• Posted
  • Hits: 8980

Shuttle XPC Barebone SH87R6: l’Haswell per il salotto

shuttle-sh87r6 introRecentemente abbiamo analizzato il Mini-PC Shuttle XPC DS61 un PC super compatto dedicato all’utilizzo multimedia e non. Quest’oggi vi presentiamo lo Shuttle XPC SH87R6, il primo barebone di Shuttle su piattaforma Haswell socket LGA-1150 e chipset H87. Lo Shuttle XPC SH87R6 è un barebone compatto ed elegante con sistema di dissipazione I.C.E. 2 integrato, brevettato da Shuttle, ed altre soluzioni interessanti che vedremo nel corso di questa recensione.

 

 

 

 

 

 

 

 

SH87R6 intro

 

 

Shuttle Inc. è un'azienda taiwanese che nasce inizialmente come produttrice di schede madri per poi evolversi nel segmento dei sistemi mini PC Barebone, sistemi PC completi e monitor. Nel corso degli ultimi 10 anni, Shuttle è stato uno dei produttori di schede madri top 10 del mondo, ed ha guadagnato la fama nel 2001 con l'introduzione del SV24 Shuttle, uno dei primi computer al mondo che ha avuto un enorme successo commerciale per le sue dimensioni ridotte.

 

shuttle-logo

 

La sua fortunata linea di computer XPC è oggi ben conosciuta ed annovera modelli di ogni genere. I suoi sistemi di tipo desktop sono disponibili sia come XPC Barebone (sistemi composti da chassis, scheda madre, alimentatore e sistema di raffreddamento) sia come configurazioni complete pre-assemblate (anche su specifica richiesta degli utenti che possono utilizzare il configuratore online disponibile sul sito del produttore). Questa differenziazione è divenuta cardine dell'azienda che nel corso degli anni ha lanciato parecchi modelli come i sistemi esclusivi M-series ed X-series.

Potete scoprire tutta la vasta gamma di prodotti visitando il seguente web link cliccando sull'immagine sottostante:

 

 xpc

 

Lo Shuttle XPC Barebone SH87R6 è costituito da un elegante chassis rifinito in alluminio con già preinstallata la scheda madre (Mainboard) prodotta direttamente da Shuttle con un form factor proprietario e compatibile con CPU Intel Haswell i3, i5, i7 con socket LGA 1150 e chipset Intel H87; un alimentatore (PSU) interno fanless con potenza di ben 300W certificato 80Plus in grado di garantire massima stabilità al nostro Shuttle;  il tutto per garantire un sistema ad alta efficienza e silenziosità.

Shuttle XPC Barebone SH87R6 Prodotto recensito da Tommaso Mele in data 25 novembre 2013. Voto: 5. Prezzo medio in Italia 300€

 


Shuttle XPC Barebone SH87R6 - Features Principali

 

Di seguito vi riportiamo una breve descrizione di quelle che sono le principali funzionalità che caratterizzano lo Shuttle XPC Barebone SH87R6.

 

Supporto ai processori della famiglia Haswell

Lo Shuttle SH87R6 è dotato di una scheda madre con socket LGA-1150 in grado di ospitare CPU della quarta generazione di Intel come Core i3/i5/i7; avremo quindi ampia scelta per personalizzare il cuore di questo barebone. Tali CPU sono dotate di grafica integrata Intel-HD e memory controller con supporto a RAM DDR-3 Dual-Channel 1333/1600Mhz fino a 32GB oltre che supporto PCI-Express x16 Gen.3.0.

 

haswell caratteristica

 

 

Chipset Intel H87

Lo Shuttle SH87R6 è equipaggiato con chipset H87, compagno ideale di PC multimediali con un occhio di riguardo alle prestazioni. Il chipset Intel H87 offre la gestione dinamica di una connessione LAN in standard 10/100/1000Mbps, porte SATA III, USB 3.0 e molto altro.

 

h87 caratteristica

 

Nuovo Chassis R6

Lo Shuttle SH87R6 è dotato di un nuovo chassis della serie R6 con rifiniture in alluminio spazzolato e colorazione nera. Lo chassis è dotato di porte USB 3.0 ed ingressi jack da 3,5mm.

 

chassis

 

 

Connessioni Full-HD

La scheda madre dello Shuttle SH87R6 vede la presenza di porte DVI ed HDMI in grado, assieme alla grafica integrata delle CPU Intel, di gestire contenuti in alta definizione. L’ SH87R6  è adatto quindi al salotto per la riproduzione di film e contenuti multimediali.

 

full hd caratteristica 

 

Supporto a VGA Dual Slot

Lo chassis dello Shuttle SH87R6 può ospitare schede video dual slot così da ampliare il potenziale multimediale e, perché no strizzare l’occhio al mondo videoludico in salotto. La scheda madre integrata dispone di uno slot PCI-Express x16 Gen.3.0 in grado di ospitare le più recenti schede grafiche per offrire le massime prestazioni in ogni ambito.

 

dual slot vga caratteristica

 

Interfaccia SATA III

La scheda madre è dotata di porte SATA III per la gestione di Hard Disk o SSD con velocità massima di 6Gbps ed in grado di supportare RAID 0/1/5. Avremo quindi ottime prestazioni anche per il comparto storage.

