i vari appassionati con monitor dotati di tecnologia NVIDIA G-SYNC o AMD FreeSync. L’AOC Agon AG322QCX che abbiamo ricevuto in prova supporta proprio quest’ultima tecnologia e aggiunge altre particolarità che andremo a scoprire di seguito.

AOC Agon AG322QCX 28

L’AOC Agon AG322QCX è un monitor dotato di un pannello a matrice SVA da 31,5” e risoluzione WQHD da 2560x1440 pixel. Questo è dotato di una curvatura da R1800:1 che aumenta il senso di coinvolgimento e tende a limitare le sfumature che potrebbero verificarsi agli angoli del monitor rispetto al punto di vista dell’utilizzatore. Probabilmente la curvatura appare più idonea con monitor dal formato tipo 21:9, ma avendo a che fare con un prodotto dalla generosa diagonale, l’effetto rimane comunque apprezzabile e non eccessivo. Ma ora basta chiacchiere e vediamo com’è in realtà e soprattutto come va!


 Specifiche tecniche

Il pannello adottato nell’AOC AG322QCX è il Samsung LSM315DP01, un LCD a matrice SVA e retroilluminato con W-LED.

 


AOC fa capire molto bene già dalla scatola che l’Agon AG322QCX è un prodotto gaming e mette in evidenza anche le peculiari caratteristiche tecniche e funzionali. La scatola non presenta una maniglia e l’apertura avviene dall’alto, ma l’estrazione del monitor e di tutto il bundle non è comunque difficoltosa. All’apertura si potrà estrarre tutto il bundle e sotto il primo blocco di polistirolo si avrà accesso al monitor, al braccio di regolazione e alla base di sostegno.

AOC Agon AG322QCX 01AOC Agon AG322QCX 01

AOC Agon AG322QCX 29 AOC Agon AG322QCX 29

Il montaggio risulta piuttosto rapido e dopo aver inserito il braccio di regolazione sarà necessario fissarlo con le quattro viti fornite (che useranno i fori VESA 100x100 mm) e in seguito si potrà incastrare la base e fissarla al braccio con la vite preinstallata. La stessa base poggia sulla scrivania in tre punti dotati di gommini; questi creano una buona aderenza, ma permettono comunque al monitor di scivolare per sistemarlo al meglio. La struttura risulta stabile e il display non tenderà ad oscillare.

AOC Agon AG322QCX 03 AOC Agon AG322QCX 03 AOC Agon AG322QCX 03

Il bundle è composto da un cavo DisplayPort, uno HDMI, un cavo USB (per utilizzare l’hub USB), un cavo jack audio da 3,5mm, un alimentatore esterno dalle dimensioni generose, un CD e un controller con cavo.

AOC Agon AG322QCX 10

 AOC Agon AG322QCX 11 AOC Agon AG322QCX 11


Il monitor AOC Agon AG322QCX si presenta abbastanza bene; dove da una parte spicca una base dal design particolare, dall’altra la cornice inferiore sembra avere una plastica lucida dall’aspetto un po’ economico. Continuando l’analisi delle cornici, misuriamo uno spessore di circa 9mm, mentre quella inferiore va da un minimo di circa 27mm a un massimo di 32mm (nella zona centrale). Il monitor ha una curvatura con raggio di R1800:1 e il rivestimento del pannello Samsung LSM315DP01, di tipo SVA, è di tipo leggero. La zona inferiore integra due ampie strisce LED regolabili nel menù OSD, mentre al centro è presente l’unico pulsante joystick a 5 vie. Il LED di stato è posizionato dietro a quest'ultimo e la luce rimane praticamente invisibile alla vista dell'utilizzatore.

AOC Agon AG322QCX 13

AOC Agon AG322QCX 09 AOC Agon AG322QCX 09 AOC Agon AG322QCX 09

Nella zona posteriore vengono ancora integrate due strisce LED per lato separate dal braccio di regolazione centrale che presenta anche una maniglia in alto. Nel lato sinistro si trova poi un piccolo sostegno per riporre le cuffie gaming rimanendo così sempre a portata di mano. L’AOC offre davvero una buona dotazione di porte I/O. Sulla parte laterale è presente il jack audio per il microfono, per le cuffie, due porte USB 3.0 (di cui quella gialla Fast Charging) e il connettore per l’hub USB. Dietro sono presenti invece due porte HDMI 2.0, due DisplayPort 1.2, una D-Sub, altri due connettori jack audio (cuffie e microfono), il connettore per il controller esterno e quello per l’alimentatore.

AOC Agon AG322QCX 21 AOC Agon AG322QCX 21AOC Agon AG322QCX 21 AOC Agon AG322QCX 21

 AOC Agon AG322QCX 04 AOC Agon AG322QCX 04 AOC Agon AG322QCX 04

Le regolazioni ergonomiche si possono effettuare tutte solo con una mano e risultano più che soddisfacenti. L’AOC permette la regolazione in altezza per 110 mm, la rotazione di 30° per lato e l’inclinazione da -5,5° a +29°.

