• Varie
  • Posted
  • Hits: 402

McAfee presenta "12 truffe di Natale"

image001

SANTA CLARA, Calif., November, 2009 – Mentre i criminali informatici iniziano ad approfittare delle festività alle porte, McAfee, Inc. (NYSE: MFE) ha annunciato la classifica delle “12 truffe di Natale”– le 12 truffe online più pericolose a cui gli utenti che utilizzano il PC dovrebbero prestare attenzione durante il periodo di festività. Secondo l’indagine State of the Net 2009di Consumer Reports, i criminali informatici hanno sottratto agli utenti 8 miliardi di dollari nei precedenti due anni, e McAfee mette in guardia gli utenti su come non cadere vittime delle principali truffe di quest’anno.

“I criminali informatici utilizzano i loro piani truffaldini migliori durante il periodo festivo per impossessarsi del denaro, delle informazioni delle carte di credito, dei numeri di previdenza sociale e delle identità dei consumatori", ha affermato Jeff Green, senior vice president di McAfee Labs. “Questi ladri seguono i trend stagionali e creano siti, truffe e altre email con argomenti legati alle feste che possono trarre in inganno anche gli utenti più prudenti”.

La classifica McAfee delle principali truffe di Natale

Truffa I: Truffe di phishing di beneficienza  – Attenzione a chi effettuate una donazione

Durante la stagione delle feste, gli hacker sfruttano la generosità dei cittadini inviando email che sembrano provenire da enti di beneficienza legittimi. In realtà, si tratta di siti web fasulli creati per appropriarsi delle donazioni, delle informazioni delle carte di credito e delle identità dei donatori. 

Truffa II: Fatture fasulle da servizi di consegna volti a sottrarre denaro

Durante le vacanze, I criminali informatici spesso inviano fatture fasulle e notifiche di consegna che sembrano arrivare da Federal Express, UPS o il servizio doganale degli Stati Uniti. Inviano email ai consumatori chiedendo i dettagli della carta di credito per il riaccredito sul conto, oppure chiedendo agli utenti di aprire una fattura online o un modulo della dogana per ricevere il pacco. Una volta fatto, le informazioni dell’utente vengono rubate oppure viene installato automaticamente il malware sul loro computer.

Truffa III: Social Networking – Un criminale informatico “Vuole diventare tuo amico”

I criminali informatici approfittano di questo di questo periodo particolare dell’anno inviando email di “Nuova richiesta di amicizia” che sembrano autentiche e provenire da parte di siti di social networking . Gli utenti Internet dovrebbero fare attenzione perché cliccare sui link contenuti in queste email può portare all’installazione automatica di malware sui computer e sottrarre informazioni personali.

Truffa IV: I pericoli dei biglietti natalizi elettronici
I ladri criminali guadagnano sui consumatori che inviano biglietti natalizi elettronici per cercare di rispettare l’ambiente. Nella scorsa stagione festiva, McAfee Labs ha scoperto un  worm mascherato da bigliettino elettronico Hallmark e da promozioni festive di McDonald’s e Coca-Cola. Anche gli allegati di posta a tema natalizio in formato PowerPoint sono molto popolari tra i criminali informatici. Attenzione a quali allegati si aprono.

Truffa V: Bigiotteria di “lusso” a prezzi esorbitanti

McAfee Labs ha recentemente scoperto una nuova campagna festiva che porta gli acquirenti su siti fasulli di malware che offrono regali lussuosi “scontati” di grandi f.irme come Cartier, Gucci e Tag Heuer. I criminali informatici utilizzano anche loghi fasulli del Better Business Bureau per ingannare gli acquirenti e spingerli ad acquistare prodotti che non riceveranno mai .

Truffa VI: Fare shopping natalizio in modo sicuro – Il furto d’identità online è in aumento

Forrester Research Inc. prevede che le vendite natalizie online vedranno un aumento quest’anno, poiché molti utenti alla ricerca di occasioni si rivolgeranno al web per fare affari. Mentre gli utenti fanno acquisti e navigano su hotspot aperti, gli hacker possono spiare la loro attività nel tentativo di rubare le loro informazioni personali. McAfee suggerisce agli utenti di non fare mai acquisti online da un computer pubblico o utilizzando una rete Wi-Fi aperta.

Truffa VII: I testi dei canti natalizi possono essere rischiosi– Le ricerche più pericolose Durante le feste, gli hacker creano siti web fraudolenti a tema natalizio per colpire coloro che cercano una suoneria o uno sfondo per il PC a tema natalizio, i testi dei canti natalizi o uno screen saver a tema. Scaricando file a tema festivo si può infettare il PC con spyware, adware o altro malware. McAfee ha individuato un sito per scaricare canti natalizi  che indiriza gli utenti ad adware, spyware e altri programmi PUP.

