• Tastiere
  • Posted
  • Hits: 968

Razer Stormtrooper Edition - Il Kit per i Fan di Star Wars

Razer Stormtrooper Edition 53

Videogiocatori e Fan della saga cinematografica Star Wars ne abbiamo? Se si allora la recensione odierna fa assolutamente al caso vostro. Razer di recente in collaborazione con la Lucasfilm Ltd ha commercializzato un nuovo kit di periferiche a tema Star Wars. Oggi dunque e grazie a Razer possiamo recensire il kit Razer Stormtrooper Edition. Kit composto da tre periferiche e precisamente dalla nuova tastiera meccanica Razer BlackWidow Lite, dal mouse senza fili Razer Atheris e dal mousepad in tessuto Razer Goliathus Extended con superficie Speed. Il kit come vedremo a seguire richiama in maniera perfetta i dettagli e colori delle truppe imperiali.

Razer Logo

L’azienda Razer fu fondata nel 1998 a San Diego, California, da Min-Liang Tan e dal Presidente Robert "Razerguy" Krakoff in un piccolo ufficio condiviso con altri gamers. Razer è cresciuta a tal punto che oggi conta centinaia di impiegati in tutto il mondo, con uffici in 9 città internazionali come San Francisco, Amburgo, Seoul, Shanghai e Singapore. Il loro obbiettivo era quello di creare il più grande brand gaming del mondo, cercando di produrre le migliori periferiche da gaming, che i tutti i videogiocatori avrebbero desiderato. A distanza di 15 anni, possiamo dire che Razer è riuscita nel proprio intento. Razer sviluppa i suoi prodotti cooperando con gamers professionisti che partecipando a tornei di fama mondiale consentono all’azienda di migliorare i propri prodotti grazie ai loro feedback. L’azienda è famosa anche per il supporto al movimento del eSports nei primi anni 2000, con il finanziamento del primo torneo mondiale con un montepremi di $100K. Le persone che lavorano in Razer sono videogiocatori, alcuni amatoriali, alcuni ex-professionisti e da questo è nato il motto dell’azienda “For Gamers. By Gamers”.


Procediamo ad elencare brevemente le caratteristiche dei singoli prodotti partendo dalla tastiera Razer BlackWidow Lite.

BlackWidow Lite specifiche

Razer Atheris Wireless

Atheris specifiche

Razer Goliathus Extended Speed

Goliathus Speed specifiche


Le periferiche ci sono giunte nel packaging finale e dunque con la grafica e informazioni che troverete anche online e nei negozi. Ogni confezione riporta diverse immagini a tema Star Wars del prodotto e tutte le principali informazioni come specifiche tecniche e caratteristiche tecniche. A seguire un’immagine d’insieme.

Razer Stormtrooper Edition 1

Packaging della tastiera Razer BlackWidow Lite.

Razer Stormtrooper Edition 2 Razer Stormtrooper Edition 3

Packaging del mouse wireless Razer Atheris.

Razer Stormtrooper Edition 4 Razer Stormtrooper Edition 5

Packaging del mousepad Razer Goliathus Extended Speed.

Razer Stormtrooper Edition 6 Razer Stormtrooper Edition 7 Razer Stormtrooper Edition 8

Prima di procedere all’analisi di tutte le periferiche, vi lasciamo al video dell’unboxing:


Iniziamo dalla tastiera. Aprendo la confezione, rimuovendo gli adesivi ai lati, possiamo estrarre la seconda confezione in cartone riciclato.

Razer Stormtrooper Edition 9 Razer Stormtrooper Edition 10

Troveremo:

  • Tastiera meccanica Razer BlackWidow Lite
  • Set di O-Rings
  • Estrattore CAPS
  • Cavo in treccia di tessuto USB a Micro-USB
  • Stickers
  • Manuale

Razer Stormtrooper Edition 11

Il bundle della tastiera è completo e ci ha sorpreso soprattutto la bustina con tutti gli O-Rings necessari a silenziare ulteriormente ogni singolo tasto.

