Maximus VI Impact: la piccola scatenata di casa ASUS

008Oggi abbiamo l’occasione di recensire la prima scheda ROG ultra-compatta di casa Asus. In passato ASUS ha riscosso grande successo con schede madri dal formato contenuto, , tra cui le ROG “Gene”, in standard micro-ATX. Recentemente, ASUS ha puntato anche sullo standard mini-ITX, ideale per gli appassionati SFF. La P8Z77I-Deluxe ha riscosso un grande successo, ed è servita da trampolino di lancio per quel concentrato di tecnologia che è destinato a restare nella storia di casa ASUS. Muniti di lente d’ingrandimento, oggi vi sveleremo i segreti della Maximus VI Impact.

 

 

 

 

 

 

asus logo

 

La vera forza della Maximus VI Impact è che, non solo è riuscita a conservare tutte le caratteristiche della serie ROG Z87, ma è riuscita a spremere ulteriormente le già ottime prestazioni dei modelli più “grandi”, ma non per questo migliori. Il vantaggio del formato mini-ITX è ben presto balzato agli occhi degli overclockers, specialmente per quanto riguarda l’overclock delle RAM, che beneficiano della ridotta distanza tra CPU e slot DDR3.

La Maximus VI Impact, lo ricordiamo, è destinata alle CPU socket Intel LGA 1150, caratterizzate dalla nuova architettura Haswell. Troviamo quindi la presenza dell’Hub Z87, e una serie di feature destinate all’overclock, quali i pulsanti ON/OFF e di Reset oltre che i punti di rilevazione delle tensioni. Non basta? Bene, sappiate che chi è in possesso dell’OC Panel può utilizzare questo prezioso accessorio tranquillamente anche sulla Maximus VI Impact, dato che Asus è riuscita a ricavare lo spazio anche per il necessario connettore. Ma vediamo in dettaglio le caratteristiche di questo gioiellino della tecnologia ed addentriamoci scoprendone pregi e difetti della Maximus VI Impact.

ASUS Maximus VI Impact Prodotto recensito da Valter D'Attoma in data 27 gennaio 2014. Voto: 5. Prezzo medio in Italia 210€

 

Prev
Next »