• Liquid
  • Posted
  • Hits: 7770

Swiftech Komodo NV, Luxury Edition anche per GK110!

Komodo-ND-LE-4Ciao a tutti amici di XtremeHardware.com, in particolare ai liquid coolers! Oggi andiamo a vedere da vicini un bellissimo waterblock fullcover che viene direttamente dalla California. Stiamo parlando dello Swiftech Komodo NV LE, dove LE sta per Luxury Edition (così come per il waterblock gemello per AMD Radeon R9 che abbiamo già pubblicato e promosso a pieni voti). Come si comporterà la versione NV, compatibile su tutte le schede video che montano il chip GK110 ovvero Nvidia GeForce GTX Titan, Titan Black, GTX 780, e GTX 780 Ti?

 

 

 

 

swiftech logo


Swiftech, azienda leader nella progettazione e produzione di sistemi di dissipazione a liquido è stata fondata nel 1994 da Gabriel Rouchon. Costituita nel 2001 sotto il nome di Rouchon Industries Inc., ha riscosso fin da subito un notevole successo.
Lavoro pionieristico, innovazione, e una dedizione senza compromessi alla ricerca di qualità e prestazioni elevate hanno portato a una notevole quantità di prodotti pluripremiati che hanno segnato uno standard da seguire. Swiftech ha sempre dimostrato di pensare fuori dagli schemi, e rimane ad oggi guidata da un grande spirito competitivo; per questi motivi Swiftech è considerato da molti come uno dei padri fondatori dell'industria di raffreddamento a liquido per personal computer e il suo nome è riconosciuto in tutto il mondo come sinonimo di prestazioni, innovazione, qualità e valore dei suoi prodotti.
I fullcover Swiftech della famiglia Komodo sono molto conosciuti dagli appassionati e dagli addetti ai lavori, anche perché grazie ad una partnership con EVGA sono stati spesso utilizzati nei modelli Hydrocopper.
Nel corso della recensione di oggi andremo a vedere da vicino il nuovo fullcover della famiglia Komodo, l’NV-LE, che andremo a testare sulla nostra Zotac GTX 780.

 


Swiftech Komodo NV-LE, Confezione e Bundle

 

Komodo-ND-LE1

Il Komodo NV-LE ci viene recapitato in una scatola di cartone nero lucido dove fa bella mostra di sé il logo Swiftech. Una piccola etichetta posta sopra l’apertura e redatta in due lingue (inglese e francese) identifica il prodotto, nel nostro caso il KOMODO-NV LE, e il contenuto del bundle. Il waterblock è disegnato negli U.S.A. ma è prodotto in Cina.

 

Komodo-ND-LE2


Aprendo la confezione troviamo subito il foglio illustrativo contenente le istruzioni di montaggio e alcune avvertenze. Possiamo vedere che vi è un bel foglio di imbottitura che protegge il fullcover sottostante proteggendolo durante il trasporto.

 

Komodo-ND-LE3

 

Togliendo l’ultimo foglio di imbottitura possiamo subito vedere il Komodo NV-LE ben saldo nella sagoma dell’imballaggio, come fosse una ben più costosa scheda video; in alto nelle sezioni ricavate nell’imbottitura troviamo anche parte del bundle.

 

Komodo-ND-LE4

 

Il bundle comprende:

  • 1 tubetto di pasta termica Swiftech
  • 2 tappi filettati g1/4”
  • 2 filtri per cambiare la retroilluminazione del waterblock
  • Viteria e chiave esagonale ad L

 

Il manuale di istruzioni è formato da 2 pagine e risulta abbastanza chiaro e dettagliato. Una pagina descrive la procedura di montaggio ed è corredata da immagini esplicative, nella pagina seguente invece ci sono le istruzioni per cambiare il filtro colore. E’ comunque disponibile in formato PDF sul sito ufficiale Swiftech a questo indirizzo http://www.swiftech.org/Installation_guides/Installation_guide_KOMODO-NV-LE.pdf
Di seguito riportiamo le specifiche tecniche del prodotto oggetto della odierna recensione.

 

Komodo-ND-LE5

 


Swiftech Komodo NV-LE, analisi in dettaglio

Una volta tirato fuori dalla sua confezione possiamo osservare e innamorarci dello stupendo Komodo NV-LE.

 

Komodo-ND-LE-1


Una volta preso in mano il fullcover, si ha subito l’impressione di avere a che fare con un waterblock di grande qualità. Il suo peso (1,247kg) e le sue dimensioni non proprio contenute rendono palese che si è utilizzato rame in buona quantità e al tatto anche il POM del top restituisce una bella sensazione. Si nota subito la qualità dei materiali utilizzati e anche le rifiniture sono di alto livello.

