Venerdì, Set 2021
Ciao Mondo 3!
"/gaming/mouse-e-mousepad/razer-basilisk-v2-recensione-2021062714170/?start=1" />/gaming/mouse-e-mousepad/razer-basilisk-v2-recensione-2021062714170/?start=1

Razer Basilisk V2 - Recensione

Indice articoli


Il Razer Basilisk V2 è il diretto discendente del primo Razer Basilisk. Il design principale è ripreso direttamente dal Basilisk V1 con e però dei piccoli miglioramenti. Il Razer Basilisk V2 è un mouse di medie/grandi dimensioni. Con dimensioni di  130 x 60 x 42 mm ed un peso di 92 g si propone principalmente agli utenti con una presa di tipo Palm Grip. E’ fuori dubbio la possibilità di utilizzarlo con altri tipi di prese ma il massimo comfort è data da una presa di tipo Palm Grip. In generale un po' tutti i mouse rivolti ad una presa Palm Grip offrono una impugnatura naturale e totalmente comfortevole visto che la mano poggia interamente sul mouse.

Nel Razer Basilisk V2 troviamo, sempre parlando di design, una colorazione interamente di colore Nero che unisce anche diversi tipi di superfici in plastica e gomma. Infatti è possibile notare zone interamente ad effetto rugoso e opaco a zone in plastica lucida a zone con inserto texturizzato in gomma (precisamente i lati). La colorazione Nera non fa altro che migliorare l’illuminazione RGB Chroma gestibile dal software Razer Synapse 3.

Razer Basilisk V2 6 9f329

Iniziando come nostro solito dal dorso possiamo notare la presenza dell’immancabile logo Razer che nel Basilisk V2 è la prima delle due zone di illuminazione RGB. Il logo Razer è presente, come notiamo, su di una superficie opaca ad effetto rugoso per ottimizzare il grip della mano sul mouse.

Razer Basilisk V2 7 aac14

Spostandoci verso la zona frontale troviamo in primis due tasti centrali. Questi potranno essere personalizzati a nostro piacimento assegnando nuove funzioni. Proseguendo è presente una rotellina di tipo cliccabile con funzione Tilt (tasto sinistro e tasto destro) e dotata di un rivestimento gommato per ottimizzare la funzione di Scroll. La rotellina non solo è la seconda zona di illuminazione RGB del mouse ma nel Basilisk ha la peculiarità di poter essere regolata, in resistenza, per garantire uno Scroll più libero o più tattile e ‘’scattoso’’. La regolazione, come vedremo a breve, avviene attraverso una rotellina di regolazione posta al di sotto del mouse. Tale regolazione permette in maniera ottimale all’utente finale di scegliere quale tipo di Scroll utilizzare. E’ una funzione simile a quella presente da sempre suoi mouse della controparte Logitech.

Infine notiamo e abbiamo i due tasti principali che a dispetto di altri mouse da gioco dotati di switch meccanici Huano o OMRON sono dotati di switch ottici proprietari di Razer. Questi tendenzialmente ottimizzano la latenza di click e annullano il fenomeno del ‘’doppio click’’ a lungo andare. E’ da notare anche come il design frontale del Basilisk V2 abbia subito un piccolo restyling rispetto il predecessore. Un design più squadrato rispetto alle forme più morbide del modello V1.

Razer Basilisk V2 8 2bfab

Ci spostiamo nel lato sinistro dove possiamo osservare anche qui un buon rinnovamento delle linee. Il lato sinistro ci mostra due classici tasti laterali di generose dimensioni in plastica lucida e dal buon feedback tattile oltre ad una generosa scanalatura caratterizzata da un inserto in gomma texturizzata ove potremo porre il pollice per ottimizzare comfort e pressione dei relativi tasti.

Razer Basilisk V2 9 034cf

Razer Basilisk V2 11 9ec97

Un piccolo dettaglio e caratteristica aggiuntiva del Basilisk V2 è la presenza di un tasto opzionale che di default è celato dietro una copertura in gomma.

