Ozone Argon: il fratello sempre presente

Tags: reviewrecensionegamingmouselaseravagoADNS-9800Ozoneozone argonargon rgb

Ozone-Argon-RGB-16Nelle scorse settimane vi abbiamo presentato la recensione del nuovo mouse da gaming Ozone Argon in edizione Ocelote World. Oggi è il turno del fratello Argon che come vedremo nel corso della recensione si distingue per il suo look total black e per funzionalità RGB per quanto riguarda la retroilluminazione. Il design e le specifiche rimangono invariate dunque possiamo procedere all’analisi del mouse.

 

 

 

ozone gaming logo

 

Ozone è un brand europeo nato dai gamer per i gamer. Specializzato nello sviluppo di periferiche da gaming, ha come missione “It’s all about Evolution”. Negli ultimi anni il settore ha subito una grande evoluzione e l'azienda l'ha seguito specializzandosi nel segmento delle periferiche High End da gaming. Ozone produce unicamente periferiche ed accessori da gaming come mouse, mousepad, tastiere e ovviamente headset.

 


Specifiche Tecniche

Procediamo dunque ad elencare brevemente le caratteristiche del mouse Ozone Argon RGB:

 

specifiche

 

Possiamo notare dalle specifiche come i dati “tecnici” quali sensore e DPI rimangono invariati così come le dimensioni, peso e il design ambidestro. Al modello Ozone Argon che chiameremo RGB per comodità sono stati cambiati solo la colorazione che ora è full black ed aggiunto un sistema di retroilluminazione RGB che permetterà dunque di scegliere il colore preferito. Seppur viene dichiarato 16,8 milioni di colori potremo cambiare colore solo tra i classici colori base quali rosso, verde, blu e così via. Il sensore impiegato è sempre di tipo laser e precisamente un AVAGO ADNS-9800 che ci permetterà di portare i DPI ad un massimo di 8200. La memoria on-board è da 128KB e sono impiegati switch OMRON per assicurare migliaia di click senza comprometterne la funzionalità.

 


Confezione e Bundle

La confezione dell’Ozone Argon è come sempre una scatola di cartone con apertura verso l’alto che ci darà modo di osservare il prodotto contenuto all’interno. Su di essa e precisamente nella parte frontale sono riportate le caratteristiche principali, u’ immagine illustrativa ed il modello, tutto su uno sfondo nero e con una grafica aggressiva.

 

Ozone-Argon-RGB-1  Ozone-Argon-RGB-2  Ozone-Argon-RGB-3  Ozone-Argon-RGB-4

 

Nel retro della confezione troviamo come sempre l’immagine del mouse con le relative caratteristiche e poco più sotto in diverse lingue le features più importanti del mouse.

 

Ozone-Argon-RGB-5  Ozone-Argon-RGB-6  Ozone-Argon-RGB-7

 

Ai lati troviamo come sempre il nome del brand e le caratteristiche principali ancora una volta riportateci oltre che i team sponsorizzati da Ozone.

 

Ozone-Argon-RGB-8  Ozone-Argon-RGB-9

 

Nella parte superiore il classico gancio in plastica per la catalogazione.

 

Ozone-Argon-RGB-11

 

Nella parte inferiore il sigillo in plastica.

 

Ozone-Argon-RGB-10

 

Prima di procedere all’analisi del mouse, vi lasciamo al video dell’unboxing:

 


Il Mouse

Dopo aver rimosso il sigillo, abbiamo un’apertura verso l’alto della confezione. E’ presente non solo una protezione in plastica che ci permetterà di scrutare il mouse all’interno ma anche ed ulteriore descrizione del prodotto e delle sue funzionalità RGB.

 

Ozone-Argon-RGB-12  Ozone-Argon-RGB-13

 

Estratto dunque dalla confezione troviamo il mouse ed il relativo bundle che si compone di:

  • mouse Ozone Argon
  • astuccio in tessuto con all’interno i pesetti ( 4x 4,5 grammi)
  • 1x adesivo di Ozone
  • Manuale utente
  • 1x mini CD-ROM con i driver/software

 

Ozone-Argon-RGB-14

 

Passiamo dunque all’analisi del mouse.