 

Komodo-ND-LE-2


Il top in POM di ottima qualità e fattura presenta una finestra in plexiglass attraverso la quale sarà possibile vedere scorrere il liquido del nostro loop e che darà il meglio di sé utilizzando liquidi colorati, magari abbinati alla colorazione scelta del LED. Questa è sicuramente una particolarità perché spesso i top sono realizzati interamente in plexiglass e montati sul waterblock, oppure sono interamente in acetal senza finestra, preferendo invece l’abbinamento nickel-plexiglass.
Qui invece abbiamo acetal e plexiglass, e tutto è assemblato in maniera perfetta con viteria anodizzata.
Il top presenta anche un bridge di generose dimensioni e realizzato sempre in acetal nel quale sono ricavati i 4 ingressi-uscite filettati g1/4” e con in bella vista le scritte “liquid cooled” e “GEFORCE GTX TITAN/780/Ti” di un elegante bianco a contrasto. A impreziosire il tutto, tra le diciture c’è il logo Swiftech realizzato in rilievo, retroilluminato a LED.
Se non avessimo già avuto a che fare con il modello Komodo R9 LE non saremmo stupiti da tanta bellezza e ricchezza di particolari e rifiniture. E non possiamo fare altro che confermare che anche per questo fullcover l’aggettivo un po’ presuntuoso “Luxury Edition” non poteva essere meglio speso da Swiftech per caratterizzare il proprio prodotto.

 

Komodo-ND-LE-3  Komodo-ND-LE-4

 

Dall’altro lato invece possiamo vedere come continui il plexiglass lungo tutto il corpo della scheda; grazie alla retroilluminazione restituirà un effetto ottico davvero straordinario che lascerà a bocca aperta tutti i fanatici del modding e della personalizzazione della propria build.

 

Komodo-ND-LE-5  Komodo-ND-LE-6

 

Giriamo il Komodo NV-LE e analizziamo ora il waterblock che è protetto da una pellicola adesiva. Notiamo subito la presenza di pad termici già pretagliati e posizionati nelle aree che andranno a contatto con VRAM e VRM, sicuramente una caratteristica che faciliterà e velocizzerà le operazioni di montaggio.

 

Komodo-ND-LE-7  Komodo-ND-LE-8

 

Il waterblock è in rame e dato che ci troviamo di fronte ad una Luxury Edition, non è nickelato, bensì cromato, procedimento che è comunque più complesso e più costoso. La lappatura è davvero perfetta, le sedi delle viti per il montaggio sono ben solide e danno quindi molta sicurezza. Il cavo che vedete serve ad alimentare il LED e in fase di assemblaggio verrà preliminarmente collegato al posto della ventola del dissipatore reference della nostra scheda video Nvidia Titan/780/780Ti.

E’ compreso anche un backplate realizzato in alluminio anodizzato nel quale troviamo le sedi per le viti dell’assemblaggio e in bella vista il logo Swiftech.

 

Komodo-ND-LE-9

 

Nella parte del backplate che andrà a contatto con la nostra scheda video troviamo anche qui del pad termico pretagliato e preapplicato che sarà utile a raffreddare le VRAM nel caso avessimo una scheda video GTX Titan o Titan Black (dato che hanno alcuni chip di VRAM sul retro del PCB) dando quindi anche una funzione attiva nella dissipazione al backplate.

 

Komodo-ND-LE-10

 


Parte II

Andiamo ora a smontare il fullcover per capire bene come è fatto. Iniziamo dal bridge.

 

Komodo-ND-LE-1

 

Qui possiamo vedere com’è strutturato il bridge nel dettaglio.

 

Komodo-ND-LE-2

 

Rimuovendo questo sportellino situato sotto la finestra in plexiglass, si può procedere a cambiare l’illuminazione LED dello Swiftech Komodo NV-LE, operazione che può essere fatta ovviamente senza dover smontare tutto il top.

 

Komodo-ND-LE-3  Komodo-ND-LE-4  Komodo-ND-LE-5


Adesso invece procediamo a smontare il top e possiamo vedere che è formato da 3 “fogli” differenti, tutti ancorati al waterblock.
La prima parte è una sorta di “copertura” del top che è sovrapposta al foglio in plexiglass. Come si nota, non vi è una semplice apertura in plexiglass ma un intero foglio fissato in più punti al top. Gli o-ring sono di buona qualità e sono ben saldi nelle loro sedi.

 

Komodo-ND-LE-6  Komodo-ND-LE-7


Veniamo ora al top che come si vede ospita le incanalature degli oring e tutte le sedi della viteria che va a unire la struttura multistrato di questo fullcover.

