• Mobile
  • Posted
  • Hits: 656

Google annuncia ufficialmente Android 5.0 Lollipop

Tags: googlemobilesmartphoneandroidLlollipop5.0

Google ha finalmente ufficializzato l'arrivo di Android 5.0 Lollipop, la versione di Android che tutti stavano aspettando sin dal momento in cui, circa un anno fa, fu presentato Android KitKat.
Andiamo a scoprire le notivà introdotte da Lollipop.

Lollipop-Forest-658x370

Android L si presenta come una vera e propria major release, di quelle che non vedevamo ormai dai tempi di Android Ice Cream Sandwich. Come ogni major release sono state introdotte moltissime novità sotto la scocca dell'OS ma anche l'aspetto estetico è stato rinnovato profondamente; Android L infatti fa rima con Material Design e quindi con estetica ulteriormente migliorata rispetto a quanto abbiamo visto su KitKat. Il Material Design si caratterizza per tutta una serie di importanti accorgimenti estetici che vanno dalle nuove animazioni sino al nuovo font Roboto che è stato aggiornato. 

 Statua-Android-Lollipop-8

Ma le novità non sono tutte visibili, molte sono stati i miglioramenti in termini di feautures offerte dal sistema e grande è stato il lavoro di ottimizzazione. Ecco una serie di nuove funzionalità:

  • app, immagini, ricerche e canzoni vengono sincronizzate tra tutti i dispositivi collegati al medesimo account Google, questo permette di cambiare dispositivo senza perdere nessuno dei propri dati
  • all'interno delle impostazioni è possibile creare una blacklist ed una whitelist in modo da bloccare le persone dalle quali non intendiamo ricevere notifiche (sms, chiamate ecc)
  • i quick settings sono stati completamente rivoluzionati a livello estetico
  • nel lock screen vengono evidenziate le notifiche (comunque disattivabili) e vengono introdotte le heads-up notification che appaiono in sovraimpressione anche durante l'esecuzione delle app
  • possibilità di utilizzare lo smartphone in modalità multi-utente con aggiunta di una modalità ospite che limita le funzionalità del dispositivo (visione dati sensibili ecc)
  • crittografia automatica del dispositivo
  • supporto USB Audio, si possono collegare microfoni e speaker tramite la porta USB
  • introduzione, a livello fotografico, del supporto ai formati YUV RAW e Bayer RAW oltre che di nuove informazioni su sensori e ottiche mostrate nei metadata
  • OK Google funziona anche a schermo spento ma solo sui dispositivi supportati, come N6 e N9
  • backup dati tra dispositivi tramite NFC, possibilità di importare le app da un dispositivo vecchio ad uno nuovo
  • double tap 2 wake (solo se supportato dall'hardware)

 

Parliamo ora di prestazioni e di autonomia. In questo senso Android L introduce ART come runtime predefinita ed il Project Volta per ottimizzare ed estendere la durata della batteria fino a 90 minuti supplementari. Nel complesso comunque, come per ogni versione di Android, è stato fatto un attento lavoro di ottimizzazione del codice sorgente.

In termini di disponibilità, Android L arriverà immediatamente su Nexus 6, Nexus 9 e Nexus Player (che lo montano come OS predefinito) mentre raggiungerà Nexus 4, Nexus 5, Nexus 7 2013 e Nexus 10 a Novembre.