Sabato, Lug 2021
Ciao Mondo 3!
"/gaming/games/nioh-2-the-complete-edition-la-morte-ci-sfida-2021032713961/" />/gaming/games/nioh-2-the-complete-edition-la-morte-ci-sfida-2021032713961/

Nioh 2 – The Complete Edition: La morte ci sfida!

Indice articoli


nioh2 900px b3224

“Nioh 2 – The Complete Edition” è un gioco di ruolo d’azione, sviluppato dal Team Ninja, rilasciato il 5 febbraio 2021 per Playstation 5 e Microsoft Windows; comprende l’intero gioco di Nioh 2 e tutti i contenuti aggiuntivi finora rilasciati. Nioh 2 è sia un prequel che un sequel del precedente capitolo uscito nel 2017: è anch’esso ambientato durante il periodo Sengoku, detto anche “periodo degli stati belligeranti”, e vestiremo i panni di Hide (秀, Hide), un personaggio mezzo umano e mezzo demone, che si ritroverà invischiato, un po’ per destino e un po’ per vendetta, in una guerra per il controllo del Giappone attraverso l’utilizzo delle pietre dello spirito. Il capitolo precedente spaventò molti per la sua difficoltà, sia tecnica che meccanica, ma sarà così anche per il secondo? Nioh 2 mantiene alte le aspettative dei fan e sicuramente può regalare diverse ore di divertimento a tutti coloro che, come da tagline del gioco, avranno il coraggio di affrontare la morte in ogni sua forma.

Pubblicità



L’inizio di una nuova avventura

nioh2 character 900px 477da

Al termine del video iniziale ci ritroveremo catapultati all’interno dell’interfaccia di creazione personaggio. Personalmente sono rimasto piacevolmente stupito dalle innumerevoli opzioni proposte dal Team Ninja per la realizzazione del nostro protagonista, soprattutto per quanto riguarda il volto: dalla punta del mento a guance, zigomi, naso, labbra, sopracciglia… del nostro amato personaggio potremo ritoccare ogni cosa, abbiamo anche la bicromia negli occhi e la possibilità di sfruttare l’intero spettro di sfumature RGB (Red, Green, Blue) per la scelta dei colori. Tutti coloro che, nel primo capitolo, hanno espresso lamentele verso William e la sua inesistente personalizzazione, potranno tranquillamente rifarsi gli occhi e dar sfogo alla fantasia in Nioh 2. Tuttavia, tutte le rose hanno le spine: per quanto avremo una grandissima libertà nel plasmare l’aspetto umano del nostro protagonista, non ne avremo altrettanta per la forma demoniaca. Difatti, quando ci ritroveremo dinnanzi alle opzioni di modifica e personalizzazione del nostro Yokai interiore, dovremo fare i conti con la sola modifica di capelli e corna, constatando che anche all’interno di queste due categorie non avremo nulla di particolare da scegliere.

Appena la modellazione del nostro eroe giungerà al termine ci ritroveremo a vagare su di un piccolo isolotto con un enorme albero cavo nel mezzo. In un primo momento ci sentiremo confusi e al contempo incantati da tale visione, ma presto verremo riportati coi piedi per terra ritrovandoci davanti al nostro primo tutorial. Nioh 2, come il predecessore, è videogioco che non ama accompagnare per mano il malcapitato di turno, anzi predilige un bel calcio per spingere ognuno di noi in un circolo vizioso di disperazione e morte. Mossi i primi passi all’interno dell’albero cavo, ci ritroveremo dinnanzi ad undici armi e potremo sceglierne solo due. Avremo la possibilità di raccoglierle tutte e provarle, tirando magari qualche fendente all’aria mentre premiamo in maniera convulsa i tasti del nostro amato controller, rimarremo affascinati dalla fluidità di alcune di esse e dal variegato numero di attacchi che potremo fare anche senza alcun punto abilità speso. Tuttavia, saremo costretti a fare una scelta: solo due saranno le nostre armi di partenza in quanto ognuna di esse fornirà un punto aggiuntivo alle nostre statistiche di partenza. Costituzione, Cuore, Coraggio, Energia, Forza, Abilità, Destrezza e Magia. Otto statistiche di cui non sapremo nulla. Cosa influenzano? In che modo lo fanno? Cosa potrebbe essere più utile? Cosa è meglio evitare? Lasciate ogni speranza o voi che entrate. Scrivo quest’articolo dopo trenta ore di gioco e sapete che posso dirvi? Scegliete quello che più vi piace e fregatevene di questo punto bonus, non sarete comunque in grado di massimizzare al meglio il vostro personaggio fino a quando non conoscerete a fondo questo gioco e, fidatevi, richiederà parecchie ore di studio. Non avrete modo di approfondire ciò che ogni statistica può fornirvi fino a quando non vi getterete nella mischia e guadagnerete abbastanza “amrita” per poter aumentare il vostro livello. Successivamente alla scelta delle armi verrete posti dinnanzi alla scelta dello spirito guardiano, anche qui prendete ciò che più vi compiace e ignorate il punto statistica che vi viene offerto. Se proprio il vostro cuoricino da giocatore perfezionista non riesce a prendere una decisione, il mio consiglio è quello di puntare verso statistiche similari tra loro. Ad esempio: i tekko forniscono un punto statistica su forza e lo spirito guardiano bruto anche, unire i due potrebbe fornirvi un piccolo bonus iniziale sulla statistica che maggiormente andrete ad utilizzare se volete continuare la vostra avventura con la stessa categoria di arma. Imparerete presto che ogni arma verrà influenzata maggiormente da una precisa statistica, e che all’inizio è meglio concentrarsi su una sola di esse per non rischiare di risultare inefficaci contro la maggior parte dei nemici.

 

Corsair

Articoli Correlati - Sponsored Ads