Come abbiamo detto non ci sono grosse novità o differenze rispetto alla versione Argon Ocelote World anche perché il prodotto è il medesimo, commercializzato e presentato in due versioni distinte. Abbiamo infatti la serie Ocelote World che è stata ispirata al campione Carlos "Ocelote" Rodríguez Santiago e la serie base in colorazione nera. Anche sul sito di Ozone possiamo vedere come la versione classica dei prodotti abbia una colorazione nera mentre la serie in edizione “limitata” Ocelote riprende lo schema di colori nero/arancione. Non dilungandoci troppo e tornando al prodotto in test, abbiamo come sempre un mouse ambidestro con dimensioni di 124.6 x 66.9 x 40 mm per un peso complessivo, senza pesi aggiuntivi, di 125 grammi. La presa standard è una finger tip ma con una presa claw grip forse andremo ad impugnarlo ancora meglio. Dunque possiamo notare la colorazione full black oltre alla classica superficie Soft-Touch presente nella parte superiore del mouse e quella gommata ai lati. Dunque partendo l’analisi dall’alto troviamo come sempre la superficie Soft-Touch ed i classici tasti che erano presenti anche sull’altro modello. Nel dorso il classico logo Ozone che si illuminerà del colore scelto nel software di gestione. A seguire nel dettaglio troviamo i due tasti per lo switch dei DPI On-The-Fly con una piccola striscia di colore bianco/argento al centro. Spostandoci vero la parte anteriore troviamo il classico Scroll di tipo cliccabile e con superficie gommata e piccole scanalature per migliorare il grip e per “sapere” sempre che stiamo cambiando “opzione” o “arma” in gioco. Non mancano i due classici tasti per il click destro e sinistro. Questa volta non abbiamo la serigrafia “Ocelote World” a lato del tasto sinistro.  

 

Ozone-Argon-RGB-15  Ozone-Argon-RGB-16  Ozone-Argon-RGB-17  Ozone-Argon-RGB-18  Ozone-Argon-RGB-19  Ozone-Argon-RGB-20  Ozone-Argon-RGB-21

 

Passando al lato sinistro qui troviamo la classica superficie gommata che permette una migliore presa ed impugnatura laterale del mouse oltre a i due classici tasti avanti/dietro facilmente assegnabili con altre funzioni sempre tramite il software di gestione. Non manca una piccola striscia in plastica che diffonderà il colore scelto per il set di LED posti sotto la scocca del mouse.

 

Ozone-Argon-RGB-22  Ozone-Argon-RGB-23  Ozone-Argon-RGB-24

 

Anche nel lato destro troviamo la medesima disposizione e quantità di tasti: l’Ozone Argon è un mouse ambidestro quindi consigliabile anche a coloro che sono mancini.

 

Ozone-Argon-RGB-25  Ozone-Argon-RGB-26  Ozone-Argon-RGB-27

 

La parte frontale del mouse presenta un aspetto aggressivo dato anche dalle griglie nel alto destro e sinistro. Inoltre, notiamo la classica forma dei tasti cliccabili destro e sinistro come sia perfettamente ergonomica e incava in modo tale da posizionare le dita facilmente e naturalmente.

 

Ozone-Argon-RGB-28

 

Capovolgendo il mouse, passiamo a dare uno sguardo a cosa si cela sotto. Come sempre al centro, ma in posizione spostata rispetto al baricentro del mouse, è presente il sensore laser AVAGO ADNS-9800 contornato da un adesivo con varie informazioni. Nella parte superiore ed inferiore troviamo i due mousefeet mentre poco sotto il sensore troviamo il vano che ci permetterà di customizzare il peso totale del mouse. Aperto il vano con un piccolo gesto, potremo inserirvi i pesetti inclusi nella confezione o lasciare tutto invariato. Nel bundle, come per il modello Ocelote, troviamo un set di pesetti in alluminio. Nel dettaglio sono forniti 4 pesetti da 4,5 grammi ciascuno per un totale di 18 grammi da sommare tutti o in parte al peso già di per se buono del mouse.

 

Ozone-Argon-RGB-29  Ozone-Argon-RGB-30  Ozone-Argon-RGB-31  Ozone-Argon-RGB-32  Ozone-Argon-RGB-33  Ozone-Argon-RGB-34  Ozone-Argon-RGB-35  Ozone-Argon-RGB-36

 

Il cavo dell’Ozone Argon è rivestito in treccia di tessuto ed ha una buona consistenza.

 

Ozone-Argon-RGB-37

 

Il connettore USB è placcato oro anche se ad una prima occhiata non sembra avere lo stesso grado di placcatura di altri connettori visti.

