• NAS
  • Posted
  • Hits: 11217

QNAP TS-459 PRO+: Prestazioni senza compromessi!

Tags: qnapTS-459 Pro+QNAP TS-459 PRO+ reviewQNAP TS-459 PRO+ recensioneQNAP TS-459 PRO+

qnap-ts-459-proQualche giorno fa la redazione ha pubblicato in anteprima l’unboxing del NAS QNAP TS-459 Pro+, articolo rivolto soprattutto alle PMI (piccole e medie imprese) grazie ai 4 bay a disposizione e alle prestazioni elevate. Oggi la redazione vi propone i test completi di questo prodotto per vedere come si comporta anche al cospetto di modelli più recenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

QNAP System nasce nel 2004 a Taiwan  con l’intento di produrre dispositivi di archiviazione NAS e prodotti atti alla sorveglianza video NVR per le piccole/medie aziende sparse in tutto il globo.

Con sede a Taipei e uffici in Cina e Stati Uniti, QNAP è diventata leader mondiale nella produzione di tali prodotti. Tale successo è dovuto all’incredibile qualità costruttiva dei suoi articoli e alle performance che questi garantiscono, grazie soprattutto alla eccellente natura dei software che corredano questi prodotti, in grado di garantire servizi di prim’ordine.

 

QNAP logo

 

Il modello che andiamo oggi a descrivere è un prodotto presentato sul mercato qualche anno fa e quindi non recentissimo, infatti è più facile trovare questo prodotto tra l’usato che tra le nuove soluzioni presenti sugli scaffali.

Questo però non significa che sia un prodotto da scartare e da non tenere in considerazione, anzi, spesso tali articoli sono più convenienti proprio grazie al fattore prezzo/prestazioni.

 

Il QNAP TS-459 Pro+ è spinto da un processore Intel Atom dual-core operante alla frequenza di 1.8GHz ed è dotato i 1GB di RAM.

Grazie ai quattro bay presenti, il sistema è in grado di gestire comodamente volumi impostati in configurazione singola, in JBOD, in RAID 0, RAID 1, RAID 5, RAID 5 + Hot Spare, RAID 6 e RAID 10.

Le 5 porte USB 2.0 garantiscono la connettività con volumi esterni e con periferiche mentre la porta VGA posta sul retro del prodotto ci permette di collegare uno schermo e navigare all’interno del sistema direttamente da terminale.

Le due porte LAN RJ-45, inoltre, ci garantiscono il supporto al Link Aggregation in grado di raddoppiare la banda di trasferimento in caso di accesso multiplo al sistema, funzione molto utile soprattutto in ambito lavorativo.

Andiamo dunque a vedere come si comporta questo prodotto.

 Prodotto recensito da Angelo Ciardiello in data . Voto: 5

 


 

Specifiche tecniche

 

Di seguito riportiamo le caratteristiche tecniche del prodotto.

Vi ricordiamo che tali caratteristiche e informazioni aggiuntive possono essere visualizzate sul sito del produttore al seguente indirizzo:

http://www.qnap.com/it/index.php?lang=it&sn=492&c=306&sc=564&t=571&n=3690&g=2

 

spec1  spec2  spec3  spec4  spec5  spec6

 

Riportiamo, inoltre, le tabelle di comparazione di tutte le caratteristiche dei prodotti fino ad ora testati. Tali tabelle vi permetteranno di confrontare le feature offerte da ciascun prodotto, che spesso,  al di là delle prestazioni, permettono di poter scegliere tra il vasto assortimento presente sul mercato.

 

tab1

 

 

tab2

 

 

tab3

 


 

Box & Bundle

 

L’ultimo prodotto QNAP testato dalla nostra redazione è stato il nuovo TS-569L (qui l’indirizzo dell’articolo: http://www.xtremehardware.com/networking/nas/qnap-ts-569l-il-nas-per-le-aziende-201301258171/), prodotto venduto in una confezione ricca di informazioni e colori.

