• Liquid
  • Posted
  • Hits: 9381

Liquid Extasy Fullcover Narrow Line GTX 980

Tags: nvidiaCoolingreviewrecensionegpuwaterblockliquidfull-covergtx 980Liquid Extasynarrow linecustom liquid

liquid extasy fullcover gtx980 05Quest’oggi cari amici di Xtremehardware.com torneremo a parlare di raffreddamento a liquido per schede video e lo faremo con un prodotto di una casa tedesca con la quale è la prima volta che abbiamo il piacere di collaborare, stiamo parlando di Liquid Extasy.

 

 

 

 

 

liquid extasy Firmenlogo 876x201

Liquid Extasy è un marchio tedesco specializzato nella produzione di waterblock sia per quanto il riguarda il raffreddamento di CPU, GPU, fasi di alimentazioni di schede madri, ma anche waterblock universali e per console.

Liquid Extasy Fullcover Narrow Line GTX 980 3  Liquid Extasy Fullcover Narrow Line GTX 980 4  Liquid Extasy Fullcover Narrow Line GTX 980 5  Liquid Extasy Fullcover Narrow Line GTX 980 6  Liquid Extasy Fullcover Narrow Line GTX 980 7

 

Oggi andremo a vedere da vicino e a testare le performance del loro fullcover per la scheda video Nvidia GTX 980 reference design (sono comunque disponibili altre versioni per alcuni modelli custom) interamente Made in Germany.

 Liquid Extasy Fullcover Narrow Line GTX 980   Liquid Extasy Fullcover Narrow Line GTX 980 1

 


Confezione e Bundle

Il Waterblock non ci viene consegnato in alcuna confezione specifica, ma ci viene inviato in una scatola ben imballato ma tutto è contenuto in una bustina di plastica.

liquid extasy_980_bundle_01

 

Togliamo il fullcover dalla bustina e troviamo il bundle contenuto in unaltra bustina di plastica

liquid extasy_980_bundle_02

 

Il bundle contiene:

  • Viteria e washer per il montaggio
    Cacciavite
    2 tappi G1/4”
    Pad termico
  • Pasta termica Alphacool

 

liquid extasy_980_bundle_03

 

Il bundle contiene inoltre un foglio con le istruzioni di montaggio (in tedesco) e un’immagine stampate che mostra dove mettere i pad termici.

 


Liquid Extasy Fullcover Narrow Line GTX 980, analisi in dettaglio

Estraiamo dalla confezione l’involucro contenente il fullcover Liquid Extasy Fullcover Narrow Line GTX 980e ci prepariamo ad osservarlo da vicino.

liquid extasy_fullcover_gtx980_01  liquid extasy_fullcover_gtx980_02

 

Il fullcover appare subito di buona fattura. Il top è costituito da vetro acrilico ed è tenuto insieme al waterblock da viti in acciaio inossidabile. L’ampia finestra, in vetro acrilico, rende visibile il waterblock interamente in rame (non cromato), regalando un effetto sensazionale se si utilizza del liquido colorato.

liquid extasy_fullcover_gtx980_03

 

Sulla finestra in vetro acrilico è stampato il logo Liquid Extasy e il modello del fullcover( GTX 980 Reference). E’possibile anche vedere il cuore del raffreddamento a micro canali che massimizzerà lo scambio termico con la GPU posta proprio al di sotto dello stesso. Come possiamo notare il core ha una forma particolare quasi trapezoidale e in particolare i microcanali non sono tutti della stessa lunghezza, rispetto a quasi la totalità dei waterblock che hanno una matrice di raffreddamento quadarata con microcanali uguali.

liquid extasy_fullcover_gtx980_04

 

Il terminale con le 4 connessioni G1/4” è realizzato in acrilico (che tuttavia non lascia perplessità sulla sua resistenza) ed è integrato nel top stesso.

liquid extasy_fullcover_gtx980_05

 

Passiamo ora ad osservare da vicino la base del waterblock (che andrà a contatto con la componentistica della nostra Nvidia GTX 980). Come detto, il corpo del waterblock è realizzato in rame e la lavorazione sembra di buona fattura, non vi sono difetti e la lappatura è praticamente perfetta; è possibile notare le zone in rilievo che andranno a contatto diretto con VRM, VRAM e GPU ovviamente tramite un interfaccia termica che sia pasta o pad.
Da notare come anche le sedi delle viti che andranno a serrare il waterblock (insieme al backplate) sulla scheda video siano ricavate in rilievo all’interno del waterblock.

