• Varie
  • Posted
  • Hits: 463

G Data: pulizie digitali di Primavera

Bochum (Germania) – Per molta gente svuotare il garage o pulire a fondo la casa è una tradizione tipicamente primaverile. Ma nessuno si preoccupa di fare la stessa cosa con il proprio Pc. Il vecchio software è rimasto sull’hard disk, mentre nei vari registri di Windows c’è un sacco di immondizia informatica. Questa situazione, secondo Ralf Benzmüller, non solo rallenta il sistema operative, ma rappresenta anche un sensibile rischio per la sicurezza. Quello che, infatti, molti utenti di windows non sanno e che alcune funzioni di programmi ormai obsoleti sono delle porte aperte per i criminali online. G Data fornisce quindi agli utenti alcuni suggerimenti per ripulire il Pc e rendere, di conseguenza, Windows più sicuro.

'Su tanti hard disk ci sono diversi programmi che difficilmente gli utenti utilizzano ed aggiornano con regolarità. Questo comporta evidenti problemi di sicurezza. Non per niente il successo di Conficker può essere ascritto proprio ad inadeguate procedure di aggiornamento. Sistemi operativi, browser e software istallato dovrebbero pertanto essere sempre aggiornati all’ultima versione”, ha dichiarato Ralf Benzmüller, Manager of G Data Security Labs.

Secondo le stime degli esperti c’è un rischio derivante da questi software obsoleti che non dovrebbe essere sottovalutato.
“C’è un rischio particolarmente alto se il produttore ha cessato il supporto per alcuni suoi software. Questi vecchi software presentano varie falle di sicurezza che gli autori di malware possono sfruttare per inviare software maligni attraverso backdoor.”

Dopo anni di utilizzo, soltanto una bella pulizia può essere d’aiuto. Ma come bisogna fare?

Consigli per una corretta pulizia del proprio Pc

- Il sistema operativo dovrebbe essere sempre aggiornato attraverso l’istallazione degli ultimi service pack e patch disponibili. Questo lo si può fare in maniera semplice utilizzando la funzione di update integrato. Inoltre, molte riviste Pc propongono in allegato dei Dvd contenenti tutte le patch e i service pack necessari. Questo permette di evitare lunghi download e protegge da eventuali attacchi condotti attraverso update dannosi. In questo modo il Pc non verrebbe infettato nuovamente e, prima che sia pronto per l’utilizzo, andrebbe attivato il firewall di Windows e istallato un programma antivirus. Quest’ultimo, a sua volta, va registrato e aggiornato sempre all’ultima versione.

- Software come client e-mail, programmi per le chat e download manager, ma anche programmi per grafica e video, come pure software di backup, possono presentare falle di sicurezza.
Esistono inoltre backdoor che possono essere sfruttate facilmente dai criminali online. Per scovarle possiamo utilizzare utili programmi freeware come Secunia Personal Inspector (www.secunia.com).

- Programmi non più supportati dai rispettivi produttori dovrebbero essere cancellati dall’hard disk. Questo vale anche per i vecchi sistemi operativi Windows non più supportati da update e patch.

- Pulire significa anche fare attenzione ai diritti di amministratore. Quando possibile, navigando in rete, bisognerebbe loggarsi come utente con limitati diritti. Questa scelta aumenta di molto il livello di sicurezza se paragonato alla navigazione in rete con diritti di amministratore. Se sul Pc esiste solo l’account di amministratore, un account utente con diritti limitati può comunque essere creato in modo semplice e veloce.

- Istallare sempre l’ultima versione di un pacchetto antivirus o Internet security. Registrarla online e assicurarsi quindi che la funzione di aggiornamento automatico sia attiva in modo tale da scaricare sempre le ultime firme virali. Una protezione antivirus non aggiornata non protegge infatti dalle ultime minacce.

- Non navigare mai in rete senza un firewall o con un firewall non attivo.
Questo vale anche per i computer che operano dietro un router, così come per quelli che utilizzano una connessione ISDN, via modem o via rete aziendale.

- L’utilizzo di soluzioni per la sicurezza, con integrate funzioni di tuning e pulizia del registro permette di rimuovere tutte le inutili zavorre. Questo rende Windows più stabile e veloce.

Le pulizie digitali di Primavera pagano in ogni caso. Il tempo speso in queste operazioni è sempre un tempo speso bene perché un Pc può essere infettato sempre a causa di una mancata attenzione al suo corretto funzionamento.

- Jacopo P. -