• Tastiere
  • Posted
  • Hits: 10337

Rapoo V700: l’entry level essenziale ma meccanica

Rapoo-V700-25Oggi lo staff di Xtremehardware.com vi porta la recensione di un prodotto di un nuovo brand poco conosciuto in Italia, Rapoo. La recensione di oggi sarà sulla nuova tastiera meccanica V700 di Rapoo o più precisamente della sua neonata divisione gaming: VPRO Gaming. Questo nuovo brand di Rapoo è ancora giovane ed ha a listino pochi prodotti, che vedremo nel corso di questa e di prossime recensioni. Non ci dilunghiamo troppo e passiamo all’analisi di questa tastiera da gaming.

 

 

 

 

VPRO Gaming logo

 

A seguire vi riportiamo la descrizione ufficiale del brand VPRO Gaming:

“VPRO is the label given to innovative and premium-quality product developments from Rapoo Gaming Labs. Rapoo, winner of multiple accolades from the press and international bodies such as the Industry Forum Design (iF) for its product quality and design, will now fully utilize its vast experience and incredible inventiveness, which it has already proven in other areas, in the gaming segment. With its exacting product-quality standards and the close-knit way specialists from different fields of expertise work together at one production facility VPRO is able to drastically shorten product-development cycles, allowing it to respond more quickly to new trends and the growing needs of the gaming community. In contrast to its competitors, Rapoo's ability to develop and produce almost all components itself offers incredible advantages when it comes to value for money. The long-term developments planned for the hardcore, competitive field VPRO is active in are intended to further enhance the parent company Rapoo's existing product portfolio.”

 

Questa invece è la filosofia del brand direttamente dal CEO Michael Zeng:

“Rapoo as VPRO Gaming will bring its strengths into the game. Exacting product-quality standards, achieved by specialists from almost all fields of expertise needed, the ability to drastically shorten product-development cycles and to respond more quickly to changing needs of the gaming community. Compared to its competitors, Rapoo's ability to develop and produce almost all components itself offers incredible advantages when it comes to value for money. "VPRO's aim is to take on the deadly serious world of the gaming-peripheral brands with a twinkle in its eye, without taking its eye off the top spot. After all, gaming equipment should do two things: Deliver an awesome experience for the gamer and a real benefit for the gameplay – and do all this while offering great value for money, without being pretentious"

 


Specifiche Tecniche

Procediamo dunque ad elencare brevemente le caratteristiche della tastiera Rapoo V700:

 

specifiche

 

La Rapoo V700 è una tastiera da gaming di tipo meccanica dotata di un processore interno ARM a 32-bit denominato V-Power3 che permette facilmente di registrare macro o assegnare funzioni su ben 106 tasti dei 108 disponibili. La Rapoo V700 adotta switch meccanici con forza di attuazione di 50 grammi quindi di 5 grammi più “pesanti” rispetto ai canonici Cherry MX Red. Durante il corso della recensione vi mostreremo che tale tastiera adotta, purtroppo, un tipo di swtich ancora poco diffuso al giorno d’oggi, seppur abbastanza valido. Gli switch impiegati sono di tipo lineare e non hanno dunque il “fastidioso” click. La Rapoo V700 è dotata anche di un sistema anti-ghosting che proveremo e testeremo nei successivi capitoli. La compatibilità della stessa e del relativo software di gestione inoltre è assicurata per i più comuni sistemi operativi Microsoft.

 


Confezione e Bundle

La Rapoo V700 ci giunge in una classica confezione di cartone molto colorata e ricca di informazioni ed immagini illustrative. Nella parte frontale troviamo non solo i riferimenti al brand ma anche un’immagine illustrativa del prodotto e il relativo modello. In teoria dovremmo chiamarla VPRO V700 ma per comodità la chiameremo Rapoo V700.

 

Rapoo-V700-1  Rapoo-V700-2  Rapoo-V700-3  Rapoo-V700-4

 

Anche nel retro della confezione stessa trovano posto immagini illustrative della tastiera e delle principali caratteristiche che sono comunque riportate in varie lingue, tra cui l’italiano. Confezione ben curata e ricca di dettagli.

 

Rapoo-V700-5  Rapoo-V700-6  Rapoo-V700-7  Rapoo-V700-8  Rapoo-V700-9

 

Nei lati inferiore e superiore troviamo ulteriori informazioni anche circa il bundle e la compatibilità con i sistemi operativi.

