AMD Radeon HD 7770: Cape Verde per tutti

radeon_hd_7770_frontA poco tempo dalla recensione della serie AMD HD 7800 vi presentiamo la fascia bassa delle nuove GPU AMD a 28nm. Con il nome in codice Cape Verde XT la AMD Radeon HD 7770 è una scheda indicata ai gamers non particolarmente esigenti,  che sono più attenti a non sborsare cifre esorbitanti  per godersi appieno le potenzialità grafiche dei giochi di ultima generazione.

 

 

Giunta subito dopo le GPU Tahiti, la serie Radeon HD 7700 rappresenta il proseguo di quella che con le HD 5700 e successivamente con le HD 6700 con il passaggio ad HDMI 1.4, è stata la fascia produttiva più remunerativa della casa produttrice, forte di un costo alla portata di tutti e del basso consumo energetico la fascia entry è infatti quasi sempre la preferita dagli utenti non interessati all'overclock e alla grafica enthusiast.

amd_radeon

 

Facente parte della famiglia delle GPU Northern Island, le Radeon HD 7700 sono caratterizzate da un processore Graphics Core Next a 28nm operante alla frequenza base di ben 1GHz per il modello HD 7770; è interessante far notare che la piccola di casa AMD è stata la prima GPU ad essere stata commercializzata con una frequenza operante così elevata. Una elevata frequenza operativa della GPU va in parte a colmare il gap creato dal ridotto numero di Stream Processors rispetto alle HD 5770, si passa infatti dagli 800SP della HD 5770 ai 640 della HD 7770, un distacco che diventa abissale se paragonato al numero degli Stream Processors della HD 7970, ben 2048, anche se siamo in presenza di una nuova tipologia di architettura rispetto alla precedente generazione. Anche la frequenza operativa delle memorie GDDR5 sono diminuite  rispetto alle HD 5770, in questo caso però la differenza è solo di 300MHz, 4,8GHz della HD 5770 contro i 4,5GHz effettivi della HD 7770.

La HD 7770, come la HD 7750, come andremo a vedere si presterà ottimamente anche per il sistemi HTPC, andiamo dunque a scoprire come se la cava Cape Verde XT nella nostra nuova suite di test inaugurata con la recensione delle HD 7800.

 

Prev
Next »