AOC Agon AG322QCX 15 AOC Agon AG322QCX 15AOC Agon AG322QCX 15 AOC Agon AG322QCX 15

 AOC Agon AG322QCX 18 AOC Agon AG322QCX 18 AOC Agon AG322QCX 18


L’AOC Agon AG322QCX è stato collegato per il test a una scheda video GeForce tramite il collegamento DisplayPort. Alla prima accensione abbiamo provveduto a resettare i parametri a quelli di fabbrica.

Con le impostazioni di default, luminosità a 90, contrasto 50, Gamma1 e temperatura del colore Caldo, registriamo una luminosità di 217 cd/mq, luminosità del nero di 0,31 cd/mq, contrasto di 710:1, temperatura del bianco di 5900K e gamma del 2,0. La copertura dello standard sRGB è del 99% e per quello Adobe è dell’83%.

Buono è il range di luminosità che va da un minimo di 21 cd/mq a un massimo di 223 cd/mq. Per la calibrazione utilizzeremo la modalità colore Normale perché più vicina a quella di riferimento, ma con questa impostazione il range di luminosità va da 19 a 206 cd/mq. Il punto maggiore non è elevato, ma è comunque sufficiente anche in un ambiente luminoso.

Per interpretare e comprendere i grafici qui riportati, se necessario, potete trovare informazioni al seguente link.

Gamma 1 def Gamma 1 def

Temp caldo def

La fedeltà cromatica nelle condizioni out-of-box non è tra le migliori, con un Delta-E medio di 3,35.

Potremmo riassumere una scala di giudizio secondo quanto segue:

  • Delta-E < 1 il risultato è eccellente;
  • Delta-E < 2 il risultato è buono;
  • Delta-E < 3 il risultato è sufficiente;
  • Delta-E > 3 la riproduzione è inaccurata 

Fedeltà def


Purtroppo il produttore AOC sembra essersi affezionato molto a questo menù OSD che non vediamo cambiare nel corso degli anni. Sarebbe il caso di renderlo un po’ più ordinato e compatto. Per fortuna questa volta troviamo un joystick a 5 vie con il quale è possibile eseguire tutte le funzioni e inoltre viene fornito anche un controller esterno per richiamare rapidamente uno dei profili personalizzati che è possibile creare e muoversi all'interno dello stesso menù.

OSD 01 OSD 01OSD 01 OSD 01OSD 01 OSD 01

Le voci sono esplicative. Aggiungiamo che il joystick permette tra i comandi rapidi lo switch tra le sorgenti video, la selezione tra le modalità di gioco (FPS, RTS, Corsa, Giocatore 1, Giocatore 2 e Giocatore 3), il controllo delle ombre (una sorta di modifica simile al contrasto) e regolare il colore dei LED (rosso, verde, blu) con intensità diverse (disattivato, debole, medio e forte). La luce rimane fissa e non è possibile creare effetti strob come visti per l'ASUS ROG XG27VQ.

OSD 07

LED Back LED Back


Prima di procedere alla calibrazione dell’AOC AG322QCX tramite la sonda colorimetrica Datacolor Spyder 4, abbiamo analizzato il risultato degli altri setting disponibili per quanto riguarda il gamma e la temperatura del bianco. 

 Gamma setting Temp setting

Scegliendo la modalità sRGB non si può più agire sulla luminosità (fisso a 90), sul contrasto (50) e sul valore del gamma (Gamma1). Anche se il valore del Gamma3 è quello che numericamente si avvicina di più a quello di riferimento (2,2), i colori tendono ad essere troppo saturi e infatti anche il test della fedeltà cromatica peggiora. Scegliamo allora il setting Gamma1 e colore Normale.

Calibrazione

Con i valori di riferimento impostati come al solito, luminosità di 120 cd/mq, gamma di 2,2 e temperatura di 6500K, abbiamo ottenuto il seguente risultato abbassando la luminosità fino a zero, lasciando le impostazioni di default.

È possibile installare il profilo colore scaricando il file dal seguente link

Gamut calib Gamut calib

Temp calib

Fedeltà calib

 


Raccogliamo nelle successive tabelle i risultati dei monitor fin qui recensiti, sia nelle condizioni out-of-box e sia dopo l’avvenuta calibrazione.

Contrasto 01 defContrasto 01 defContrasto 01 defContrasto 01 defFedeltà 01 defFedeltà 01 def

 


Uniformità

Suddividendo lo schermo in nove rettangoli, abbiamo misurato con il colorimetro l’uniformità della luminosità e dei colori. La differenza massima registrata è risultata pari al 12%, con una media del 5,8%, per quanto riguarda la luminosità, mentre per il colore, il Delta-E maggiore è stato di 3,0, con una media dell’1,8.

Uniformità 01 luminos Uniformità 01 luminos

Abbiamo inoltre catturato due immagini con una schermata nera al buio con diverso tempo di esposizione della fotocamera. L’immagine di sinistra riporta la situazione più simile riscontrabile a occhio nudo, mentre quella di destra ha una sensibilità maggiore alla luminosità. Si ricorda che questo test è fortemente dipendente dal singolo esemplare. In condizioni estreme si può apprezzare un'eccessiva luce proveniente dalla cornice inferiore. Durante il classico utilizzo non è assolutamente riscontrabile alcun fastidioso alone.