Razer Basilisk V2 17 f6fea

Rimuovendo la copertura in gomma e installando la paletta/tasto in metallo presente nel bundle potremo poi e sempre tramite il software Razer Synapse 3 procedere alla personalizzazione di un ulteriore tasto a funzione fisica di Hypershift per raddoppiare il numero di tasti e funzioni utilizzabili nel caso i già 11 tasti di default non siano sufficienti.  

Vogliamo anche ricordare che come extra dovrebbero essere disponibili diversi tipi di paddle direttamente dal sito Razer per il modello Basilisk V2 e che non sono compatibili o intercambiabili al modello V1.

Razer Basilisk V2 18 2e661

Dettaglio Razer Basilisk V2 con paletta,

Razer Basilisk V2 19 b8c8a

Razer Basilisk V2 20 55e4b

Proseguendo ci spostiamo nel lato destro ove è presente un generoso inserto/superficie in gomma texturizzata che andrà alla pari di quella del lato sinistro per ottimizzare grip e comfort una volta impugnato.

Razer Basilisk V2 10 e2851

Razer Basilisk V2 12 66c7b

Ora, ponendo il mouse frontalmente possiamo osservare la sua forma complessiva e notare l’asimmetria tra il lato sinistro e quello destro.

Razer Basilisk V2 13 eab3a

Ora non ci resta che capovolgerlo. Capovolto il Basilisk V2 possiamo osservare il set di mousefeets di colore bianco in PTFE oltre all’adesivo con le solite info. Il lato inferiore ci mostra anche tre dettagli che sono:

Tasto Profilo DPI con relativo LED di stato. Il tasto è per molti sicuramente posto in una posizione infelice ma aiutandoci con il software di gestione potremo ovviare a questo problema.

Sensore ottico FOCUS+ da 20.000 DPI. Razer per il Basilisk V2 ha rinnovato e implementato anche un nuovo sensore ottico per assicurare le migliori prestazioni complessive. Il sensore ottico Razer FOCUS+ in realtà è un Pixart PMW3399 da 20.000 DPI che garantisce prestazioni ai vertici dei sensori ottici più recenti. Il resto delle specifiche tecniche del sensore è comune fra i diversi modelli con accelerazione, velocità massima etc.

Rotellina di regolazione per lo Scroll. Accennato già prima è dunque presente nel lato inferiore una piccola rotellina che ci permetterà di regolare la resistenza della rotellina/Scroll principale. Notiamo come scorrendo verso il basso aumenteremo la resistenza per avere uno Scroll più deciso e dal feedback totalmente tattile mentre scorrendo verso l’alto ridurremo al massimo tale resistenza avendo così uno Scroll totalmente lineare e privo di feedback tattile. La scelta spetta alla singola persona o a seconda dell’utilizzo che ne farà. Per un utilizzo Office è sicuramente ideale uno Scroll lineare mentre in game è preferibile avvertire lo ‘’step’’ di Scroll per non sbagliare il cambio arma o altre operazioni in gioco.

Razer Basilisk V2 14 c506f

Il Razer Basilisk V2 infine ci offre un cavo Razer Speedflex aggiornato. Il cavo rivestito in treccia di tessuto risulta morbido e abbastanza flessibile.

Razer Basilisk V2 15 d2d42

Completa il tutto un connettore USB non placcato oro ma con inserto verde acido.

Razer Basilisk V2 16 c6a28

Prima di dare un piccolo sguardo al software di gestione Synapse 3 vi lasciamo a qualche scatto dell’illuminazione RGB del Basilisk V2.

Razer Basilisk V2 LED 1 3e005

Razer Basilisk V2 LED 2 7ae07

Razer Basilisk V2 LED 3 e6fbd

Razer Basilisk V2 LED 4 a99c9

Pubblicità


Corsair

Articoli Correlati - Sponsored Ads