 

sata III caratteristica

 

Supporto Mini-PCI

Lo Shuttle SH87R6 è dotato di due slot Mini-PCI. Uno è il classico Half Size in grado di ospitare schede WiFi. In aggiunta, è possibile utilizzare l’ulteriore slot Full Size per installare SSD di tipo mSATA che permetterà di ridurre lo spazio occupato al minimo e di facilitare il cable management.

 

mini pci caratteristica

 

Funzionalità di ricarica rapida

Lo Shuttle SH87R6 è dotato di una porta USB con possibilità di erogare una corrente massima di 2°@5 volt (supportata solo in Windows XP e 7) per ricaricare dispositivi mobile come smartphone o tablet.

 

quick ricarica carattertistica

 

 Integrated Cooling Engine Technology (I.C.E.)

Anche lo Shuttle SH87R6 è dotato della tecnologia brevettata da Shuttle stessa denominata I.C.E.2 un sistema di dissipazione integrato con heatpipe di rame con un rivestimento in nickel che sfruttando la legge fisica della convezione trasporta il calore generato dalla CPU verso l’alto garantendo una dissipazione ottimale all’interno dello chassis.

 

ice 2 caratteristica

 

Alimentatore 80 Plus Bronze

Lo Shuttle SH87R6 è dotato inoltre di un alimentatore da 300 Watt certificato 80 Plus Bronze con una ventola da 50mm. Questa accoppiata garantisce un efficienza energetica molto alta e allo stesso tempo una rumore di esercizio molto contenuto grazie al fatto che Shuttle per questo modello ha utilizzato una ventola da 50mm al posto della precedente da 40mm ma con una rotazione minore.

 

80plus caratteristica

 


Shuttle XPC Barebone SH87R6 - Caratteristiche Principali

 

Lo Shuttle Barebone SH87R6 viene commercializzato senza alcuna unità di memorizzazione interna (e quindi senza sistema operativo), senza CPU e alcun modulo di memoria RAM preinstallato.

La scelta e l’installazione di questi componenti è quindi lasciata all’utente finale. Inoltre, dato che lo Shuttle SH87R6 manca di componenti hardware e che dovremo aprirlo per installarci l’hardware scelto, non avremo problemi di garanzia. L’installazione dell’hardware richiede poco tempo ed una volta ultimata la fase di installazione, saremo subito operativi.

Lo Shuttle SH87R6 è davvero molto completo sotto il punto di vista delle connessioni disponibili. Come accennavamo la scelta dell’hardware da installare spetta a noi ma Shuttle per garantire la massima compatibilità tra Mainboard, alimentatore e dissipatore Shuttle e hardware da installare successivamente, ha stilato alcune tabelle guida in modo da assicurarci una compatibilità al 100% con l’SH87R6. Di seguito trovate la lista completa delle memorie supportate:

 

 memorie lista

 

Di seguito trovate la lista degli SSD supportati:

 

ssd lista

 

Per concludere vi postiamo la lista delle CPU supportate:

 

cpu lista

 

Inoltre abbiamo la possibilità di ampliarlo con alcuni accessori e di cui vi riportiamo la lista:

 

accessori lista

 

Vi invitiamo comunque a controllare sempre la lista di compatibilità aggiornata sul sito Shuttle.

Diamo ora uno sguardo allo Shuttle XPC Barebone SH87R6.

 


Confezione e Bundle

 

La confezione in cui è ospitato lo Shuttle è realizzata in cartone ed ha una colorazione totalmente bianca. Sono riportate su di essa solo le informazioni principali. Nella parte frontale troviamo il logo “XPC” ed un’immagine stilizzata del prodotto.

 

Shuttle SH87R6_1

 

Nel retro, in varie lingue, tranne l’italiano, sono riportate le caratteristiche principali dello Shuttle oltre che i loghi ed un riferimento al sito web di Shuttle.

 

Shuttle SH87R6_9

 

Ai lati troviamo ulteriori informazioni e specifiche. Il lato destro è caratterizzato dal solo logo “XPC” ed alcuni loghi che riportano gli standard di fabbricazione, test e di riciclo del prodotto. A sinistra troviamo i riferimenti del prodotto, il logo dell’azienda e su un adesivo una tabella che ci riporta le specifiche tecniche ed un immagine del prodotto.

 

Shuttle SH87R6_4  Shuttle SH87R6_5

 

La parte superiore della confezione presenta, oltre i classici loghi ed immagini, una maniglia in plastica per il trasporto e l’apertura della scatola.

 

Shuttle SH87R6_3

 

Proseguiamo dunque all’unboxing del prodotto.

 

Shuttle SH87R6_1  Shuttle SH87R6_2

 

Una volta aperta la confezione, ci troviamo di fronte al prodotto sostenuto da due parti in polietilene espanso, mentre il PC è avvolto in un panno bianco; è presente un cofanetto di cartone contenente viti, due cavetti SATA, CD di installazione e pasta termica oltre che lo shield di protezione per il socket. Presenti inoltre la Quick Guide in varie lingue (italiano escluso) del prodotto.