 

Komodo-ND-LE-8

 

Sollevando l’ultima parte del top veniamo finalmente al vero cuore raffreddante di questo fullcover, ovvero il waterblock in rame cromato (e NON “semplicemente” nickelato) lavorato con estrema precisione a macchina CNC. La cromatura, oltre ad essere un procedimento più complesso e costoso rispetto alla nickelatura, porta con sé diversi vantaggi: è esente da eventuale manutenzione, resiste alla corrosione e alla decolorazione e ha un colore decisamente più brillante e tendente al bianco.

 

Komodo-ND-LE-9


Il waterblock presenta una sezione interna per la verità non molto ampia, dove è possibile riconoscere la parte di entrata del liquido, il core centrale a microcanali dedicato al raffreddamento della GPU e la sezione di uscita del liquido. Ovviamente l’area dove scorre il fluido è quella che è a contatto con VRAM e VRM (oltre alla parte centrale dedicata alla GPU).

 

Komodo-ND-LE-10

 

Qui in particolare possiamo vedere da vicino la parte a microcanali in prossimità della GPU.
Il fullcover è stato aperto dopo essere stato testato, per questo motivo è possibile vedere qualche goccia di liquido o qualche granello di polvere, che ovviamente non sono “imputabili” a Swiftech.

 


Swiftech Komodo NV-LE: schema di montaggio

Apriamo il foglio delle istruzioni e ci apprestiamo subito al montaggio. Il montaggio non presenta particolari difficoltà se non quelle di identificare le varie viti da utilizzare, che non sono in bustine separate.

 

SWIFTECH KOMODONV-LE MOUNTING 01

 

In sostanza si devono rimuovere le coperture dai pad termici, mettere la pasta termica sulla GPU, collegare il cavo del LED al connettore fan sul PCB della scheda video. Dopodiché si gira la scheda e si posiziona il backplate, si inseriscono le viti nelle sedi apposite e si serrano. Infine si procede a fissare il bracket PCI al fullcover tramite due viti fornite in dotazione.

 

SWIFTECH KOMODONV-LE MOUNTING 02  SWIFTECH KOMODONV-LE MOUNTING 03  SWIFTECH KOMODONV-LE MOUNTING 04

 

L’assemblaggio è veramente molto semplice e veloce, in pochi minuti la nostra scheda video sarà pronta per essere inserita nel loop.
La scheda video diventerà un vero e proprio pezzo unico da esporre nella nostra build. Ma vediamo se anche le prestazioni saranno all’altezza dell’estetica.
Bisogna far notare che lo Swiftech Komodo NV-LE compre INTERAMENTE il PCB della nostra scheda video, mentre i concorrenti lasciano scoperti parte del PCB e questo oltre ad essere un mero fatto estetico rappresenta comunque una sicurezza in più in quanto tutta la componenstica è coperta e protetta da possibili urti accidentali.

Abbiamo scelto di mantenere il filtro verde “NVIDIA” (anche se nella nostra build sarebbe più azzeccata una colorazione rossa) perché nella recensione dello Swiftech Komodo R9-LE avevamo già mostrato il filtro rosso.
Come possiamo vedere restituisce un effetto ottico davvero bello ed elegante, senza risultare eccessivo.

 

SWIFTECH KOMODONV-LE MOUNTING 05  SWIFTECH KOMODONV-LE MOUNTING 06  SWIFTECH KOMODONV-LE MOUNTING 07

 


Swiftech Komodo NV- LE, sistema di prova e metodologia di test

 

SWIFTECH KOMODO NV-LE TESTING 01

 

Metodologia dei Test

Sottoporremo il fullcover Swiftech Komodo NV-LE a dei test per misurarne il valore di portata testandolo prima singolarmente e poi nel loop di prova, valutandone quindi la restrittività in loop complessi.

Effettueremo poi dei test prestazionali, per valutarne le capacità di raffreddamento utilizzando diversi programmi per generare il carico sulla scheda video a due diverse impostazioni di clock per la nostra Zotac GTX 780.

  • SETTAGGIO DEFAULT (863/902/1502), con boost clock durante i test di 980MHz sul core.
  • SETTAGGIO OVERCLOCK (1096/1135/1702), con boost clock durante il test di 1200MHz sul core.


