• Varie
  • Posted
  • Hits: 539

McAffe: aumento dei malware

Milano, 9 Febbraio 2009. McAfee, Inc. (NYSE: MFE) ha reso oggi note le previsioni sulle principali minacce di sicurezza per il 2009. Il trend principale previsto nel corso del nuovo anno è lo sfruttamento persistente della crisi economica per truffare gli utenti attraverso falsi servizi di transazioni economiche, società di investimento fasulle e consulenze legali fittizie. Il report riprende in esame le previsioni dello scorso anno e fornisce una nuova analisi sul possibile andamento delle minacce nel corso del 2009.

“Chi utilizza il computer si trova oggi a far fronte a una lotta pericolosa,” ha affermato Jeff Green, senior vice president dei McAfee® Avert® Labs, il gruppo di ricerca McAfee. “L’attuale crisi economica sta incidendo sempre più sul nostro benessere finanziario, mentre gli autori di malware approfittano dalla nostra disattenzione per sferrare colpi bassi a loro vantaggio.”

Le principali minacce dei McAfee Avert Labs previste per il 2009:

Minacce nascoste nel Cloud computing

I cyber criminali sono passati al “cloud” su Internet come principale veicolo di attacco approfittando dell’attrattiva del Web 2.0. McAfee stima che il trend continuerà nel corso del 2009, modificando così i vettori più tradizionali di distribuzione di malware.

Le minacce personalizzate hanno imparato le lingue

Le minacce continueranno a trovare nuove modalità per eludere le misure di sicurezza. Ne è un esempio l’esistenza di file binari a singolo utilizzo, che equivalgono all’attacco attraverso il singolo utilizzo di un numero di carta di credito utilizzato dai consumatori durante lo shopping online. Questi sistemi binari aiutano a creare una vasta serie di minacce che renderanno più arduo per le vittime risalire ai propri aggressori, e più difficile scoprirli. Inoltre, McAfee prevede la continua espansione di malware in lingue locali diverse dall’inglese. I criminali informatici si sono resi conto che diversificando le modalità di attacco a portata globale possono accedere a un campione sempre più ampio di identità e di informazioni preziose e confidenziali.

Il malware prende di mira l’elettronica di consumo

McAfee prevede un aumento degli attacchi contro i dispositivi più diffusi come penne USB e memorie flash utilizzate nelle macchine fotografiche, cornici digitali, e altri strumenti di elettronica di consumo. Questo trend continuerà a causa dell’utilizzo pressoché indiscriminato di memorie di archiviazione flash negli ambienti di lavoro, così come della grande diffusione tra i consumatori.

I lupi cattivi del Web e il Malvertising

L’anno scorso McAfee aveva inoltre previsto la diffusione di malware nascosto e perpetrato attraverso pratiche diffuse e popolari nel tentativo di “vendere” software fasulli o completamente illegali. McAfee prevede che questo trend proseguirà dal momento che i criminali informatici ritengono questo settore un mercato tuttora profittevole.

McColo: Gli effetti della battaglia

Il traffico di spam ha subito un incredibile declino in termini di volume quando gli Internet Service Provider hanno staccato la spina a McColo Corp., un host che arrivava ad essere fonte del 60% dello spam mondiale. Nel 2009, assisteremo a un cambiamento delle organizzazioni che passeranno da un ruolo di supporto passivo alle forze dell’ordine a un ruolo collaborazione attiva con gli ISP e altri enti di Internet come l’ICANN, per combattere in sinergia e bloccare l’accesso ai criminali alla rete e alle infrastrutture di sistema.

- Jacopo P. -