Asus Rampage II Extreme

introDal lancio del Core i7 da parte di Intel ormai è passato qualche mese, ci sembra giusto quindi portarvi a scoprire una delle migliori schede madri high-end che si possano trovare attualmente sul mercato. Stiamo parlando della Asus Rampage II Extreme. Questa scheda deriva direttamente dalla sorellina minore che montava i migliori componenti per processori Core 2 Duo / Quad, e da essa ne riprende lo stile.

Siamo infatti di fronte ad un degno erede di quella che è stata la mainboard più utilizzata dai maggiori esponenti in campo di overclock.
Nella Rampage II ritroviamo alcune delle features che erano state presentate nel precedente modello, stiamo parlando infatti della tecnologia TweakIT, del sistema di raffreddamento passivo che va a toccare quasi tutti i componenti di maggior importanza (dai chipset alle fasi di alimentazione).

La Rampage II Extreme ci arriva in una scatola rossa che fa subito capire l’indole della scheda. Aperta la confezione troviamo in bella mostra la scheda in tutto il suo splendore, sul retro sono riportate le principali caratteristiche.

box1 box2 box3

SchedaAd un primo sguardo questa mainboard è molto simile alla Rampage Extreme, anche se in realtà le differenze sono molte e importanti. Ad esempio nella precedente eravamo abituati al semplice raffreddamento passivo con l’opzione del watercooling sul northbridge, mentre la Rampage II estreme è completamente raffreddata passivamente (anche se possiamo facilmente smontare alcune parti per inserire un raffreddamento tramite wb), questo a prima vista potrebbe essere una grave mancanza, ma bisogna ricordare che il nortbridge non ha più bisogno di un raffreddamento pesante visto che il controller di memoria è stato spostato all’interno della CPU Core i7. Asus comunque ha inserito nel bundle una ventola Clip-On da poter agganciare sul retro del pannello I/O per abbassare le temperature di esercizio. Noi personalmente non l’abbiamo mai utilizzata.
Prev
Next »