Razer Viper - Leggero, performante e senza fori

Razer Viper 7

Era il lontano 2004 quando fece la comparsa sul mercato il primo Razer Viper, uno dei primissimi mouse gaming assieme al leggendario Razer Boomslang. Mouse da Gaming con sensore ottico da 1000 DPI, design accattivante per i tempi e una delle prima versioni del Razer Synapse per la gestione delle prestazioni e tasti del mouse. A distanza di 15 anni Razer presenta oggi la nuova versione del Viper. L’attuale Razer Viper è un mouse da gaming ambidestro, illuminazione RGB Razer Chroma, dotato del nuovo cavo Speedflex in treccia di tessuto, compatibile Razer Synapse 3 e soprattutto dotati di switch ottici che riducono i tempi di risposta per una migliore esperienza di gioco. Non manca ovviamente l’adozione di un sensore ottico Razer 5G da 16.000 DPI. La vera novità del Razer Viper è comunque il suo peso. Parliamo di un mouse da soli 69 grammi senza alcun foro, attuale trend. Procediamo con la recensione per analizzarlo meglio.

Razer Logo

L’azienda Razer fu fondata nel 1998 a San Diego, California, da Min-Liang Tan e dal Presidente Robert "Razerguy" Krakoff in un piccolo ufficio condiviso con altri gamers. Razer è cresciuta a tal punto che oggi conta centinaia di impiegati in tutto il mondo, con uffici in 9 città internazionali come San Francisco, Amburgo, Seoul, Shanghai e Singapore. Il loro obbiettivo era quello di creare il più grande brand gaming del mondo, cercando di produrre le migliori periferiche da gaming, che i tutti i videogiocatori avrebbero desiderato. A distanza di 15 anni, possiamo dire che Razer è riuscita nel proprio intento. Razer sviluppa i suoi prodotti cooperando con gamers professionisti che partecipando a tornei di fama mondiale consentono all’azienda di migliorare i propri prodotti grazie ai loro feedback. L’azienda è famosa anche per il supporto al movimento del eSports nei primi anni 2000, con il finanziamento del primo torneo mondiale con un montepremi di $100K. Le persone che lavorano in Razer sono videogiocatori, alcuni amatoriali, alcuni ex-professionisti e da questo è nato il motto dell’azienda “For Gamers. By Gamers”.