28 Novembre 2014
Feed RSS Facebook Twitter Google Plus Linkedin Youtube

• Notebook

BenQ EW2740L; il monitor che si prende cura dei tuoi occhi

Monitor 26No, il BenQ EW2740L non vi instillerà un po’ di collirio dopo lunghe sessioni di utilizzo, né vi metterà un paio di fette di cetriolo sugli occhi, ma è dotato di due tecnologie che riducono l’affaticamento visivo e giramenti di testa, per chi ne soffre, dovuti all’utilizzo di monitor sprovvisti di queste features.

benq logo

La serie di prodotti EW si aggiorna con due nuovi modelli presentati già da diversi mesi, ma che hanno fatto il debutto sul mercato da non molto tempo: l’EW2440L e l’EW2740L, entrambi dotati di un pannello AMVA con risoluzione Full HD. È presente una porta HDMI/MHL attraverso la quale sarà possibile collegare il proprio smartphone o tablet e visionare la schermata sul display più grande. Si può consultare la lista dei dispositivi mobile certificati MHL su sito ufficiale MHLconsortium. Ma di quali features “salva-occhi” sono dotati questi monitor?

Al giorno d’oggi ci sono diversi produttori che riportano una tecnologia definita flicker free. L’azione di illuminazione a LED può essere di tipo PWM (Pulse Width Modulation) o DC (Direct Current), dove nel primo caso vi è appunto una pulsazione a una data frequenza, mentre risulta del tutto assente nel secondo caso. Se la frequenza dei LED non è molto elevata, alcuni utenti più sensibili alla tecnologia potrebbero essere infastiditi da tale effetto (flickering), anche se ovviamente non risulta visibile, e avere il classico bruciore agli occhi o addirittura nausea. Il tutto può essere evitato con modulazione continua dei LED, appunto flicker-free.

A tutto questo si stanno aggiungendo anche tecnologie atte a ridurre l’intensità della luce blu emessa dai diodi W-LED. Ricordiamo che i W-LED sono costituiti da un LED che emette una luce blu che passa attraverso un fosforo giallo per dare una luce bianca e neutrale; di seguito una classica riproduzione dell’intensità della luce W-LED in relazione alla lunghezza d’onda.

WLED-spettro

La feature Eye-Care di BenQ include la tecnologia Low Blue Light che va proprio a ridurre il picco generato dalla luce blu, responsabile anch’essa di un maggiore affaticamento visivo. Sono presenti quattro setting all’interno delle impostazioni del menù del monitor che ne riducono l’intensità a seconda dell’uso; Multimedia (-30%), Navigazione web (-50%), Ufficio (-60%) e Lettura (-70%). Queste saranno analizzate più in dettaglio nel corso della recensione del BenQ EW2740L.

Comments  

 
#1 Le085 2014-04-14 13:48
Peccato, un monitor che ti mette i cetrioli non sarebbe stato male!
 

Devi Registrarti / Loggarti per poter commentare.

Pubblicità

RECENSIONE Creative SB Tactic 3D ALPHA

RECENSIONE Creative SB Tactic 3D ALPHA

Creative ha da poco lanciato sul mercato 2 cuffie appartenenti alla famiglia Sound Blaster, molto famosa soprattutto ai giocatori per i suoi prodotti relativi all'audio...

Leggi tutta la recensione sul Forum

Siti Affiliati

XtremeShack