 

Rapoo-V700-10  Rapoo-V700-11  Rapoo-V700-12  Rapoo-V700-13  Rapoo-V700-14  Rapoo-V700-15

 

I lati sinistro e destro invece sono caratterizzati solo dal nome del brand e dalla tipologia di tastiera.

 

Rapoo-V700-16  Rapoo-V700-17

 

Troviamo inoltre i classici sigilli in plastica a proteggere il contenuto.

 

Rapoo-V700-18  Rapoo-V700-19

 

Prima di procedere all’analisi della tastiera, vi lasciamo al video dell’unboxing:

 


La tastiera

Estratta la tastiera dalla confezione principale, la troviamo ospitata in un’ulteriore confezione di cartone. Aperta anche questa, la troviamo in una busta in plastica. Dunque massima cura per la protezione del prodotto. Troviamo subito anche una piccola confezione di cartone di colore nero contenente il bundle.

 

Rapoo-V700-20  Rapoo-V700-21

 

Estratto tutto, abbiamo la possibilità di vedere cosa contiene il bundle. Troviamo dunque:

  • tastiera Rapoo V700
  • Manuale utente
  • CD-ROM contenente il software di gestione

 

Rapoo-V700-24

 

Possiamo ora procedere all’analisi della tastiera.

Ci troviamo di fronte ad uno dei primi prodotti da gaming del brand VPRO Gaming/Rapoo. Il nuovo brand VPRO Gaming come detto è molto giovane, seppur supportato dall’esperienza sul campo di Rapoo, da anni presente nel settore delle periferiche. A listino Rapoo ha anche un’altra tastiera meccanica da gaming, la V500, ma essa non fa parte del nuovo brand VPRO Gaming. Passando ad analizzare la tastiera V700 nel dettaglio, abbiamo un design e delle linee molto semplici, caratterizzati da una colorazione nero opaco che contrasta con il fondo, presente “dietro” i tasti, di colore rosso. Spesso tale semplicità è particolarmente apprezzata da tutti quei gamers che guardano solo alle “prestazioni pure” in gioco. La V700 adotta un full layout caratterizzato dunque dai classici tasti per la digitazione e il tastierino numerico. Il layout di digitazione della Rapoo V700 invece è americano vista la presenza del tasto “Enter” lungo e non a L. Non mancano i classici tasti “Funzione” che in questo caso non hanno la duplice funzione attivabile come vediamo spesso con il tasto “Fn”, ma sono programmabili direttamente dal software di gestione con funzioni simili. Per il resto la Rapoo V700, pur essendo una Full Layout, ha dimensioni molto compatte, lasciando spazio sulla superfice di lavoro/gaming per mousepad, mouse, monitor ed altro. Tornando brevemente ai tasti funzione, gli unici tasti “programmati di default” sono i quattro tasti nell’angolo alto di destra dove troviamo in ordine il tasto per avviare il programma di riproduzione multimediale, in questo caso Windows Media Player, il tasto per il Mute, il tasto Windows Lock, utile in game per evitare una pressione accidentale del tasto Windows che ci farebbe tornare al desktop, ed infine il tasto “M” che potrebbe trarvi in inganno facendovi pensare ad un tasto per la registrazione On-The-Fly delle Macro; in realtà, altro non è che un tasto per avvertirci della modalità “libera”. Infatti, se premiamo il tasto “Windows Lock” questo attiverà il blocco dei tasti Windows sulla tastiera così da impedire di avviare il desktop mentre premendo di nuovo il tasto M torneremo alla modalità libera senza blocchi di nessun genere. Inoltre questi due tasti presentano un LED di colore arancione per capire se tali funzioni sono attive o meno. Non da meno anche la parte superiore di questi tasti, che ci permette di tenere traccia di quali funzioni abbiamo attive e quali no. Anche se avremo la possibilità di attivare contemporaneamente le due funzioni. Inoltre, osservando i tasti, notiamo come questi abbiamo avuto un trattamento simile a quello della “cornice” della tastiera quindi presentano una colorazione nero opaco ed una superfice quasi soft touch, consentendo un maggior comfort e feeling con i tasti. La Rapoo V700 non è dotata di un poggiapolsi, tuttavia abbiamo una leggera sporgenza verso il basso per un minimo di contatto e “grip” con la tastiera.

