• Air
  • Posted
  • Hits: 14324

Roundup ventole 120mm: analisi, video, rumorosità e prestazioni

Tags: SilenXventoleEnermaxscythePhobyaroundupphanteksgelidroundup 2012nanoxiaalpgacool

intestazioneCari lettori di Xtremehardware, oggi vi presentiamo un lavoro che certamente susciterà un forte interesse, e che per ovvie ragioni ha richiesto un grande quantitativo di tempo per il suo completamento: un gigantesco roundup di ventole per personal computer, ovvero l’analisi sotto il punto di vista aerodinamico, termico e acustico di 16 modelli di ventole, di alcuni dei più prestigiosi marchi presenti e passati.

 

 Elenchiamo dunque i principali modelli che saranno oggetto di questa grande comparativa:

 

120mm

  • Alphacool 120mm
  • Enermax Vegas DUO 120mm
  • Enermax Vegas TRIO 120mm
  • Gelid Wing12PL 120 Blue LED
  • Noctua NF-F12
  • Noctua NF-P12
  • Noctua NF-S12
  • Nanoxia FX-2000
  • Phanteks PH F-120S PWM
  • Phobya G-Silent 12 1500rpm red LED
  • Phobya Nano-G 12 PWM Silent 1500 red LED
  • Phobya Nano-2G 12 PWM 1500 red LED
  • Scythe Gentle Typhoon 3000
  • Scythe Gentle Typhoon 4250
  • Scythe Gentle Typhoon 5200
  • Silenx iXtrema 120mm

 

140mm (analizzate solo esteriormente)

  • Enermax Apollish 140mm
  • Phanteks PH- F-140S PWM
  • Prolimatech BlueVortex 140mm Blue/Red LED
  • Prolimatech Aluminum 140mm
  • Phobya Nano-G 14 PWM Silent waterproof 1000RPM S7

 

180mm (analizzate solo esteriormente)

  • Phobya 180mm Black
  • Phobya 180mm Red LED

 

 

Prima di procedere con le misurazioni di temperatura, vogliamo descrivere brevemente alcuni dei più importanti elementi in una ventola, per poi analizzare brevemente i modelli in esame, riportandone in sequenza le principali caratteristiche tecniche e suddividendoli in base alla marca. Prima di tutto però vogliamo anche presentarvi la nuova piattaforma di test per le soluzioni di ventilazione di Xtremehardware quindi vi inviatiamo alla lettura di quest’interessante articolo. Al termine della descrizione tecnica dei modelli presi in esame potrete osservare anche i test di temperatura.

 

BLOCCO

 


 

Introduzione alla Procedura di TEST per i sistemi di Ventilazione

 

Come avete potuto osservare, poco tempo fa è stata aggiornata l’intera piattaforma del portale e del forum, implementando un nuovo e più moderno sistema di gestione dei contenuti, sia grafici che di testo. Oltre a questo, abbiamo cercato di migliorare anche le  sessioni di test degli oggetti recensiti, implementando nuovi criteri di valutazione e nuove modalità di analisi, soprattutto per quanto concerne alcuni dei cabinet che analizzeremo, i dissipatori, gli alimentatori ed infine, come in questo caso, i sistemi di ventilazione.

Ora analizziamo la nuova procedura di test di Xtremehardware inerente ai sistemi di ventilazione.

 

Data la necessità di compiere misurazioni approfondite per quanto riguarda la rumorosità di questi sistemi, abbiamo acquistato un fonometro molto interessante, che forse in futuro ci permetterò persino di analizzare gli spettri di frequenza dei modelli presi in esame. Al fine di rendervi un servizio migliore, sono state studiate diverse possibilità nella misurazione ed è stato scelto di posizionare la sonda ad una distanza di 30cm. Sebbene quest’ultima possa risultare dissimile alla distanza media di utilizzo nei normali personal computer, che ammonta a circa 50cm, questa distanza ci ha permesso di discernere tra i diversi modelli con una maggiore precisione di fondo, e quindi permettendo anche l’analisi di minuscole differenze che possono esistere tra modelli simili, quasi impercettibili. La rumorosità ambientale è pari a circa 33.2 dBA ed il microfono è posto frontalmente alla ventola, senza il minimo intralcio o assorbimento del rumore tra i due elementi. Questo implica che in situazioni normali, dove invece la ventola è inserita all’interno di un cabinet, ed a maggior ragione sotto ad un tavolo, la situazione sarà decisamente migliore sotto il punto di vista armonico.

 

I valori mostrati saranno quindi perfettamente comparabili tra loro e forniranno una stima realistica del rumore; oltre a questo le misurazioni sono riportate nella scala dB(A). Ci teniamo a precisare che sono molti i portali in cui viene misurata la rumorosità tramite fonometri dedicati, purtroppo però sono presenti molte problematiche, ignote ai più, che rendono tali misurazioni molto approssimative:

  • la presenza di fonometri di dubbia qualità e precisione
  • l’assenza di una corretta calibrazione dello strumento
  • l’assenza quindi di certificati di calibrazione conformi alle normative comunitarie
  • l’assenza di una struttura dedicata, fonoisolante, per il contenimento dei rumori ambientali
  • l’assenza di una corretta scala di misurazione
  • l’assenza del valore della rumorosità ambientale, come parametro di di test

 

 

Tutti questi elementi purtroppo portano ad un’analisi solamente soggettiva della qualità di un prodotto, e come è prassi nel mondo scientifico, le valutazioni soggettive, se non basate su dati sperimentali, hanno ben poco valore. Il nostro fine è fornirvi una stima appropriata, nei limiti della nostra strumentazione e delle nostre capacità. Purtroppo al momento non ci è possibile attrezzare una camera anecoica propriamente detta, ma siamo in cerca di nuove soluzioni in tal senso.

 

Noi possiamo garantirvi:

  • la presenza di un fonometro di qualità, preciso e con caratteristiche interessanti
  • la presenza di una corretta calibrazione dello strumento
  • la presenza quindi di un certificato di calibrazione conforme alle normative comunitarie
  • la presenza di una corretta scala di misurazione
  • la presenza del valore della rumorosità ambientale, come parametro di test

 

 

Ora procediamo con l’analisi di una ventola generica, spiegandone le componenti principali, ma soprattutto quali sono i fattori da tenere in considerazione durante l’acquisto, o l’analisi stessa.

 


 

AnalisiI Strutturale di una Ventola

 
slip stream_slim_3
 
Phobya-nano2G-006
SPESSORE: la gran parte delle ventole attualmente esistenti sono spesse 25mm. Questa dimensione è diventata ormai uno standard di produzione, per via dell’ottimo bilanciamento tra compatibilità, potenza e rumorosità complessiva. Ovviamente però esistono esigenze particolari che hanno portato alla creazione di modelli dallo spessore differente, che appunto è importante in determinate tipologia di applicazioni, industriali, consumer o server. Ad esempio il famoso marchio Scythe si è sempre contraddistinto dall’aver immesso in commercio modelli particolarmente validi, aventi uno spessore molto ridotto pari a 10mm; questa tipologia è utile per dissipatori low profile, dove le dimensioni sono più importanti delle prestazioni complessive. Oltre a questa tipologia è importante far notare che esistono in commercio modelli con uno spessore di 38mm ( ad esempio i famosi modelli della Delta Electronics ) però soluzioni del genere, generalmente sono orientate ad utilizzi estremi, dove il rumore non è un problema e dove l’unico fine è l’ottenimento delle massime prestazioni possibili.
 

3

DIAMETRO: sebbene siano presenti dei convogliatori, un diametro maggiore permette di aumentare il valore di CFM e diminuire l’emissione sonora in dB(A). Lo standard di utilizzo delle ventole per i cabinet, nel corso della loro evoluzione, si è spostato da 60/80 a 120mm, ed ultimamente si cominciano ad intravedere modelli aventi ventole da 140mm, nella parte posteriore e superiore. Per i cabinet sono presenti ventole di aerazione con diametri molto elevati, ben 230mm, mentre per i dissipatori al massimo si è arrivati a 150mm. Per i dissipatori delle VGA, sono usciti modelli in commercio che supportano fino a 4 ventole da 120mm, ma comunque i diametri sono generalmente nell’ordine dei 60-80mm.
 