Possiamo dunque passare ad analizzare la tastiera. La Razer BlackWidow Lite è l’ultima creazione di Razer. Tastiera meccanica in formato TKL quindi priva di tastierino numerico che mantiene inalterate le qualità di prestazioni, funzionamento e materiali. Tornano anche i ‘’nuovi’’ switch Razer. In questo caso troveremo degli switch meccanici lineari che sono i Razer Orange. Il design della BlackWidow Lite in questa versione a tema Star Wars è davvero caratteristica (naturalmente). Colorazione Bicolore Nero/Bianco. Dimensioni e peso, caratterizzanti un modello TKL, la rendono ideale per Lan Party o per una facile trasportabilità. Anche il cavo è rimovibile. Il layout di digitazione in questo caso è esclusivamente US.

Razer Stormtrooper Edition 12 Razer Stormtrooper Edition 13 Razer Stormtrooper Edition 14

Un primo dettaglio è riscontrabile sul tasto ESC con il logo Imperiale.

Razer Stormtrooper Edition 15

Come dicevamo le principali caratteristiche di altri modelli della famiglia BlackWidow o del modello liscio BlackWidow Lite sono invariate. Abbiamo dunque un set di tasti multimediali in doppia funzione. Li troveremo partendo dai tasti F1 a F3 per poi passare ai tasti F5 a F7.

Razer Stormtrooper Edition 16 Razer Stormtrooper Edition 17

Non mancano i tasti F11 e F12 per regolare On-The-Fly l’intensità della retroilluminazione per singolo tasto esclusivamente Bianca.

Razer Stormtrooper Edition 18

Troviamo sul tasto ‘’Pause Break’’ anche la funzione di Sospensione PC. Naturalmente tutti tasti da attivare in combinazione al tasto FN.

Proseguiamo e andiamo a notare immediatamente la raffigurazione di uno Stormtrooper in ‘’azione’’ posto poco sopra le freccette direzionali. Da notare come la BlackWidow Lite in questa versione adotta un plate superiore in plexy/metacrilato con una perfetta incisione a laser del disegno e ulteriori dettagli.

Razer Stormtrooper Edition 19

Altro dettaglio del logo Razer posto sotto i tasti della barra spaziatrice.

Razer Stormtrooper Edition 20

Infine il riferimento giusto alla casa produttrice Lucasfilm.

Razer Stormtrooper Edition 21

Capovolgiamo la tastiera e diamo uno sguardo alla superficie in plastica inferiore. Troviamo quattro gommini di forma quadrata principali più due classici piedini in plastica da poter aprire per rialzare un minimo la tastiera e agevolare il comfort e la digitazione.

Razer Stormtrooper Edition 22

Dettaglio piedino in gomma e quello in plastica.

Razer Stormtrooper Edition 23

Diamo uno sguardo ora alla posizione superiore frontale dell’ingresso al connettore Micro-USB con cui collegare a seguire la tastiera al PC tramite il cavo in dotazione o in caso di smarrimento con uno identico. Non si dovrà avere dunque il timore di perdere o danneggiare quello incluso.

Razer Stormtrooper Edition 24

Dallo scatto è stato possibile osservare anche la struttura esposta dei singoli switch installati sulla BlackWidow Lite.

Razer Stormtrooper Edition 25

Il cavo rimovibile incluso nella confezione è naturalmente a tema Star Wars con una colorazione Nero/Bianco. Cavo rivestito in treccia di tessuto.

Razer Stormtrooper Edition 26

I connettori non sono placcati oro.

Razer Stormtrooper Edition 27

Diamo infine uno sguardo agli switch installati. La Razer BlackWidow Lite Star Wars Edition monta dei Razer Orange che sono switch meccanici lineari e controparte dei CHERRY MX. Switch ideali a mio avviso per i videogiocatori esigenti in termini di pressione velocità. La struttura dei singoli switch non è trasparente in quanto il LED del solo colore Bianco è posto sopra tale struttura.