 

Shuttle SH87R6_3  Shuttle SH87R6_4  Shuttle SH87R6_22  Shuttle SH87R6_23  Shuttle SH87R6_24

 

Il bundle dello Shuttle XPC Barebone DS61 V1.1 si compone dunque dei seguenti oggetti:

  • Shuttle XPC Barebone SH87R6
  • Tubetto di pasta termica
  • Un sacchetto di viti per installazione SSD/Hard Disk
  • 2 cavetti Sata
  • CD di installazione
  • Bracket protezione socket
  • Un Cavo di alimentazione con presa Shuko
  • Quick Guide

 

Shuttle SH87R6_26  Shuttle SH87R6_27  Shuttle SH87R6_28

 


Nel Dettaglio

 

Lo Shuttle XPC Barebone SH87R6 si presenta in una forma semi cubica in colorazione nera, molto semplice ma curata nel design. Nella parte frontale, rifinito con un bordino cromato, troviamo uno slot per un Lettore/Masterizzatore DVD o Blu-Ray. Sotto tale lettore sono inoltre presenti due Led, uno di stato e l’altro per l’Hard Disk con il classico pulsante di accensione. Infine, nascoste da un pannello con apertura a click, troviamo due porte USB 3.0, due porte USB 2.0 ed i jack da 3,5 millimetri per il microfono e le cuffie. La linea è molto curata e minimalista ma ospita tutto quello di cui si può aver bisogno. Shuttle ha voluto personalizzare ulteriormente il frontale aggiungendo il logo della serie XPC.

 

Shuttle SH87R6_15  Shuttle SH87R6_16  Shuttle SH87R6_17  Shuttle SH87R6_18  Shuttle SH87R6_19  Shuttle SH87R6_20

 

I lati dello Shuttle XPC Barebone SH87R6 sono realizzati in alluminio spazzolato di colore nero che conferiscono un aspetto elegante e al contempo stesso una funzione dissipativa. Sono presenti dei fori per l’espulsione dell’aria calda.

 

Shuttle SH87R6_7  Shuttle SH87R6_8

 

La parte superiore dello Shuttle XPC Barebone SH87R6 è rifinita anch’essa con una verniciatura nera che ricorda l’alluminio spazzolato e non presenta fori per l’espulsione dell’aria. Si consiglia quindi di montare il Barebone in uno spazio che non blocchi o limiti il ricircolo d’aria per evitare freeze o crash del sistema dovuto ad un aumento eccessivo delle temperature interne.

 

Shuttle SH87R6_5

 

Nella parte inferiore dello Shuttle XPC Barebone SH87R6 invece troviamo quattro piedini in plastica bianca che manterranno stabile il PC. Presente inoltre un adesivo con riportato il nome ed il modello del Barebone  con tutte le informazioni dell’azienda compresi il serial number e l’ID number del PC.

 

Shuttle SH87R6_31  Shuttle SH87R6_33  Shuttle SH87R6_34

 

Prima di procedere all’analisi dell’interno, diamo uno sguardo all’alimentatore fornito in dotazione cuore di questo mini-pc targato Shuttle.

L’alimentatore in dotazione è un modello OEM prodotto per Shuttle, contraddistinto dalla siglaPC6110011, con un wattaggio di 300 Watt con certificazione 80 Plus Bronze in grado di garantire massima stabilità al sistema senza problemi di sorta. L’alimentatore è dotato di un singolo cavo PCI-Express a 6 pin con due rail da 16 Ampere ciascuna in grado di reggere schede video dedicate. Nella tabella di compatibilità VGA di Shuttle vengono riportate schede come la GTX 770 o la 780 che non sono d certo supportate da questo alimentatore da soli 300W. Shuttle permette infatti di fare un upgrade, con un modello da 500W, in grado quindi di soddisfare i requisiti di potenza delle schede video più potenti. Per sapere se l’alimentatore da 300W è sufficiente, vi consigliamo di utilizzare il comodo tool messo a disposizione da Shuttle: il Power Supply Caclulator. A nostro avviso consigliabile fare l’upgrade al modello da 500W nel caso di consumo in full load superiore ai 250W.

 

Shuttle SH87R6_44  Shuttle SH87R6_45  Shuttle SH87R6_46  Shuttle SH87R6_47  Shuttle SH87R6_48  Shuttle SH87R6_49  Shuttle SH87R6_50  Shuttle SH87R6_51  Shuttle SH87R6_52  Shuttle SH87R6_53

 

Non ci resta che procedere con l’analisi interna dello Shuttle XPC Barebone SH87R6.

 


Uno sguardo all’interno

 

A differenza di altri Mini-PC o Barebone della stessa gamma di Shuttle, questo XPC Barebone SH87R6 prevede l’utilizzo del Chipset H87 e Socket LGA1150 di Intel capace di ospitare al suo interno microprocessori Core/Pentium e Celeron di seconda e terza generazione, con TDP massimo di 90W, contraddistinti da buone prestazioni velocistiche.

 

haswell-core-i3-i5-i7-logo

 

La possibilità di poter installare CPU decisamente performanti, evita di aver colli di bottiglia rispetto all’adozione di piattaforma Intel Atom, anche se quest’ultima piattaforma è pensata per minimizzare i consumi. Detto questo analizziamo il Chipset Intel H87.

 

h87-chipset-diagram

 

Come possiamo vedere dallo schema, il chipset o Platform Controller Hub (PCH) H87 prevede un’architettura a singolo chip dove sia il PCI-Express che il Memory Controller sono integrati direttamente all’interno della CPU.