15 3 9


PALE
: il numero delle pale di una ventola è un buon indice, generalmente, del CFM, in quanto più è elevato e più portata permetterà a parità di spessore e diametro, però non è sempre così ed esistono delle eccezioni dovute al design. Le pale possono essere contraddistinte da particolari motivi funzionali proprietari, ad esempio è interessante notare la serie AKASA VIPER, che si è contraddistinta per una struttura particolare che ne ha permesso un ottimo aumento dei CFM complessivi. C’è anche da far presente la tipologia delle pale a turbina, differente da quelle comuni a pala; le prime sono state utilizzate fin dagli albori della dissipazione termica delle componenti High-Tech, ma per i dissipatori si è optato pian piano per la seconda tipologia. Ad ogni modo oggi analizzeremo solo quest’ultima, quindi chiudiamo qui la parentesi.
 

Phobya-nano2G-008
 
MOTORE: il motore è fondamentale ovviamente per la rotazione stessa, ma è una delle parti determinanti per quanto riguarda la validità ed il successo di una ventola. I motivi sono principalmente tre: presenza di ticking (fenomeno presente nella Scythe Ultra Kaze 3000rpm che rende una ventola molto fastidiosa a causa di un ticchettio permanente dovuto alla rotazione del motore), vita della ventola (Main Time Between Failure, MTBF) ed anche RPM teorici possibili, quindi anche la gestione PWM della ventola stessa. Esistono moltissime tipologia di bearing e quindi tenete d’occhio il valore in MTBF. In merito al ticking l’unica certezza è la prova sul campo, ma è anche possibile che sia dovuta a difetti di progettazione del singolo sample, ed è più frequente con modelli aventi un motore non particolarmente stabile. Nel corso degli anni è stato possibile implementare anche la funzionalità PWM ovvero “Pulse Widht Modulation”, ovvero una regolazione della velocità della ventola in funzione del carico di lavoro della CPU, permettendo di abbassare la rumorosità quando si è in IDLE.
 
20120202 179

FEATURES: ogni modello presenta delle features caratteristiche, ad esempio basti pensare alle Noctua ovvero a delle ventole con un elevatissimo know-how. Non si può generalizzare ma in molti casi si è visto che sono i motivi funzionali delle pale ad essere diversificati, oltre alla presenza di colorazioni particolari tramite Led di illuminazione (statici o selezionabili come nella bellissima serie Enermax Vegas) oppure alla presenza di colorazioni intrinseche UV-Reactive come per quanto riguarda le Nanoxia.
 
20120202 151

GESTIONE DEI FLUSSI: anche la gestione dei flussi d’aria è di fondamentale importanza perché incide direttamente sulla pressione statica, e quindi su quel parametro che permette di aumentare la resa dissipante della ventola stessa, e quindi essere adatta a dissipatori/radiatori più o meno spessi, con tutte le conseguenze del caso.
 
Abbiamo deciso di comparare i dati di targa delle ventole di modo che abbiate un’idea complessiva delle caratteristiche tecniche, affinché il tutto sia di più facile comprensione. Sono riportati i valori della rumorosità in dB, i valori del CFM e molti altri parametri determinanti, tra cui la vita media in MTBF. In merito alla rumorosità, vogliamo precisare che la scala in dB è di natura logaritmica, quindi non è non lineare. Ogni 3 dB emessi c’è un raddoppio del rumore prodotto dall’unità. Tra 20 dB e 29 dB c’è una differenza molto elevata, perlomeno a parità di ventola.
 
Ora analizzeremo una delle marche più interessanti in commercio, Phobya.


 

PHOBYA

 

Conosciuta a livello mondiale, Phobya si è prepotentemente creata un posto tra i big del settore del liquid cooling, proponendo soluzioni avanzate per il raffreddamento per PC e non solo. Grazie ad un efficiente controllo qualitativo unito ad uno studio progettuale molto attento, Phobya si è fatta apprezzare nel corso degli anni dall’utenza per i suoi prodotti dal rapporto qualità/prezzo molto favorevole rispetto a quelli della concorrenza. La forza di Phobya è dovuta al fatto che dietro al marchio non c’è una singola azienda, ma un consorzio di più aziende che mettono la loro esperienza in gioco in diversi campi. Aziende che, per poterne far parte, devono rispettare precisi standard garantiti da severi controlli qualitativi. Ciò permette a ciascuna di queste aziende di mettere in campo in ogni singolo settore la loro esperienza e bravura. Un altro vantaggio è per l’utente finale: Phobya può vendere i suoi prodotti a prezzi molto convenienti, e ci riesce delocalizzando appunto la produzione su ogni singolo partner.

 

Phobya-Logo

 

Avevamo già recensito in passato uno dei modelli in questa comparativa, ne riportiamo qui il link:

 

http://www.xtremehardware.it/cooling/air/phobya-nano-2g-dual-blade-pwm-red-LED-201105165153/1/

 

Al fine di rendere più completa questa grande comparativa non potevamo esimerci dall’esaminare questo famoso marchio, anche perché come vedrete i risultati sono di tutto rispetto. Quest’oggi andremo ad analizzare un gran numero di ventole di questo produttore, elenchiamo dunque i modelli che saranno oggetto di questa recensione:

 

 

Struttura e Features

 

NANO-2G 12 PWM 1500RPM RED LED / NANO-2G 12 PWM SILENT 1500RPM RED LED

 

Questa serie è caratterizzata da un numero elevatissimo di pale, addirittura 14 ! Il chassis è classico ed è di colorazione nera. Il numero delle pale implica che sia presente una grande portata, pressione statica e quindi grandi prestazioni complessive.

 

Elenchiamo le principali caratteristiche di questo interessante modello:

 

  • Quattordici pale di ventilazione, un numero a dir poco impressionante / Nove pale per la “Silent”
  • Estetica davvero notevole con pale alternate rosse e nere / rosse
  • Elevato MTBF
  • Silenziosità in esercizio / possibilità di ridurre ulteriormente il rumore grazie ad un apposito switch
  • Perfette per radiatori data la resistenza all’acqua del motore, ad ogni modo non è interamente ricoperta quindi se ne sconsiglia l’immersione
  • Led di serie di colore rosso
  • Possibilità della rimozione delle pale, per la massima pulizia e controllo

 

 

Estetica e rumore

 

Tra i modelli NANO-G 12 PWM ed il PWM SILENT l’unica differenza degna di nota è nella conformazione delle pale, di differente tipologia e differente numero, e nella presenza di uno switch, nella versione SILENT, che permette di abbassare immediatamente il rumore, e quindi gli RPM. Per il resto vale quanto detto in precedenza. L’estetica quindi si attesta su livelli molto elevati, e presentano ottime caratteristiche tecniche. Diversamente dalle altre due ventole, la versione da 14cm presenta 11 pale, un quantitativo molto elevato per questa categoria. Sono di colore rosso ed anche qui è possibile staccare la struttura per mettere il motore a nudo, ed esaminarlo. L'elevato MTBF le renderà ventole perfette per radiatori non eccessivamente spessi.

 

Abbiamo notato nella versione da 120mm non “Silent”, un leggerissimo ticking, che però non darà fastidio all’interno di cabinet. Dobbiamo ammettere che la colorazione derivante dalle pale e dai 4 Led laterali è molto bella. Nella versione “Silent” invece abbiamo notato che il problema è stato in parte risolto, era sensibilmente minore. In merito ai modelli da 18 cm siamo rimasti davvero colpiti dal G-Silent 18 7000RPM Red Led in quanto la struttura dello chassis, nera, unita alla finitura rosso fegato delle pale, gli conferisce un’estetica davvero formidabile. Il rivestimento centrale del motore sembra essere quasi identico alla Silverstone AP181 Air Penetrator, per via delle linee aerodinamiche che sovrastano la cupola centrale. Una volta terminata la costruzione del nostro apparato di test per le ventole di questo diametro, analizzeremo i risultati anche di queste ventole, assieme alle varianti da 200 e 230mm. Se dovessimo valutarla in decimi, saremmo portati ad attribuirle nove. Congratulazioni a Phobya per l’eccellente modello ! L’unica nota fuori posto è la mancanza della sleevatura del cavo, ma con del termorestringente non ci sarà nessun problema. Terminando invece l’analisi dei modelli da 18cm neri e rossi, siamo rimasti soddisfatti, sebbene forse la verniciatura del modello nero non sia eccelsa. Sono ventole solide, silenziose e particolarmente carine per via della colorazione uniforme, assieme all’ottima sleevatura uniforme con il colore della ventola. In decimi meriterebbero otto. La tipologia delle ventole utilizzate è differente tra il modello a led rosso e i due modelli in bianco e nero, non a caso possiamo evincere questo dalla semplice analisi dei CFM, pari quasi al doppio nel caso dell’eccellente ventola G-Silent 18 700RPM Red Led da 38mm, che appunto presenta un incremento nello spessore pari a 13mm.

