Recensione Seagate FreeAgent 500GB

Parlare di Seagate significa parlare di dischi, questo perché, come molti già sanno, Seagate ne è uno dei maggiori costruttori sul mercato. In particolare negli ultimi tempi questo brand si è distinto per la sua dinamicità sia sul mercato, sia sul piano delle novità.

Ovviamente tutti sappiamo come negli ultimi anni nel settore hard disk non ci sono state novità sostanziali, ma sicuramente il mercato si è via via orientato verso la nuova serie di  dischi SATA che, per quanto non abbiano ancora soddisfatto le aspettative di grandi  miglioramenti di prestazioni, semplificano almeno l'installazione e migliorano l'interno dei  cabinet in termini di ordine e ingombro dei cavi.
Per quanto riguarda le novità, comunque, Seagate si è fatta notare da tempo per essere stata la prima ad introdurre sul mercato dei dischi con una nuova tecnologia di scrittura dei piatti: il perpendicular  recording. Tale tecnologia consente di aumentare in modo consistente la densità di registrazione dei piatti dei dischi e, conseguentemente, di aumentare la capacità dei dischi stessi.
Infatti sono già sul mercato dischi da 500 GB e dischi da 750 GB, mentre senz'altro non è  lontano il momento in cui si avranno a disposizione i primi dischi da 1 TB (1 terabyte =  1000 GB)

Oltre a quanto detto, tra le novità immesse sul mercato da Seagate, ci sono alcune serie di  supporti esterni e rimovibili che ritengo degni di nota: si tratta delle serie Free Agent, che includono vari prodotti nel settore delle unità esterne e di quelle trasportabili
In particolare parliamo dei prodotti

  • Free Agent Go Small
  • Free Agent Go
  • Free Agent Desktop
  • Free Agent Pro

 

 

 

Si tratta di una vasta gamma di prodotti, con capacità dai 12 GB ai 750 GB, ognuno pensato per utilizzi ed esigenze specifiche.

Abbiamo avuto la possibilità di testare un prodotto della serie Desktop, serie pensata per esegenze di archiviazione dati e, come dice il nome stesso, destinata a rimanere sulla scrivania per rendere disponibili i dati immagazzinati in qualsiasi momento.
I modelli compresi nella serie desktop, esteticamente identici, possono avere capacità di 250, 320 e 500 GB ed è proprio quest’ultimo che abbiamo avuto la possibilità di provare.

 

Prev
Next »