Razer Stormtrooper Edition 28

Ricordiamo anche che nel bundle troveremo una bustina con incluso un set completo di O-Rings per silenziare ulteriormente la tastiera già di pe se silenziosa grazie ai Razer Orange. La differenza con gli O-Rings è minima ma comunque percettibile in termini di pressione e rumorosità. Starà a voi scegliere se installarli tutti, parte o nessuno.

Razer Stormtrooper Edition 29

Prima di passare al mouse vi lasciamo a qualche scatto dell’illuminazione LED della tastiera.

Razer Stormtrooper Edition LED 1 Razer Stormtrooper Edition LED 2


Il bundle del mouse wireless invece è composto da:

  • Mouse Wireless Razer Atheris
  • Ricevitore 2.4 GHz
  • 2x Pile formato AA
  • Stickers
  • Manuale

Razer Stormtrooper Edition 30

Bundle funzionale per il prodotto.

Anche in questo caso abbiamo un mouse identico in tutto e per tutto a livello di prestazioni e funzionalità alla versione liscia intesa come quella non personalizzata. Il Razer Atheris è un mouse di tipo Wireless con possibilità di collegarlo e utilizzarlo o in configurazione Wireless 2.4 GHz o Bluetooth grazie allo switch posto nel lato inferiore del mouse. Il design è al pari della tastiera interessante e in pieno tema Star Wars. Abbiamo il disegno di un casco di uno Stormtrooper su di una superficie interamente liscia e lucida. Le dimensioni e peso lo rendono ideale per coloro che hanno una presa di tipo Claw Grip.

Razer Stormtrooper Edition 31 Razer Stormtrooper Edition 32 Razer Stormtrooper Edition 33

Non mancano anche in questo caso diversi dettagli.

Razer Stormtrooper Edition 34

In posizione avanzata troviamo un singolo tasto per il cambio dei Profili DPI, una rotellina di tipo cliccabile con rivestimento gommato e infine i due tasti principali.

Razer Stormtrooper Edition 35

Il lato sinistro presenta due tasti laterali di dimensioni minime con un buon feedback e una superficie gommata con delle scanalature per il grip sul mouse.

Razer Stormtrooper Edition 36 Razer Stormtrooper Edition 38

Il lato destro offre la medesima superficie ma priva di tasti laterali.

Razer Stormtrooper Edition 37 Razer Stormtrooper Edition 39

Ponendolo frontalmente diamo uno sguardo al design del Razer Atheris.

Razer Stormtrooper Edition 40

Capovolgendo il mouse abbiamo un totale di tre mousefeet in PTFE. Centralmente il sensore ottico del Razer Atheris Wireless è un Pixart PMW-3339 da 7200 DPI massimi. Infine uno switch che ci permetterà di passare dalla modalità Wireless 2.4 GHz a quella Bluetooth e viceversa oltre che di porlo in posizione Off per spegnerlo e risparmiare ulteriormente la carica delle batterie.

Razer Stormtrooper Edition 41

Rimuovendo la cover superiore con estrema semplicità accederemo al vano dove porre le due batterie stilo in formato AA.

Razer Stormtrooper Edition 42

Poco sotto il tasto DPI troviamo l’alloggio per il ricevitore USB.

Razer Stormtrooper Edition 43

Dettaglio delle batterie installate.

Razer Stormtrooper Edition 44

Ecco dunque il Razer Atheris pronto per essere collegato al PC, eventualmente configurato tramite Razer Synapse 3 e iniziare ad utilizzarlo.

Razer Stormtrooper Edition 45 Razer Stormtrooper Edition 46


Infine diamo uno sguardo al mousepad in tessuto Razer Goliathus Extended con superficie Speed. Nella confezione troveremo solo il mousepad.

Razer Stormtrooper Edition 47

Una volta srotolato avremo il mousepad Razer Goliathus a nostra disposizione. Mousepad ampiamente conosciuto. Mousepad realizzato in tessuto con dimensione Extended (94 x 920 x 3 mm) e superficie Speed. Il disegno presente è a tema Star Wars e precisamente raffigura cinque Stormtrooper e parte del logo imperiale. Colorazione Bianco/Nero.

