Recensione Intel D975XBX BAD AXE

Recensione Intel D975XBX BAD AXE

In questo periodo c'è grande attesa per le nuove CPU di casa intel e gli appassionati delle prestazioni assolute sono alla ricerca di schede madri che supportino i nuovi Conroe.

La scheda madre che vi mostriamo oggi si pone come il top di gamma nel segmento Desktop board di intel e come vedremo in questa recensione non solo tra le schede intel.

Image

Ciò che salta subito all'occhio oltre il colore della scheda sono i dissipatori posti sopra i Mofset per ottimizzare lo scambio termico. Quest'ultimi sono molto curati, come del resto tutti i particolari della scheda e faranno sicuramente la gioia dei Modder.

Le principali caratteristi tecniche della Intel D975XBX sono:

 

Intel® Desktop Board D975XBX Features


Form Factor

ATX (12.00 inches by 9.60 inches [304.80 millimeters by 243.84 millimeters])

Processor

 

Support for Intel® Pentium® Processor Extreme Edition (in an LGA775 socket with a 1066 or 800 MHz system bus)

 

Support for Intel® Pentium® 4 Processor Extreme Edition supporting Hyper-Threading Technology† (in an LGA775 socket with a 1066 MHz system bus)


Support for Intel® Pentium® D Processor (in an LGA775 socket with a 800 MHz system bus)


Support for Intel® Pentium® 4 Processor supporting Hyper-Threading Technology† (in an LGA775 socket with a 800 MHz system bus)


View all supported processors

 
Memory

 

Four 240-pin DDR2 SDRAM Dual Inline Memory Module (DIMM) sockets

 

Support for 667 and 533 MHz DDR2 DIMMs


Support for up to 8 GB of system memory


Support for ECC and non-ECC memory

 
Chipset

Intel® 975X Express Chipset

I/O Control

Legacy I/O controller for diskette drive, serial, parallel, and PS/2* ports

Audio

Intel® High Definition Audio subsystem

LAN Support

Gigabit (10/100/1000 Mbits/sec) LAN subsystem using the Intel® 82573E/82573L Gigabit Ethernet Controller

Peripheral Interfaces

 

Eight USB 2.0 ports

 

One serial port


One parallel port


Four Serial ATA interfaces with RAID support (four additional interfaces available with optional discrete RAID controller)


One parallel ATA IDE interface with UDMA 33, ATA-66/100 support


One diskette drive interface


PS/2 keyboard and mouse ports

 
Expansion Capabilities

 

Two PCI Conventional bus add-in card connectors (SMBus routed to both PCI Conventional bus add-in card connectors)

 

One Primary PCI Express* x16 (electrical x16 or x8) bus add-in card connector


One Secondary PCI Express* x16 (electrical x8) bus add-in card connector

 
One PCI Express* x16 (electrical x4) bus add-in card connector

 
 

 

Da notare l'adozione Intel® High Definition Audio subsyste, destinato a sostituire il vecchio standard AC'97, sviluppato circa dieci anni fa, con un audio multicanale 7.1 in qualità DVD. Intel tramite la tecnologia HDA è in grado di fornire una qualità audio superiore a quella attuale grazie un'architettura potenziata e ad una larghezza di banda più ampia che consente la trasmissione di audio multicanale a 192 kHz e 24 bit, oltre che al supporto per i formati multicanale di ultima generazione. La scatola si presenta imponente per poter contenere tutti gli accessori che vengono forniti insieme alla scheda madre.

 

Image


Image


Image

Una cosa che ci ha lasciato un pò di dubbi è la lunghezza del cavo floppy..apparte questo, tutti  i cavi sono di ottima fattura e di buon impatto visivo

 

Image

 

Nel pannello frontale troviamo un ingresso per il mocrofono, un'uscita per le cuffie, due porte usb e per finire una porta firewire. Inoltre è possibile cambiare il colore del frontalino tramite una mascherina inclusa nella confezzione

 

Image

 

Come potete vedere non manca proprio niente.

La scheda in funzione:

Prima però dell'analisi bisogna fare una precisazione, solo dalla rev 304 sono supportati i conroe in particolare le nuove revisioni di queste schede madri aggiungono dieci resistori e due condensatori alle precedenti revisioni delle D975XBX e presentano un bios aggiornato alla versione 0618. Entrando nel bios abbiamo notato una certa lentezza nel passaggio tra le vari menu, dovuto forse ad una versione ancora non matura del bios che verra sicuramente risolta nelle release successive. Una delle particolarità di questa scheda consiste nel non avere il classico jumper di reset del Cmos. In caso di configurazione errata tramite un opportuno jumper si entra in modalità config e si può rimediare all'errore.

Image

 

Image

 

Image

 

Inoltre di default non è possibile variare valori come vcore e vdimm ma bisogna intervenire tramire una mod. Una volta realizzata la mod si ha la possibilità di entrare in un menu di configurazione molto più dettagliato.

Image


Image


Image

la scheda si è dimostrata molto tollerabile all'aumento della frequenza di bus riuscendo ad arrivare alla frequenza di 475Mhz. Molto superiore rispetto alle concorrenti.


Image

Configurazione di prova:

Conroe E6600 9x405 vcore 1.32

Intel D975XBX Rev 304

2X1GB Mushkin redline pc8000

Image

Image

Image


Image

 

Conclusioni:

Dai nostri test la Intel D975XBX si è dimostrata una scheda solida, capace di dare molte soddisfazioni in overclock non trascurando allo stesso tempo la cura degli accessori e l'estetica della motherboard. Ci sentiamo di consigliare questa scheda a tutti coloro che cercano prestazioni assolute senza badare al prezzo e che considerano gli accessori della asus P5W  DH deluxe superflui.

Prestazioni: Image

Rapp. Qualità/Prezzo: Image

Giudizio Complessivo: Image

Image

Marco Cimino