• Hardware
  • Posted
  • Hits: 874

HD DVD vende 100mila player in USA

Roma - I promotori dello standard HD DVD sostengono da tempo che le vendite di film e player Blu-ray sono "gonfiate" - o "trainate", a sentire l'altra campana - da PlayStation 3 e dal suo film in bundle. Un fatto che, al di là della discussione se PS3 debba considerarsi o meno un player video, appare oggi rafforzato dai dati di vendita

Stando infatti al suo Promotional Group (PG), HD DVD è il primo formato ottico di nuova generazione ad aver venduto, sul mercato USA, 100mila player stand alone. Per coerenza con quanto predicato, l'associazione guidata da Toshiba ha escluso dalla statistica tutti i dispositivi che non possono essere strettamente classificati come lettori da salotto: tra questi i drive per PC e Xbox 360.

Ma questi dati da soli non bastano a dimostrare che il mercato HD DVD sia più saldo e consistente, benché meno ampio, di quello Blu-ray: se una buona parte degli utenti di PS3 utilizzerà la console anche come lettore BD, ed acquisterà film in questo formato, tutti i distinguo fatti dall'HD DVD PG tra lettori da salotto e console/computer rischiano di diventare mera accademia. Al momento stilare bilanci è però prematuro, perché i film in alta definizione rappresentano ancora un'irrisoria percentuale del mercato home video.

Al momento si può solo dire che la situazione del formato HD DVD, in Nordamerica, non appare così tragica come la dipingono alcuni: specie dopo i tagli di prezzo praticati da Toshiba, che hanno portato il costo del suo player entry-level a 399 dollari, le vendite di lettori HD DVD sembrano destinate a doppiare il traguardo delle 100mila unità già entro il prossimo autunno.

A puntellare questa crescita arriverà presto una nuova ondata di film su HD DVD: circa 70 nuovi titoli entro luglio, secondo HD DVD PG, che spingerà il numero complessivo di film oltre i 300.

Per quanto riguarda l'Europa, HD DVD sembra cavarsela decisamente meglio del proprio avversario, anche se qui "l'effetto PS3" deve ancora farsi sentire.

Fonte: PuntoInformatico