 Backlight 01 Backlight 01

Angoli di visione

In questo test andiamo a valutare la deviazione colorimetrica all’aumentare dell’angolo di visione per i quattro lati. In questo test prevalgono in genere i display a matrice IPS / PLS / AHVA; seguono i VA e infine i TN. Il verde del prato tende a sbiadire piuttosto facilmente e le nuvole cambiano quasi colore guardando il monitor dal basso. Rimanendo nella classica posizone centrale non si avvertono però anomalie; in questo caso aiuta anche un pochino la curvatura del pannello.

Angoli di visione

Reattività

Per testarne la reattività abbiamo utilizzato il tool presente su TestUfo.com. Per i vari setting dell’overdrive disponibili nell’AOC Agon AG322QCX, Disattivato, Debole, Medio e Forte, sono state catturare dieci foto con la fotocamera impostata con tempo di esposizione di 1/400 sec, e ne abbiamo riportato il risultato medio.

Disattivato                                                                     Debole

OD 01 disatt OD 01 disatt

Medio                                                                              Forte

OD 01 disatt OD 01 disatt

Appare piuttosto chiaramente che il setting da preferire è quello Medio. L’opzione Forte presenta un evidente overshoot di segnale.

  


Nel corso dei nostri test andiamo a valutare anche il comportamento generale del monitor nelle classiche funzioni di utilizzo e quindi a stilare un piccolo resoconto che non può essere immune da considerazioni anche soggettive.

Il grande formato (31,5 pollici), la buona risoluzione (2560x1440 pixel) e la curvatura (R1800:1) rendono l’esperienza di utilizzo piuttosto soddisfacente un po’ in ogni campo. L’area di lavoro in ambiente desktop è sufficiente e si potrà lavorare comodamente in multitasking.

Movie

L’aspetto ludico è quello che meglio si addice all’AOC Agon AG322QCX, mentre la riproduzione grafica rimane un po’ sottotono. D’altra parte il monitor è destinato al settore gaming e non se la cava male, ma non sarà un dramma ritoccare le foto della vacanza o poco più. La visione dei film è decisamente godibile grazie al tipo di pannello, alla curvatura e al fatto che l'esemplare non presenta evidenti anomalie di fasci luminosi provenienti dalle cornici nere.

Appagante è l'utilizzo di videogiochi, sia per il tempo di risposta del tutto sufficiente che per l'elevata frequenza. Si ricorda solo che il refresh massimo di 144 Hz è disponibile solo con la tecnologia FreeSync. Nel caso in cui abbiate una GPU NVIDIA nel PC, la frequenza sarà di 120 Hz.

Movie

I due speaker da 5W integrati fanno il loro lavoro, ma il classico suono ovattato delle soluzioni di questo tipo fa di certo preferire un paio di buone cuffie o un sistema dedicato.

La retroilluminazione è di tipo continuo a qualunque valore della luminosità e questo vuol dire che il monitor è flicker-free.

 


silver new

Prestazioni

4 stelle   copia

Buone le prestazioni dell’AOC nei videogames. Purtroppo non è presente una funzione tipo l’ELMB di ASUS, che in un monitor del genere sarebbe apprezzata.

Qualità

3,5 stelle   copia

Senza lode e senza infamia. Dopo la calibrazione la fedeltà cromatica raggiunge discreti livelli, ma il contrasto, il gamma e la temperatura del bianco avrebbero dovuto segnare valori migliori.

Ergonomia

4,5 stelle   copia

Ha tutto quello che serve, ma serve dare un tocco nuovo al menù OSD.

Prezzo

4 stelle   copia

I prezzi vanno dai circa 470 ai 530 euro.

Complessivo

4 stelle   copia

 


Arrivati a questo punto, vi sarete già fatta una buona idea generale del prodotto. Ci sono alcuni punti molto buoni e alcuni che rimangono migliorabili, ma spesso si ricade anche in preferenze soggettive. I valori riportati nelle tabelle comparative però sono oggettivi e appaiono un po' sottotono. Si potrebbe ovviare in parte al problema ricordando che il monitor è orientato perlopiù al gaming e qui non se la cava male.

L’ergonomia è un punto forte del monitor. Ha diverse connessioni video e audio, speaker integrati, hub USB, sostegno per le cuffie, controller con filo e facili regolazioni. Se vogliamo essere pignoli l’accesso alle porte USB e a quelle audio non è comodissimo, ma basta ruotare il display e si ovvia in parte al problema. Come già indicato, andrebbe reso più moderno il menù OSD.

Il monitor è acquistabile a un prezzo che oscilla intorno ai 500 euro. Se avete intenzione di optare per un prodotto dalle caratteristiche in linea con questo AOC, l'Agon AG322QCX merita di essere preso in considerazione nella scelta.

Pro

  • Ergonomia
  • Buon compagno per film e giochi non estremi

Contro

  • Calibrazione di fabbrica (e in parte anche dopo)

Si ringrazia AOC per il sample fornito. 

 

Commenta sul forum