AMD Interlagos: l’architettura Bulldozer per il mondo server

Tags: amdIntelOpteronreviewrecensionecoreserverbulldozerCloudaesinterlagoshpc16computingdatabasevirtualization

thumb_logoIn questo articolo vi presentiamo la nuova architettura server di AMD basata sul core di classe Bulldozer. Vi descriveremo le CPU serie 4200 per sistemi a 1 e 2 socket e serie 6200 per sistemi a 2 e 4 socket per un massimo di ben 64 core.

[ENGLISH VERSION]

 

La sempre maggior richiesta di servizi web e/o cloud ha fatto aumentare la necessità di installazioni di piattaforme e sistemi server. La soluzione più efficiente ed economica attualmente maggiormente utilizzata è la virtualizzazione: una sola macchina fisica può simulare svariate macchine, anche centinaia. Basta avere una quantità sufficiente di Core e RAM. Tipicamente almeno un Core e 1GB di RAM per macchina virtuale. E’ quindi nata l’esigenza di avere il maggior numero possibile di core e slot DIMM per un singolo sistema. Attualmente le server farm sono composte da torri comprendenti qualche decina di slot per altrettanti rack, ognuno ospitante un sistema completo. Va da se che tanti più core e DIMM un rack può ospitare, rimanendo anche in un consumo e calore accettabile, tanto maggiore è il numero di server virtuali che si possono ospitare.

AMD_Interlagos_1

I requisiti per una piattaforma server sono dunque l’economicità per il cloud, la scalabilità per la virtualizzazione, ossia la capacità di ammettere molte macchine virtuali senza perdere in prestazioni e la potenza di elaborazione per l’HPC, ossia l’High Performance Computing.

AMD_Interlagos_2

Prev
Next »