 

MODELLI DA 12 e 14cm:

 

phobya 120-140

 

 

MODELLI DA 18cm:

 

phobya 180

 

 

 

Sono delle ventole davvero ottime, sotto molteplici punti di vista, specialmente le G SILENT 1500 RED LED, ce è per giunta acquistabile ad un prezzo davvero irrisorio. Qualora foste interessati all’acquisto di ventole molto belle, con LED particolarmente luminosi e di colorazione rossa, capaci di generare un ottimo flusso d’aria, sarebbero da prendere in seria considerazione.

 


 

PHOBYA, pt II

 

Ora invece vi mostriamo dei video di presentazione, dove sarà possibile osservare le ventole, il confezionamento, le caratteristiche tecniche, il funzionamento delle stesse ed infine l’eventuale luminosità dei led, se presenti. Immediatamente dopo il video vi mostreremo delle immagini dirette.

 

 

NANO-2G 12 PWM 1500RPM RED LED

 

13  15  16  17  114

 

G-Silent 12 1500RPM RED LED

 

7  8  9  10  11

 

 

Nano-G 12 PWM Silent 1500RPM RED LED

 

1  2  3  4  5  6

 

NANO-G 14 PWM SILENT WATERPROOF 1000RPM S7

 

20  21  22  23  24  25 

 

Sono delle ventole davvero ottime, sotto molteplici punti di vista, specialmente le NANO-2G SILENT 1500 RPM. Qualora foste interessati all’acquisto di ventole molto belle, con led particolarmente luminosi e di colorazione rossa, capaci di generare un ottimo flusso d’aria, sarebbero da prendere in seria considerazione.

 

G-SILENT 18 700 RPM RED LED

 

Image00056  Image00057  Image00058  Image00059  Image00060

 

G-SILENT 18 700 RPM White Edition

 

Image00061  Image00062  Image00063  Image00064  Image00066  Image00067

 

G-SILENT 18 700 RPM Black Edition

 

Image00068  Image00069  Image00070  Image00071  Image00072

 

A titolo informative vi mostriamo anche un’interessantissimo test della caratteristica ‘’waterproof’’ di queste bellissime ventole :

 

 

Sebbene il prezzo di acquisto sia particolarmente contenuto, un deciso punto a favore di questi modelli, non lesinano certo di qualità ed infatti siamo rimasti davvero colpiti dalle loro caratteristiche complessive, se rapportate appunto al modesto prezzo di acquisto.

 


 

ENERMAX

 

Il marchio Enermax si è sempre contraddistinto per la produzione di modelli particolarmente validi ed opera in moltissimi settori, quali cabinet, alimentatori, dissipatori e sistemi di ventilazione. Al fine di rendere possibile questa comparativa Enermax ci ha gentilmente fornito delle ventole molto interessanti, stiamo parlando della serie Vegas e della serie Apollish. Durante la recensione del dissipatore Enermax TDS-T40, avevamo già presentato la serie Vegas Duo, la quale ci aveva colpito moltissimo per i giochi di luce e le prestazioni interessanti.

Bene, quest’oggi abbiamo l’occasione di presentarvi anche la nuovissima serie Vegas Trio, avente anche dei LED verdi, in aggiunta ai precedenti rosso e blu, ed anche la nuova serie Apollish da 140mm, avente anch’essa LED incorporati rossi e blu.

 

2logo 20120227 44

 

 

 

Struttura e Features

 

Queste ventole sono caratterizzate dalla presenza di 7 pale ed una particolarissima cintura interna di LED, la cui accensione è selezionabile tramite un pulsante esterno sleevato dalla notevole lunghezza.

 

Tra le caratteristiche tecniche troviamo:

 

  • LED brevettato circolare con 15/36/54 diodi (Vegas Apollish/Duo/Trio)
  • Luminosità oltre 5 volte maggiore rispetto alla concorrenza
  • LED Combo rosso e blu con 11/14 modi selezionabili (Vegas Duo/Trio)
  • Pale “Focus” che aumentano la visibilità del LED grazie ad un profilo riflettente
  • Pale a turbina, per un CFM elevato
  • Bearing della tipologia “Twister”, per una lunga vita ed un basso rumore
  • Controllo del voltaggio manuale, per una migliore regolazione della velocità
  • Pale della ventola staccabili per un facile controllo ed un’ottima pulizia interna
  • Montaggio tramite isolatori antivibrazione, per un’installazione facilitata

 

 

Estetica e rumore

 

A livello puramente estetico riteniamo che difficilmente sia possibile fare di meglio perché questi modelli raggiungono quasi la perfezione. L’utilizzo di una batteria circolare di LED di differente colorazione ha permesso di ottenere un risultato finale semplicemente impressionante. Ad 800RPM sono praticamente inudibili e le performance sono di buon livello, inoltre anche al massimo del regime di rotazione, 1850RPM per la Vegas Duo, la rumorosità è inferiore rispetto a modelli dalle prestazioni simili. In merito all’estetica della Vegas TRIO, la situazione è ancor più sorprendente, per via della presenza di una terza serie di LED circolari di colore verde! Abbiamo notato, con quest’ultimo modello, che se è impostata una velocità di rotazione di 850RPM, i LED verdi e Blu si accendono, ma non riescono ad illuminare le pale; arrivando a 910RPM invece, grazie all’aumento della tensione, riescono ad illuminare le pale. Questo significa che con RPM ridotti sarà possibile ottenere un’illuminazione solo di colore rosso, che è sempre visibile. E’ molto interessante anche l’Apollish 140mm poiché riesce a migliorare ancor di più il rapporto rumore e performance.

 

 

enermax 120-140

 

 

Ora invece vi mostriamo un video di presentazione, dove sarà possibile osservare le ventole, il confezionamento, le caratteristiche tecniche, il funzionamento delle stesse ed infine l’eventuale luminosità dei LED, se presenti. Oltre al video di presentazione vi riportiamo anche le foto dei modelli in questione.

 

 

ENERMAX VEGAS DUO

 

37  38 32  33  34  35  

 

ENERMAX VEGAS TRIO

 

43  44  39  40  41  42

 

ENERMAX VEGAS APOLLISH

 

30  31  26  27  2828  29

 

Sono delle ventole davvero bellissime, funzionali e dotate di un’estetica formidabile, come nessun’altro nel settore. Saranno candidate perfette per modding o cabinet dove l’estetica ricopre un ruolo fondamentale. Il prezzo di acquisto è elevato, ma è anche assolutamente parametrato alle caratteristiche ed alle potenzialità di questi modelli.

 


 

GELID

 

L’azienda ha sede a Taiwan e si è contraddistinta per la produzione di sistemi di dissipazione per VGA, memorie RAM ed ultimamente Hard Disk allo stato solido SSD, dissipatori per CPU, schede video, ventole, tubetti di pasta termica, accessori per il modding. La gamma di prodotti a catalogo è ancora piuttosto esigua, ma è una cosa lecita per un’azienda con appena due anni di vita alle spalle. Gelid Solutions è stata fondata nel Giugno del 2008 da uno dei cofondatori di Arctic Cooling, Gebhard Scherrer. In collaborazione con VC Tran, Scherrer progetta e realizza prodotti dalle ottime caratteristiche tecniche, grazie all’esperienza acquisita negli anni. Il nome dell’azienda è tutto un programma, richiamando direttamente il latino “gelidus”, che in italiano non ha certo bisogno di traduzioni. La base operativa di Gelid Solutions è a Hong Kong, ma i due fondatori sono di origine Svizzera e pertanto la qualità e la cura dei dettagli sono assicurate.