liquid extasy_fullcover_gtx980_06  liquid extasy_fullcover_gtx980_07  liquid extasy_fullcover_gtx980_08

 

Possiamo concludere la nostra analisi in dettaglio, sicuramente promuovendo globalmente il waterblock full-cover inviatoci dalla casa tedesca Liquid Extsasy, che affianca materiali di buona qualità ad una lavorazione impeccabile e a soluzioni tecniche interessanti. Dal punto di vista del design non è sicuramente uno dei fullcover più accattivanti, ma ha comunque la sua personalità.
Ma ora è giunto il momento di montarlo sulla nostra Nvidia GTX 980 e di metterlo alla prova con i nostri consueti test.

 


Liquid Extasy Fullcover Narrow Line GTX 980, schema di montaggio

Prendiamo il libretto di istruzioni e procediamo ad assemblare il fullcover. Tuttavia le istruzioni in tedesco non ci saranno d’aiuto ma le immagini illustrative e una buona manualità sono più che sufficienti.
Per il test utilizzeremo una EVGA GTX 980 e la andremo ovviamente a disassemblare, togliendo il backplate e il dissipatore reference.

liquid extasy_980_mounting_01

 

Ovviamente rimuoviamo la pasta termica pre-applicata e puliamo anche i chip di VRAM e i regolatori di tensione per togliere ogni residuo. Una volta che il PCB è pronto possiamo procedere a preparare la nostra scheda video.

liquid extasy_980_mounting_02

 

Seguendo le istruzioni, andremo a utilizzare prima i pad da 0,5 mm forniti in bundle e li andremo a ritagliare per poi posizionarli come illustrato nell’immagine allegata al bundle.

liquid extasy_980_mounting_03  liquid extasy_980_mounting_04

 

Passiamo ora a stendere un sottile velo di pasta termica sulla GPU e sui chip di VRAM; successivamente posizioneremo il waterblock sulla nostra scheda.

liquid extasy_980_mounting_05

 

Ruotiamo la scheda e dopo aver posizionato i washer procediamo ad inserire le viti e serrare il tutto utilizzando il cacciavite fornito in dotazione.

liquid extasy_980_mounting_06

 

Una volta serrato bene il tutto, la nostra scheda è pronta con il suo nuovo sistema di dissipazione per essere collegata al consueto loop di test.

liquid extasy_980_mounting_07  

liquid extasy_980_mounting_08  liquid extasy_980_mounting_09

Infine ecco come si presenterà una volta montata la VGA con il Liquid Extasy GTX 980 nel nostro PC.

liquid extasy_980_mounting_10  liquid extasy_980_mounting_11

 


Sistema di prova e metodologia di test

sistema

 

Metodologia dei Test

Sottoporremo il fullcover Liquid Extasy Narrow Line GTX 980 a dei test per misurarne il valore di portata testandolo prima singolarmente e poi nel loop di prova, valutandone quindi la restrittività in loop complessi.
Effettueremo poi dei test prestazionali, per valutarne le capacità di raffreddamento utilizzando diversi programmi per generare il carico sulla scheda video a due diverse impostazioni di clock per la nostra EVGA GeForce GTX 980.

  • SETTAGGIO DEFAULT (1127/1216/1753), con boost clock durante i test di 1266MHz sul core.
    SETTAGGIO OVERCLOCK (1287/1376/2000), con boost clock durante il test di 1438MHz sul core, aumento del voltaggio di +87 mV e aumento del power target al 125%. Per effettuare i test ad aria abbiamo impostato manualmente il regime di rotazione della ventola al 100%.

 

  • Per il monitoraggio delle temperature della scheda e del sistema abbiamo utilizzato i seguenti programmi:
    MSI AFTERBURNER 4.1.0
    GPU-Z 0.8.1
    AQUASUITE 2015 – 2

Essendo il terzo waterblock fullcover che testiamo per NVIDIA GTX 980 andremo a comparare i risultati ottenuti con l’Aquacomputer Kryographics GTX 980, con il Bitspower VG-NGTX980 e con quelli fatti registrare del dissipatore stock della scheda video.