Il TS-459 Pro+, invece, risiede all’interno di una confezione di cartone anonimo che riporta solamente sulla parte frontale e superiore il modello del prodotto e, sul lato destro, le feature scritte in numerose lingue.

 

ts459prop box1  ts459prop box2

 

Ecco cosa troviamo all’interno della scatola del nostro TS-459 Pro+

  • Il NAS QNAP TS-459 Pro+;
  • 2 Cavi RJ-45;
  • 1 Cavo di alimentazione;
  • 2 Chiavi per chiudere i bay;
  • 1 Sacchetto con le viti per ancorare gli hard disk;
  • 1 Manuale quick-setup;
  • 1 CD contenente software e documentazione digitale.

 

ts459prop bundle

 


 

Primo contatto

 

QNAP dona ai propri prodotti una linea inconfondibile bicolore per quanto riguarda il frontale e alluminio per quanto riguarda invece lo chassis.

Anche il TS-459 Pro+ è caratterizzato da queste linee e colori, infatti la parte frontale è  di colore nero opaco, tranne che per la parte avente il display che risulta lucida.

Troviamo su questo lato il display, per l’appunto, i quattro vani per gli hard disk dotati di serratura, il tasto di accensione, una porta USB 2.0 avente il tasto di copia rapida, i led di controllo dell’attività degli hard disk e due bottoni, ENTER e SELECT posti accanto al display con i quali potremo muoverci all’interno del menù.

 

ts459prop front

 

I lati del prodotto son caratterizzati dall’alluminio dello chassis e sono privi di scritte o loghi.

L’unico elemento che possiamo riscontrare è la presenza sulla parte sinistra del prodotto di una griglia per il ricircolo dell’aria.

 

ts459prop side1  ts459prop side2

 

La parte posteriore del TS-459 Pro+ è ovviamente caratterizzata dalle numerose connessioni disponibili.

Nella parte alta troviamo l’ingresso per il cavo di alimentazione con accanto la ventola in estrazione dell’alimentatore interno.

La parte centrale è occupata dalla voluminosa ventola montata in estrazione che permette al caldo creatosi dal funzionamento dei dischi di uscire.

Sulla destra, partendo dall’alto troviamo le due porte eSATA, due porte USB2.0 + una porta LAN RJ-45, altre due porte USB 2.0 con l’altra LAN RS-45 ed infine l’uscita VGA D-SUB.

 

ts459prop back

 

Sul fondo del prodotto troviamo quattro piedini dotati di gomma antiscivolo e l’etichetta riportante informazioni utili sul prodotto.

 

ts459prop under

 

Se rimuoviamo i quattro bay atti all’alloggiamento dei dischi possiamo intravedere all’interno l’ampia scheda dotata di 4 collegamenti SATA.

 

ts459prop inside

 

 

Prima di proseguire vi rimandiamo al video dell'unboxing:

 

 


 

Prima configurazione: display

 

Dopo aver descritto le caratteristiche e l’aspetto del QNAP TS-459 Pro+, inseriamo i dischi nei bay, nel nostro caso 2 WD RED da 1TB ciascuno, colleghiamo il sistema allo switch di rete e accendiamolo.

Immediatamente ci accorgiamo che il display del prodotto si illumina e ci chiede se vogliamo creare un volume con i dischi che ci sono all’interno; possiamo muoverci all’interno dei menù con il tasto SELECT e selezionare le voci con il tasto ENTER.

Selezioniamo il RAID 0 e decidiamo di non criptare il volume e i dati che andrà a contenere.

 

1  2  3  4  5  6

 

Una volta finito il processo il prodotto è già pronto per l’uso, infatti se navighiamo nel menù principale del display con il tasto SELECT ci rendiamo conto che il sistema ha già impostato il nome del prodotto sulla rete e preso automaticamente gli indirizzi IP delle due porte tramite l’impostazione DHCP.

 

7  8  9

 

Se teniamo premuti il tasto ENTER per 2 secondi consecutivi avremo accesso al menù avanzato, tramite il quale l’utente potrà prendere visione di informazioni avanzate sul sistema o variarne alcune impostazioni.