Truffa VIII: Disoccupazione –email truffaldine legate alla ricerca di lavoro

Il tasso di disoccupazione degli Stati Uniti ha di recente toccato il 10,2%, il livello più elevato dal 1983. I truffatori approfittano dei disperati alla ricerca di un impiego con la promessa di un impiego ben retribuito e opportunità di guadagno lavorando da casa. Una volta che gli interessati hanno inviato i propri dati e pagamento la quota di "avviamento", gli hacker sottraggono denaro invece di dar seguito all'opportunità di impiego promessa.

Truffa IX: La frode dei siti di aste

Durante la stagione festiva, i truffatori spesso si nascondo furtivamente sui siti di aste. Gli acquirenti dovrebbero fare attenzione alle occasioni sui siti di aste che sembrano troppo belle per essere vere, perché spesso tali acquisti non vengono mai consegnati all'acquirente.

Scam X: Le truffe password stealing

Il furto di password dilaga durante il periodo festivo, dal momento che i ladri utilizzano strumenti a basso per scoprire la password di un utente e inviare malware per registrare le battute sulla tastiera del Pc, una tecnica denominata keylogging. Una volta che i criminali hanno avuto accesso ad una o più password, possono  accedere ai dettagli bancari o della carta di credito dei consumatori e portare a zero i conti in pochi minuti. Inoltre, inviano comunemente spam dall'account di un utente ai loro contatti.

Truffa XI: ELe truffe delle email bancarie

I criminali informatici ingannano i consumatori spingendoli a divulgare i loro dettagli bancari inviando email che sembrano arrivare da istituti finanziari reali. Chiedono agli utenti di confermare le informazioni relative al conto bancario, inclusi nome utente e  password, con l’avviso che se non forniranno tali informazioni l’account verrà chiuso Spesso vengono tali informazioni attraverso il mercato nero online.

McAfee Labs ritiene che i criminali informatici truffino i consumatori con maggiore solerzia  durante il periodo natalizio dal momento che le persone controllano maggiormente i propri acquisti.

Truffa XII: I tuoi file in cambio di un riscatto – Le truffe “Ransomware”

Gli hacker ottengono il controllo dei computer degli utenti attraverso una serie numerosa di queste truffe festive. Poi si comportano come rapitori virtuali per sequestrare i file e cifrarli, rendendoli illeggibili e inaccessibili. Il truffatore trattiene in ostaggio i file dell'utente chiedendo il pagamento di un riscatto per restituirli.

McAfee consiglia agli utenti di Internet di seguire questi cinque consigli per proteggere i computer e le informazioni personali: 



1.      Non fare mai clic sui link inclusi nelle email: consulta direttamente il sito web di un ente benefico o di un’azienda digitando l’indirizzo nel browser o utilizzando un motore di ricerca. Non cliccare mai su un link incluso in un messaggio di posta elettronica.



2.      Utilizza software di sicurezza aggiornato: proteggi il tuo PC da malware, spyware, virus e altre minacce con suite di sicurezza aggiornate. Il software McAfee® Total Protection offre protezione completa contro le minacce attuali ed emergenti. Integra inoltre la tecnologia McAfee SiteAdvisor®, una toolbar per ricerche online sicure che avvisa i consumatori relativamente alla sicurezza di un sito Web e offre protezione contro il phishing. Utilizza contrassegno intuitivi di colore rosso, giallo e verde per classificare i siti web potenzialmente pericolosi quando si effettuano ricerche con Google, Yahoo! o Bing.



3.      Fai acquisti e transazioni bancarie utilizzando reti sicure: effettua il controllo del tuo conto bancario o fai acquisti online utilizzando reti sicure a casa o in ufficio, sia wireless che via cavo. Le reti Wi-Fi dovrebbero essere sempre protette da password in modo che gli hacker non possano accedervi e spiare la tua attività online.



Inoltre, ricordati di fare acquisti solo su siti web il cui indirizzo inizia con https:// invece di http:// e cerca siti web con marchi di certificazione per la sicurezza, come McAfee SECURE.

4.      Utilizza password diverse: non utilizzare mai le stesse password per diversi account online. Diversifica le password e utilizza una combinazione complessa di lettere, numeri e simboli.



5.      Usa il buon senso: se hai il dubbio che un’offerta o un prodotto non siano legittimi, non cliccare. I criminali informatici si nascondono dietro molte delle offerte che sembrano “buone” sul web, perciò sii cauto quando effettui ricerche o acquisti online.

- Pirro Jacopo -