Razer Stormtrooper Edition 48

Dettaglio

Razer Stormtrooper Edition 49

Anche qui piccoli dettagli non mancano.

Razer Stormtrooper Edition 50

Superficie antiscivolo per il lato inferiore.

Razer Stormtrooper Edition 51

Vi lasciamo infine a diversi scatti del Kit Razer Stormtrooper al completo.

Razer Stormtrooper Edition 52 Razer Stormtrooper Edition 53


In questo capitolo daremo un rapido sguardo a quello che è il software Synapse giunto alla versione 3 di Razer. Software Cloud che nel tempo si è evoluto e rinnovato man mano per migliorare sia la compatibilità alle diverse periferiche della gamma Razer, sia le prestazioni ai singolo prodotto e sia il supporto ad altre funzioni e prodotti come ad esempio le lampade Philips Hue. Il software si struttura in modo semplice ed immediato. Essendo in Cloud serve per accedere a tutte le funzioni la registrazione di un account. Una volta fatto ed effettuato il login avrete tutte le impostazioni e personalizzazioni ovunque voi ne abbiate bisogno. Dall’alto al basso troviamo i Menu principali per passare ai SubMenu e arrivare alle funzioni da poter eventualmente personalizzare (ovviamente in base alla periferica collegata). Vi lasciamo alle immagini che spiegano meglio il tutto.

Synapse 3 1 Synapse 3 2 Synapse 3 3 Synapse 3 4 Synapse 3 5 Synapse 3 6 Synapse 3 7 Synapse 3 8 Synapse 3 9 Synapse 3 10 Synapse 3 11 Synapse 3 12 Synapse 3 13 Synapse 3 14 Synapse 3 15 Synapse 3 16 Synapse 3 17 Synapse 3 18 Synapse 3 19 Synapse 3 20 Synapse 3 21 Synapse 3 22


Abbiamo eseguito per alcuni giorni i consueti test per vedere come si comportava il Kit composto dalla tastiera meccanica BlackWidow Lite, dal mouse Atheris Wireless e dal mousepad Goliathus Extended Speed.

Di seguito i valori/impostazioni con cui testiamo i mouse in testing:

  • Risoluzione Desktop e In-Game: 1920x1080 144Hz – FullHD
  • Accelerazione/Precisione Puntatore Windows: Disabilitata
  • Sen. Windows: 6/11
  • Risoluzione DPI: 800
  • Mousepad: Tessuto

Ergonomia

Iniziamo a parlare della tastiera meccanica Razer BlackWidow Lite. La tastiera offre un design TKL dunque privo del tastierino numerico. Per il gaming è sicuramente una scelta ideale in quanto va a ridurre lo spazio di impiego ma come rovescio della medaglia l’assenza di un tastierino numerico potrebbe limitare l’utilizzo con applicazione SOHO. Naturalmente a seconda delle esigenze dell’utente finale. Il feedback dei tasti garantito dagli switch meccanici Razer Orange è a mio avviso ottimo. Trovato immediato feeling di digitazione. Lo spazio tra i tasti e la sagomatura degli stessi è valido. Purtroppo come in altri modelli della famiglia BlackWidow le leggende illuminate sono solo quelle principali. Leggende secondario come segni e punteggiature non saranno purtroppo visibili. Un contro non da poco nel 2019. Potevo comprenderlo all’inizio del Boom delle meccaniche però ora.. Per il resto la BlackWidow Lite risponde bene ed è adeguatamente comfortevole anche senza un poggiapolsi integrato o presente. Possibilità di rialzarla quel minimo con i piedini in plastica. Il set di tasti multimediali potrebbe risultare interessante a chi evitare di passare per il software di riproduzione musicale o video.