 

Rapoo-V700-22  Rapoo-V700-23   Rapoo-V700-25  Rapoo-V700-29   Rapoo-V700-30  Rapoo-V700-26  Rapoo-V700-27  Rapoo-V700-28  Rapoo-V700-41

 

Capovolgendo la tastiera troviamo una superficie semplice e lineare, caratterizzata solo per la presenza di informazioni al centro. Sono presenti in basso due gommini di forma rettangolare che assicureranno la tastiera al piano. Avrete notato come siano presenti vicino ai gommini due “fori” che fanno subito pensare ad una predisposizione per un poggiapolsi. Abbiamo avuto la stessa intuizione ma sinceramente non abbiamo trovato dei poggiapolsi compatibili in commercio, dunque potrebbe essere un “esubero” di produzione o magari una caratteristica che verrà successivamente sfruttata da Rapoo per la produzione di un poggiapolsi da integrare in futuro. Dopo questa piccola riflessione, passiamo al lato superiore, dove troviamo due classici piedini in plastica senza rivestimento in gomma che ci aiuteranno a regolare in altezza la tastiera per agevolare le sessione di gioco o di digitazione. Di per sé la tastiera senza piedini “aperti” risulta per noi troppo bassa e piatta e a meno di non avere delle dita lunghe potrebbe risultare scomodo raggiungere qualche tasto.

 

Rapoo-V700-35  Rapoo-V700-32  Rapoo-V700-33  Rapoo-V700-34  Rapoo-V700-36  Rapoo-V700-37  Rapoo-V700-40

 

I lati della Rapoo V700 hanno una “doppia struttura” che presenta delle irregolarità nelle forme per renderla più “aggressiva”. Non troviamo nient’altro e dunque il design rimane invariato salvo per queste forme. Dai lati notiamo una doppia colorazione che probabilmente non era visibile dall’alto.

 

Rapoo-V700-38  Rapoo-V700-39

 

Il cavo della Rapoo V700 è rivestito in treccia di tessuto e riporta una fascetta in velcro con il nome del brand.

 

Rapoo-V700-42

 

Il connettore USB invece è dotato di un cappuccio di plastica per proteggere il connettore, comunque placcato oro e quindi meno soggetto ad ossidazione.

 

Rapoo-V700-43  Rapoo-V700-44

 

Come vi avevamo detto la Rapoo V700 non adotta i classici switch Cherry MX ma gli ormai “famosi” Kailh. Purtroppo, Rapoo per la tastiera V700 ha impiegato i Kailh di colore giallo che sono la prima versione di switch meccanici che venivano adottati nelle prime tastiere meccaniche nel continente asiatico. Infatti, Rapoo è proprio un’azienda cinese del distretto di Shenzen, cuore produttivo della Cina spesso però a basso costo. Molti nel corso degli anni hanno avuto qualche problema strutturale (rotture dei perni) con questi switch di colore giallo ma dopo averla utilizzata normalmente e con una digitazione normale (senza dunque fare pressioni strane o altro) non abbiamo riscontrato problemi. Passando al lato tecnico di questi switch, essi hanno una forza di attuazione di 50 grammi quindi una via di mezzo tra i Red ed i Black, anche se durante la digitazione il feeling riscontrato ci ha ricordato più i Red che i Black. Anche per questi switch il lifetime è dato per 50 milioni di battiture a dispetto dei 60 milioni classici degli attuali Cherry MX o degli stessi Kailh. Inoltre, ricordiamo che questi switch non sono più in commercio se non in alcune tastiere come questa o altre del mercato asiatico.

 

Rapoo-V700-45  Rapoo-V700-46

 

Prima di dare uno sguardo al software di gestione passiamo alla nostra prova di anti-ghosting per verificare l’effettivo livello di anti-ghosting presente su questa tastiera.

 


Antighosting

A livello di antighosting, la Rapoo V700 è specificata come in grado di prevenire il Ghosting ma non dichiarando il dato esatto. Andremo quindi a verificarlo come nostro solito.

Abbiamo provato le più svariate configurazioni di Key Rollover ma il blocco è intervenuto a 5 key tranne i modificatori. Quindi possiamo parlare di 6KRO per la Rapoo V700, più che adeguata nei giochi FPS. Discorso diverso vale per un RTS o un MMORPG dove potrebbe essere abbastanza limitante un 6KRO.

