• Varie
  • Posted
  • Hits: 1371

SafeBoot: nuove cpu anche con bios non aggiornato

Una delle innovazioni che AMD dovrebbe introdurre con le nuove versioni di processore Athlon 64 costruite con tecnologia a 65 nanometri riguarda la compatibilità con vecchie schede madri, compatibili da lato Socket e alimentazione ma non aggiornate per quanto riguarda il bios.

E' questo uno scenario che si presenta di frequente nel momento in cui si procede ad aggiornare il processore del proprio sistema: la nuova cpu richiede un microcode aggiornato, disponibile solo con una delle ultime versioni di bios. Se questa non è stata precedentemente installata, il nuovo processore non funzionerà e sarà necessario utilizzare una cpu di precedente generazione, aggiornare il bios con quest'ultima e quindi sostituire con il nuovo processore.

Image


AMD implementerà nelle nuove cpu Athlon 64 una modalità di compatibilità innovativa, che permetterà di bypassare temporaneamente questa limitazione. Alla base l'utilizzo di codice in un registro unificato che permette al sistema di avviarsi anche con microcode assente, così che il sistema sia in ogni caso accessibile.

All'accensione del sistema con nuovo processore senza microcode aggiornato nel bios, pertanto, il processore risponde positivamente ma forzando frequenza di clock e voltaggio di alimentazione ai valori minimi. Gli utenti dovranno quindi provvedere ad agigornare il bios della scheda madre, ma potranno farlo senza dover ricuperare un processore di precedente generazione per avere compatibilità con la scheda madre.

Il nome di questa tecnologia, come riportato dal sito HKepc, è quello di SafeBoot; al momento attuale non è stato ancora stabilito quando AMD attiverà questa funzionalità nelle proprie future cpu, e come supporterà i produttori di schede madri affinché possano sfruttare questa tecnologia.

fonte:Hwupgrade