Razer DeathAdder V2 - Recensione

Tags: Razer

Razer DeathAdder V2 6

Razer, uno dei principali brand e protagonista nel settore delle periferiche da Gaming, torna su uno dei suoi mouse storici con una nuova versione che prevede miglioramenti sia sul piano estetico sia sul piano prestazionale. Stiamo parlando del Razer DeathAdder e da poche settimane è stato commercializzato il Razer DeathAdder V2. Ripercorrendo la storia di questo famoso mouse ergonomico, fiore all’occhiello di Razer, possiamo contare numerose versioni e personalizzazioni. Il 2020 conta l’ultima creazione. Creazione che punta ad un design leggermente rinnovato, un peso mai visto prima (circa 82 g), un nuovo sensore ottico denominato Focus+ da ben 20.000 DPI (adottato già su alcuni nuovi e recenti modelli) e infine gli immancabili switch ottici per essere al pari di modelli come il Razer Viper, Razer Viper Ultimate o il Basilisk Ultimate. Scopriamolo meglio in questa nuova recensione.

Razer Logo

L’azienda Razer fu fondata nel 1998 a San Diego, California, da Min-Liang Tan e dal Presidente Robert "Razerguy" Krakoff in un piccolo ufficio condiviso con altri gamers. Razer è cresciuta a tal punto che oggi conta centinaia di impiegati in tutto il mondo, con uffici in 9 città internazionali come San Francisco, Amburgo, Seoul, Shanghai e Singapore. Il loro obbiettivo era quello di creare il più grande brand gaming del mondo, cercando di produrre le migliori periferiche da gaming, che i tutti i videogiocatori avrebbero desiderato. A distanza di 15 anni, possiamo dire che Razer è riuscita nel proprio intento. Razer sviluppa i suoi prodotti cooperando con gamers professionisti che partecipando a tornei di fama mondiale consentono all’azienda di migliorare i propri prodotti grazie ai loro feedback. L’azienda è famosa anche per il supporto al movimento del eSports nei primi anni 2000, con il finanziamento del primo torneo mondiale con un montepremi di $100K. Le persone che lavorano in Razer sono videogiocatori, alcuni amatoriali, alcuni ex-professionisti e da questo è nato il motto dell’azienda “For Gamers. By Gamers”.

Velocemente riportiamo anche le caratteristiche del nuovo mouse Razer DeathAdder V2:

specifiche tecniche

A seguire anche la comparazione tra le principali caratteristiche del modello Razer DeathAdder Elite e il modello Razer DeathAdder V2

comparazione DA Elite DA v2

Passiamo dunque alla confezione. Packaging classico per i prodotti Razer. Colorazione Nera in contrasto al verde acido. Alcune immagini illustrative e diverse informazioni e caratteristiche tecniche ad identificare già i principali aspetti e punti salienti del modello V2.

Razer DeathAdder V2 1 Razer DeathAdder V2 2

Per garantire l’integrità del prodotto è presente il classico sigillo adesivo posto nel lato superiore di apertura.

Razer DeathAdder V2 3

Aperta la confezione troveremo al suo interno:

  • Mouse Razer DeathAdder V2
  • Set Stickers Razer Chroma
  • Manualistica

Razer DeathAdder V2 4

Bundle essenziale come ‘’giusto’’ che sia per una periferica quale un mouse da Gaming.

Prima di procedere all’analisi del mouse, vi lasciamo al video dell’unboxing:

SSL