Il Memory Controller delle CPU Haswellè di tipo Dual-Channel e certificato per supportare nativamente moduli DDR3 con frequenza di 1333MHz fino a 1600MHz. In questo caso lo Shuttle XPC Barebone SH87R6 supporta moduli DDR3 con frequenza base di 1333MHz o 1600MHz.

Le linee PCI-Express di tipo 2.0 sono gestite direttamente dal controller integrato nella CPU e sono pari a 16. Inoltre in questo caso la grafica è affidata interamente alla CPU non avendo a disposizione uno slot per una grafica discreta. Teniamo comunque conto che con un Intel Graphics HD4000 si gestiscono senza problemi flussi in HD e quindi non ci saranno problemi nel caso si voglia dedicare lo Shuttle XPC Barebone SH87R6 ad un uso multimediale.

L’H87 è collegato direttamente al Processore per mezzo di un Link DMI da 20Gb/s che si occupa di fare da bridge (ponte) fra la CPU e i vari controller integrati e non. Per il comparto Storage Intel ha pensato di integrare un controller SATA in grado di gestire fino a sei canali di tipo SATA 6Gb/s.

Infine lo stesso chipset gestisce un sottosistema Audio High Definition, un’interfaccia di rete Gigabit, ulteriori sei linee PCI-Express sempre 2.0 e la possibilità di gestire un massimo di 14 porte USB 2.0 e 6 porte USB 3.0.

Decisamente un chipset ideale per un uso poliedrico che non limiterà di certo le prestazioni dello Shuttle XPC Barebone SH87R6.

Riportiamo le specifiche tecniche dello Shuttle XPC Barebone SH87R6.

 

specifiche tecniche

 

Dopo questa piccola analisi del chipset procediamo con l’analisi dello Shuttle XPC Barebone SH87R6 vero e proprio. Come accennavamo il Barebone non è dotato di nessun componente hardware pre-installato quindi dovrà essere l’utente finale a decidere quale hardware scegliere seguendo la compatibilità dei componenti riportati nelle tabelle riportate precedentemente.

Una volta scelto l’hardware da inserire all’interno del nostro Shuttle XPC Barebone SH87R6, procediamo con la sua apertura, davvero semplice ed immediata. Ci basterà svitare le tre viti poste nel retro del PC e sollevare la copertura in alluminio spazzolato per accedere all’interno di questo piccolo gioiello.

 

Shuttle SH87R6_35  Shuttle SH87R6_36

 

Come possiamo notare l’ordine e la cura sono di casa per Shuttle ed infatti possiamo notare sulla sinistra l’imponente dissipatore I.C.E. 2 con relative heatpipes e la grande ventola da 92mm, adibita allo smaltimento del calore generato dalla CPU. Sulla destra troviamo il cestello per l’Hard Disk o SSD (di cui non sono presenti adattatori per l’installazione) ed un’unità da 5,25 pollici. Al di sotto troviamo invece la scheda madre di fabbricazione Shuttle modello FH87/FZ87 V1.0 dotata di quattro slot DDR3, uno slot PCI-Express 3.0 x16 ed uno slot PCI-Express 2.0 x4. La scheda madre posta all’interno di questo Barebone ha un Form Factor proprietario quindi non potrà essere sostituita con altre mainboard se non identiche a quella pre-installata.  Un modello retail in formato mini-ITX potrebbe entrare nel cabinet ma potrebbe richiedere dei lavori di modding. Svitando le due viti poste all’estremità superiore del cestello, avremo accesso alla parte inferiore della scheda madre dove troviamo gli Slot per la memoria RAM in formato DDR. Nella parte sinistra al dissipatore I.C.E. 2 di Shuttle troviamo l’alimentatore da 300 Watt certificato 80 Plus Bronze che garantirà stabilità ed efficienza al nostro sistema.

 

Shuttle SH87R6_37  Shuttle SH87R6_38  Shuttle SH87R6_39  Shuttle SH87R6_40  Shuttle SH87R6_41  Shuttle SH87R6_42

 

Tornando sull’imponente dissipatore, una volta smontato svitando quattro viti nel retro del case e i quatto ganci classici dei dissipatori stock Intel, troviamo sotto di esso la zona CPU con il relativo Socket protetto da una pellicola plastica adesiva che preserva il prodotto nuovo sino a che l’utente non monterà la CPU.

Analizzando il dissipatore, esso è dotato di una ventola della AVC modello DS09225R12HP207 con un diametro di 92 millimetri e connettore PWM a quattro pin in grado di regolare in modo adeguato la velocità di rotazione in base al carico della CPU. Il sistema di dissipazione è realizzato in un unico corpo di alluminio alettato con tre Heatpipe che lo percorrono fino alla base di contatto con la CPU, interamente in rame. La base di contatto non è realizzata a specchio, ma ad un primo sguardo questa risulta perfettamente planare, priva di sbavature o di difetti. Ai lati del corpo lamellare troviamo due strisce in feltro che assorbono le vibrazioni generate dal corpo metallico presente intorno a questo. Il “cestello” al suo interno ospita la ventola da 92mm, è ben rifinito e presenta il logo XPC inciso nella parte esterna del corpo.