 

gelid-logo

 

 

Struttura e Features

 

Gelid, al fine di rendere più completo questo test, ci ha gentilmente fornito il suo modello “Wing 12PL”, che si differenzia dalle altre per un design ricercato, una colorazione acquamarina trasparente delle sette pale molto curata, prestazioni complessive più che soddisfacenti ed infine un motore con tecnologia NanoFluxBearing. Procediamo ad elencarne le features.

 

WING 12PL

  • Nanoflux Bearing NFB per il contenimento del rumore data l’assenza di attrito
  • Illuminazione a LED blu, molto carina e ben riuscita
  • Controllo PWM
  • Silenziosa sotto carico
  • Struttura delle pale removibile, per la massima pulizia e gestibilità della ventola
  • Design delle pale di ventilazione molto particolare, con un’angolatura finale di circa 90 gradi verso l’alto, che conferisce un’aerodinamica migliore ed una maggiore portata

 

 

Estetica e rumore

 

L’estetica è quindi molto curata ed il feeling è quello di essere di fronte ad una ventola certamente non economica; ci ha colpiti davvero e ne consigliamo certamente l’acquisto perché siamo su livelli davvero ottimi. Sotto il punto di vista del rumore, ai bassi regimi di rotazione la rumorosità è davvero molto bassa, ad 800RPM, mentre a 1800RPM, sebbene non siano presenti disturbi derivanti da frequenze elevate e fastidiose all’orecchio umano, si fa sentire. Precisiamo che rispetto a molte altre ventole della concorrenza a pieno regime il rumore generato è molto più gradevole e meno intenso, complice l’ottima qualità delle ventole “WING”.

 

gelid 120

 

 

Riportiamo alcune fotografie della ventola, assieme ad un video di presentazione.

 

 

WING 12PL

 

45  46  47  48  49  50

45

 

Gelid è una marca molto interessante, soprattutto sotto il punto di vista della dissipazione termica, con un occhio al rumore complessivo delle proprie soluzioni. Ha immesso nel mercato dissipatori interessanti, soprattutto per schede video. Oltre a questo sarà interessante analizzare il loro famoso modello di pasta termica, la GC-Extreme, che analizzeremo in un articolo dedicato. Queste ventole sono davvero ottime, specialmente la WING 12PL, che si contraddistingue per ottimi LED, prestazioni particolarmente soddisfacenti ed una impronta acustica migliore di altrio modelli della concorrenza, a parità di RPM. Il prezzo di acquisto, anche in questo caso, è parametrato all’offerta.

 


 

NOCTUA

 

L’azienda austriaca Noctua è uno dei marchi più famosi nel campo della dissipazione termica e delle soluzioni di ventilazione a pala per computer. In che modo è riuscita a raggiungere questo primato? Una grande cura per i dettagli, attenzione massima al rapporto rumore/prestazioni e non ultimo uno sviluppo serrato di soluzioni sempre all’avanguardia, a livello strutturale, di marketing ma anche ingegneristico. I suoi prodotti sono riusciti ad avere moltissimo successo nel mercato, tanto che da molti anni a questa parte Noctua è riuscita ad essere uno dei punti di riferimento nel campo delle aziende costruttrici di dissipatori di fascia alta, se non addirittura “il” punto di riferimento per soluzioni dissipanti silenziose e potenti. Grazie all’eccelsa qualità costruttiva ormai Noctua è diventato sinonimo di eccellenza nel settore.

 

noctua logo

 

 

Struttura e Features

 

Abbiamo già recensito alcune ventole di questo famosissimo marchio austriaco e possiamo dirvi con assoluta certezza che sono alcuni dei migliori modelli mai provati. La presenza di features di assoluto rilievo, unita alla grandissima qualità costruttiva e non ultimo al design ricercato, fanno di questi prodotti il gotha della ventilazione nel mercato delle ventole del mercato High Tech.

 

Elenchiamo le principali caratteristiche di questi interessanti modelli:

 

  • Consumo ridotto ai minimi termini
  • Adattatore a basso rumore, riduttore degli RPM
  • Opzioni di estensione del cavo avanzate
  • Sono presenti 6 anni di garanzia
  • MTBF pari a 150.000h !
  • Prestazioni molto elevate
  • Ricerca e sviluppo molto avanzato, il che significa che avrete le migliori ventole acquistabili

 

 

Estetica e rumore

 

A livello estetico sono molto curate, sebbene la colorazione possa creare qualche perplessità nella comunità di appassionati del settore. Dobbiamo precisare che il giudizio è soggettivo, perché sinceramente a noi piace molto questo abbinamento di colori, panna e marroncino scuro. Sono i colori storici di Noctua, a cui l’azienda austriaca non ha certo intenzione di rinunciare. Purtroppo le attuali soluzioni nel settore hardware preferiscono colori più accesi, che mal si abbinano a quelli più soft proposti da Noctua. Ma al di là dell’aspetto esterno, la cosa importante sono le prestazioni ed il rumore complessivo, e in questo campo Noctua è una sicurezza. Le ventole di questa casa produttrice sono caratterizzate da un’impressionante ricerca nell’aerodinamica e nel contenimento delle emissioni acustiche, specialmente nei fastidiosi picchi di frequenza che tanto possono dar fastidio nel normale utilizzo. Il modello NF-F12 si differenzia dagli altri in quanto, per la prima volta, si è cercato di accantonare leggermente il discorso silenziosità, per offrire il massimo delle prestazioni possibili, rimanendo sempre nello standard dei 25 mm di spessore. Che cosa possiamo dire? Che Noctua è riuscita a stupirci, perché come abbiamo riportato nella recensione dedicata, i risultati sono di assoluto rispetto.

 

Oltre a questo vogliamo far presente che la versione NF-P12 non è stata sostituita dalla NF-F12 poiché si tratta di due ventole appartenenti a due diversi utilizzi. Quest’ultima è sbilanciata verso le prestazioni assolute, con uno sguardo alla silenziosità mentre la NF-P12 è il perfetto bilanciamento tra potenza e contenimento della rumorosità. La NF-S12 invece è un’eccellente ventola da cabinet, quindi in teoria dovrebbe faticare leggermente rispetto alla concorrenza, a livello prestazionale. Durante il nostro test però è risultata competitiva, anche se però a bassi regimi di rotazione è presente un leggerissimo ticking.

 

Riportiamo inoltre la tabella delle specifiche tecniche:

 

noctua 120

 

 

Qui invece vi mostriamo come si presentano in tutto il loro splendore:

 

NF-S12

 

Image00028  Image00027  Image00029  Image00031  Image00032  Image00033  Image00034  Image00035

 

 

NF-P12

 

Image00047  Image00048  Image00049  Image00050  Image00051  Image00053  Image00054  Image00055

 

 

NF-F12

 

Image00036  Image00037  Image00038  Image00039  Image00040  Image00041  Image00042  Image00043  Image00044  Image00046

 

L’ultima arrivata, la NF-F12, ha dimostrato di essere un modello eccezionale sotto il punto di vista delle prestazioni, con dissipatori aventi alette serrate e spesse. Il grande know-how ha portato ad un grandioso risultato quindi se cercate ventole potenti per radiatori, questa è la vostra scelta. Il prezzo di acquisto è elevato ma la qualità si paga. Le NF-P12 sono state, per lungo tempo, il modello di punta della casa austriaca ed installandole in un cabinet non molto insonorizzato, se ne comprende la ragione. A livello termico sono valide e presentano un’ottimo bilanciamento tra prestazioni e rumore. Similmente a questo modello, le NF-S12 sono altrettanto interessanti, ma il loro utilizzo principale è nell’ambito della ventilazione nei cabinet; ad ogni modo nel nostro test si sono distinte per i risultati conseguiti, quindi anche qui Noctua ha fatto capire quanto possano essere validi i suoi modelli.

 


 

PHANTEKS

 

Phanteks, una giovane ditta Olandese, ha riscosso, in brevissimo tempo, un grande successo commerciale. La domanda che ci chiediamo è dunque la seguente: riuscirà la serie F-120/140PWM a mantenere alti gli standard qualitativi fin d’ora conseguiti?