Vediamo quindi alcune configurazioni di tasti provate:

 

antighosting  antighosting-1  antighosting-2

 


Software di Gestione

Con la Rapoo V700 come visto nel bundle è presente un CD-ROM dal quale poter prelevare il software di gestione della tastiera. Se dovessimo perdere il CD-ROM potremo sempre scaricare il software, compatibile con tutti i sistemi Windows, dal sito del produttore al seguente link: http://www.vpro-gaming.com/downloads/drivers/V700EU_Setup_V1.0.2_20141027_Release.exe.

Scaricato l’eseguibile ed installato, non ci resta che aprire il software di gestione e vedere come è strutturato e le relative funzioni di personalizzazione e gestione.

Il software ha un’interfaccia grafica che segue la colorazione nero/celeste, caratteristica dei prodotti e del brand VPRO Gaming. L’interfaccia è molto “scarna”, non abbiamo un software pieno di voci o menù ma il tutto è raggruppato in poche voci e menù.

La schermata principale del software si presenta con l’immagine della tastiera dalla quale potremo assegnare una qualunque funzione su praticamente ogni tanto salvo i quattro tasti “speciali” presenti in alto a destra. Per assegnare una qualsiasi funzione ad un tasto ci basterà selezionarlo e cliccarci sopra. Subito vi comparirà un ulteriore menù dal quale poter assegnare una combinazione di tasti, una macro precedentemente registrata, una funzione base o multimediale (come vi avevamo detto potremo dunque personalizzare i tasti da F1 ad F12 come se fossero di default impostati come multimediali) o una funzione avanzata come l’avvio di un programma, apertura di un file, riproduzione di un brano o altro ancora. Inoltre, grazie al tasto di ripristino, potremo eliminare eventuali assegnazioni. Una volta assegnata la funzione desiderata, ci basterà cliccare OK e in tempo reale verrà “caricata” in memoria per un utilizzo immediato. Non abbiamo un dato completo ed esatto di quanto sia lo spazio adibito per il salvataggio di queste modifiche, ma ipotizziamo, vista l’assenza di tasti Macro e Multimediali dedicati, una dimensione di 128KB di memoria on-board. Detto ciò, dalla schermata principale potremo creare fino a 5 profili, che purtroppo dovremo caricare ogni volta manualmente nel caso volessimo switchare da un profilo ad un altro. Funzione leggermente scomoda ma non possiamo chiedere di più visto il prodotto ed il suo prezzo, che vedremo nel capitolo delle conclusioni. Abbiamo inoltre la possibilità di variare il Polling Rate e di avviare le modifiche apportate ai tasti con un dato eseguibile/programma. Quindi in caso di un videogioco avremo subito caricati i tasti assegnati precedentemente senza stare ogni volta a ricreare le configurazioni interne al gioco.

 

rapoo v700_software-1  rapoo v700_software-2  rapoo v700_software-4  rapoo v700_software-5  rapoo v700_software-6  rapoo v700_software-7

 

Essendo un software davvero basilare e semplice, abbiamo a nostra disposizione solo un altro Menù rappresentato dall’icona a forma di rotella a lato di quella di tastiera. Da qui potremo creare, editare e cancellare le Macro. Il “manager” per le Macro è davvero base e non abbiamo funzioni avanzate. Potremo solo avviare la registrazione dei tasti sulla tastiera e modificare o eliminare i ritardi di registrazione tra un tasto ed un altro. Essendo una tastiera da gaming, avremmo preferito un software più “completo” o almeno qualche voce in più per rendere completa al 100% la tastiera.

 

rapoo v700_software-3

 

Dopo questa analisi del software, possiamo affermare che da parte di Rapoo e del relativo brand VPRO ci sia da fare qualche modifica aggiuntiva al software rendendolo più completo per un utilizzo a tutto tondo della tastiera.

 


Impressioni d’Uso

Abbiamo dunque eseguito per alcuni giorni i classici test per vedere come si comportava la Rapoo V700. Il feeling ci è sembrato subito buono sin dalla prima digitazione ma vediamo nel dettaglio come si è comportata la tastiera nei nostri test.

