Philips 241B7QPJEB

Un tocco ecologico al proprio ufficio (o postazione personale) può, e anzi dovrebbe, passare anche per il PC che si utilizza e il monitor è uno di quei componenti che non fa di certo eccezione. Con la certificazione TCO Edge (almeno l’85% di plastiche riciclate), funzionalità PowerSensor e altre diavolerie indirizzate al risparmio energetico e alla salute dell’utente, Philips propone il monitor 241B7QPJEB che vuole essere il più possibile vicino a questa filosofia.

Philips 241B7QPJEB 22

Un sensore in grado di rilevare la presenza dell’utente non è di certo una cosa nuova nell’ambiente dei monitor, ma è una features che non dovrebbe mancare in taluni dispositivi che vogliono essere rispettosi dell’ambiente. Il sensore PowerSensor è posto nella cornice inferiore e rileva la presenza dell’utente quando la distanza è compresa tra i 30 e i 100 cm, con un’angolazione di cinque gradi per lato. Sono possibili quattro regolazioni di potenza del segnale e il produttore consiglia di impostare la maggiore (valore 4) quando si è al massimo a 120 cm dal monitor. Quando l’infrarosso non rileva la presenza dell’utente, automaticamente il monitor entrerà in Saving Mode On, diminuendo molto la luminosità e quindi i consumi. Non appena si tornerà nella postazione il monitor riprenderà automaticamente (e velocemente) le impostazioni predefinite.

Prev
Next »