Ringraziamo Phanteks per l’invio dei modelli PH-F120S, in colorazione nera e bianca. Questi modelli sono appena usciti in commercio e si capiscono fin da subito le ragioni per cui l’utenza si è interessata a questi prodotti: la colorazione, le ottime performance teoriche e la gran quantità di tecnologie proprietarie di questi modelli, che nel seguente paragrafo andremo ad elencare.

 

LOGO

 

 

Struttura e Features

 

Abbiamo ricevuto da PHANTEKS la nuova serie da 120mm, in colorazione bianca e nera, e possiamo subito affermare con estrema tranquillità che anche in questo caso siamo dinanzi a due eccellenti prodotti. Oltre all’estetica curata, troviamo una serie di caratteristiche tecniche molto interessanti:

 

  • Updraft Floating Balance (U.F.B) bearing
  • Nove pale Maelstrom Vortex Booster (M.V.B)
  • Motore Maelstrom Air-Fort Optimization (M.A.F.O)
  • Ottime performance teoriche grazie all’elevato CFM
  • Bilanciate sotto il punto di vista acustico
  • Pressione statica di 1mmH20, sono adatte a dissipatori aventi alette non eccessivamente serrate
  • Regolazione di velocità tramite gli apposite riduttori

 

 

Estetica e rumore

 

Le ventole Phanteks PH-F120S da 120mm con adattatore PWM utilizzano il nuovissimo Updraft Floating Balance (U.F.B) bearing, nove pale Maelstrom Vortex Booster (M.V.B), oltre al motore Maelstrom Air-Fort Optimization (M.A.F.O) per ottenere massimi CFM ed un perfetto bilanciamento aerodinamico.

Il rumore complessivo è contenuto grazie agli accorgimenti adottati e tramite anche l’aiuto di specifici disaccoppianti in gomma antivibrazioni. Sono presenti due modelli principali, aventi uno chassis bianco, ma con colorazione delle pale differenziata, bianca e nera. La solidità strutturale è molto elevata e la ricercatezza nel bearing utilizzato, assieme alla conformazione delle pale ed al quantitativo di RPM, ha permesso a questi modelli di ottenere un ottimo bilanciamento tra rumore e prestazioni, senza la presenza di ticking o problemi all’accensione. Riportiamo i parametri di funzionamento dichiarati dalla casa madre, comparandole al modello F-140, che troviamo installate nei due dissipatori di casa Phanteks:

 

phanteks 120-140

 

 

Di seguito il video dell'unboxing e del test.

 

Mostriamo inoltre delle foto dirette dei modelli interessati.

 

PHANTEKS PH-TC14CS_00003  PHANTEKS PH-TC14CS_00004  PHANTEKS PH-TC14CS_00005  PHANTEKS PH-TC14CS_00006

 

F-120 CON PALE BIANCHE

 

Confezionamento

 

PHANTEKS PH-TC14CS_00007  PHANTEKS PH-TC14CS_00008  PHANTEKS PH-TC14CS_00009  PHANTEKS PH-TC14CS_00010  PHANTEKS PH-TC14CS_00011  PHANTEKS PH-TC14CS_00012

 

Dettaglio confezionamento

 

PHANTEKS PH-TC14CS_00080  PHANTEKS PH-TC14CS_00082  PHANTEKS PH-TC14CS_00083  PHANTEKS PH-TC14CS_00084  PHANTEKS PH-TC14CS_00085  PHANTEKS PH-TC14CS_00086  PHANTEKS PH-TC14CS_00087  PHANTEKS PH-TC14CS_00088

 

Struttura

 

PHANTEKS PH-TC14CS_00013  PHANTEKS PH-TC14CS_00015  PHANTEKS PH-TC14CS_00016  PHANTEKS PH-TC14CS_00017  PHANTEKS PH-TC14CS_00089  PHANTEKS PH-TC14CS_00090  PHANTEKS PH-TC14CS_00091  PHANTEKS PH-TC14CS_00092  PHANTEKS PH-TC14CS_00093

 

Bundle

 

PHANTEKS PH-TC14CS_00094  PHANTEKS PH-TC14CS_00095  PHANTEKS PH-TC14CS_00097  PHANTEKS PH-TC14CS_00101

 

Dettagli

 

PHANTEKS PH-TC14CS_00096  PHANTEKS PH-TC14CS_00098  PHANTEKS PH-TC14CS_00099  PHANTEKS PH-TC14CS_00100  PHANTEKS PH-TC14CS_00102

 

PHANTEKS PH-TC14CS 00103

 

Queste nuove ventole da 120mm saranno certamente un eccellente acquisto per tutti coloro i quali cercano un design avanzato, caratteristiche tecniche di assoluto rilievo, performance elevate ed un’ottima gestione del rumore. Il prezzo è interessante per via delle features caratteristiche delle soluzioni Phanteks. Il modello da 140mm invece è semplicemente uno dei migliori in commercio, sotto molteplici punti di vista. L’ottima silenziosità e le grandi prestazioni ne sono un chiaro indice.

 


 

PROLIMATECH

 

Abbiamo già recensito la nuova serie Prolimatech, che consiste in tre ventole da 120mm e ben 4 da 140mm, entrambe sempre con 25mm di spessore; la linea produttiva “Vortex” è interessante in quanto è finalizzata ad un pubblico molto esigente in termini prestazionali, non a caso il valore di targa della serie da 120mm è ben 72.67CFM, al massimo del regime di rotazione. Per quanto riguarda le 140mm invece il valore sale ad 87CFM.

 

logo prolimatech

 

 

Struttura e Features

 

Troviamo utile confrontare il motore delle Bluevortex con quello delle Silenx: il primo presenta un diametro maggiore, peggiorando leggermente la portata d’aria e la pressione statica a bassi regimi di rotazione. Come si evince dal test di temperatura c’è una differenza sensibile tra i due modelli, ma per quale ragione riteniamo che le Bluevortex nel complesso siano un modello migliore? Per via di due semplici fattori, l’assenza di ticking a regimi di rotazione contenuti ed anche per quanto riguarda la vita del motore, che ci ha convinto per quanto riguarda la solidità strutturale e le emissioni acustiche complessive.

 

337  343  265  278

 

Elenchiamo le principali caratteristiche di questi interessanti modelli:

 

  • Eccetto la Aluminum, avente 13 pale di alluminio, le altre hanno tutte 9 pale
  • Dimensione del motore standard ma c’è un’elevato MTBF
  • Sleeve Bearing nelle Bluevortex mentre nella Aluminum è presente la Two Ball Bearing
  • LED molto accesi ed esteticamente molto belli, che assieme alla struttura in plastica dura trasparente concedono alla ventola un aspetto davvero notevole
  • Ottimi i valori di targa come ottima è la finitura generale
  • Completa sleevatura dei cavi

 

 

Estetica e rumore

 

Il rumore generato dalla rotazione è pari a 29.1dB e 18.1Db, per le 120 e 140mm rispettivamente.

 

 
 
prolimatech 120
 
 
prolimatech 140
 

Mostriamo inoltre delle foto dirette dei modelli interessati.

 

BLUEVORTEX 12 RED LED

 

050  053  220  221  224  233

 

BLUEVORTEX 14 RED LED

 

029  032  285    289  290  293 

 

BLUEVORTEX 14 ALUMINUM

 

037  040  324  328  329  330

 

Come abbiamo già fatto presente nell’articolo dedicato, questi modelli sono davvero eccellenti. Dato il prezzo contenuto saranno un acquisto davvero ottimo. Inoltre, chi cerca il massimo a livello prestazionale, non potrà che rimanere impressionato dal modello da 14cm Aluminum, un vero mostro di potenza, e CFM.

 


 

SCYTHE

 

Scythe è nota per essere uno dei marchi più attenti per quanto concerne la silenziosità in esercizio delle proprie ventole, non a caso presenta un modello davvero valido ovvero la Scythe Slip Stream 120mm da 800RPM; purtroppo non ci è stato possibile rimediarla ma cercheremo di fare il possibile affinché venga inserita nelle future comparative. In questa analisi focalizzeremo la nostra attenzione su dei modelli particolarmente interessanti ovvero la serie Gentle Typhoon, caratterizzata dalla presenza di RPM elevatissimi, CFM mostruosi ma quindi anche un’emissione acustica imponente. Bisogna precisare però che Scythe si è affidata al famoso marchio Nidec Servo, acclamato e storico produttore di soluzioni di ventilazione, dedicate solitamente a sistemi industriali. Ciò è sinonimo di qualità e affidabilità molto elevata.

