• Varie
  • Posted
  • Hits: 864

Creatività e PlayStation 3: ecco LittleBigPlanet

LittleBigPlanet è uno dei prodotti che ha destato più curiosità tra quelli presentati al Game Developers Conference. Phil Harrison lo descrive come un titolo innovativo, mentre nella press release si spendono addirittura le parole "first creative gaming experience for PlayStation 3". Vediamo il perché.

LittleBigPlanet

LittleBigPlanet è fortemente basato sulla community. I giocatori si trovano in un mondo suddiviso in piccoli appezzamenti che possono essere modificati a piacimento. Ogni personaggio è dotato di poteri che gli consentono di modificare gli scenari di gioco. Ci sono luoghi da esplorare, oggetti da collezionare, enigmi da risolvere: per adempiere questi obiettivi è necessario collaborare con gli altri giocatori.

L'esplorazione consente di incrementare le abilità del proprio personaggio e, conseguentemente, di modificare il mondo di gioco. Così si acquisisce il potere di disegnare, di modellare e di costruire sia oggetti che interi ambienti, entro i quali si potranno invitare gli amici e giocare con loro.

LittleBigPlanet

La creatività è parte fondamentale del gameplay, in quanto ogni abilità e ogni produzione è frutto del semplice giocare. Insomma, non vi è alcun editor, ma tutto viene creato direttamente in-game. Inoltre, LittleBigPlanet non è lineare, ognuno può stabilire il modo di approcciarsi con la simulazione e come incrementare le proprie abilità. Si parla anche di infinita libertà nella creazione degli oggetti e di un agevole sistema per la comunicazione con gli altri utenti. LittleBigPlanet comprende anche una modalità single player.

LittleBigPlanet

Il titolo, in esclusiva PlayStation 3, è prodotto dalla stessa Sony e sviluppato dal team britannico Media Molecule. Un demo di LittleBigPlanet sarà disponibile su PlayStation Network nel prossimo autunno. La versione definitiva del gioco, invece, sarà pubblicata nel 2008.