 

Shuttle SH87R6_55  Shuttle SH87R6_56  Shuttle SH87R6_57  Shuttle SH87R6_58  Shuttle SH87R6_59  Shuttle SH87R6_60  Shuttle SH87R6_61  Shuttle SH87R6_62  Shuttle SH87R6_63  Shuttle SH87R6_64  Shuttle SH87R6_65  Shuttle SH87R6_67  Shuttle SH87R6_66  Shuttle SH87R6_68  Shuttle SH87R6_69  Shuttle SH87R6_71  Shuttle SH87R6_72

 

La stessa Shuttle assicura che tale dissipatore riesce a gestire facilmente e quindi dissipare il calore per CPU con TDP sino a 90 Watt come ad esempio l’i7-4770K.

Passiamo ad analizzare la scheda madre ospitata in questo Shuttle XPC Barebone SH87R6.

 


Uno Sguardo all’interno: la mainboard

 

La scheda madre impiegata nell’XPC Barebone SH87R6 è interamente realizzata da Shuttle stessa come tutte le altre Mainboard presenti nei propri Barebone o PC. Il PCB è interamente di colore blu e il layout è molto pulito ed ordinato. Non sono presenti saldature mal fatte o sbavature, quindi ottima cura riposta da Shuttle per le sue Mainboard.

 

Shuttle-SH87R6

 

Una volta rimosso l’enorme dissipatore e il cestello per le unità oltre che i cavi di accensione, USB 3.0 ed audio e svitate le sei viti che la tengono all’interno del case, ci troviamo di fronte l’intero PCB della Mainboard. Come possiamo notare, il Socket LGA1150 è posizionato quasi al centro ed è in grado di ospitare processori Intel Pentium/Celeron e Core di seconda e terza generazione, con TDP massimo di 90W. Troviamo intorno al Socket tutte le componenti della circuiteria di alimentazioni partendo dai condensatori impiegati che Shuttle certifica fino ad una temperatura di 50 gradi. Troviamo rigorosamente soltanto condensatori di tipo solid-cap, molto più longevi rispetto a quelli

elettrolitici.

 

Shuttle SH87R6_80

 

Il PCB della scheda madre è molto semplice e i componenti sono di buona qualità. Ciò garantisce stabilità e longevità nel tempo. La Mainboard è dotata di sole 3 fasi che si occupano della zona Socket quindi del processore e del controller di memoria. È una soluzione decisamente low cost rispetto a quanto si può trovare sulle schede madri tradizionali, ma sufficiente per gestire una CPU top di gamma come l'Intel i7-4770K a frequenze di default.

 

Shuttle SH87R6_84  Shuttle SH87R6_81

 

A lato del socket troviamo gli slot per i moduli RAM DDR3 che ricordiamo possono lavorare alla frequenza massima di 1600MHz per un totale di 32 GB installabili. Sotto gli slot delle RAM troviamo uno slot Mini-PCI per un scheda di rete ed uno slot per un SSD M-SATA.

 

Shuttle SH87R6_82  Shuttle SH87R6_93

 

Sotto il socket trovano posto 4 porte SATA III che consentono di gestire Hard Disk o SSD con un transfer rate massimo di 6 Gbp/s. Seppur sono presenti 4 porte SATA il cestello può ospitare solo 2 Hard Disk da 3,5 pollici o 2 SSD con relativi adattatori da 2,5 a 3,5 pollici oltre che un unità da 5,25 pollici. Esistono però adattatori per slot 5,25” che potrebbe essere sfruttato per installare ulteriori dischi.

 

Shuttle SH87R6_87

 

La Mainboard dello Shuttle SH87R6 è dotata, oltre che di un connettore DVI integrato per fruttare l’IGP di Haswell, anche di uno slot PCI-Express 3.0 x16 per chi volesse installare una scheda grafica dedicata più performante ed uno slot PCI-Express 2.0 x4 per l’installazione di una scheda audio dedicata. Alternativamente è possibile installare in questo slot x4 una scheda di rete Wireless per rendere l’SH87R6 un punto di accesso alla rete qualora non sia presente una rete cablata.

 

Shuttle SH87R6_86  Shuttle SH87R6_83

 

Il chipset H87 di questo Shuttle è dissipato in maniera passiva tramite un heatsink in alluminio di piccole dimensioni adeguato a smaltire lo scarso calore prodotto. A lato invece troviamo i pin per il connettore USB 3.0 che garantirà l’utilizzo di periferiche USB 3.0 nella parte frontale del case. Ricordiamo che il chipset H87 differisce dal chipset Z87 per l’assenza di funzionalità specifiche dedicate all'overclock, quali la modifica dei moltiplicatori di frequenza per la CPU (presenti sulle CPU in versione K), e di quelle dedicate alle configurazioni multi GPU.

 

Shuttle SH87R6_85

 

Il comparto audio è affidato ad un chip Realtek ALC892, che offre supporto Audio HD (High Definition) a 8 canali, Input/Output su S/PDIF a 16/20/24bit e frequenze di campionamento fino a 192kHz. Ideale per realizzare un ottimo Media Center.

 

Shuttle SH87R6_90  Shuttle SH87R6_91

 

Lo Shuttle SH87R6 inoltre impiega un sensore ITE IT8772E per la rilevazione delle temperature.