 

2 logo scythe

 

 

Struttura e Features

 

Oltre alla particolarissima tipologia di pale utilizzate, molto ricurve e sottili, ma in gran numero, la principale caratteristica di questo modello è il motore utilizzato, quanto di meglio possiamo trovare in commercio per quanto riguarda la velocità e la stabilità all’atto della rotazione. Per arrivare a questi impressionanti valori di RPM bisogna che la ventola presenti un’elevatissima qualità costruttiva: sarebbe difficile chiedere di meglio.

 

Elenchiamo le principali caratteristiche di questi interessanti modelli:

 

  • Motore con un sistema di riduzione delle vibrazioni
  • Aerodinamica e raffreddamento migliorato grazie ad una migliore gestione dei flussi in uscita
  • Prestazioni simili a modelli aventi uno spessore di 38mm!
  • Timbrica del motore caratteristica, tesa a diminuire i picchi di frequenza
  • Design e prestazioni ai massimi livelli
  • Solidità strutturale a dir poco impressionante
  • Regolazione degli RPM purtroppo assente

 

 

Estetica e rumore

 

Data la tipologia delle ventole in questione, ovvero aventi RPM elevatissimi, è lecito aspettarsi che anche il rumore segua la stessa tendenza, ed infatti è proprio così. Ad ogni modo, tramite la ricerca aerodinamica e di design, si è cercato di ridurre al minimo i picchi di frequenza, migliorando quindi il profilo acustico complessivo. Certo, è evidente che non si possa parlare di ventole silenziose quindi è vero il contrario. Consigliate solo per test estremi, Bench particolarmente spinti o necessità di overclock molto elevate.

Riportiamo qui la tabella delle specifiche tecniche:

 

 

scythe 120

 

 

Mostriamo inoltre delle foto dirette dei modelli interessati.

 

GENTLE TYPHOON 3000

 

11  12  13  7

 

GENTLE TYPHOON 4250

 

8  9  10

 

GENTLE TYPHOON 5200

 

1  2  3  4  5  6

 

Le gentle Typhoon, come riporta il nome, sono dei very mostri di potenza, ma con garbo. Scythe, ha cercato di ottenere un’ottima timbrica del motore, tramite la collaborazione con la famosa ditta Nidec Servo, una delle migliori nel settore della ventilazione per know-how e design; questo ha portato alla creazione di modelli aventi un frame unico, una potenza davvero esagerata, una grande affidabilità ma soprattutto una ricercatezza anche sotto il profilo acustico. E’ impressionante constatare che il modello da 3000RPM abbia una rumorosità non eccessiva se rapportata all’elevatissimo valore di RPM. Certo, non siamo di fronte ad un modello silenzioso, tutt’altro, ma siamo certi che ne rimarrete colpiti positivamente. Attenzione alle dita, non sono ventole consigliate per sessioni di manicure!

 


 

NANOXIA / SILENX

 

Le ventole Nanoxia sono state uno dei modelli che hanno avuto più successo diversi anni fa, purtroppo però a causa di un problema di natura legale, il marchio è stato accantonato per lungo tempo e solo da febbraio 2012 è stato possibile ricominciare a vendere la nuova serie di soluzioni di ventilazione proprietarie, ed originali Nanoxia. Si sono sempre contraddistinte da una colorazione accattivante delle pale, sensibili alle radiazioni ultraviolette e quindi perfette per il modding, però oltre all’aggiunta di LED verdi erano anche molto interessanti per il bearing, l’elevato MTBF ed anche il motore utilizzato, capace di raggiungere un numero elevato di RPM e capace soprattutto di essere esposto a condizioni estreme senza il minimo problema, quali ad esempio in ambienti ultra-poverosi oppure addirittura sott’acqua!

 

nanoxia logo

 

Per quanto riguarda le Silenx iXtrema anche qui siamo dinanzi ad un marchio che ha riscosso un notevole interesse da parte del pubblico, per via di alcune caratteristiche di assoluto rilievo, quali la dimensione contenuta del motore e dell’ottimo rapporto dBA/CFM. Nei test eseguiti in redazione siamo rimasti molto soddisfatti dal valore dei CFM ad 800 RPM, in quanto ha raggiunto un ottimo piazzamento nella comparativa; purtroppo però si è contraddistinta per un fastidioso ticchettio del motore. Entrambi i modelli testati in redazione hanno manifestato questo fenomeno. Nel complesso comunque, eccetto il problema del thicking, siamo dinanzi ad un modello davvero valido.

 

LOGO

 

 

Struttura e Features

 

La serie Nanoxia FX-2000 si contraddistingue per una classica struttura della ventola, a sette pale e per alcune caratteristiche di rilievo quali l’elevatissima vita media, la struttura in un composto brevettato, il potente motore ed infine un’estetica davvero invidiabile.

In merito alle SilenX, troviamo utile confrontarne il motore con quello delle Prolimatech Bluevortex: il secondo presenta un diametro maggiore, peggiorando leggermente la portata d’aria e la pressione statica a bassi regimi di rotazione. Come vedremo nei test di temperatura c’è una differenza sensibile tra i due modelli, ma per quale ragione riteniamo che le Blue Vortex nel complesso siano un modello migliore? Per via di due semplici fattori, l’assenza di ticking a regimi di rotazione contenuti ed anche per quanto riguarda la vita del motore, che ci ha convinto per quanto riguarda la solidità strutturale e le emissioni acustiche complessive. La Silenx iXtrema è disponibile in una versione termo-controllata perché viene fornita con un termistore da 300mm, di modo che non ci sia la necessità di utilizzare un controller per ventole. E’ solo necessario montare il termistore vicino al componente che vogliamo monitorare, ad esempio il dissipatore, e la ventola accelererà sulla base della temperatura rilevata.

Nota: la ventola ha bisogno di un periodo di rodaggio di pochi giorni per girare correttamente durante un avviamento a freddo. Se la temperatura rilevata dalla sonda del termistore non è sufficientemente alta, la ventola non ruoterà fino a quando la sonda si riscalderà. E’ consigliabile non utilizzarle con un controller delle ventole, per via di questo sistema.

 

Elenchiamo le principali caratteristiche di questi interessanti modelli:

 

NANOXIA

 

  • 10 anni di garanzia della casa
  • MTBF pari a 150,000h
  • Nanotechnology Bearing
  • Trazione “ECO”
  • Materiali di primissimo livello High Tech Bayer Makrolon®, telaio e pale
  • Resistente all’acqua !

 

SILENX

 

  • Termistore lungo 300mm nel telaio
  • Design del motore conico per la migliore aerodinamica
  • Finitura metallica alla polvere di Titanio
  • Cavo sottile da 400mm reattivo alle radiazioni UV
  • Connettore a 3-Pin con un sensore tachiometrico degli RPM
  • Cavo convertitore da 3 a 4-Pin incluso nella confezione
  • Fluid Dynamic Bearing, per le minime vibrazioni
  • Sistema di montaggio ibrido al silicone
  • Rapporto tra CFM e rumore davvero ottimo

 

 

Estetica e rumore

 

Esteticamente le Nanoxia sono caratterizzate da una struttura in Makrolon® (ovvero un policarbonato di Bayer MaterialScience dall’ elevata trasmissione della luce, da una resistenza alla deformazione termica, da una buona tenacità, da un’ottima stabilità dimensionale, da un elevato modulo di scorrimento ed infine capace di un buon isolamento elettrico). Presenta anche un design molto aggressivo, ideale per cabinet ricercati o per lavori di modding. La ventola ha a disposizione quattro ottimi LED di colore verde, e pale aventi caratteristiche UV-Reactive. Il rumore generato dalle ventole è elevato al massimo dei giri e purtroppo, data la velocità minima di 1100RPM, non si attesta sui bassi livelli della concorrenza per via del fatto che molti altri modelli riescono ad arrivare ad 800RPM. Non sono ventole adatte a sistemi il cui fine è la silenziosità assoluta. Bisogna precisare però che il feeling è molto buono e non sono affatto fastidiose, indice di un ottimo motore e di un contenimento dei picchi di frequenza buono. Non è presente il ticking.

