• Varie
  • Posted
  • Hits: 458

Facebook e Twitter portatori di virus

image001


I McAfee Labs ritengono che i criminali informatici prenderanno di mira i siti di social networking e le applicazioni di terze parti, utilizzeranno botnet e Trojan più complessi per costruire e perpetrare attacchi e sfrutteranno l’HTML 5 per creare nuove minacce. I McAfee Labs prevedono inoltre che il 2010 sarà un anno positivo dal punto di vista della lotta delle forze dell’ordine al cybercrime.
“Nel corso dell’ultimo decennio si è assistito a un miglioramento davvero considerevole della capacità di monitorare, rilevare e bloccare con successo il crimine informatico,” ha affermato Jeff Green, senior vice president dei McAfee Labs. “Stiamo ora affrontando minacce emergenti dalla crescita esplosiva dei siti di social network, lo sfruttamento di applicazioni popolari e tecniche sempre più sofisticate utilizzate dai criminali informatici, ma siamo fiduciosi che il 2010 sarà un anno di successi per la comunità della sicurezza informatica”.

Le previsioni dei McAfee Labs sulle principali minacce per il 2010:


I social network saranno le piattaforme preferite per il lancio di minacce emergenti
Facebook, Twitter e le applicazioni di terze parti presenti su questi siti stanno cambiando rapidamente gli strumenti dei criminali informatici, mettendo a loro disposizione nuove tecnologie con cui lavorare e zone calde di attività da sfruttare.
Gli utenti diventeranno più vulnerabili agli attacchi che distribuiranno alla cieca applicazioni malevole attraverso i loro network, e i criminali informatici approfitteranno della fiducia tra amici per fare in modo che gli utenti clicchino sui link che avrebbero altrimenti trattato con cautela. L’utilizzo di URL abbreviate sui siti come Twitter rende persino più semplice per i criminali informatici mascherare e indirizzare gli utenti ai siti Web malevoli. I McAfee Labs prevedono che nel 2010 i cybercriminali utilizzeranno in maniera crescente queste tattiche attraverso i siti di social network più popolari.
- Pirro Jacopo -