 

Ergonomia

La Rapoo V700 è una tastiera “base” assemblata con cura ed i materiali, seppur in plastica, non hanno presentato cedimenti o scricchiolii. La digitazione è sempre stata comoda e confortevole sia per scrivere testi che per giocare. I tasti hanno come sempre una giusta spaziatura e consistenza dei materiali. Il rivestimento quasi ruvido assicura una pressione sicura del tasto senza problemi di digitazione. L’assenza di tasti multimediali o funzione è facilmente arginabile tramite il software di gestione che come abbiamo visto almeno in questo compito rende molto bene. Il design complessivo e la qualità della tastiera ci sono tutti. L’assemblaggio e i dettagli sono ben curati. Gli Switch Yellow sono paragonabili ai Cherry MX Red di cui condividono alcune specifiche tecniche e sono dunque adatti ai giocatori che cercano sempre un’immediata risposta alle pressioni. La possibilità di rialzare la tastiera con i due comodi piedini ci conferma di poter utilizzare la Rapoo V700 sia in ambito gaming che non.

 

Game

Abbiamo come sempre provato la tastiera anche in game con il nostro FPS preferito Battlefield 4.  La Rapoo V700, essendo una tastiera meccanica dotata di switch meccanici, ha subito confermato la rapidità nella digitazione grazie anche alla tipologia degli stessi. Essendo stati implementati degli switch simili a quelli Red ci siamo subito trovati ed il feeling è stato immediato Pur trattandosi di switch Kailh, che in questo caso sono la versione Gialla, non abbiamo avuto problemi con il nostro stile di gioco. Molti utenti nel corso degli anni hanno reputato tali switch Yellow una versione super economica di switch meccanici Cherry MX, spesso pieni di problemi strutturali. Durante i nostri test,  anche con qualche digitazione frenetica, come cambi arma al volo mentre eravamo intenti ad effettuare manovre elusive, non ci hanno dato questa sensazione di minor qualità. Ovviamente i problemi strutturali degli switch meccanici sorgono dopo anni di utilizzo, ma crediamo che anche in game con un FPS ed un utilizzo oculato la Rapoo V700 possa durare molto a lungo.

 


Conclusioni

 

silver-new

 

Prestazioni 4 stelle

Digitazione veloce e reattiva grazie agli switch meccanici di tipo lineare ma mancanza di un software “completo” per ogni tipologia di gioco.

Qualità 4 stelle Materiali ed assemblaggio molto buoni. Solidità assicurata. Switch Kailh Yellow, che non godono di grande reputazione ma comunque validi.
Design 4 stelle Design classico e forse un po’ anonimo.
Prezzo 4,5 stelle Circa 60€, prezzo molto concorrenziale essendo una meccanica.
Complessivo 4 stelle  

 

 

Rapoo scende in campo dopo anni di mercato di periferiche “classiche” con il nuovo brand dedicato al gaming VPRO Gaming. La serie di periferiche offerte dal brand VPRO Gaming al momento attuale è abbastanza ampia, offrendo non solo una tastiera meccanica (V700) ma anche vari mouse (V200, V300 e V900) oltre che mousepad ed un kit mouse/tastiera a membrana simili a quelli proposti da altri brand. Nel complesso, la Rapoo V700 ci è parsa una tastiera meccanica valida sotto il piano prestazionale grazie all’adozione di switch meccanici, seppur di passata generazione, e di tipo lineare, quindi molto adatti ai gamers che cercano rapidità nei giochi. La struttura è robusta,  il prodotto è ben assemblato e in grado di sopportare anche il rage di qualche gamer, nei limiti consentiti. Unica pecca che sacrifica forse l’esperienza complessiva della Rapoo V700 è il software di gestione, che seppur permetta la programmazione e personalizzazione di ben 106 tasti, manca di funzioni avanzate per il comparto Macro e funzioni aggiuntive per il comparto personalizzazione. Il Key Rollover 6KRO sacrifica l’utilizzo della Rapoo V700 con giochi come gli MMO, ma è stata una fedele compagna in giochi FPS. Il prezzo è senza dubbio un’ulteriore sua carta a favore, infatti circa 60€ porterete a casa una tastiera meccanica con switch lineare e assemblaggio ottimo. Invitiamo Rapoo o lo stesso brand VPRO Gaming ad implementare nuove funzioni o migliorare il software di gestione per rendere la V700 un best buy tra le meccaniche attuali.

 

Pro

  • Qualità costruttiva
  • Possibilità di sostituire i caps
  • Personalizzazione libera di ben 106 su 108 tasti
  • Prezzo
  • Switch meccanici lineari Yellow seppur di passata generazione

 

Contro

  • Software di gestione da migliorare
  • Forse mancanza di una retroilluminazione completa

 

Si ringrazia Rapoo per il sample fornitoci

Tommaso Mele