Il mouse Razer Atheris essendo Wireless ha numerosi aspetti possiamo dire positivi. Quello principale è sicuramente l’assenza di fili che per un utilizzo Office ma anche in Game è sicuramente comodo. Le dimensioni lo rendono purtroppo ideale solo per coloro che hanno una presa di tipo Claw Grip. Sono dunque stato fortunato essendo la mia tipologia di presa. Il comfort è valido così come il Grip seppur superficii gommate alla lunga si usurano prima di altre in plastica. I tasti hanno un buon feedback e per me la dimensione degli stessi (riferimento a quelli laterali) non è stato un problema. Altro aspetto positivo è stata sicuramente l’autonomia (dichiarata fino a 350 ore in modalità Bluetooth). Non siamo riusciti a cambiare il paio di batterie incluse durante tutto l’arco delle nostre prove in diversi giorni.

Infine possiamo parlare del mousepad Goliathus in versione Extended che permetterà di ospitare senza alcun problema mouse e tastiera sulla nostra scrivania. L’impatto visivo sarà ottimale e sarà tutto in pendant.

abbiamo degli aspetti negativi in Game che riguardano un feeling nel movimento abbastanza strano. Principalmente mi sono dato la risposta nel baricentro del mouse stesso che in unione alle dimensioni rende il tracciamento un po' strano ma non per questo inconsistente o anomalo del sensore.

Game

Le prove in game si sono svolte con Battlefield V, Overwatch e Fortnite. Partiamo questa volta dal mouse dotato di un sensore Pixart PAW-3339. Sensore ottico da 7200 DPI che si è rivelato buono e preciso ma che mi ha restituito uno strano feeling. Feeling dovuto, a mio avviso, al baricentro e relativo peso del mouse con le batterie incluse in unione anche alla presa di tipo Claw Grip. Infatti le dimensioni abbastanza compatte portano a sentire un ‘’freno’’ posteriore dovuto al peso delle batterie. Complessivamente l’esperienza in game è buona ma se si richiede qualcosa in più (competizione o aim di un certo tipo) non è sicuramente il mouse ideale. Per il resto i tasti potranno essere personalizzati a piacimento tramite il Razer Synapse 3.

La tastiera dotata di switch meccanici Razer Orange mi ha restituito un ottimo feeling essendo amante degli switch lineari. Ho anche impiegato su alcuni tasti tra cui i WASD gli O-Rings forniti in dotazione. Tale modifica ha migliorato quel più l’esperienza di gioco ma senza stravolgerla completamente. Le dimensioni di una TKL inoltre permettono maggiore superficie di movimento per il mouse con conseguente precisione in game. Anche qui ogni tasto potrà essere rimappato tramite il software Razer.

La retroilluminazione bianca per singolo tasto della tastiera è stata altrettanto buona e il plate in plexy ha resitituito anche un valido effetto al buio.

Tutto è stato provato ovviamente provato per giorni sul relativo mousepad in tema Goliathus Extended con superficie Speed. Superficie ideale per movimenti veloci ma precisi.


Razer BlackWidow Lite

Oro HD new

Prestazioni 4 stelle Tasti multimediali. Retroilluminazione per singolo tasto seppur solo Bianca.
Qualità 4,5 stelle Assemblaggio e materiali validi. Interessante il plate in plexy.
Design  4,5 stelle Design valido a tema Star Wars.
Prezzo 4,5 stelle Prezzo di circa 100€.
Complessivo 4,5 stelle  

Razer Atheris Wireless

silver new

Prestazioni 4 stelle Sensore ottico Pixart PAW-3339 da 7.200 DPI. Buono ma non ideale per tutti gli FPS.
Qualità 4,5 stelle Assemblaggio e materiali validi. Particolare la superficie superiore lucida e liscia.
Design 4,5 stelle Buon Design a tema Star Wars.
Prezzo 4,5 stelle

Prezzo di circa 60€.