Per quanto riguarda le SilenX invece qui siamo di fronte a modelli con un’ottima estetica, e sono presenti diverse versioni, trasparenti e dotate di LED blu, oppure dalla colorazione dorata della pale di ventilazione, che conferisce un’estetica particolare e sui generis. In merito al rumore, se non fosse per il ticking precedentemente menzionato, saremmo su livelli decisamente contenuti. Certamente non “inudibili”, ma rispetto ad altri modelli siamo rimasti assolutamente soddisfatti.

 

 

nanoxia-silenx

 

Mostriamo inoltre delle foto dirette dei modelli interessati.

 

NANOXIA FX-2000

 

Image00004  Image00005  Image00006

 

Silenx iXtrema 74CFM-14dBA

 

Image00001  Image00002  Image00003

 

Le Nanoxia furono uno dei modelli più ricercati dagli appassionati del settore e non a caso le ragioni sono particolarmente evidenti: estetica davvero ottima, design avanzato, struttura moderna, prestazioni elevate, PWM e gestione degli RPM, assieme alla dotazione interessante. Nanoxia ha recentemente rilasciato i nuovi modelli FX EVO, quindi sarebbe interessante metterli alla prova. Erano un acquisto consigliato molti anni fa, e tutto sommato anche al giorno d’oggi riescono a reggere il confronto con altri modelli della concorrenza, sebbene però la rumorosità sia uno dei loro punti a sfavore.

Le SilenX invece sulla carta sembrano formidabili, durante le sessioni di test invece ci hanno dato qualche problema. Potrebbe darsi che siano stati difetti di fabbrica dei nostri modelli, ma oltre a quello rotto, la stessa cosa è successa nella seconda ventola gemella, ed il ticking era presente anche nella terza, di differente colorazione ma di eguale diametro. Sarà una coincidenza? Vogliamo considerarla come tale.

 


 

ALPHACOOL

 

Alphacool è uno dei marchi più famosi per quanto riguarda il liquid cooling. Oggi analizzeremo una delle sue soluzioni proprietarie da 120mm, la ACS 2000.

 

alpha logo

 

 

 

Struttura e Features

 

Anche qui abbiamo una conformazione classica, ma la sostanziale differenza è il motore utilizzato e la sua regolazione di velocità, tale da permettere il settaggio anche a 1100 RPM. Come rumorosità siamo su livelli elevati, ma non di certo eccessivi. La timbrica non è perfetta, ma nemmeno fastidiosa.

Elenchiamo le principali caratteristiche di questo modello:

 

ALPHACOOL

 

  • Struttura classica
  • Buone performance
  • Bassa regolazione, solo a partire da 1100RPM
  • E’ presente il ticking a bassi regini di rotazione

 

 

Estetica e rumore

 

Siamo di fronte ad un modello standard, avente 7 pale ed un design comune ma allo stesso tempo ricercato, con una colorazione delle stesse azzurrina. Purtroppo è presente il fenomeno del ticking, e quindi ciò influisce negativamente sulla silenziosità complessiva. Sebbene sia minore rispetto al modello SilenX, in questo caso si sente leggermente anche al minimo del regime di rotazione, per poi attenuarsi leggermente sotto carico a 2000RPM. E’ un peccato perché pur essendo una ventola generica, non era male nel complesso. Purtroppo non siamo riusciti a trovare informazioni inerenti questa ventola, quindi dovremmo per forza di cose supporre i valori complessivi, e parametrarli alle prestazioni rilevate; complessivamente è una ventola dalle buone caratteristiche, soprattutto a livello prestazionale.

 

 

alphacool 120

 

 

 

ALPHACOOL

 

Image00007  Image00008  Image00009

 

Il modello Alphacool si è dimostrato interessante quindi potrete rimanerne soddisfatti nel normale utilizzo. Ovviamente però ci sono talmente tanti modelli in commercio che, a conti fatti, è possibile scegliere una quantità davvero impressionante di alternative. Sono in grado quindi di reggere il confronto con queste ultime? E’ una domanda retorica, ed anche scontata, ma se non avete interessi particolari e se la rumorosità complessiva non vi dà fastidio, non c’è ragione di sostituire questi buoni modelli.

 

 

 

 

Sistema e metodologia di test

 

Abbiamo testato le ventole sul seguente sistema, montato su un banchetto aperto, con temperatura ambiente di circa 22.3°C (potrebbe esserci la variazione di un grado in senso positivo o negativo; a titolo informativo riportiamo che anche le passate recensioni erano state fatte a questa temperatura). Abbiamo scelto di utilizzare come CPU un Core i7 920 revisione D0 in quanto permette di stressare in modo adeguato il dissipatore, grazie al suo TDP di circa 130W a default. Come dissipatore è stato scelto il modello Thermalright TRUE Copper, avente una struttura ad alette serrate ed una superficie interamente in rame, il che significa che sarà possibile sfruttare al contempo elevatissimi CFM, come RPM davvero contenuti. Come vedremo ci sarà una grande differenza tra le varie velocità di rotazione, questo è un chiaro indice della bontà del sistema di misurazione.

 

 

sistema

 

 

 

Vogliamo far presente che per ragioni di libera riproducibilità dei nostri test, sono stati osservati i risultati tramite il software Realtemp, in idle e in full load; sebbene l’assenza di un sensore dedicato possa sembrare a prima vista una mancanza, in realtà non lo è, per il semplice motivo che vogliamo mostrare situazioni che voi stessi potete verificare, e che voi stessi troverete nel vostro sistema. Se avessimo scelto di testare il carico termico tramite medoti non convenzionali, si sarebbe perso il feeling diretto dell’analisi sulle moderne CPU, e quindi si sarebbe snaturato il senso di tali misurazioni e comparative. Le temperature in full load sono state misurate dopo venticinque minuti di stress con Prime95 “InPlaceLargeFFTs” (massimo lavoro e consumo), benchmark noto per la sua capacità di stressare pesantemente la CPU, ben più di qualsiasi videogioco. Dopo il test di temperatura, sempre secondo lo standard, viene lasciato il dissipatore in idle per 5-10 minuti, al fine di riportare la temperatura entro i valori iniziali. Questo permette lo smaltimento del calore residuo all’interno della struttura, e quindi una migliore misurazione delle temperature stesse. La pasta termica usata è l’Arctic Cooling MX-4, uno standard di utilizzo nelle nostre misurazioni.

 

 

E’ stata utilizzata una sessione di test, alla seguente frequenza di lavoro:

 

 

parametri

 

I test sono stati effettuati con una sola ventola, in configurazione Push. Precisiamo che i test sono stati fatti a due velocità, 800 RPM ed al massimo consentito. Questo ci ha portato a fornire una comparativa a parità di RPM, per la maggioranza dei modelli e quindi fare una stima delle capacità di dissipazione termica. In determinati casi non è stato possibile scendere fino ad 800RPM quindi si è scelto di testare quelle ventole alla velocità minima possibile, simulando un utilizzo silenzioso.

 

Nella parte sinistra del grafico, riportiamo i dati effettivi di rotazione delle ventole, ricordando inoltre che sono sensibili ad una variazione del 10% e quindi sono puramente indicativi. Differenze minime tra i regimi di rotazione sulla stessa ventola, non cambiano generalmente il risultato complessivo.

Nella seconda pagina di questo articolo potete trovare tutti i dettagli per quanto concerne le misurazioni di rumorosità.