 


Risultati dei test

 

Test della portata e restrittività

Per quanto riguarda il test della portata, abbiamo fatto diverse rilevazioni. Considerando “LOOP A VUOTO”, un circuito composto da pompa, top, flussimetro e vaschetta, dando alla pompa 12V abbiamo ottenuto un valore medio di 408 L/h (una media tra il valore minimo e quello massimo). Abbiamo poi inserito in questo loop a vuoto ciascun fullcover, subito dopo il flussimetro e prima del rientro in vaschetta, rilevando i seguenti risultati.

liquid extasy 980 flow test 01

 

 

Consideriamo ora il nostro circuito di test, cioè l’impianto che utilizziamo per raffreddare la nostra postazione e configurato come riportato nella tabella di cui sopra. Abbiamo effettuato le rilevazioni con ogni fullcover oggetto di recensione alternandoli nel sistema di test. In questo caso i valori di portata rilevati sono i seguenti:

liquid extasy 980 flow test 02

 

Dai dati registrati il fullcover fornitoci da Liquid Extasy dimostra di avere una restrittività piuttosto bassa rispetto agli altri concorrenti. Per questo motivo ci sentiamo sicuramente di consigliarne l’utilizzo anche in impianti non dotati di pompe molto potenti e dobbiamo sicuramente sottolineare l’ottimo lavoro svolto sotto questo punto di vista dalla casa tedesca.

 


Test Prestazionali

Per eseguire i test abbiamo utilizzato i seguenti programmi:

  • Uningine Valley Benchmark 1.0
    Battlefield 4

    Per ogni test abbiamo registrato i dati tramite Aquasuite prima dopo e durante l’esecuzione di ogni test e in seguito costruito dei grafici tenendo presente la temperatura ambiente e la temperatura all’interno del nostro case Enthoo Primo e abbiamo adattato le temperature massime rilevate.

Il test Unigine Valley è stato lasciato in esecuzione per 30 minuti e queste sono le temperature massime rilevate sia con le frequenze di clock di fabbrica, sia con il profilo overclockato che ricordiamo oltre a un GPU core clock portato a 1287 Mhz (con boost clock durante il test di 1438MHz) ha portato ad un aumento del voltaggio di 87mV e del power limit al 125%, questo per mettere alla prova anche e soprattutto i VRM della scheda video.

 

liquid extasy 980 test measurement 01

 

Ricordiamo che per il secondo test in overclock, abbiamo settato manualmente le ventole della nostra EVGA GTX 980 al 100%.

 

liquid extasy 980 test measurement 02

 

Come si può vedere dai test, il waterblock fullcover Liquid Extasy Narrow Line GTX 980 fa registrare ottime temperature, seppur di un paio di gradi più alte dei diretti concorrenti Aquacomputer e Bitspower, e nel dover fare un raffronto con la soluzione stock cooler possiamo solo mettere in evidenza come ci siano ben 24 gradi di differenza anche laddove viene impostata manualmente al 100% la ventola del dissipatore stock (con ovvie ripercussioni sulla rumorosità), mentre ovviamente i fullcover lavorano nel silenzio assoluto.
In particolare, utilizzando il profilo overclock, non c’è un aumento sensibile della temperatura del GPU core, mostrando ancora ampi margini. In effetti, ci siamo spinti anche oltre e siamo riusciti a chiudere vari benchmark e anche a fare qualche ora di gioco con un profilo di ben 1551MHz di Kepler Boost, non superando neanche i 50 gradi, dimostrando anche l’efficiente lavoro anche su VRAM e VRM in quanto la scheda regge un overclock decisamente spinto senza mostrare alcuna incertezza.
Abbiamo poi testato la scheda in una sessione di un’ora e mezza con Battlefield 4, cercando quindi di simulare uno scenario daily che si può avvicinare il più possibile a quello di un utente medio, che non passa certo la giornata a fare pesanti stress test oppure benchmark. Per questo motivo abbiamo anche abbassato il regime di rotazione delle ventole a 1000 RPM e anche la velocità della pompa portandola al 75%, in modo da ottenere emissioni acustiche davvero contenute, ma ovviamente con un leggero calo prestazionale del sistema di dissipazione.

 

liquid extasy 980 test measurement 03

 

Anche in questo test, così come visto per i precedenti, il waterblock fullcover Liquid Extasy Narrow Line GTX 980 fa registrare ottime performance anche a un flow rate più basso. Le temperature rilevate sono praticamente allineate a quelle degli altri due fullcover concorrenti, dimostrando che in questo scenario di utilizzo non vi sono grosse differenze prestazionali.


