[Anteprima] MSI Z77A-GD65

msi_z77a_gd65MSI ad una delle più importanti fiere di “information and communication technology”, quale il CeBIT 2012 di Hannover, ha svelato le proprie carte presentando in anteprima mondiale le schede madri progettate per supportare al meglio i processori Intel di prossima uscita, meglio conosciuti con il nome di  Ivy Bridge.








Stiamo parlando della nuova generazione di chipset serie 7 pensati per le prossime piattaforme Intel con socket LGA 1155. Il nuovo chipset Intel Z77  rappresenta una consistente innovazione rispetto alla precedente generazione, introducendo finalmente il supporto nativo allo standard USB 3.0, di cui Intel è stato il primo promotore. Noi abbiamo avuto l’occasione di testare la Z77A-GD65 che porta in dote il chipset nella sua variante più spinta. Vediamo quali assi nella manica nasconde.

005

Il layout è contraddistinto dal perfetto connubio di colori blu e nero.

006a  006b  019

Il socket è il medesimo del precedente generazione, LGA 1155, con la tipica chiusura a singolo perno centrale. Predominanti i due dissipatori passivi uniti con tecnologia Heat Pipe.

 

military-class-components

 

La componentistica di derivazione militare si è ulteriormente evoluta che adesso è di 3° generazione. I condensatori allo stato solido Hi-c Cap, le induttanze SFC, uniti ai nuovi integrati DrMOS II offrono quanto di meglio e tecnologicamente avanzato si può trovare su schede madri del fornitore MSI.


007

Nel pannello I/O posteriore troviamo due delle 4 porte gestite dal chipset, mentre le schede madri con  chipset Intel Z68 dovevano ricorrere a controller di terze parti. Chiudono il quadro delle connessioni 4 porte USB 2.0, una connessione fast Ethernet 10/100/1000 controllati dal chip Intel 82579V, i consueti 6 jack da 3.5mm per l’audio HD 7.1 canali gestiti dal Realtek ALC898. Abbiamo numerose uscite video, come una connessione in standard HDMI, un’uscita 15 pin D-Sub (VGA), un’uscita DVI. Completano il quadro generale delle connessioni posteriori due connettori, uno coassiale ed un altro SPDIF ottico. Infine non poteva mancare il consueto pulsante per il Clear del CMOS.

008
Il numero di slot d’espansione beneficiano del nuovo standard PCI Express 3.0. Tre sono meccanicamente ed elettricamente compatibili con lo standard x16, mentre i restanti 4 (neri) sono a velocità x1.

009  010

Dalle macro risaltano il chip Fintek F71889AD dedicato a numerose funzioni di monitoring ed il chip Audio Realtek ALC898 che permette di realizzare un sistema Hi-Fi multicanale fino ad un massimo di 8 canali (7.1) in alta definizione e conforme alle specifiche Azalia 1.0.
.
011  012  013

I connettori che troviamo lungo la linea di base perimetrale della Z77A-GD65 provvedono a replicare ulteriormente i connettori audio nonché USB2 ed USB3, oltre al FireWire 1394

014  015

Grazie ai processi di miniaturizzazione che consentono di inglobare nella CPU sempre maggiori funzionalità, al South Bridge è relegato il solo compito di gestire i canali per i dispositivi di massa, audio ed Ethernet. Per cui il calore che si sviluppa è minimo e i dissipatori utilizzati sono scelti più per un impatto estetico che di reale necessità. Utilissimo invece si rivela ancor oggi il display a 2 cifre per la lettura dei codici in fase di boot e poter intervenire in modo mirato all’occorrenza in caso di problemi. Per finire il numero di porte SATA presenti sul PCB direttamente collegate al Chipset Intel Z77 sono 6, di cui le 2 bianche in standard SATAIII 6Gbps, le altre 4 nere sono invece in standard SATAII 3 Gbps. Sono presenti inoltre altre due connessioni SATAIII 6Gbps (anch’esse bianche) ma sono collegate al controller ASMedia ASM1061.

016  017

Altra novità nella Z77A-GD65 troviamo i V-Check Points, come li chiama il fornitore che offrono con l’ausilio di un Multimetro la possibilità di lettura diretta delle tensioni rispettivamente del Vcore, Vtt, Vddr, Vgpu e del Vpch. Altra novità che farà piacere chi utilizza le Mainboard a banco, i tasti di Accensione, Reset e OC Genie con cui si può richiamare un livello di overclock pre-impostato dall’utente, che in questa edizione è stato aggiornato alla versione 2.

018

I 4 slot di memoria presenti sul PCB, di tipo DDR3, consentono d’installare un massimo di 32 GB distribuiti su 4 Dimm da 8 GB ciascuna e tramite overclock MSI con la Z77A-GD65 riesce a spingere la frequenza delle memorie fino a 2666 MHz.

030

Utilizzando i componenti hardware in tabella abbiamo eseguito alcuni test per verificare, in anteprima assoluta e con l’ultima versione di Bios che il fornitore ci ha fatto avere, la competitività della scheda comparata ad altre soluzioni di altri brand, a parità di socket.

 

Prev
Next »