Recensione Asus GeForce ENGTX295/2D/1792MD3/A.

Tags: vgaoverclockscheda videorecensioneAsushardwaregtx295
Foto-Asus-GeForce-GTX295-001La scheda video giunta in redazione appartiene al noto marchio ASUS, il quale rappresenta da sempre per gli appassionati del settore, garanzia di assoluta affidabilità e livello qualitativo. ASUSTeK è da diversi anni leader nella produzione  di mainboard, ha progressivamente esteso il proprio business alla produzione di diversi prodotti ad elevato contenuto tecnologico: notebook, schede video, dispositivi ottici, soluzioni broadband, server, Pocket PC, prodotti per il networking, display LCD, telefoni cellulari, PDA phone, GPS e Ultra Mobile PC, rendendo l'azienda di Asus uno dei produttori più completi nel palcoscenico mondiale. 
Tra i fattori che hanno contribuito al suo successo, particolare rilievo viene, infatti, attribuito all'avanzato reparto di Ricerca e Sviluppo dell'Azienda, che impiega attualmente circa 2500 ingegneri altamente qualificati, operanti secondo un programma di "Total Quality" finalizzato al costante miglioramento dei livelli qualitativi. I controlli predisposti da ASUS sono particolarmente rigorosi anche durante le fasi di produzione e partono dall'esame delle materie prime e dei componenti per poi estendersi a tutte le singole fasi del processo, sino alle verifiche di affidabilità e le prove in "ambiente simulato" (EMI test, shock test, vibration test ed altri test in differenti condizioni ambientali), cercando di  dare la cliente la massima espressione tecnologica. ASUS opera, infatti, secondo un innovativo modello industriale di "integrazione verticale aperta" in grado di garantire allo stesso tempo il massimo controllo qualitativo ad ogni livello ed una continua ottimizzazione dei costi produttivi.

La scheda video è costituita da due chip grafici GT200B integrati su PCB differenziati solo dalla presenza del pettine PCI Express 16x meccanico su uno di essi.

A onor di cronaca, ricordiamo che la concorrente AMD con la soluzione Radeon HD4870X2 è riuscita ad integrare le dual GPU su un singolo PCB.

I due PCB sono collegati tra loro con una piattina, un chip dedicato si occupa di moltiplicare le linee PCI-E per rendere disponibile su un solo connettore fisico, le due schede video integrate. La GeForce GTX295 è già compatibile con lo standard PCI-E 2.0. Due GPU in modalità SLI possono venir ora utilizzate su qualsiasi scheda madre dotata di uno Slot PCI Express 16x, a prescindere da quale chipset si utilizzi.

I driver sviluppati da Nvidia sono infatti in grado di abilitare la tecnologia SLI, indispensabile per poter sfruttare le due GPU in parallelo con applicazioni 3D, anche senza la presenza di un chipset Nvidia certificato per il supporto alla tecnologia SLI.
Il poter avere a disposizione due GPU che operano in parallelo permette di ottenere un raddoppio “teorico” dei frame al secondo generati da uno specifico gioco, chiaramente parliamo di incrementi massimi teorici in quanto in realtà questo raddoppio di prestazioni non avviene per diversi motivi:
  1. I driver video devono essere dotati di un proprio profilo che permetta di sfruttare la presenza di due GPU con uno specifico gioco: qualora così non fosse, infatti, si otterrebbe un funzionamento con una sola GPU;
  2. Le impostazioni utilizzate per il gioco devono essere tali da permettere di sfruttare la potenza elaborativa addizionale della seconda GPU; la risoluzione video pertanto deve essere la più elevata possibile, e lo stesso vale per le impostazioni qualitative di anti aliasing e filtro anisotropo.

Questo spiega per quale motivo le prestazioni velocistiche con una configurazione multi GPU non siano mai doppie rispetto a quanto ottenibile utilizzando una sola GPU, a parità delle restanti caratteristiche tecniche. In linea generale si assistono ad incrementi variabili da pochi punti percentuali sino, nei casi limite, a oltre il 90%.

