• Varie
  • Posted
  • Hits: 437

McAfee: ricerca 'The Security Paradox'

image001


Milano, 28 Ottobre 2009 – McAfee, Inc. (NYSE: MFE) ha presentato i risultati della propria ricerca The Security Paradox, che evidenziano come le aziende di medie dimensioni stiano riducendo i propri budget per la sicurezza in un momento in cui le minacce informatiche stanno aumentando. Lo studio ha rilevato che oltre la metà delle aziende di medie dimensioni a livello globale ha subito più incidenti di sicurezza rispetto all'anno precedente, e che un'azienda di medie dimensioni ha perso in media 43.000 dollari a causa di un problema di sicurezza.  Contemporaneamente, la maggioranza di queste stesse aziende sta “congelando” i propri budget dedicati alla sicurezza informatica.

Questo paradosso si verifica in parte perché le medie aziende hanno la percezione errata che gli hacker preferiscano colpire aziende di più grandi dimensioni.  Quasi la metà  delle aziende di medie dimensioni (43%) ritiene che le organizzazioni più grandi con oltre 501 dipendenti siano più a rischio di un attacco di sicurezza. A dire il vero, le aziende con meno di 500 dipendenti subiscono in media più attacchi.

“Il livello di preoccupazione e consapevolezza delle aziende sulle minacce in aumento non ha vinto la tendenza al ribasso di budget e risorse,” ha affermato Darrell Rodenbaugh, senior vice president of global midmarket di McAfee. “Ma ciò crea un circolo vizioso  di violazioni e rimedi che costa molto più della prevenzione. La nostra ricerca mostra che le aziende che mettono maggior impegno nel prevenire gli attacchi possono spendere meno di un terzo di quelle che si lasciano vulnerabili”.

Lo studio di McAfee ha rilevato che il 65% delle aziende di medie dimensioni in tutto il mondo dedica proattivamente meno di quattro ore alla settimana alla sicurezza informatica, ma che circa la stessa quantità  (67%) impiega oltre un giorno per riprendersi da attacchi di sicurezza informatica. Le minacce e le risposte sono state molto diverse da nazione a nazione, ma le nazioni dove le aziende hanno investito il minor tempo in prevenzione – Canada e Francia fra gli altri - hanno uniformemente subito le perdite finanziarie e i tempi di fermo maggiori a causa di un attacco di cybercrime, con una settimana o più necessaria per ritornare alla normalità.

Ulteriori risultati della ricerca:

·         L’anno scorso, le aziende di medie dimensioni negli Sati Uniti hanno speso un totale di 17,2 miliardi di dollari per risolvere problemi di sicurezza informatica

·         In media, nel 2008 un’organizzazione di medie dimensioni negli Stati Uniti ha speso oltre 75.000 dollari all’anno a causa di incidenti di sicurezza IT

·         Si è verificato un aumento del 322% dal 2008 al 2009 negli attacchi informatici contro le aziende di medie dimensioni negli Stati Uniti 

·         Il 71% dei direttori IT nelle medie aziende ritiene ci sia la possibilità che una grave violazione ai dati faccia fallire la loro azienda

·         Il 56% delle aziende di medie dimensioni a livello globale ha riscontrato più incidenti di sicurezza quest’anno rispetto al precedente, e il 29% ha subito una violazione di sicurezza nello scorso anno

·         Delle medie aziende che hanno subito una violazione di sicurezza, quelle con un numero di persone compreso tra 101 e 500 hanno subito circa 24 incidenti negli ultimo tre anni, rispetto a solo 15 incidenti delle aziende con un numero di dipendenti compreso tra 501 e 1.000.

- Pirro Jacopo -