• Varie
  • Posted
  • Hits: 1001

Intel , ecco il concorrente dell'OLPC XO

Intel , ecco il concorrente dell'OLPC XO

Nella giornata di ieri abbiamo pubblicato una news riguardante il progetto One Laptop Per Child, avente per oggetto l'interessamento da parte di Microsoft ad entrare nel consorzio di supporto. In questi stessi giorni però Intel annuncia di fare sul serio in un progetto concorrente, annunciato da tempo ma che non manca di far parlare di sé.

Intel, stando a quanto riportato da Dailytech, avrebbe intenzione di produrre un PC del tutto simile all'XO, ma contraddisitnto da un prezzo di gran lunga superiore, almeno all'inizio. Stiamo parlando di 400 dollari USA del modello Intel contro i 140 dollari USA del modello XO (che all'inizio erano 100 ... ).

Intel sottolinea però come il prezzo di tale PC è prudenziale e riferito soprattutto ai primi modelli, destinato a scendere drasticamente in caso di ordini elevati. Le sostanziali differenze fra i due modelli rimangono però le sedi di produzione e le popolazioni target. Intel infatti intende produrre il proprio PC nelle zone nei quali questi PC verranno effettivamente utilizzati, mentre il modello XO sarà prodotto in Cina e spedito dove serve.

Intel intende realizzare i primi prodotti in Brasile, e puntare proprio su quel 20% della popolazione carioca che attualmente vive in condizioni disagiate ed estranee al mondo PC. Produrre altrove porterebbe ad un aumento del prezzo finale decisamente eccessivo, a causa del costo di spedizione. Intel dunque pare molto più prudenziale nell'annunciare il prezzo, mentre il modello XO viene presentato già con il prezzo finale stimato in caso di grandi ordini.

Quello che emerge in ogni caso è un grande interessamento a portare PC ed Internet in quei territori dei Paesi in via di sviluppo che altrimenti rischerebbero di trovarsi eccessivamente indietro in un futuro sempre più dominato dalla tecnologia. Stiamo parlando di miliardi di persone, che costituiscono di fatto la maggior parte della popolazione mondiale. Certo, è difficile capire dove finisca lo scopo umanitario e dove inizi l'interesse economico per conquistare il consumatore del futuro.

Indipendentemente dal fine però tali iniziative non potranno che aiutare a far emergere una enorme sacca di popolazione da una situazione di indigenza, fornendo un mezzo sicuramente utile per cercare alternative a stili e condizioni di vita di certo non invidiabili.

Fonte: HwUpgrade

SSL
XtremeShack