Pertanto ci troviamo di fonte ad una Dual GPU, o meglio sarebbe definirla singola scheda con le prestazioni di due GTX275 in SLI.
Le soluzioni multi gpu, si sono susseguite negli anni fin dal lontano 1997, quando 3dfx , introduce per la prima volta la tecnologia SLI (Scan Line Interleave).

Le prestazioni di una coppia di Vodoo2 erano doppie rispetto a quelle di un sistema dotato di un singolo acceleratore grafico, un boost prestazionale che le attuali tecnologie purtroppo non riescono a riprodurre.
3dfx aveva aperto una nuova strada di sviluppo delle GPU, i costi e la complessità di queste architetture però, rimasero legati ai mercati di nicchia.

Una retro-recensione di come funzionava uno SLI di due Vodoo2 la potete trovare qui: Retrorecensione: voodoo2 sli 12mb

ATI lanciò nel 2000, una sua scheda video dotata di 2 gpu, la ATI RAGE FURY MAXX , quest'ultima era dotata di due GPU RAGE 128, purtroppo la sua vita fu relativamente breve e ATI abbandonò dopo pochi mesi lo sviluppo dei driver.
Per il mercato professionale, furono create schede video basate su GPU R300 (quella delle famose Radeon 9800), utilizzate soprattutto in simulatori di volo professionali.
Negli ultimi anni, le soluzioni multi GPU sono tornate in voga con l'acquisizione di NVIDIA delle tecnologie 3dfx, e con la nascita della tecnologia CrossFire di ATI. La scheda video GTX295 è l'antagonista diretta della Ati HD4870X2.

Foto-Asus-GeForce-GTX295-002

NVIDIA con la sua ultima nata GTX295, ha introdotto il nuovo processo produttivo, portandolo da 65 a 55nm, che consente, in primo luogo al produttore e solo secondariamente al consumatore, di contenere i costi legati rispettivamente alla fabbricazione e acquisto della scheda.
NVIDIA ha lasciato libertà ai vari partner di implementare le GeForce GTX 295 secondo le esigenze di magazzino dei singoli produttori. La Asus ENGTX295/2D/1792MD3/A è praticamente identica alla scheda di riferimento di NVIDIA, segno di una particolare cura del PCB e scelta dei componenti discreti. La scheda video così come viene commercializzata nella versione di riferimento NVIDIA, è ricoperta interamente da una solida copertura metallica.
Non vi sono componenti attivi o passivi a vista, il case offre un'ottima resistenza meccanica e una notevole resistenza strutturale, ma non lascia praticamente intuire il lavoro di ottimizzazione della struttura interna.
Osservando più attentamente la scheda, si può captare la presenza di due schede "speculari" . Infatti guardando i connettori DVI, si nota che essi sono girati fra loro di 180°.
Le GPU sono posizionate l'una di fronte all'altra, tra di loro è installato un generoso dissipatore, che si occupa di raffreddarle contemporaneamente.

Foto-Asus-GeForce-GTX295-003 Foto-Asus-GeForce-GTX295-004

La scheda video è costituita da due chip grafico denominato GT200B sviluppato con il nuovo processo produttivo a 55nm.
La GeForce GTX 295, ha 480 stream processors  "240+240" , l'architettura del bus è a 448 bit di ampiezza. Sono presenti ben 28 ROPs e 1792 MB di ram.
I moduli di memoria adottano la tecnologia GDDR3, con frequenza di funzionamento pari a 2.000 Mhz, che porta l'ampiezza della banda di memori a ben 220 GB/s.
In questa recensione analizzeremo le caratteristiche principali, le prestazioni e le doti di overclock che la scheda sarà in grado di fornirci.
NVIDIA ha implementato nelle schede GeForce GTX 295 il proprio video processing engine chiamato “ Pure Video HD” di seconda generazione.
Il “ Pure Video HD è dotato di una migliore gestione dei flussi video ad alta definizione rispetto a quanto messo a disposizione dal VP1 implementato nelle precedenti GPU G80 di Nvidia.
Prev
Next »