 

Ozone-Argon-RGB-38

 

Prima di passare all’analisi del software vi mostriamo il confronto con il modello Argon Ocelote World.

 

Ozone-Argon-RGB-39  Ozone-Argon-RGB-40  Ozone-Argon-RGB-41  Ozone-Argon-RGB-42  Ozone-Argon-RGB-43  Ozone-Argon-RGB-44

 

Come possiamo vedere dalle immagini, dimensioni, peso e design sono identici. Cambia soltanto la colorazione full black per il modello “base” ed il sistema RGB per la retroilluminazione dello stesso. Anche il sistema di tuning del peso è il medesimo.

Vi mostriamo anche la funzionalità RGB dell'Ozone Argon al buio.

 

Ozone-Argon-LED-1  Ozone-Argon-LED-2  Ozone-Argon-LED-3  Ozone-Argon-LED-4

 


Software di gestione

A corredo dell’Ozone Argon, come visto nei capitoli precedenti, viene fornito un mini CD-ROM per prelevare il software necessario a far funzionare il mouse e le sue caratteristiche. Inoltre, nel caso perdeste il CD-ROM potrete sempre collegarvi al sito di Ozone e nella pagina relativa al prodotto potrete scaricare i relativi driver/Software. Per comodità vi riportiamo il link diretto per prelevare il necessario: http://www.ozonegaming.com/upload/en/products/support/drivers/ozoneargondriverv1-54c6307f151d9.rar

Una volta scaricato l’archivio zippato o usato il CD-ROM dovrete avviare il file .exe che lancerà l’installazione dei componenti necessari. Durante l’installazione non vi verrà richiesto di collegare il mouse al PC  ma a fine installazione dovrete riavviare il computer per terminare il processo di installazione.

Avviato il software, ci troviamo di fronte un’interfaccia grafica molto curata ma semplice nei menù e nelle voci. La colorazione è molto aggressiva e si basa sulla colorazione nero/rossa caratteristica del brand Ozone.

Di base avremo già attivi dei Menù che ci permetteranno di agire su varie impostazioni.

Detto ciò, procediamo all’analisi del software.  I Menù di cui è composto il software sono “Light Settings”, da cui potremo abilitare o meno la retroilluminazione ed eventualmente un effetto pulsante. Trattandosi del modello RGB, avremo la possibilità di scegliere il colore e di “ritoccarlo” anche se come detto il colore non varierà di molto da quello “base”. A differenza del modello Ocelote World la possibilità di scegliere il colore farà felici gli utenti che vogliono periferiche illuminate anche di notte.

 

Ozone-Argon-Software-4

 

Le tab del software di gestione vanno in coppia e questo vuol dire che avremo sempre attiva anche un’altra tab, in questo caso “Button Settings”, da cui potremo assegnare varie funzioni ad uno dei 9 tasti programmabili. Selezionando il tasto interessato e cliccato sul relativo menù si aprirà una tendina con le funzioni che potremo assegnare a quel dato tasto. Potremo dunque assegnare un cambio DPI, una funzione multimediale, o una macro registrabile tramite il Macro Manager.

 

Ozone-Argon-Software-6

 

Il Macro Manager ha un’interfaccia alquanto semplificata e non permetterà di eseguire una personalizzazione completa come abbiamo visto in altri mouse. Avremo comunque la possibilità di inserire un ritardo nell’esecuzione e di scegliere quante volte eseguirla.

 

Ozone-Argon-Software-5

 

A seguire abbiamo la tab “Sensitivity” dalla quale potremo regolare i profili DPI ed i relativi DPI o ancora la sensitività generale del mouse ai movimenti. Non abbiamo però una voce per variare il LOD del mouse che si attesta a meno di 1 millimetro.

 

Ozone-Argon-Software-1

 

Chiudendo la tab “Button Settings” potremo accedere alla tab “System Settings” dove potremo variare l’accelerazione generale, quella del puntatore, dello scroll, il doppio click dei tasti principali e così via. Personalmente le impostazioni di default sono molto buone e non abbiamo necessità di variarle.

 

Ozone-Argon-Software-2

 

Infine nella tab “Adavanced Settings” potremo modificare il Polling rate impostandolo sul classico 1000Hz o ancora il ritardo nei movimenti e reimpostare i valori di fabbrica.

 

Ozone-Argon-Software-3

 

Come tutti i software di gestione anche in questo potremo editare, creare, salvare o cancellare i profili per un totale massimo di 5 profili salvabili nella memoria on-board di 128KB dell’Ozone Argon RGB.