Per il monitoraggio delle temperature della scheda e del sistema abbiamo utilizzato i seguenti programmi:

  • MSI AFTERBURNER 4.0.0
  • GPU-Z 0.7.9
  • AQUASUITE 2014 - 2.3

Essendo il quarto fullcover che testiamo per NVIDIA GTX 780 andremo inserire i risultati ottenuti in una comparativa con i fullcover Ek-FC Titan Acetal + Nickel, con l’Alphacool NexXxoS NVXP recensito in precedenza (http://www.xtremehardware.com/cooling/liquid/alphacool-nexxxos-nvxp-nvidia-gtx780-titan-gk110-sotto-controllo-ad-un-prezzo-competitivo-201403049629/) e con il Watercool ’HeatKiller GPU X3 “Acrylic Edition” (http://www.xtremehardware.com/cooling/liquid/watercool-heatkiller-gpu-x-gtx-titan-black-titan-780-780ti-acrylic-edition-prestazioni-ed-eleganza-al-top-per-tutte-le-schede-video-nvidia-gk110-2014120910366/)

 


Risultati dei test


Test della portata e restrittività

Per quanto riguarda il test della portata, abbiamo fatto diverse rilevazioni. Considerando “LOOP A VUOTO”, un circuito composto da pompa, top, flussimetro e vaschetta, dando alla pompa 12V abbiamo ottenuto un valore medio di 404 L/h (una media tra il valore minimo e quello massimo). Abbiamo poi inserito in questo loop a vuoto ciascun fullcover, subito dopo il flussimetro e prima del rientro in vaschetta, rilevando i seguenti risultati.

 

SWIFTECH KOMODO NV-LE TEST 01

 

Consideriamo ora il nostro circuito di test, cioè l’impianto che utilizziamo per raffreddare la nostra postazione e configurato come riportato nella tabella di cui sopra.
Abbiamo effettuato le rilevazioni prima con il fullcover EK e poi con il fullcover Alphacool, alternandoli nel sistema di test.
In questo caso i valori di portata rilevati sono i seguenti:

 

SWIFTECH KOMODO NV-LE TEST 02


Dai dati registrati possiamo dire che lo Swiftech Komodo NV-LE non brilla rispetto ai concorrenti nella restrittività ma fa registrare comunque buone portate. Per questo motivo sarà possibile utilizzare questo fullcover anche in impianti non dotati di pompe molto potenti senza avere problemi.

 


Test Prestazionali

Per eseguire i test abbiamo utilizzato i seguenti programmi:

  • Uningine Valley Benchmark 1.0
  • Battlefield 4

 

Per ogni test abbiamo registrato i dati tramite Aquasuite prima dopo e durante l’esecuzione di ogni test e in seguito costruito dei grafici tenendo presente la temperatura ambiente e la temperatura all’interno del nostro case Enthoo Primo e abbiamo adattato le temperature massime rilevate.
Il test Unigine Valley è stato lasciato in esecuzione per 30 minuti e queste sono le temperature massime rilevate sia con le frequenze di clock di fabbrica, sia con il profilo overclockato che ricordiamo oltre a un core clock portato al core clock portato a 1096 Mhz (con boost clock durante il test di 1200MHz) ha portato ad un aumento del voltaggio a oltre 1,2V, questo per mettere alla prova anche e soprattutto i VRM della scheda video.

 

SWIFTECH KOMODO NV-LE TEST 03

 

SWIFTECH KOMODO NV-LE TEST 04

 

Come si può vedere dai test, lo Swiftech Komodo NV-LE fa vedere ottime prestazioni! Le temperature sul GPU CORE sono tra le più basse e in particolare sembra non patire overclock facendo registrare in questo test la temperatura più bassa, insieme al Watercool Heatkiller.
Abbiamo poi testato la scheda in una sessione di un’ora e mezza con Battlefield 4, cercando quindi di simulare uno scenario daily che si può avvicinare il più possibile a quello di un utente medio, che non passa certo la giornata a fare pesanti stress test oppure benchmark. Per questo motivo abbiamo anche abbassato il regime di rotazione delle ventole a 1000 RPM e anche la velocità della pompa portandola al 75%, in modo da ottenere emissioni acustiche davvero contenute, ma ovviamente con un leggero calo prestazionale del sistema di dissipazione.

 

SWIFTECH KOMODO NV-LE TEST 05

 

Anche in questo test, così come visto per i precedenti, il fullcover dell’americana Swiftech fa registrare risultati ai vertici della categoria!


Temperatura VRM

Durante l’esecuzione del test UNINGINE HEAVEN BENCHMARK 4.0 è stata rilevata la temperatura dei VRM poggiando una sonda sul retro del PCB della scheda in prossimità del retro dei VRM e monitorandola tramite Aquasuite per registrare i valori ottenuti e inserire nel grafico i valori massimi rilevati. Ovviamente si tratta di una misurazione del tutto approssimativa ma che comunque può dare delle indicazioni.