Il menù è composto dalle seguenti voci:

  • TCP/IP;
  • Physical Disk;
  • Volume;
  • System;
  • Shut Down;
  • Reboot;
  • Password;
  • Back.

 

10  11  12  13  14  15  16  17

 

Tra le informazioni più importanti che possiamo ricavare da tali menù riportiamo quelle relative alla temperatura di funzionamento dei dischi singoli ed alla dimensione del volume creato.

 

18  19  20 

 

Oltre a tali informazioni possiamo anche ricavare la temperatura del sistema e della CPU e la velocità di rotazione della ventola posteriore.

 

21  22

 

Infine troviamo numerose informazioni riguardanti la rete e gli indirizzi di sistema come gli Indirizzi IP, i gateway e le subnet mask.

 

23  24  25  26  27

 

Abbiamo trovato molto utile questo display frontale in quanto permette all’utente un veloce monitoraggio del sistema senza dover effettuare l’accesso tramite browser e quindi senza dover necessariamente accendere il proprio PC.

 


 

 

QNAP TS-459 Pro+: software e configurazione

 

Come abbiamo visto nella pagina precedente la configurazione di sistema può essere effettuata  direttamente agendo dal display frontale.

Ovviamente QNAP permette all’utente di effettuare queste operazioni anche via software direttamente dal PC; andiamo dunque ad avviare il famoso QNAP Finder, presente nel CD contenuto nella confezione del prodotto ed effettuiamo la configurazione avanzata del sistema.

Come già visto in passato il QNAP Finder permette al sistema di rilevare il NAS sulla rete interna e di accedervi tramite browser oltre che di configurarlo.

 

01

 

Facciamo click sul tasto “Configura” ed immediatamente il software ci crede le credenziali per poter proseguire con l’operazione; inseriamo “admin” in entrambi i campi.

 

04

 

I primi due parametri impostabili sono il nome del server, ovvero il nome con il quale il sistema verrà individuato sulla rete e la data ed ora del sistema, con fuso orario ed eventuale sincronizzazione automatica tramite server di riferimento su internet.

 

05  06

 

I due menù successivi permettono il cambio della password di amministrazione, fortemente consigliato per una maggiore sicurezza dei propri dati e delle proprie impostazioni, e l’impostazione della codifica dei file per sistemi non Unicode.

 

07  08

 

Infine l’ultimo tab ci permette di configurare la rete e quindi di lasciare che il sistema imposti automaticamente l’indirizzo IP tramite DHCP oppure importare manualmente tale valore.

 

09

 

Tramite il tasto “Configura interfacce di rete” è possibile impostare il trunking delle due porte, nel nostro caso è stato abilitato il supporto al protocollo IEEE 802.3ad relativo al Link Aggregation.

 

10

 

Dopo aver configurato il sistema possiamo accedervi premendo il tasto “Connetti” nel QNAP Finder oppure inserendo l’indirizzo IP del sistema nella barra degli indirizzi del nostro browser.

La prima schermata che ci accoglie è quella relativa al login ove inseriremo le credenziali scelte in precedenza.

 

02

 

Il “desktop” del software presenta nella parte alta la possibilità di cambiare lingua (icona rotonda accanto a quella “admin” e di spegnere, riavviare o effettuare il logout del sistema, nella parte bassa i link diretti al supporto QNAP, ovvero al “Servizio Clienti”, al “QNAP Wiki”, al “Forum QNAP” e “Feedback” mentre la parte centrale, la più importante, ci permette di accedere alla Download Station, al Web File Manager oppure all’ampio pannello di Amministratore dove l’utente potrà modificare una quantità enorme di parametri relativi al sistema, ai servizi ed alle applicazioni che QNAP ci mette a disposizione.

Non descriveremo tali menù in quanto il software presente nel QNAP TS-459 Pro+ è il medesimo che abbiamo trovato ed ampiamente descritto nei nostri precedenti articoli; vi rimandiamo dunque a questa pagina per quanto riguarda la descrizione della Download Station e del Web File Manager ed a questa per quanto riguarda i menù del pannello Amministrazione.

