• Varie
  • Posted
  • Hits: 798

Office 2003, il momento dell'addio

Redmond (USA) - Anche per Office 2003 è giunto il momento di dire addio al pubblico e ritirarsi dalla scena. Ciò avverrà il 30 giugno, quando Microsoft cesserà di fornire il software a produttori e assemblatori di PC. Sul canale retail Office 2003 era già stato dismesso a fine aprile, ma diversi rivenditori devono ancora smaltire le proprie scorte.

L'annuncio del pensionamento di Office 2003 è stato dato in questo post da Eric Ligman, senior manager for small business community engagement di Microsoft. "Dopo il 30 giugno 2007 la versione OEM di Office 2003 non sarà più disponibile", ha scritto Ligman. "Alcuni distributori OEM autorizzati potrebbero tuttavia disporre di giacenze di magazzino che potrebbero consentirgli distribuire Office 2003 ancora per un altro po' di tempo dopo il 30 giugno".

Come si è appreso lo scorso aprile, le ultime copie di Windows XP saranno consegnate ad OEM e rivenditori alla fine del prossimo gennaio. Stando a pcworld.com, i system builder potranno però godere di una proroga di un anno.

Microsoft sta investendo molte energie nel promuovere i suoi due nuovi pargoli, Windows Vista e Office 2007, e non manca occasione di incoraggiare produttori e assemblatori a preinstallare tali prodotti sui loro PC.

"Questo è un ottimo momento per istruire i vostri clienti sui benefici e le funzionalità di Office System 2007", ha detto Ligman, che ha poi raccomandato ai vendor di PC di accertarsi dell'autenticità delle copie di Office acquistate.

Il manager di BigM ha infine ricordato che le licenze Volume di Office 2007 prevedono il diritto di downgrade, ossia la possibilità di continuare ad utilizzare Office 2003 e, successivamente, di migrare alla nuova versione senza la necessità di riacquistare una licenza di Office. Un'opzione non fornita dalle licenze OEM.

Per quanto riguarda il supporto tecnico, quello standard di Office 2003 scadrà il 13 gennaio 2009: dopo questa data, e per altri 5 anni, Microsoft si impegna a fornire agli utenti della propria suite solo le correzioni ai bug di sicurezza più gravi e opzioni di assistenza a pagamento. Per il supporto a Windows XP si veda questo articolo.

Fonte: PuntoInformatico