 

Shuttle SH87R6_93

 

Il retro della mainboard di questo Shuttle è dotato delle seguente porte:

  • 1x DVI-I
  • 1x HDMI
  • 4x USB 2.0
  • 1x e-SATA
  • 2x USB 3.0
  • 1x LAN 10/100/1000 Mbp/s
  • 1x Tasto Clear Cmos
  • 1x SPDIF
  • 8 Canali High Definition Audio CODEC

 

Shuttle SH87R6_89

 

Procediamo ora con l’installazione dei componenti da noi scelti.

 


Scelta e Montaggio Componenti

 

Per effettuare i test sullo Shuttle XPC Barebone SH87R6 in modo da garantire un consumo contenuto e prestazioni accettabili abbiamo scelto come processore un Intel Pentium G3420 da 3,2Ghz con TDP massimo di 54 Watt in modo da ottenere un PC multimediale silenzioso ed a basso consumo e abbinato ad una coppia di moduli DDR3 G.Skill Aegis modello F3-1600C11D-8GIS per un totale di 8GB di memoria RAM DDR3 operante alla frequenza di 1600MHz. Per concludere tale scelta abbiamo affiancato un SSD Crucial SATA 6Gb/s modello M4 da 128GB.

 

Shuttle SH87R6_29  Shuttle SH87R6_30

 

Abbiamo quindi proceduto con l’assemblaggio che si è rivelato davvero molto facile e veloce. Vi lasciamo qualche foto dell’assemblaggio prima di procedere con la fase di test.

 

Shuttle SH87R6_96  Shuttle SH87R6_97  Shuttle SH87R6_98  Shuttle SH87R6_101  Shuttle SH87R6_106  Shuttle SH87R6_107  Shuttle SH87R6_108  Shuttle SH87R6_109

 

Riportiamo inoltre le istruzioni di montaggio della stessa Shuttle

Non ci resta dunque che installare il sistema operativo e procedere.

 

Shuttle SH87R6_114

 

P.S. Ovviamente lo Shuttle XPC Barebone SH87R6 è sprovvisto di un lettore dvd quindi sarà necessario procurarselo se non lo si possiede.

 


Uno Sguardo al BIOS

 

Il BIOS dello Shuttle XPC Barebone SH87R6 è di tipo classico e non è stato utilizzato l’ultimissimo UEFI ma non per questo manca di funzionalità o caratteristiche. Ovviamente però non essendo un computer ad alte prestazioni manca di voci per un overclocking del processore.

Il BIOS si compone di cinque menù che sono Main, Advanced, Boot, Security e Save & Exit. Il primo menù è facilmente raggiungibile premendo il tasto CANC o F2. In questo menù troviamo le informazioni base come versione del BIOS installato, informazioni sul processore, quantitativo di memoria RAM installata e l’ora e la data, quest’ultimi ovviamente modificabili.

 

Shuttle SH87R6_BIOS_1

 

Passando al menù Advanced troviamo delle sottosezioni che ci permetteranno di gestire la CPU, le Porte SATA, le USB, la LAN e non per ultimo l’Audio, la grafica integrata, le USB 3.0 e tutte le altre connessioni presenti sullo Shuttle XPC Barebone SH87R6.

 

Shuttle SH87R6_BIOS_12  Shuttle SH87R6_BIOS_13  Shuttle SH87R6_BIOS_14  Shuttle SH87R6_BIOS_15  Shuttle SH87R6_BIOS_16  Shuttle SH87R6_BIOS_17  Shuttle SH87R6_BIOS_18  Shuttle SH87R6_BIOS_19

 

Al menù Boot avremo modo invece di gestire le periferiche e la loro sequenza di avvio; quindi potremo ad esempio inserire come primo Boot il CD-Rom esterno per l’installazione del sistema operativo e successivamente far bootare dall’SSD.

 

Shuttle SH87R6_BIOS_11

 

Il menù Security ci darà possibilità di settare una password per evitare intrusioni nel BIOS o nel computer da parte di malintenzionati. Inoltre presente la funzione di protezione da sovrascritture dell’EEPROM del BIOS in modo accidentale per evitare problemi al mini-pc.

 

Shuttle SH87R6_BIOS_7

 

Infine l’ultimo menù chiamato Save & Exit ci permetterà di salvare tutte le impostazioni o meno che abbiamo modificato o di ricaricare facilmente i parametri base del BIOS tramite la voce Load Default Settings.

 

Shuttle SH87R6_BIOS_8

 

Dopo aver dato uno sguardo veloce anche al BIOS dello Shuttle XPC Barebone SH87R6 non ci resta che procedere con i nostri test.

 


Sistema e Metologia dei Test

 

Al sistema Shuttle XPC Barebone SH87R6 abbiamo affiancato altri componenti da noi scelti per fare un sistema completo. Vi ricordiamo che il Barebone che Shuttle ci ha inviato comprende semplicemente lo Chassis e la Mainboard quindi ricordiamoci che l’Hardware da abbinare come CPU, RAM ed SSD/Hard Disk da 2,5 pollici sono a nostra discrezione.