 

SWIFTECH KOMODO NV-LE TEST 06

 

Possiamo in primis dire che tutti i fullcover testati dimostrano di comportarsi egregiamente anche per quanto riguarda il raffreddamento dei regolatori di tensione della Zotac GTX 780 in test. Lo Swiftech Komodo NV-LE appaia i concorrenti tedeschi Alphacool NeXxXoS NVXP e Watercool Heatkiller. Resta comunque il migliore, seppur di poco, l’EK-FC TITAN.
Anche lo Swiftech Komodo NV-LE potrà tranquillamente essere usato dagli utenti più Extreme che intendono procedere a overclock e overvolt anche tramite bios moddati che vanno a sbloccare il limite di voltaggio imposto da NVIDIA.

 


Conclusioni

 

oro  design

 

 

Confezione e bundle 4,5 stelle Imballaggio ottimo e bundle completo. Stupendo backplate incluso.
Prestazioni  5 stelle Al top sul core GPU. Eccellenti sui VRM anche se non le migliori.
Estetica 4,5 stelle Davvero stupendo. La retroilluminazione è fenomenale. Forse un po’ troppo massiccio.
Materiali 5 stelle Rame cromato, backplate in alluminio spazzolato stupendo. Costruzione e assemblaggio esemplari.
Prezzo 4 stelle Decisamente più costoso dei concorrenti ma sembra comunque adeguato rispetto alla qualità del prodotto e al bundle che comprende anche il backplate.
Complessivo 4,5 stelle  

 

 

KOMODO-NV-LEDX600

 

Dopo aver cercato di raccontarvi e mostrarvi nella migliore maniera possibile il nuovo Swiftech Komodo NV-LE siamo giunti alla pagina finale dove raccogliamo le nostre conclusioni. Il giudizio è sicuramente positivo e ciò è dettato da diversi fattori.
Confezionamento e bundle sono eccellenti. La confezione è molto sobria ed elegante e al suo interno l’imballaggio è più che adeguato; il bundle è davvero esauriente e di qualità (molto bella sia la viteria che i tappi) considerando che in dotazione è incluso anche uno stupendo backplate in alluminio spazzolato anodizzato. Da sottolineare anche la facilità nell’assemblaggio determinata dai pad termici già pretagliati e preapplicati, dalle esaurienti istruzioni e da un sistema di montaggio molto semplice e anche la sua compatibilità con tutti i quattro modelli di schede video NVIDIA con chip GK110.
A livello di estetica e materiali non possiamo che ripetere quanto detto per il suo fratello R9-LE, e quindi promuoverlo a pieni voti. Il waterblock è davvero stupendo e il top è realizzato in maniera anche complessa (3 strati diversi come abbiamo visto) riesce a coniugare in maniera perfetta i materiali utilizzati come POM, finestra in plexiglass che è anche retroilluminata in 3 diverse colorazioni. La realizzazione del tutto è eccellente. Dall’altro lato c’è sicuramente da dire che non è un fullcover compatto e sottile come per esempio il Watercool Heatkiller, anzi.
Dal punto di vista delle prestazioni Swiftech ha svolto un ottimo lavoro. In particolare il fullcover testato oggi fa registrare eccellenti temperature sul GPU core e temperature più che sufficienti sui VRM consentendoci di alzare (e anche sbloccare) il voltaggio e il power limit al massimo.
Il fullcover è disponibile sullo shop ufficiale Swiftech a ben 179$, mentre in Europa si può trovare in alcuni shop intorno alle 150-160euro, prezzo decisamente più alto dei concorrenti ma che comunque può essere giustificato da diversi aspetti come l’originalità del progetto, la qualità dei materiali impiegati (ricordiamo il procedimento di cromatura che lo impreziosisce portando con se diversi vantaggi) le eccellenti prestazioni e non ultimo, un ricco bundle che comprende anche un backplate (che nei concorrenti non è presente ed è venduto a parte a circa 25-30 euro).

Per tutti questi motivi ci sentiamo di attribuire a questo Swiftech Komodo NV-LE R9 LE il Gold Award in virtù degli ottimi punteggi conseguiti e anche il Design Award per premiare il grande impatto estetico nonché l’ottima realizzazione del fullcover.

 

Pro

  • Prestazioni eccellenti
  • Estetica e materiali al top
  • Copertura completa del PCB e backplate incluso
  • Compatibiltà con tutte le schede video GK110

 

Contro

  • Prezzo
  • Design può risultare un po’ “pesante” per alcuni

 

Si Ringrazia Swiftech per il sample fornitoci.

Liberato De Vincenzo

SSL