 


 

QNAP TS-459 Pro+: configurazione e metodologia di test

 

Entriamo dunque nel vivo dei test ed analizziamo le prestazioni di questo prodotto.

I test sono stati effettuati mediante alcuni dei software più utilizzati, completi e affidabili:

  • Intel NAS Perfomance Toolkit;
  • Robocopy;
  • Spostamento file SMB;
  • CrystalDiskMark.

 

I dischi utilizzati per il test sono due Western Digital RED da 1TB in configurazione RAID 0 e RAID 1.

Il sistema è stato collegato ad uno switch NETGEAR ProSafe GS108T in grado di supportare il protocollo Link Aggregation che, una volta abilitato anche sul NAS, ci ha permesso di testare tale funzione in modalità Dual Gigabit LAN.

 


 

Risultato dei test

 

CrystalDiskMark 3.0.2

 

CristalDiskMark è un software in grado di rilevare la velocità di scrittura e lettura dei dischi rigidi.

Ecco i risultati dei test.

 

crystal raid0  crystal raid1

 

Come possiamo notare il risultato dei test effettuati in configurazione RAID 0 e RAID 1 è  assolutamente positivo.

In entrambi i casi il sistema ha superato i 105MB/s in scrittura ed il distacco tra i due volumi è poco.

 

Intel NAS Performance Toolkit 1.7.1

 

Questa suite è stata sviluppata da Intel appositamente per testare le performances dei Network Attached Storage.

Tale applicazione effettua test in svariati ambiti riproducendo situazioni tipiche nell’utilizzo dei NAS, come ad esempio la riproduzione di contenuti multimediali, lo spostamento di file e cartelle o la visualizzazione di Photo Album.

A nostro avviso è ancora acerba in quanto vi possono essere variazioni di performance legate al sistema dal quale viene lanciato il test (ad esempio viene visualizzata la possibilità di riportare dati leggermente differenti dalla realtà se abbiamo più di 2GB installati nel sistema), nonostante ciò rimane comunque uno dei pochi software a svolgere questo compito.

 

naspt raid0  naspt raid1

 

naspt graph

 

Anche in questo caso i dati parlano chiaro; il TS-459 Pro+ è senza ombra di dubbio il NAS più veloce testato fino ad ora.

Diversamente da quanto ci si potesse aspettare il sistema sembra dare il meglio in configurazione RAID 1 dove in fase di HD Video Record ha raggiunto e superato i 140MB/s; ricordiamo che i dati sono leggermente alterati dal quantitativo di RAM installata nel PC con il quale abbiamo effettuato i test.

Il QNAP TS-569L si posiziona subito dietro con un distacco marginale che fa risultare i due prodotti praticamente equivalenti in questo test.

 

Robocopy e SMB

 

Robocopy è un’applicazione installata nel nostri sistemi operativi dal tempo di Windows Vista; essa ha il compito di spostare i file in maniera rapida.

Per utilizzare tale funzione utilizziamo il prompt dei comandi; una volta completato il trasferimento il software riporterà la velocità di trasferimento dati.

Tale velocità è stata inoltre misurata con il classico drag/drop di Windows attraverso il protocollo SMB.

 

robocopy

 

smb

 

Anche in questo caso il sistema ha fatto registrare prestazioni da capogiro piazzandosi direttamente al primo posto.

Anche il più nuovo TS-569L è rimasto indietro rispetto al fratello più vecchio che in molti casi ha superato i 110MB/s.

Utilizzando Robocopy le prestazioni sono risultate leggermente superiori facendo superare addirittura i 114 MB/s.

Attraverso il protocollo SMB abbiamo testato anche la funzione LinkAggregation, effettuando l’accesso al sistema da due posizioni differenti, ovviamente sotto la stessa rete, ed effettuando i test di spostamento dati.