Ricordiamo che i componenti installati all’interno del Barebone sono:

  • CPU: Intel Pentium G3420 socket LGA1150 architettura Haswell
  • RAM: DDR3 2x4GB G.Skill Aegis DDR3-1600 MHz modello F3-1600C11D-8GIS
  • SSD: Crucial M4 128GB SATA 6Gbp/s

 

Per il sistema operativo abbiamo scelto inoltre la versione Ultimate di Windows 7 a 64-bit in modo da poter sfruttare a pieno il quantitativo di memoria RAM da noi installata all’interno del Barebone. Di Seguito riportiamo alcuni screenshot delle impostazioni e dei dati dello Shuttle rilevati da CPU-Z.

 

cpuz

 

Per i test abbiamo proceduto come segue:

 

Sintetici

  • 3DMark Vantage
  • PCMark 7 Advanced Edition
  • Conmpressione Dati e Multimedia
  • 7zip
  • Winrar
  • Cinebench 11.5 e 10
  • X264 Benchmark HD

Storage

  • Crystal Disk Mark v3.0.2f
  • ATTO Disk Benchmark v2.47

 

Siamo pronti dunque ad eseguire e procedere con tali benchmark per misurare le prestazioni dello Shuttle XPC Barebone SH87R6.

 


Test Sintetici

 

3DMark Vantage

 

Il penultimo nato della serie 3DMark (della software-house Futuremark), BUILD 1.1.0. Questo benchmark mette in risalto le prestazioni dei processori soprattutto in ambito gaming. In questo caso abbiamo però esclusivamente effettuato i test relativi alla GPU (2 test) in modalità entry.

 

3dvantage

 

PCMark 7

 

PCMark è un’ormai noto programma di benchmarking e test del sistema sviluppato da Futuremark, in grado di fornire una precisa indicazione di quelle che sono le reali prestazioni del proprio sistema o dei singoli reparti (CPU, Memoria RAM, Hard-Disk etc.).

 

pcmark

 


Test compressione dati e multimedia

 

7zip

 

Questo noto software di gestione degli archivi contiene al suo interno un tool in grado di analizzare le prestazioni di sistema, riportando un valore espresso in MIPS (Million Istruction per Second). Il test comprende compressione, decompressione e valore generale. Le differenze alle varie frequenze risultano impercettibili nell’utilizzo quotidiano, pur essendo di per sé abbastanza alte e di tutto rispetto.

 

7zip

 

WinRAR

 

WinRAR, famoso software di compressione e decompressione di archivi di dati. Al suo interno è presente una utility di benchmark che comprime un file standard atto a tale scopo; il software provvede a restituire il valore di compressione espresso in KB/s. Il grafico rispecchia la tendenza del software a beneficiare maggiormente della frequenza di lavoro delle memorie.

 

winrar

 

Cinebench 11.5

 

Software prodotto dalla Maxon nell’ultima versione, permette tramite l’elaborazione di immagini e di contenuti tridimensionali di testare le performance della CPU. Il test della CPU è stato eseguito utilizzando un core singolo oppure tutti i core presenti all’interno del processore. Quest’ultima release utilizza il motore di rendering Cinema 4D. Come si evince dal grafico, i valori alle varie frequenze sono pressoché identici.

 

cinebench

 

X264 HD

 

Software in grado di misurare le performance della CPU mediante la codifica video x264.

 

x264

 


Test di Storage

 

ATTO Disk Benchmark

 

ATTO è un benchmark gratuito che esegue dei semplici test in lettura ed in scrittura in modalità sequenziale adoperando una Queue Depth (file in coda) di 4.

 

atto

 

Crystal Disk Mark

 

CrystalDiskMark è un utilissimo software per misurare le performance in lettura e in scrittura in modo sequenziale (sequential) e casuale (random), grazie al pieno supporto del NCQ (Native Command Queuing) l'ordine degli IOPS viene ottimizzato in modo da migliorare le prestazioni di input/output con una Queue Depth (file in coda) di 32; tale test consente di osservare il comportamento del drive durante il trasferimento di numerosi file con dimensioni ridotte.

 

crystal

 


Temperature, consumi e rumore

 

Passiamo adesso all'analisi delle temperature rilevate sulla CPU, sia in stato di riposo (Idle), sia in stato di massimo carico operativo (Full Load) in diverse condizioni di carico. I consumi sono stati rilevati con un Wattmetro collegato direttamente alla presa di corrente e collegando a suo volta solo il PC ad esso. Teniamo a precisare che tali valori possono variare in base all’hardware da noi scelto ma avranno comunque un consumo di molto inferiore rispetto ad un classico desktop normale o ad alte prestazioni.

I test sono stati eseguiti utilizzando il software di Stress-test Prime95 che ci ha permesso di testare in modo approfondito ed accurato il carico sulla nostra CPU. Abbiamo voluto aggiungere e simulare anche la condizione di navigazione oltre che i classici Idle e Full-Load. Per le prove abbiamo semplicemente utilizzato il Browser Chrome di Google aprendo circa 10 tab per quattro finestre nelle quali erano in riproduzione siti in flash, streaming audio e video, video da YouTube, in modo da garantire una condizione simile a quella in cui ci si possa trovare un utente medio di un computer.

 

consumi

 

Notiamo dal grafico come i valori sono molto buoni tenendo conto della CPU utilizzata che si pone a metà strada tra consumi ridotti e prestazioni più che buone. Si nota come rispetto ad un computer normale il consumo massimo quindi in Full-Load è inferiore di circa il 50%. Nota che farà felice coloro che cercano un PC per il salotto o semplicemente per la consultazione della posta e surfing web senza preoccuparsi delle dimensioni, delle prestazioni e dei consumi.