 


Impressioni d’Uso

Abbiamo dunque eseguito per alcuni giorni i classici test per vedere come si comportava l’Ozone Argon ed eventualmente riscontrare problemi o altro. Il sensore AVAGO ADNS-9800, ormai implementato nella stragrande maggioranza dei mouse in commercio, si è sempre comportato bene e non abbiamo riscontrato grandi problemi di tracciamento. Ma vediamo nel dettaglio come si è comportato il mouse nei nostri test. Ovviamente essendo il medesimo modello dell’Argon Ocelote World ed essendo stati effettuati gli stessi test e prove vi riportiamo per comodità quanto detto per il modello Ocelote World.

 

Ergonomia

L’ergonomia dell’Ozone Argon è la medesima del modello Ocelote dunque ottima ed appena impugnato ci siamo subito trovati bene. Questo è senza dubbio merito della sua forma ambidestra leggermente bombata nel dorso del mouse e dell’incavatura tra il tasto destro e quello sinistro che permettono una posizione naturale dell’indice e del medio. Inoltre, la superficie Soft-Touch in abbinamento a quella gommata presente ai lati offre un grip ed un comfort ottimale. I tasti sono facilmente raggiungibili e cliccabili senza problemi e lo scroll, anch’esso rivestito di gomma, permette uno scroll preciso e privo di imperfezioni. Altro fattore interessante è il peso che seppur venga dichiarato un peso di 125 grammi senza cavo sembra che il mouse sia molto più leggero. Se risultasse troppo leggero, potrete sempre intervenire attraverso i pesetti inclusi nel bundle.

 

Game

Per testare il mouse come sempre abbiamo utilizzato il classico FPS Battlfield 4 in modalità multiplayer. Abbiamo sfruttato abbastanza il mouse in sessioni multiplayer e siamo rimasti contenti dell’assenza di accelerazioni evidenti. Abbiamo riutilizzato anche il mousepad Ozone Aluminum ed anche in questo caso il tracciamento è sempre stato ottimale e non abbiamo avuto problemi di mira. La facilità con cui si impugna il mouse hanno inoltre permesso movimenti precisi e rapidi. I tasti facilmente assegnabili come sempre hanno permesso di evitare di usare quelli sulla tastiera rendendo le azioni più veloci e pratiche. Il sensore laser AVAGO ADNS-9800 si è sempre comportato bene e non abbiamo sofferto troppo della mancanza di un sensore ottico. Anche la retroilluminazione ha contribuito di sera a renderlo un mouse attraente oltre che valido.

 


Conclusioni

 

Oro-HD new

 

Prestazioni 4,5 stelle Mouse leggero e preciso. Nessun problema di tracciamento o eventuali impuntamenti. Confermato il sensore laser AVAGO ADNS-9800.
Qualità 4,5 stelle Superficie Soft-Touch, design ergonomico ed ambidestro ed inserti in gomma per massimizzare il grip.
Design 4,5 stelle Modello RGB dunque maggiore personalizzazione nella retroilluminazione.
Prezzo 4,5 stelle

Circa 60€ medesimo prezzo della versione Ocelote World.

Complessivo 4,5 stelle  

        

            

Dopo aver provato il modello Argon Ocelote World, abbiamo testatp per voi anche il modello Argon o, per meglio distinguerli, Argon RGB. Tale modello, come detto nel corso della recensione, non si distacca molto dal fratello Ocelote World, ed ecco perché ho scelto questo titolo per la recensione. Le uniche differenze che “separano” i due modelli sono solo a livello estetico dunque una colorazione full black e sistema di retroilluminazione RGB per il modello Ozone Argon. Per il resto prestazioni, qualità e design generale rimangono invariati. Con un prezzo di circa 60€, lo stesso dell’Argon Ocelote World, l’utente avrà la possibilità di scegliere il modello che preferisce, cadendo sempre “in piedi” dato che entrambi i modelli sono molto validi. Per concludere, siamo rimasti soddisfatti del lavoro fatto da Ozone per i due mouse Argon, entrambi validi alleati dei videogiocatori anche più esigenti.

 

Pro

  • Ergonomia
  • Qualità costruttiva
  • Compatto
  • Retroilluminazione RGB

 

Contro

  • nessuno

 

Si ringrazia Ozone per il sample fornitoci.

Tommaso Mele