Complessivo 4 stelle  

Si è dunque conclusa questa recensione che ci ha visto analizzare ben tre prodotti in ‘’uno’’. Razer non è la prima volta che tende a personalizzare le proprie periferiche con un particolare tema. L’abbiamo visto ad esempio con il titolo Overwatch di Blizzard dove erano disponibili sempre la tastiera meccanica Razer BlackWidow, il mouse Razer DeathAdder e l’immancabile mousepad Razer Goliathus Extended Speed Edition.

Il Kit Razer Stormtrooper Edition è dunque rivolto questa volta ai Fan della saga Star Wars. Se rientrate in questa categoria potrete portarvi a casa una valida tastiera meccanica in formato TKL come la nuovissima BlackWidow Lite, un mouse da gaming decente come il Razer Atheris per porli entrambi sul mousepad in tessuto Goliathus nella versione ‘’estesa’’.

Dando una valutazione più dettagliata ai singoli prodotti possiamo dire che la piccola TKL Razer BlackWidow è dotata di retroilluminazione per singolo tasto di colore bianco, offre piena personalizzazione dei singoli tasti tramite il software Razer Synapse 3 ed infine garantisce rapidità e precisione in gioco grazie all’adozione di switch meccanici lineari Razer Orange. Il bundle della BlackWidow Lite porta con se anche un set di O-Rings e relativo estrattore per ridurre ulteriormente la rumorosità già bassa e massimizzare anche la digitazione e feedback. Insomma alla piccola BlackWidow Lite non manca davvero nulla per essere una fida meccanica anche da Lan Party visto il cavo removibile.

Dalla tastiera si passa al Razer Atheris. Mouse Wireless con possibilità di essere connesso sia in modalità Bluetooth sia in modalità Wireless 2.4 GHz che è risultato complessivamente un buon mouse da gaming. Dotato di un buon sensore ottico Pixart PMW-3339 da 7.200 DPI, sempre massima personalizzazione tramite il Razer Synapse 3 ed un’autonomia fino a 350 ore in modalità Bluetooth. Purtroppo il comfort e il grip sono assicurati solo a coloro che hanno una presa di tipo Claw Grip viste le dimensioni molto compatte. Le prestazioni complessive ottenute sono state buone ma a mio avviso non da essere un vero mouse da gaming da impiegare in giochi di genere sparatutto.

Infine il leggendario mousepad in tessuto Razer Goliathus nel formato Extended con dimensioni di 94 x 920 mm ed uno spessore classico di 3 mm. Mousepad che vi consentirà di poggiarci non solo mouse e tastiera ma anche qualche altra piccola cosa. La superficie superiore offre come sempre buona scorrevolezza e precisione oltre che un disegno in pieno tema Star Wars. Quella inferiore antiscivolo eviterà movimenti.

Per portarsi a casa l’intero Kit Razer Stormtrooper Edition sono richiesti circa 200 € che tutto sommato sono in linea visto che la tastiera Razer BlackWidow Lite ha un prezzo di 100 € a cui si devono sommare i circa 60 € del mouse Razer Atheris Wireless e i circa 35 € del mousepad Razer Goliathus Extended Speed Edition. Sarete concordi che per un fan della saga Star Wars è un prezzo tutto sommato al pari dei modelli privi di suddetta personalizzazione.

Razer BlackWidow Lite

Pro

  • Design e Tema Star Wars
  • Tasti Multimediali
  • Cavo Removibile
  • Kit O-Rings e Estrattore
  • Supporto Razer Synapse 3
  • Compatta e Leggera

Contro

  • Leggende Secondarie non illuminate
  • Layout esclusivamente US

Razer Atheris Wireless

Pro

  • Sensore Pixart PMW-3339 da 7.200 DPI
  • Dimensioni compatte
  • Solo 66 g
  • Supporto Razer Synapse 3
  • Autonomia fino a 350 ore

Contro

  • Baricentro e Peso
  • 2x Stilo AA che ne aumentano il peso
  • Non ideale per FPS

Si Ringrazia Razer per i sample fornitici.

Tommaso Mele

 

Commenta sul forum