 

smb lag

 

Con quest’ultimo test possiamo senza ombra di dubbio dire che il TS-459 Pro+ è il miglior NAS che abbia effettuato questi test qui nella nostra redazione.

In passato ci è capitato di leggere numeri simili da prodotti Thecus dal costo e dalle caratteristiche veramente di prim’ordine.

Dando uno sguardo al grafico possiamo notare come attraverso il Link Aggregation la banda sia realmente raddoppiata.

 


 

QNAP TS-459 Pro+: Consumi e rumorosità

 

consumi

 

Il grafico mostra i consumi del sistema senza nessun Hard Disk installato, con due WD RED da 1TB in IDLE e in FULL LOAD.

Il consumo massimo registrato è stato di 34Watt/h, pari a 297,84Kw/annui, una spesa sostenibile per una azienda che utilizza il NAS per lavoro e che lo tiene acceso 24/7.

Facciamo presente che questi consumi sono inerenti al sistema dotato di 2 Hard disk che, stando alle misurazioni, consumano 4W cadauno.

Parlando di rumorosità, invece, il sistema, nonostante abbia 4 bay e 2 ventole di cui una molto grande, non risulta affatto rumoroso, tranne in fase di accensione dove la ventola, effettuando il check di controllo, gira alla massima velocità.

Questa caratteristica permette a questo prodotto di essere comodamente installato in un ambiente di lavoro o anche a casa.

 


 

Conclusioni

 

oro

 

 

Prestazioni 4,5 stelle - copia

Assolutamente eccezionale, il QNAP TS-459 Pro+ si è dimostrato il NAS più veloce testato fino ad ora con questa configurazione di test software. Trasferimento oltre i 100/110 MB/s e raddoppio della banda effettivo con Link Aggregation.Purtroppo essendo un prodotto leggermente datato non troviamo le porte USB 3.0 e il lettore di schede SD.

Rumorosità 5 stelle Rumorosità contenuta, il prodotto si fa sentire solo in fase di accensione ma diventa immediatamente silenzioso
Qualità dei materiali 5 stelle Eccellente, l’unica parte in plastica rigida è quella frontale, per il resto il sistema è completamente in metallo 
Software e supporto 5 stelle

Il software è eccellente, numerosissimi parametri impostabili e servizi a non finire per un  prodotto che ha dalla sua parte anche un ottimo sistema di supporto cliente.

Il display frontale permette il monitoraggio del sistema senza dover accendere il computer
Prezzo 4 stelle Come detto in fase di introduzione è molto difficile trovare questo prodotto sugli scaffali in quanto datato, lo possiamo trovare su eBay in bundle con dischi ma il prezzo lievita superando i 1000€.
Complessivo 5 stelle

 

Stupefacente, non ci sono altre parole per descrivere questo NAS prodotto da QNAP che ancora una volta ci regala delle soddisfazioni con un prodotto che ormai ha la sua età ma risulta una soluzione più attuale che mai.

La mancanza delle porte USB 3.0, del lettore di schede SD e dell’uscita HDMI viene messa da parte una volta viste le prestazioni di questo sistema che non lascia scampo a compromessi.

Il display frontale è quanto di più utile si possa inserire in un prodotto del genere, infatti grazie ad essa la prima configurazione è immediata e il monitoring del sistema è pratico e veloce.

Attualmente è possibile trovarlo online in configurazioni dotati di dischi e il prezzo supera i 1000 euro, tutt’altro che contenuto ma se siamo un’azienda e vogliamo il massimo delle prestazioni questo prodotto è assolutamente da tenere in considerazione nonostante l’età.

 

Pro

  • Numero elevato di servizi e protocolli
  • Ottima sicurezza dei dati
  • Hot Swap, eSATA
  • Consumi non eccessivi
  • Prestazioni eccellenti
  • Ottime performance in Link Aggregation
  • Display frontale comodo

 

Contro

  • Prezzo  elevato
  • Mancanza lettore schede SD e USB 3.0

 

 

Ringraziamo QNAP per il sample fornitoci.

Angelo Ciardiello

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.