 

Temperature

 

Anche per il rilevamento delle temperature d’esercizio abbiamo utilizzato il software di Stress-Test Prime95 che risulta uno dei software maggiormente utilizzati nel caso si voglia stressare per bene la propria CPU per vedere l’andamento e la stabilità. Teniamo presente la tipologia e quindi è importante per computer di questo genere avere un buon ricircolo d’aria ed un efficiente sistema di dissipazione onde evitare problemi di instabilità causati da temperature elevate che potrebbero portare al danneggiamento di qualche componente interno o dell’intero sistema. Premettiamo che Shuttle con l’utilizzo del sistema proprietario I.C.E.2 ci garantisce un ottimo sistema base di dissipazione in grado di tenere a bada i bollenti spiriti di cpu come la serie K di Intel.

Come vediamo dal grafico le temperature sono di tutto rispetto sia in Idle che a pieno carico grazie al dissipatore certificato dalla stessa Shuttle per dissipare massimo 90Watt. Sono state inoltre rilevate le temperature dell’SSD nelle medesime condizioni di carico. La temperatura ambiente durante le prove era di 22 gradi.

 

temperature

 

Rumorosità

 

Per quanto riguarda il rumore, il sistema in Idle si è dimostrato molto silenzioso, emettendo un leggero ronzio percepibile solo se vicini allo chassis del Mini-PC, dovuto essenzialmente alla ventola, variabile a seconda del carico del sistema. In full Load con Prime 95 invece il rumore si fa più presente, ma rimane sotto la soglia della rumorosità contenuta. Il rumore diventa chiaramente percepibile solo se si passa la soglia dei 70° C.

E' possibile regolare il regime delle ventole direttamente dal BIOS alla voce Fan Speed Control 1 e 2,  scegliendo varie configurazioni possibili più o meno aggressive o silenziose (Smart Fan Speed, Ultra-Low Mode, Low Mode, Mid Mode, Full Mode). Nella nostra prova abbiamo usato l'impostazione Smart Fan Speed che assicura una rotazione della ventola intelligente a seconda del tipo di carico e temperatura della CPU.

 


Conclusioni

 

oro

 

Prestazioni 5 stelle
Design   5 stelle
Caratteristiche 5 stelle
Ventola 4,5 stelle
Rapporto Qualità/Prezzo  5 stelle
Consumi 4,5 stelle
Complessivo 5 stelle

 

 

Giungiamo alla fine di questa recensione che ha visto protagonista il nuovo Barebone XPC SH87R6 di casa Shuttle. Un PC davvero completo e poliedrico che si adatta facilmente e perfettamente ad ogni uso, tenendo conto della tipologia, che sia in ambito multimediale o professionale. La qualità generale di questo Barebone è davvero notevole. Sono stati riposti davvero molti accorgimenti tecnici ed estetici al fine di migliorarne al massimo l’esperienza di utilizzo. Il sistema di dissipazione realizzato da Shuttle (I.C.E. 2) conferma l’esperienza e la voglia di proporre all’utente un prodotto eccellente e perfetto sotto ogni punto di vista. Con la sua ventola da 92 millimetri e la base del dissipatore interamente in rame la dissipazione non sarà un problema nemmeno con processori con frequenze spinte come possono essere le cpu serie K di Intel. Seppur nella prova abbiamo utilizzato una di fascia bassa Pentium G3420 da 3,2Ghz l’impressione complessiva di utilizzo è più che positiva. Inoltre la dotazione di porte di espansione presenti sul fronte e sul retro dello Shuttle rendono l’SH87R6 un concentrato di tecnologia a 360 gradi in poco spazio. L’uscita HDMI e quella DVI-I Dual Link rendono lo Shuttle ideale per il proprio sistema multimediale da salotto o sala in grado di gestire senza problemi filmati in alta definizione.

ll prezzo al pubblico di questo Shuttle XPC Barebone SH87R6 si attesta sui 300€  IVA Inclusa, a cui lo ricordiamo devono essere aggiunti i costi per la CPU (di tipo LGA-1150 con TDP fino a 90W), per la memoria (di tipo DIMM-DDR3 con frequenza massima di 1600MHz) e per l’Hard Disk o eventualmente SSD (si consiglia l’utilizzo dell’adattatore da 2,5 a 3,5 pollici). Tutto ciò nel complesso lo rende un sistema compatto, elegante e poliedrico, in grado di soddisfare tutti gli utenti che cercano un sistema compatto ma al tempo stesso in grado di gestire senza problemi funzioni di multimedialità avanzate o navigazione web e gestione da ufficio.

In sintesi ne consigliamo l’acquisto, siamo sicuri che non vi pentirete della scelta fatta. Inoltre la possibilità di personalizzarlo a livello hardware nei minimi dettagli lo rende completo e funzionale sotto ogni punto di vista.

 

Pro

  • Design
  • Prezzo/prestazioni
  • Qualità costruttiva
  • Parco connessioni
  • Ottimo sistema dissipativo I.C.E 2 (Max 90Watt)

 

Contro

  • Nessuno

 

Si Ringrazia Shuttle per il sample fornitoci

Mele Tommaso