MSI 790FX-GD70 per AM3, un nuovo inizio!

Tags: atiamdam3recensioneMSiphenom II790FXFlat Fins Copper-PipeAMD/ATIbiosscreenshot
introI ricordi più positivi riguardanti AMD risalgono a tre o quattro anni fa quando uscì il chip K8, la prima cpu per desktop ad integrare processori dual-core. Questa architettura ha alzato le performance e abbassato le temperature e divenne uno dei prodotti più popolari nel giro di pochissimo tempo.

Intel cercava di contrastare AMD con la sua architettura denominata P4, ma anche con l'aggiornamento al nuovo socket LGA775 le performance non aumentarono più di tanto. Questa lotta continuò per due anni fino all'introduzione sul mercato dei processori Core 2 Duo da parte della stessa Intel, in quel momento iniziò una nuova era di dominio da parte di quest'ultima, che continua tutt'ora!

Con largo anticipo AMD si vide costretta a rilasciare i processori AM2 Phenom con i quali tentò di combattere il predominio di Intel con l'introduzione della nuova cache L3 e del processo produttivo a 65nm, ma tutto questo non fece altro che alzare le temperature e il consumo e rese quasi impossibile overcloccare queste cpu a frequenze superiori ai 3.2~3.6 GHz.
Tutto è cambiato nel Gennaio del 2009 quando i nuovi AM2 Phenom sono stati rinnovati con l'introduzione del Phenom II con processo produttivo a 45nm. Questo nuovo processore sta già attirando verso di se grandi attenzioni da parte dei media e degli utenti. Dai test si è visto come le temperature siano scese di molto mentre le frequenze raggiungibili anche solo con un dissipatore ad aria sono elevate (i 4GHz non sono più un sogno ma una realtà).

AMD è quindi tornata con una nuova release del suo chip. A febbraio del 2009 inoltre è stato presentata la prima piattaforma AMD con il supporto delle DDR3 denominata appunto AM3.

Oggi andremo ad analizzare la nuova scheda madre AM3 della MSI, il modello 790FX-GD70, con supporto per i nuovi AMD Phenom II con triplo e quadruplo core e naturalmente per le DDR3.
MGD7001 MGD7002
Prev
Next »