• Posted
  • Hits: 4689

Recensione OCZ DDR3 PC3-14400 Platinum Edition XTC

intro_OCZ_1400.jpgDopo aver testato le ottime OCZ PC3-12800 1600MHz Platinum Edition XTC DDR3, nei giorni scorsi ci sono giunte in laboratorio la nuova soluzione di fascia alta da parte del noto produttore OCZ. Le memorie DDR3 in questi primi mesi del 2008, stanno facendo registrare buoni successi, grazie ad un maggior sforzo dei produttori, che diversificando le proprie proposte, riescono a ricoprire vari segmenti di mercato, abbattendo costi e ampliando la scelta finale del consumatore.

Ricordiamo che l’attuale progetto delle ram DDR3 non è uno stravolgimento ma un'evoluzione delle precedenti DDR2, infatti i dati vengono trasferiti su entrambi i fronti del segnale (salita e discesa) ottenendo così una duplicazione della velocità di trasferimento, cosi come avveniva con le DDR2.

Le memorie che andremo a recensire oggi sono le OCZ3P18002GK PC3-14400 1800Mhz XTC DDR3: un kit “2X1Gb” di DDR3 facente parte della serie PE, ovvero “Platinum Edition”.

I chip destinati alle memorie della famiglia “Platinum Edition” vengono selezionati accuratamente tra i migliori che escono dalle linee di produzione, e vengono testati affinché siano in grado di funzionare a frequenze elevate senza il minimo problema, consentendo alla stessa Ocz di garantire a vita i propri prodotti.

 

I moduli OCZ3P18002GK, proposti in kit da 2 Gbytes di capacità complessiva, sono certificati dal produttore per operare stabilmente a una frequenza di clock di 1.800 MHz, in abbinamento ad un voltaggio di alimentazione di 1.90V e timings pari a 8-8-8-24 – 2T (TCL-TRCD-TRP-TRAS - CMD).

Da notare come le specifiche indicate dal produttore siano per timings di accesso pari a 8-8-8-24 – 2T (TCL-TRCD-TRP-TRAS - CMD) alla frequenza di 1.800 MHz di clock, mentre sull'etichetta montata sul modulo di memoria vengono riportati valori di 8-8-8 non indicando il valore del TRAS.

 

IMGP2079.JPG

 

I timings più importanti per le ram sono:

  • Cas Latency Time (TCL): durante un operazione di lettura, rappresenta l'intervallo di tempo tra l'istante in cui il comando di lettura giunge ad una certa cella di memoria e quello in cui inizia il trasferimento dei dati. La denominazione è dovuta al fatto che, per individuare la cella di memoria, l'indirizzo di colonna viene selezionato sempre per ultimo (tramite il segnale Cas), successivamente a quello di riga.
  • Ras to Cas Delay Time (TRCD): costituisce l'intervallo di tempo che passa tra l'attivazione della riga e della colonna che identificano la cella di memoria in cui si vuole leggere o scrivere il dato, cioè il ritardo del segnale Cas rispetto al segnale Ras.
  • Ras Precharge Time (TRAS): rappresenta il periodo di tempo in cui una certa riga è attiva, prima che giunga il segnale precharge.
  • Row Precharge Timing (TRP): questo settaggio BIOS specifica il minimo ammontare di tempo tra due successive attivazioni allo stesso modulo DDR. Minore è l'intervallo, più veloce il prossimo banco di memoria può essere attivato in fase di lettura o scrittura

 

OCZ certifica i propri moduli per un funzionamento con voltaggio pari a 1,90V, superiore quindi di 0,40V rispetto alle specifiche JEDEC per memorie DDR3-1333, fornendo un margine di overvolt massimo sino a 2,00V senza invalidare la garanzia a vita.

Questi banchi, rappresentano attualmente il “Top” della proposta in ambito DDR3 da parte di Ocz, solo ed esclusivamente per le schede madri che non supportano un profilo Intel XMP. Infatti il modello di punta da parte di Ocz attualmente a 1800 Mhz è l’OCZ DDR3 PC3-14400 Intel XMP Ready Titanium Edition, garantito per funzionare a 1800Mz con timings di accesso pari a 7-7-7-24 – 2T con 2.05V.

Dalle prove condotte in laboratori siamo rimasti sorpresi, quando abbiamo osservato che il kit OCZ3P18002GK ha funzionato senza alcun problema alla frequenza di 1800Mhz a cas 7-7-7-24 – 2T impostando un voltaggio di 2.05V, in maniera stabile.
Questo, ci ha fatto capire che le ram altro non sono che le OCZ DDR3 PC3-14400 Intel XMP Ready Titanium Edition senza il profilo Intel XMP.
Da i test condotti in laboratorio, le ram non gradiscono il Command Rate (CMD ) impostato a 1T.

OCZ-DDR3-004.JPG

Raccomandiamo l’uso di un Command Rate a 2T per non aver alcun tipo di problema.


CMD (e' il Command rate) ed e' il tempo che passa tra l'attivazione del chip di memoria e quando un comando può essere inviato alla memoria stessa. 1T equivale a 1 ciclo di clock, 2T a due cicli di clock etc.
E' evidente che minore e' T maggiori sono le prestazioni. Il 2T invece da prestazioni inferiori, ma permette maggiore stabilità ed Overclock più spinti.

Ocz è una delle più grandi aziende nel mondo nella produzione di memorie DRAM, ma si è contraddistinta anche in altri settori riguardanti l’ hardware dei pc, come alimentatori e dissipatori di altissima qualità.
Al contrario di molti altri venditori di memorie DRAM, Ocz assicura di testare al 100% tutte le memorie che produce. Questo è importantissimo per gli utenti perché è indice di altissima qualità.

Prev
Next »