Temperatura VRM

Durante l’esecuzione del test UNIGINE VALLEY BENCHMARK 1.0 è stata rilevata la temperatura dei VRM poggiando una sonda sotto il backplate del fullcover, ed in prossimità del retro dei VRM e monitorandola tramite Aquasuite per registrare i valori ottenuti e inserire nel grafico i valori massimi rilevati. Ovviamente si tratta di una misurazione del tutto approssimativa ma che comunque può dare delle indicazioni.

 

liquid extasy 980 test measurement 04

 

Dai risultati rilevati il fullcover della casa tedesca Liquid Extasy dimostra un buon comportamento anche nel raffreddamento dei regolatori di tensione della EVGA GTX 980 in test facendo registrare temperature al di sotto dei 60 gradi centigradi, questo garantirà agli utenti più smaliziati di potersi divertire con l’overclock senza correre alcun rischio.
C’è comunque da sottolineare come comunque vi siano un paio di gradi di differenza con il concorrente Taiwanese e circa 5 gradi (nel test in overclock) rispetto al fullcover prodotto da Aquacomputer.

 


Conclusioni

 

silver new    design

 

Confezione e bundle 3,5 stelle Non vi è una confezione, però comunque imballaggio ottimo e bundle essenziale ma completo.
Prestazioni 4 stelle Ottime performance anche a basse portate, di poco inferiore ai concorrenti
Estetica 4 stelle Design un po’ “retro” ed essenziale, senza troppi fronzoli.
Materiali 4,5 stelle Waterblock in rame, top in acrilico di buona qualità. Assemblaggio e lavorazione ottimi, interamente Made in Germany.
Prezzo 4 stelle Questa versione costa circa 99 euro. Prezzo in linea con i concorrenti, seppur più blasonati e performanti.
Complessivo 4 stelle  

 

Dopo avervi recensito in esclusiva un prodotto della casa tedesca Liquid Extasy è il momento di trarre delle conclusioni e sintetizzare le nostre opinioni.

Confezionamento e bundle sono sicuramente “spartani” rispetto ai prodotti a cui siamo abituati, questo rende palese come questo marchio sia più “di nicchia” e non customer oriented; quindi scordatevi packaging accattivanti, libretti di istruzione a colori ecc.. ma accontentavi del bundle essenziale e delle istruzioni in tedesco (anche se il montaggio è semplicissimo!).
A livello di estetica li fullcover Narrow Line GTX 980 non ci ha entusiasmato particolarmente, il design ci è apparso un po’ retro, anche se la combinazione waterblock in rame e top in plexi è elegante e allo stesso tempo può essere resa più accattivante utilizzando del liquido colorato. In ogni caso i materiali sono di ottima qualità e l’assemblaggio appare ben fatto. Abbiamo dunque dato il nostro Award Design per tale impegno all'innovazione Homemade.
Dal punto di vista delle prestazioni, Liquid Extasy ha svolto un ottimo lavoro sia dal punto di vista della restrittività (il prodotto è infatti risultato tra i meno restrittivi della categoria) e ha fatto registrare ottime temperature sul GPU core mantenendo anche i VRM sotto controllo consentendoci di alzare il voltaggio e il power limit al massimo senza alcuna ripercussione sulla stabilità della scheda video.
Il fullcover è disponibile a circa 99€, un prezzo che è in linea con i concorrenti seppur più blasonati, con design più ammiccanti e con prestazioni leggermente superiori. Possiamo sicuramente dire che magari ci saremmo aspettati un prezzo più basso per via di alcune scelte aziendali come l’assenza del packaging e sicuramente spese di marketing inferiori rispetto ad altri marchi. Se cercate un prodotto originale, senza fronzoli con buone prestazioni e che sia solido (garantito dall’assemblaggio fatto interamente in Germania) allora questo prodotto Liquid Extasy fa per voi.

 

Pro

Interamente made in Germany
Prestazioni ottime
Restrittività bassa
Scelte tecniche originali

Contro

Confezionamento assente e bundle essenziale
Prezzo leggermente superiore alle aspettative
Design non eccezionale

 

Si Ringrazie Liquid Extasy per il sample fornitoci.

Liberato De Vincenzo

Template Design © Joomla Templates | GavickPro. All rights reserved.