 


 

Risultati termici

 

risultati

 

Stando a quanto riportato dai grafici, si evince quanto sia importante il bilanciamento tra CFM e pressione statica. Il vero problema però è anche il rumore emesso da una ventola, e qui purtroppo più è elevata la pressione statica, e più elevati saranno i decibel, nella scala di misurazione “A”. L’ultima tendenza nel campo dei dissipatori è creare modelli che abbiano lamelle spaziate circa 3mm, e che quindi permettano l’utilizzo di ventole aventi una bassa pressione statica, eventualmente con un maggiore diametro delle pale, con la diretta conseguenza di una diminuzione del rumore. Come è possibile vedere, i risultati seguono un ordinamento particolare, allineandosi su due livelli di temperatura, circa 67 ed 80 gradi centigradi, in base agli RPM rispettivamente di 1700 ed 800. Al di là dei singoli valori, la qualità di una ventola risiede nella rumorosità complessiva rapportata alle performance, ad eventuali problemi di frequenze o ticking, all’ MTBF e quindi alla stabilità del motore, etc, etc. In questo senso, particolare menzione va alle ventole Noctua, Phanteks e Phobya, perché siamo di fronte a modelli decisamente validi. Ad ogni modo in molti casi è possibile scegliere in base alle sole preferenze estetiche, perché ad esempio dobbiamo ammettere che abbiamo dei modelli esemplari e davvero molto belli, quali le ventole Enermax Vegas e Gelid Wing. In merito alle massime performance possibili, un plauso a Scythe ed alle sue ventole della Nidec Servo, in quanto sono riusciti a sfornare un prodotto davvero impressionante. Ci ha complito moltissimo la Gentle Typhoon 3000 in quanto, al di là del valore di rumorosità in dBA certamente elevato, è la timbrica ad essere determinante perché non ci ha dato nessun fastidio. Le Prolimatech Bluevortex sono ventole davvero interessanti per via del loro bassissimo prezzo di acquisto, della loro qualità costruttiva e per via della presenza di bellissimi LED rossi o blu, a seconda del modello scelto. Le ventole SilenX non ci hanno pienamente convinto per via della fragilità dei modelli in nostro possesso, sebbene però nel complesso siano decisamente valide. Le altre tipologie di ventole, per un motivo o l’altro, rientrano nella media. E’ degno di nota il comportamento delle NF-P12 con questo dissipatore: a 1400RPM riescono ad ottenere un ottimo piazzamento se rapportate al rumore mentre ad 800RPM non riescono nemmeno a competere con le NF-S12 proprietarie Noctua. Il design di queste ultime evidentemente porta più benefici a bassi regimi di rotazione quindi sono consigliabili per questa modalità di utilizzo. Vogliamo infine soffermarci sulla nuovissima NF-F12: anche in questo caso si è rivelata la migliore ventola di tutte. Prestazioni eccezionali data la rumorosità complessiva, con una timbrica davvero soft se rapportata alla concorrenza, sia al massimo dei giri di rotazione che al minimo, dove eccelle e dimostra tutta la sua bontà, specialmente se rapportata alla NF-P12.

Ci sarebbe inoltre piaciuto analizzarne gli spettri di frequenza, ma per motivi logistici e di tempo non ci è stato possibile implementarli. Saranno oggetto di un’integrazione all’articolo che state leggendo, in rapporto anche a molti altri modelli di differente diametro. Abbiamo molte novità in cantiere quindi restate sintonizzati.

 


 

Conclusioni

 

Siamo giunti alla conclusione di questo grande roundup e vi invitiamo alla lettura dei commenti nel paragrafo dei risultati di test, quindi procediamo solo a riportare una votazione sommaria per ogni ventola presa in esame.

NOTA: scala da 1 a 5, più è elevato il valore, migliore è il risultato. Un valore elevato nella colonna del rumore implica un’impronta acustica qualitativamente migliore, e quindi una rumorostià inferiore rispetto alle altre soluzioni. Sebbene possa sembrare scontato, lo facciamo presente. Facciamo presente anche che le valutazioni prestazionali sono su scala assoluta e tengono in considerazione ventole con regime di rotazione che varia da 800 a ben 5400 RPM. Con un divario del genere, alcune ventole potrebbero ricevere una valutazione più bassa di quanto cisi potrebbe aspettare. Precisiamo inoltre che è un giudizio cumulativo, derivante quindi anche dalla bontà del design, che però costituisce solo un parametro teorico, da verificare appunto nel banco di test. E’ questa la ragione della presenza di questi due parametri, l’uno teorico e l’altro pratico. Il totale non è frutto solamente della media, ma anche dell’impressione personale che il dato modello ci ha fornito, complessivamente.

 

VALUTAZIONE DELLE VENTOLE IN ESAME 

ROUNDUP 2012 120mm

PRESTAZIONI

RUMORE

DESIGN

PREZZO

TOTALE

Alphacool 120mm

4

3

3.5

4.5

3.5

Enermax Apollish 140mm

/

4

4.5

4.5

4

Enermax Vegas DUO

3.5

3.5

5

4.5

4

Enermax Vegas TRIO

3.5

3.5

5

4.5

4

Gelid Wing12PL LED

3.5

3.5

4.5

4

4

Nanoxia FX-2000

3.5

3

4.5

4

4

Noctua NF-F12

4.5

4.5

5

5

5

Noctua NF-P12

3.5

5

4.5

4

4

Noctua NF-S12

3.5

5

4.5

4

4

Phanteks PH F-120S PWM

4

4.5

4.5

4.5

4.5

Phanteks PH- F-140S PWM

/

4.5

4.5

4

4

Phobya 180mm Black

/

4.5

3.5

4

4

Phobya 180mm Red LED

/

4.5

5

5

5

Phobya G-Silent 12 1500rpm red LED

3.5

4

4

4.5

4

Phobya Nano-2G 12 PWM 1500 red LED

3.5

4

4.5

4

4

Phobya Nano-G 14 Silent waterproof 1000RPM S7

/

4

4

4

4

Phobya Nano-G 12 PWM Silent 1500 red LED

3.5

4

4

4

4

Prolimatech Aluminum 140mm

5

3.5

5

5

5

Prolimatech BlueVortex 120 LED

3.5

3.5

4

4

4

Prolimatech BlueVortex 140mm Blue/Red LED

/

4.5

4.5

5

4.5

Scythe Gentle Typhoon 3000

4.5

3.5

5

5

4.5

Scythe Gentle Typhoon 4250

4.5

2.5

5

4

4

Scythe Gentle Typhoon 5200

5

2

5

4

3.5

Silenx iExtrema 120mm

3.5

4

3

4

3.5

 

Riportiamo il prezzo medio in Europa di queste ventole (prezzi in € tasse incluse).

 

Da 120mm

Alphacool 120mm                                                                               6.00

Enermax Vegas DUO 120mm                                                           19.90

Enermax Vegas TRIO 120mm                                                          21.90

Gelid Wing12PL 120 Blue LED                                                        19.90

Noctua NF-F12                                                                                19.90

Noctua NF-P12                                                                                19.90

Noctua NF-S12                                                                                17.90

Nanoxia FX-2000                                                                             12.90

Phanteks PH F-120S PWM                                                              19.90

Phobya G-Silent 12 1500rpm red LED                                              7.20

Phobya Nano-G 12 PWM Silent 1500 red LED                                10.20

Phobya Nano-2G 12 PWM 1500 red LED                                        14,25

Prolimatech BlueVortex 120mm Blue/Red LED                                12.90

Scythe Gentle Typhoon 3000                                                          19.90

Scythe Gentle Typhoon 4250                                                          19.90

Scythe Gentle Typhoon 5200                                                          19.90

Silenx iExtrema 120mm                                                                    15.90

 

Da 140mm (analizzate solo esteriormente)

Enermax Apollish 140mm 750 RPM                                               10.90

Phanteks PH- F-140S PWM                                                           21.90

Prolimatech BlueVortex 120mm Blue/Red LED                              12.90  

Prolimatech BlueVortex 140mm Blue/Red LED                              12.90

Prolimatech Aluminum 140mm                                                       22.90

Phobya Nano-G 14 PWM Silent waterproof 1000RPM S7             12.20

 

Da 180mm (analizzate solo esteriormente)

Phobya 180mm Black                                                                    13.00                         

Phobya 180mm Red LED                                                              18.30

 

Infine assegniamo i seguenti award:

design

Design Award alle Enermax Vegas Duo e Trio, alla Noctua NF-F12 e alla Prolimatech Aluminum

 

performance

Performance Award alle Scythe Gentle Typhoon

 

best buy

Best Buy Award alla Noctua NF-F12 e allle Phobya G-Silent 12 e 18

 

oro

Gold Award alla Phanteks PH-F120S, alla Noctua NF-F12, alle Prolimatech Blue Vortex e Aluminum 140mm e alla Gentle Typhoon 3000 RPM

 

 

Si ringrazia Aquatuning, Phobya, Gelid, Enermax, Phanteks, Prolimatech e Noctua per i sample gentilmente concessi.

Trinca Matteo